Studenti

Back to school: il 92% degli studenti è favorevole al rientro in classe senza mascherina

Secondo un’indagine di Studenti.it, il cambiamento climatico spaventa più della pandemia

Per le studentesse e gli studenti italiani è ormai tempo di rientro in classe. Un back to school con nuove regole, ma finalmente senza mascherina. Una novità accolta favorevolmente dalla quasi totalità delle ragazze e dei ragazzi (92%) intervistati da Studenti.it che per la prima volta dopo due anni si lasciano alle spalle la didattica a distanza e i dispositivi di protezione.

COSA TEMONO DI PIÙ GLI STUDENTI? IL CAMBIAMENTO CLIMATICO 

La pandemia, infatti, non rappresenta più la preoccupazione principale. Tra le paure maggiori c’è invece il cambiamento climatico (26%). A seguire, il non riuscire a raggiungere i propri obiettivi nella vita (22%), la crisi economica e dell’energia (16%), lo scoppio di una guerra che coinvolga l’Italia (14%) e, infine, l’instabilità politica (12%). Solo all’ultimo posto (10%) il timore di incorrere in un’altra pandemia.

LA SCUOLA IDEALE? QUELLA IN CUI FARE DIBATTITI, EDUCAZIONE SESSUALE E ORIENTAMENTO 

Studenti.it ha inoltre chiesto alle ragazze e ai ragazzi di delineare un ritratto della loro scuola ideale. Dall’indagine emerge che gli utenti vorrebbero poter partecipare a dibattiti su temi di attualità (21%) e poter frequentare lezioni di educazione sessuale (19%). Tra gli interessi maggiori, anche la possibilità di valutare i propri docenti durante il percorso didattico (15%) e attività di orientamento post diploma (13%).

I PROGETTI PER IL FUTURO: STUDIARE E FARE UN’ESPERIENZA ALL’ESTERO 

Lo studio resta una priorità per il futuro per la maggior parte degli intervistati, che puntano sulla formazione post diploma: il 50% dei partecipanti all’indagine vorrebbe, dopo il diploma, frequentare una facoltà universitaria in presenza, mentre il 26% guarda complessivamente con favore all’estero per proseguire gli studi o lavorare. Il 15% punta a trovare subito un impiego, mentre l’11% vorrebbe poter iniziare subito uno stage. 

 

Studenti.it è il brand del Gruppo Mondadori leader in Italia sul digitale nella categoria education, con 5 milioni di utenti (fonte Audiweb, giugno 2022). Punto di riferimento per le studentesse e gli studenti  italiani per tutto l’anno scolastico,  in occasione del ritorno sui banchi propone news, aggiornamenti didattici, kit per affrontare i test di ammissione alle università oltre che supporti all’orientamento con uno speciale (https://www.studenti.it/its-academy-italia.html) dedicato agli istituti di formazione superiore post diploma e alla ricerca di primo impiego. Studenti.it vanta oltre 1, 2 milione di follower sui social (Fonte Shareablee e social insights, agosto  2022), dove è presente con un profilo su  TikTok – con oltre 560 mila utenti – Facebook, Telegram, Instagram e sul canale Youtube (Studenti TV).

Maturità 2022 / il sondaggio di Studenti.it: guerra e crisi energetica tra le tracce più gettonate ma i maturandi puntano per la prima volta anche ai successi dell’Italia, dallo sport alla musica

Nell’indagine sul gruppo Telegram, il 10% dichiara di conoscere già i contenuti della seconda prova

Prende il via mercoledì 22 giugno alle 8.30 l’esame di maturità e ancora una volta Studenti.it è un punto di riferimento per gli oltre 500.000 ragazze e ragazzi impegnati nelle prove di esame.

Studenti.it ha indagato – attraverso una serie di sondaggi condotti sul sito e sui social – le loro aspettative e speranze, dopo aver accompagnato i maturandi per tutto l’anno scolastico nella preparazione dell’esame finale, con news, tips per studiare, suggerimenti per organizzare una tabella di marcia e mini pillole didattiche per i ripassi last minute. 

LA PRIMA PROVA –  La prima prova della Maturità, uguale per tutti, presenterà sette tracce elaborate dal Miur. Secondo le previsioni raccolte attraverso un’indagine su Studenti.it – alla quale hanno partecipato oltre 14.500 ragazze e ragazzi – l’argomento dell’esame scritto riguarderà tematiche di forte attualità: 

  • per il 48% degli intervistati la guerra è la traccia più gettonata;
  • il 14% spera invece di poter sviluppare un testo sulle storie di successo dell’eccellenza italiana nello sport – con le vittorie degli Azzurri alle Olimpiadi e agli Europei – e nella musica con il trionfo dei Måneskin in tutto il mondo, simbolo di giovani che ce l’hanno fatta, con impegno e sacrificio;
  • il 12% scommette su una traccia dedicata alla crisi energetica in corso, il 10% sull’ambiente.

 LA SECONDA PROVA – La  seconda prova, diversa per ciascun indirizzo, riguarderà una disciplina tra quelle caratterizzanti il percorso di studi. Un’indagine condotta da Studenti.it sugli utenti del gruppo Telegram “Maturità 2022” – alla quale hanno partecipato 1.200 maturandi – ha rivelato che il 10% di loro conosce i contenuti della prova perché ne ha parlato con i propri docenti. 

Il 35% ha dichiarato di avere invece solo qualche informazione: sa su cosa verterà, ma non conosce le domande nello specifico.

Il restante 55% dei partecipanti al sondaggio non sa nulla circa il proprio secondo scritto.

Un argomento al centro anche delle conversazioni sul gruppo Facebook “Maturità 2022” di Studenti.it: «A noi hanno dato una rosa di argomenti ma non esattamente quale uscirà», scrive Lucia. «I miei prof non si sono sbottonati» le risponde Aurora, mentre a Gina «sono stati dati gli argomenti del libro di testo su cui studiare».

L’ESAME ORALE – Terminati gli scritti il 27 giugno inizierà la fase dell’orale che si apre con l’analisi di un materiale scelto dalla commissione. Anche per quest’ultima prova dell’esame l’aiuto arriva ancora una volta dai social, dove i maturandi si confrontano per i collegamenti tra le materie, punteggi, bonus e dove Studenti.it si conferma un punto di riferimento, in particolare su TikTok: grazie a un team di giovani creators, che parla con il loro stile e nella loro lingua, il brand ha fornito preziosi consigli sugli esami. Tanti gli spunti, dalle curiosità scientifiche di @scienzaedintorni, al ripasso di italiano di @emanuele_bosi, dai mini riassunti di storia di @andreaborello_, dalle spiegazioni di filosofia di @filosofia.e.caffeina, dal ripasso di matematica di @blondibondi, dall’inglese di @antonioparlati, ai consigli sullo studio di @giulysnotes.

Studenti.it è il brand del Gruppo Mondadori leader in Italia sul digitale nella categoria education, con 3,3 milioni di utenti (fonte Audiweb, aprile 2022). È un punto di riferimento per il pubblico più giovane grazie a un’offerta editoriale dinamica e in continua evoluzione, caratterizzata da linguaggi e contenuti innovativi e da una squadra di giovani creator: una formula che ha permesso a Studenti.it di raggiungere oltre 1 milione di follower sui social (Fonte Shareablee e social insights, maggio 2022), da TikTok – dove è seguito da oltre 500mila persone – a Facebook, Instagram, Telegram e al canale Youtube StudentiTV dove gli studenti accedono a guide e tutorial per prepararsi all’esame.

Studenti.it e Intesa Sanpaolo insieme per l’educazione finanziaria

È online YounGOALS, un progetto rivolto agli studenti che unisce il brand leader sul digitale nel segmento education e il maggiore Gruppo Bancario in Italia

Studenti.it, il brand del Gruppo Mondadori punto di riferimento nel segmento education, lancia in collaborazione con Intesa Sanpaolo, leader italiano nelle attività finanziarie per famiglie ed imprese e tra i principali in Europa, YounGOALS, un progetto di educazione finanziaria rivolto alle giovani generazioni, invitate a mettere in gioco le proprie conoscenze in ambito economico.

Con questa attività, Intesa Sanpaolo metterà al servizio delle ragazze e dei ragazzi le proprie competenze per avvicinarli ai concetti di risparmio e investimento e renderli più consapevoli delle loro scelte finanziarie attuali e future, avvalendosi della collaborazione di Studenti.it per entrare in contatto con la Generazione Z e intercettarne i bisogni e gli interessi.

Il progetto – realizzato con il supporto di Mediamond, concessionaria di pubblicità di Mediaset e del Gruppo Mondadori –  si articola in più tappe e  attesta la forza e la capacità di Studenti.it di saper dialogare con una community sempre più ampia. Il brand presidia, infatti, da anni il pubblico più giovane con la sua formula di linguaggi e contenuti innovativi, che gli ha permesso di raggiungere un’audience di oltre 3,7 milioni di utenti unici al mese (fonte: Audiweb, media gennaio-luglio 2021) e quasi 1 milione di fan sui social network (fonte: Shareablee + TikTok e Pinterest Insight, ottobre 2021), di cui 400.000 solo su TikTok.

Un successo ottenuto grazie a un’offerta editoriale unica e in continuo aggiornamento, elaborata con il contributo di una squadra di giovani creator, al lavoro per coinvolgere gli studenti in esperienze di apprendimento sempre diverse con lezioni, audio e video-pillole, guide allo studio, consigli, appunti e tante curiosità.

UN PERCORSO TEMATICO IN PIÙ TAPPE – Il progetto sviluppato in partnership con Intesa Sanpaolo si pone l’obiettivo specifico di aiutare i ragazzi a potenziare le conoscenze in fatto di economia e finanza, facilitando la comprensione di temi e concetti apparentemente complessi.

«La gestione del risparmio si insegna e si impara fin da piccoli: aumenta le nostre opportunità di scelta, ci rende più autonomi, contribuisce alla serenità del nostro futuro» spiega Andrea Lecce, Direttore Sales & Marketing Privati e Aziende Retail di Intesa Sanpaolo. «Per questo l’educazione finanziaria, trasmessa con un approccio ludico ma concreto, come nel caso della collaborazione con Studenti.it, è da sempre al centro dell’attenzione di Intesa Sanpaolo. Negli ultimi anni un milione di giovani, di cui circa 300.000 under 18, ha scelto di aprire il nostro conto, completamente senza spese affinché sia possibile familiarizzare con tutti i servizi finanziari di base. Circa il 30% dei mutui sono rivolti ai giovani, con condizioni agevolate per realizzare il sogno della casa di proprietà. A loro dedichiamo il nostro impegno per offrire da subito le migliori soluzioni finanziarie, l’appoggio più completo per gli studi e, un domani, gli strumenti più innovativi per affrontare le sfide del mondo del lavoro».

«Il progetto di educazione finanziaria realizzato insieme a Intesa Sanpaolo ci permette di consolidare ulteriormente il ruolo di Studenti.it nella formazione dei ragazzi», afferma Pamela Carati, Brand Manager Entertainment & Scienza di Mondadori Media. «Questa collaborazione è, infatti, una prova di quanto, nel corso degli ultimi anni, il nostro brand sia stato capace di diventare un punto di riferimento nell’intero percorso di crescita delle giovani generazioni. Ogni giorno siamo pronti a rispondere alle loro esigenze attraverso contenuti formativi originali, proposti in formati e linguaggi dinamici e sempre più social. Questi i punti di forza che ci permettono di sintonizzarci con i bisogni della Generazione Z e di mantenere con le ragazze e i ragazzi un dialogo e uno scambio produttivo. Una formula vincente che, anche grazie all’impegno dei giovani creator, ci sta premiando su tutte le piattaforme, in particolare su TikTok, dove il brand ha raggiunto risultati davvero straordinari e dove abbiamo dimostrato, con tutti i contenuti marcati #imparacontiktok, che il mezzo è leggerezza ma anche sostanza, conquistando 400.000 follower in un solo anno», conclude Carati.

La campagna ha preso il via con un’indagine online che ha coinvolto più di 56.000 utenti tra i 16 e i 25 anni, permettendo di individuare i temi di maggior interesse e di mettere a punto la seconda fase dell’iniziativa: un palinsesto di contenuti su 6 diversi macro-temi, disponibile con aggiornamenti settimanali su tutti i canali di cui si compone l’offerta di Studenti.it: articoli web, podcast, video su Youtube e contributi su TikTok, Instagram e Facebook, oltre a un quiz finale. Spazio ai metodi per una corretta gestione dei risparmi, agli strumenti per un’efficace pianificazione delle spese, alle modalità per concludere acquisti online e a quelle per proteggersi dalle truffe, ma anche alle forme di assicurazione e alle tipologie più diffuse di finanziamento per i viaggi-studio e la formazione, fino ad arrivare alla ricerca delle prime fonti di guadagno, alla sharing economy e alla sostenibilità.

IL PROFILO DEI GIOVANI ITALIANI   Ma quanto ne sanno davvero i giovani italiani di economia e finanza? Dall’indagine condotta da Studenti.it in collaborazione con Intesa Sanpaolo, prima fase dell’intera campagna, è emerso che di denaro e risparmio si comincia a parlare in famiglia ed è infatti questa la prima fonte di informazioni per il 36% dei ragazzi che hanno partecipato al sondaggio.

Al 26% le prime nozioni finanziarie arrivano dalla scuola, mentre un altro 26% sceglie di informarsi sulle piattaforme digitali. Tra gli argomenti di carattere economico/finanziario di cui vorrebbero saperne di più, quasi i 2/3 dei partecipanti mettono al primo posto i piani di risparmio per poter, un giorno, concludere acquisti importanti o pagarsi gli studi (32%), Quanto ai canali per trovare lavoro e beneficiare di una fonte di guadagno, il 48% degli intervistati, infatti, non ha dubbi: frequentare l’università e ottenere un titolo di studio distintivo sul mercato.

3 studenti su 4 hanno già iniziato a risparmiare, ma solo il 31% di loro programma con metodo le spese mensili. Per gestire le proprie risorse, il 24% degli intervistati si avvale di una carta prepagata, il 22% usa prevalentemente un conto corrente bancario e un altro 12% un conto corrente postale. La maggior parte dei partecipanti ritiene, infine, che i viaggi lontano dalla famiglia rappresentino il primo banco di prova per misurarsi con la gestione di un budget: non a caso, per il 46% l’obiettivo principale è pianificare al meglio le spese per non rischiare di rimanere a corto di denaro, mentre per il 21% la priorità è assicurarsi contro furti, infortuni e altri imprevisti.

Risultati che attestano la necessità di un percorso di educazione mirato e innovativo, a cui questo progetto risponde, in un contesto di apprendimento che si conferma sempre più social e digitale.

Tutti i contenuti del progetto YounGOALS – in aggiornamento – sono disponibili qui

Studenti.it si conferma punto di riferimento per la maturità

Dalle mappe concettuali ai podcast, migliaia di contenuti disponibili online

Record su TikTok, con 7 milioni di visualizzazioni e 3 milioni di like nelle settimane d’esame

Contenuti didattici, riassunti, mappe concettuali, guide e approfondimenti curati dai docenti, ma anche podcast con audio pillole per velocizzare il ripasso, un canale Youtube e gruppi dedicati su Facebook e Telegram: anche quest’anno Studenti.it si è confermato punto di riferimento per le ragazze e i ragazzi impegnati negli esami di maturità, mettendo a disposizione tutte le risorse necessarie per affrontare e superare la sfida.

Il brand del Gruppo Mondadori – scelto dalla community anche come piattaforma su cui condividere opinioni, dubbi e aspettative a partire da indagini e sondaggi – ha, infatti, continuato a supportare gli studenti lontani dai banchi con un’ampia offerta di materiali sul proprio sito web e sui canali social, confermandosi tra i leader nel segmento education con 5 milioni di utenti unici al mese (fonte: Comscore, aprile 2021)

I CONTENUTI PIÙ CLICCATI – Provati da un anno e mezzo di DAD e dal rush finale di verifiche e interrogazioni, i maturandi hanno trovato ancora una volta nei contenuti digitali un aiuto indispensabile per il ripasso in vista della prova d’esame. A confermarlo è stata l’indagine condotta alla vigilia della maturità da Studenti.it su un campione di 40.000 ragazzi: il 50% di loro ha dichiarato di trovare estremamente utili i riassunti, seguiti dalle mappe concettuali (25%), dagli approfondimenti (14%) e dai video (9%). Ad aggiudicarsi il record di click sono stati, però, i podcast, che nel solo mese di maggio hanno fatto registrare più di 165.000 download, per un totale di oltre 1,2 milioni di download sul canale del brand. 

LA COMMUNITY SUI SOCIAL – Tra le tante difficoltà riscontrate a fine anno, la più grande riguardava proprio la preparazione dell’esame: non a caso, secondo un recente sondaggio lanciato da Studenti.it, l’80% dei ragazzi non si sentiva sufficientemente preparato o temeva di avere lacune a causa della didattica a distanza. Gli esami, però, sono andati meglio del previsto e a dirlo sono le testimonianze raccolte sui canali social del brand, diventati un vero e proprio punto di ritrovo e di confronto per tutti i maturandi: “Il mio esame è andato bene. Ero emozionata, avevo studiato tanto e mi è sembrata una passeggiata”, scrive Veronica. “Ragazzi è andata! Un’emozione indimenticabile, in bocca al lupo ai prossimi!”, le fa eco Desiree.

Dai riassunti di Letteratura alle spiegazioni di matematica, dalle schede di Inglese alle curiosità scientifiche, dai consigli pratici per aiutare la memoria e la concentrazione alle dritte per contrastare l’ansia da prestazione, la maturità si conferma, quindi, sempre più social e digitale.

RECORD SU TIKTOK – Presente su tutti i principali social network con una fanbase di 910.000 utenti (fonte: Shareablee e TikTok, giugno 2021), nelle settimane delle prove d’esame Studenti.it ha registrato un successo senza precedenti su TikTok. Per la prima volta, infatti, lanciando gli hashtag #imparacontiktok, #imparacontiktokitalia e #maturità2021, anche il popolare social network ha raccolto attorno a sé gli studenti alle prese con gli esami di Stato.

Grazie alla qualità e all’immediatezza delle video pillole didattiche, oltre che alla simpatia e alla spontaneità dei giovani creators, il canale di Studenti.it ha ricevuto una vera e propria pioggia di adesioni, superando i 310.000 followers e ricevendo più di 3 milioni di like, per un totale di 7 milioni di visualizzazioni.

Un impegno, quello del team Studenti.it, che non si fermerà neppure nei mesi estivi: i TikTok creators del brand continueranno, infatti, a fare compagnia ai ragazzi, con tanti nuovi contenuti pensati per supportarli sia nella scelta del percorso universitario che in vista del ritorno tra i banchi di scuola.  

Maturità, e poi? Il 65% degli intervistati da Studenti.it sceglie l’università

Il 23% si immagina in un altro paese a studiare o a lavorare.

Il 48% pensa che l’Italia non offra opportunità ai giovani.

Per il 44% delle ragazze e dei ragazzi la cosa più importante è: “riuscire a fare nella vita qualcosa che mi soddisfi davvero".

Sono state individuate le modalità di svolgimento della Maturità che  le studentesse e gli studenti italiani dovranno affrontare dal prossimo 16 giugno. L’esame prevede un colloquio orale a partire dalla presentazione di un elaborato che verrà assegnato dai Consigli di classe sulla base del percorso svolto. L’elaborato riguarderà le discipline caratterizzanti l’indirizzo di studi, che potranno essere integrate anche con apporti di altre discipline, esperienze relative ai Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento o competenze individuali presenti nel curriculum dello studente.

Ma come immaginano le ragazze e i ragazzi la loro vita dopo l’esame di Stato, quali sono i loro progetti e le loro priorità? Studenti.it lo ha chiesto a oltre 30.000 giovani, che hanno raccontato come, e soprattutto dove si vedono da qui a qualche anno.

L’esame che conclude il ciclo di studi, infatti, è visto come una formalità e sembra essere l’ultimo dei loro problemi: i ragazzi sono già proiettati oltre giugno, pensano al loro futuro e questo per moltissimi non sarà in Italia.

Dopo la maturità, il 65% degli intervistati che hanno preso parte alla ricerca di Studenti.it ha intenzione di proseguire gli studi e iscriversi all’università: di questi, il 14% ha intenzione di frequentare un ateneo in un paese straniero, mentre il 51%, rimarrà in Italia. Il 12%  invece cercherà subito un lavoro in Italia, mentre il 9% lo farà all’estero. Il restante 14% non lo sa ancora. In totale sono il 23% i ragazzi che, dopo la maturità, per studiare o lavorare, pensano di trasferirsi all’estero.

Solo il 18% degli intervistati da Studenti.it pensa che l’Italia possa offrire delle opportunità ai più giovani mentre il 48% è dell’idea opposta: il nostro non è un paese per giovani. Il restante 34% non ha un’opinione su questo.

Pensando al proprio futuro, il 33% dichiara a Studenti.it che si vede con una vita in Italia, mentre il 35% si immagina in un altro paese; il restante 32% non ha ancora un’idea di cosa farà.

Al primo posto c’è la soddisfazione personale. Per il 44% dei ragazzi la cosa più importante è “riuscire a fare nella vita qualcosa che mi soddisfi davvero”. Poco più in basso, con il 38% delle preferenze, c’è “la salute”. Segue, ma molto più in basso, “un lavoro che mi faccia guadagnare tanto” con il 10% delle preferenze. “Prendere buoni voti a scuola” è una priorità per il 8% degli intervistati.

Studenti.it è il brand del Gruppo Mondadori leader in Italia sul digitale nel mondo education con circa 4 milioni di utenti unici al mese (fonte: Audiweb, dicembre 2020) e 685 mila fan sui canali social (fonte: Shareablee, febbraio 2021 e TikTok). Anche in questo nuovo anno scolastico, Studenti.it è sempre a fianco dei ragazzi, con migliaia di contenuti gratuiti: dalle videolezioni con i consigli per lo studio, alle dirette social di esperti e youtuber e ai podcast “Te lo spiega Studenti”, un nuovo modo di fruire gli appunti online.

 

Didattica a distanza: secondo un’indagine di Studenti.it l’84% dei ragazzi vive in modo negativo le nuove chiusure

Per gli oltre 30.000 studenti intervistati dopo l’uscita delle nuove restrizioni, da marzo a oggi è cambiato il modo di studiare con le risorse digitali a disposizione

Della scuola in presenza manca soprattutto il rapporto umano

Oggi sono milioni i ragazzi che frequentano le lezioni da casa: ma come stanno vivendo gli studenti le nuove chiusure e il ritorno della didattica a distanza (DAD)? Com’è il loro umore e cosa pensano delle lezioni da casa? Studenti.it lo ha chiesto attraverso un’indagine sul sito, a cui hanno partecipato più di 30.000 studenti delle scuole superiori.

Dalla survey emerge come i ragazzi si sentano “vittime” di un sistema che – nonostante le promesse – non è stato in grado di garantire il ritorno tra i banchi.

Ecco i principali highlights dell’indagine:

NUOVE CHIUSURE: L’84% DEGLI STUDENTI COMINCIA A RISENTIRNE, IL 22% SI DEFINISCE DEPRESSO –
L’84% degli intervistati da Studenti.it ammette di risentire negativamente delle nuove misure: in particolare, di questi, il 20% dei rispondenti dichiara di stare molto male psicologicamente (si definisce addirittura “depresso”), il 30% sta “male” e il 34% ha risposto “così e così. Solo il 16% degli intervistati vive bene questa situazione perché “la sua vita non è cambiata più di tanto”.

LA DAD? UNA SOLUZIONE TROVATA PER EVITARE L’AFFOLLAMENTO DEI MEZZI PUBBLICI – Gli studenti sentono di fare le spese di una cattiva organizzazione che, nonostante i mesi a disposizione e le promesse fatte, non ha consentito loro di tornare davvero a scuola. Per il 35% la didattica a distanza è solo una trovata per evitare l’affollamento dei mezzi pubblici; il 27% la giudica un modo poco efficace di far proseguire l’insegnamento, mentre per il 25% è una necessità. Solo il 13% dei rispondenti vorrebbe che questa misura proseguisse anche dopo la fine dell’emergenza.

DIDATTICA A DISTANZA: LA PERCEZIONE PEGGIORA – Il 57% degli intervistati ritiene che non ci sia nessun lato positivo nella didattica a distanza. Di questi, il 26% racconta come sia difficile mantenere l’attenzione durante le lezioni, mentre il 9% dichiara che in questa modalità i professori sono più esigenti. Il restante 43% degli studenti salva invece la DAD perché “dà meno ansia delle lezioni in presenza” (21%), “consente di non perdere tempo negli spostamenti” (20%) e trova che sia migliore perché i “prof sono meno esigenti” (2%).

DA MARZO A OGGI È CAMBIATO IL MODO DI STUDIARE – Il 36% degli studenti dichiara di usare di più le risorse digitali. Dall’indagine inoltre emerge che il 25% dei ragazzi ritiene di studiare meno rispetto a prima, per il 20% l’impegno non è cambiato, mentre il 19% dichiara di aver aumentato le ore di studio.

LE RISORSE DIGITALI PIÙ USATE – il 28% usa soprattutto gli appunti trovati in rete, il 17% attinge a video didattici, il 16% alle mappe concettuali e il 4% si avvale dei podcastIl 35% degli intervistati dichiara di usare tutte queste risorse insieme.

DELLA SCUOLA IN PRESENZA MANCA SOPRATTUTTO IL RAPPORTO UMANO – Il 36% degli studenti dichiara che della didattica in presenza gli manca tuttoil 39% sente soprattutto la mancanza del rapporto umano con professori e compagni e l’11% ha nostalgia della normale routine del periodo pre lockdown. Solo al 14%, invece, non manca nulla.

Studenti.it è il brand del Gruppo Mondadori leader in Italia sul digitale nel mondo education con circa 2,9 milioni di utenti unici al mese (fonte: Audiweb, settembre 2020) e 622 mila utenti sui canali social (fonte: Shareablee e Tik Tok, ottobre 2020). Anche in questo nuovo anno scolastico, Studenti.it è sempre a fianco dei ragazzi, con migliaia di contenuti gratuiti: dalle videolezioni con i consigli per lo studio, alle dirette social di esperti e youtuber e ai podcast “Te lo spiega Studenti”, un nuovo modo di fruire gli appunti online.

 

 

GialloZafferano punta su TikTok

Nuova collaborazione in esclusiva con tre giovani emergenti creator: Cooker Girl, Theavokiddo e michi.fadda

GialloZafferano, il food media brand più amato degli italiani, punta con decisione anche su TikTok per arricchirsi di nuovi linguaggi, contenuti originali e rafforzare ulteriormente il suo rapporto con la generazione Z.

Sbarcato sulla piattaforma di video brevi a giugno, il profilo di GialloZafferano conta già ad oggi oltre 200.000 follower, in rapida crescita, con più di 17 milioni di video visualizzati con l’hashtag #giallozafferano e una media di oltre 200.000 visualizzazioni e 20.000 like per ogni video pubblicato.

Su TikTok il brand del Gruppo Mondadori offre contenuti originali ed esclusivi con il proprio inconfondibile mix di ricette per tutti, idee facili e consigli che lo rendono il sito web punto di riferimento in cucina per 18 milioni di utenti unici ogni mese (fonte: Audiweb, media gen-giu 2020) e per 12 milioni di fan sui social network. Da Facebook a Instagram, da Youtube a Pinterest, e ora anche su TikTok: per ogni piattaforma GialloZafferano realizza contenuti diversi e studiati ad hoc con l’obiettivo di essere sempre vicino agli italiani in cucina, attraverso proposte sempre nuove e rispondendo 7 giorni su 7, sul sito e sui social, alle decine di migliaia di commenti e richieste che giungono dagli utenti.

«Ancora una volta ci evolviamo, con nuovi contenuti e linguaggi, per rimanere sempre in contatto con le persone. Seguiamo il cambiamento delle abitudini sui nuovi media, attraverso lo sviluppo costante di format originali, anche per interagire con un pubblico nuovo, ampliando la nostra presenza social», ha dichiarato Andrea Santagata, direttore generale di Mondadori Media. «Da tempo sposiamo i social non solo come uno strumento di diffusione dei nostri contenuti, ma come un nuovo paradigma, in cui GialloZafferano è uno strumento per creare community intorno alla passione degli italiani per la cucina, dove non è il brand il protagonista, ma le persone sempre più partecipi e centrali».

Per rafforzarsi ancora di più su TikTok, da oggi GialloZafferano si avvarrà della collaborazione in esclusiva di tre innovative food creator: Cooker Girl (Aurora Cavallo), Theavokiddo (Aisha Ben Thabet), michi.fadda (Michela Fadda), giovanissime appassionate di cucina che hanno saputo trovare delle chiavi interessanti e personali per emergere e coinvolgere gli utenti di TikTok.

Aurora Cavallo, Cooker Girl, 19 anni, 250.000 follower e 5,4 milioni di like su TikTok, nata in una piccola cittadina ai piedi del Monviso, è studentessa all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo. Ama definire la propria cucina “tradizionalmente nuova”. Reinventa spesso la tradizione, intreccia culture e tecniche culinarie diverse, rendendo proprio ogni suo piatto. Aurora ha imparato a cucinare sul web, guardando migliaia di video ricette su YouTube e leggendo innumerevoli articoli su blog, libri e riviste. Ed è forse questo suo background “amatoriale” l’aspetto che ha influenzato maggiormente il suo modo di comunicare: spontaneo, semplice e diretto, ricco di valori, che nasconde tanto studio e una sconfinata passione.

Aisha Ben Thabet, Theavokiddo, 16 anni, oltre 450 mila follower e 18 milioni di like su TikTok, vive a Milano dove frequenta il liceo linguistico. Ha iniziato a cucinare a 6 anni assieme a sua sorella e nel 2016 per gioco si è iscritta a Masterchef Junior classificandosi terza. Durante il lockdown ha ripreso a cucinare e il suo profilo TikTok in poche settimane è diventato tra i più seguiti in Italia. Gira videoricette gustose e a portata di ogni studente in modo spontaneo, con un montaggio immediato e con effetti molto “brillanti”. La cucina è diventato il suo posto sicuro perché attraverso gli ingredienti, la preparazione dei piatti e la loro condivisione riesce ad esprimere le sue stesse emozioni.

Michela Fadda, michi.fadda, 20 anni, oltre 350 mila follower e 12 milioni di like su TikTok, di origini sarde, studia Scienze dell’Educazione all’Università di Milano Bicocca. Sin da piccola ha sempre cucinato insieme alla mamma e alla nonna, passione che ha continuato a coltivare negli anni. Usando solamente il suo smartphone e la sua creatività, attraverso i video Michela prova a trasmettere la pace e la serenità che lei stessa prova mentre cucina. Michela riesce a riprendere con una luce unica i dettagli di ogni ricetta, valorizzando la materia prima e spettacolarizzando la lavorazione di ogni piatto con il montaggio e la scelta di un pezzo musicale sempre azzeccato, cercando quasi di ricordarci che la bellezza è nelle cose più piccole e semplici.

Per il Gruppo Mondadori le novità su TikTok non si fermano qui: da alcuni mesi altri brand hanno iniziato a sperimentare nuovi linguaggi su questa piattaforma, da Grazia, che ha inaugurato il suo profilo durante l’ultima settimana della moda, con follower in crescita costante, a DMBeautySmartworldStudenti.it.
Un’evoluzione continua, che presto coinvolgerà anche altri brand del Gruppo, con nuovi progetti e collaborazioni esclusive. Questi sviluppi editoriali generano nuove possibilità di interazione: Mediamond è già al lavoro insieme a Mondadori per studiare e perfezionare nuove proposte in logica branded content per il 2021, rivolte a tutti i partner commerciali interessati.

 

Rientro a scuola: il 57% dei ragazzi preferisce le lezioni in presenza alla didattica a distanza secondo un’indagine di Studenti.it

La didattica? Meglio in presenza. Il 57% degli studenti vuole tornare in classe: è il risultato emerso da un’indagine di Studenti.it che ha coinvolto 18.150 ragazzi delle scuole superiori di
1° e 2° grado, per mettere a fuoco cosa pensano, come vivono questo momento, se e come cambieranno le loro abitudini. Per gli intervistati manca il contatto con i compagni e con i professori, c’è voglia di normalità. Il 66% ritiene addirittura che la didattica online sia penalizzante perché i problemi di connessione e gli strumenti informatici non sempre adeguati hanno reso faticosa e non ottimale l’interazione tra studenti e prof.

La conclusione dell’anno scolastico 2019-2020 è stata anomala: solo il 30% degli intervistati ha dichiarato a Studenti.it che nella propria classe ci sono stati bocciati o rimandati. Non sembrano esserci state grandi lacune o necessità di recuperare, dunque, visto che solo il 38% degli istituti ha organizzato corsi di recupero. Nell’anno scolastico 2018-2019, invece, sono stati organizzati in tutte le scuole, a fronte di un 21% di rimandati a settembre e di un 6,8% di bocciati.

Sulla questione dei banchi a rotelle, per la maggioranza dei ragazzi che hanno risposto al sondaggio di Studenti.it (86%), questi potrebbero essere fonte di un uso improprio da parte degli studenti e quindi di ulteriori problemi. Per il restante 14%, invece, i banchi singoli rappresentano una buona soluzione a garanzia del distanziamento.

La maggioranza dei ragazzi, infine, non cambierà le proprie abitudini per recarsi a scuola. Secondo la ricerca di Studenti.it, il 23% troverà un modo alternativo di spostarsi rispetto al periodo pre Covid, mentre il 77% continuerà a utilizzare gli stessi mezzi di trasporto: di questi il 40% userà i mezzi pubblici, il 32% si sposterà in automobile, il 18% andrà a scuola a piedi, il 4% con il motorino, il 6% con la bicicletta o il monopattino.

Studenti.it è rimasto sempre a fianco degli studenti durante tutte le fasi dell’anno scolastico del lockdown, incrementando l’offerta con migliaia di contenuti gratuiti, dalle videolezioni con i consigli per lo studio, alle dirette social di esperti e youtuber ai podcast “Te lo spiega Studenti”, un nuovo modo di fruire gli appunti online. Nei primi sei mesi dell’anno il brand del Gruppo Mondadori ha registrato un aumento del +30% di traffico sul sito rispetto allo scorso anno (fonte: Google Analytics, media marzo-aprile-maggio), raggiungendo ad aprile, mese del completo lockdown, 5 milioni di utenti unici, +34% rispetto ad aprile 2019 (fonte: Total Audience aprile 2020), e visualizzazioni sul canale YouTube in crescita del +50% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Studenti.it già pronto per il back to school

Tanti temi da affrontare per il rientro a scuola il 14 settembre

L'83,7% degli studenti intervistati dal sito si dichiara preoccupato

Come sarà il rientro in classe? L’83,7% degli studenti che hanno risposto al sondaggio di Studenti.it, si dichiara preoccupato. Di questi infatti, il 41% ritiene che a settembre sarà tutto più complicato mentre il restante 42,7% è incerto su quanto accadrà.

A preoccupare maggiormente è l’aspetto sanitario: il 45% si chiede se sarà sicuro rientrare, mentre una piccola percentuale (8%) teme di non riuscire a rimettersi in pari con il programma. Per il 30% degli intervistati da Studenti.it le lezioni sarebbero dovute riprendere prima del 14 settembre, per recuperare quanto si è perso con l’emergenza sanitaria.

Da più di 20 anni a fianco degli studenti italiani, Studenti.it si sta preparando al back to school per accompagnare le ragazze e i ragazzi alla ripartenza e rispondere alle loro domande più frequenti: come si ricomincerà? Come si faranno i test di ingresso? Come si andrà a scuola e in che modo cambieranno le abitudini? Una proposta editoriale sempre aggiornata troverà spazio sul sito, con lo speciale rientrotutte le novità del calendario scolastico fino ai consigli per la scelta universitaria, con format dedicati come i nuovi podcast per l’orientamento e il gruppo Facebook per il test di medicina. Non mancheranno inoltre i sondaggi settimanali, per fotografare i sentimenti e le attese sui banchi di scuola e il nuovo palinsesto di dirette social “Tg Scuola“.

Nel corso dell’emergenza sanitaria, con le lezioni sospese in tutta Italia a causa dell’emergenza sanitaria, il digitale è diventato vitale per studenti, professori e genitori. In questo periodo, Studenti.it ha incrementato l’offerta con migliaia di contenuti gratuiti e risorse didattiche sempre disponibili, come le videolezioni con i consigli per lo studio, la serie di podcast “Te lo spiega Studenti”, un nuovo modo di fruire gli appunti online che ha raggiunto 100.000 ascolti al mese e le dirette social di esperti e youtuber.

Tutto ciò si è tradotto per il brand del Gruppo Mondadori in un aumento del +30% di traffico sul sito rispetto allo scorso anno (fonte: Google Analytics, media marzo-aprile-maggio), raggiungendo ad aprile, mese del completo lockdown, 5 milioni di utenti unici, +34% rispetto ad aprile 2019 (fonte:Total Audience aprile 2020), e visualizzazioni sul canale YouTube in crescita del +50% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Maturità 2020: per il 59% degli intervistati da Studenti.it quest’anno l’esame di stato sarà più facile. Ma il 27% degli utenti ha cambiato i programmi post diploma

Online il nuovo Inno alla maturità di Lorenzo Baglioni e un in bocca al lupo speciale a tutti i maturandi dalla youtuber Eleonora Gaggero

Domani per 500 mila studenti italiani prende il via la tanto attesa maturità che sarà anche la prima prova generale del ritorno in classe dopo mesi di didattica a distanza. Ma sarà un esame di Stato inedito e molto diverso dal passato, visto che si svolgerà con le nuove regole dettate dall’emergenza sanitaria e soprattutto prevede il solo colloquio orale.

Studenti.it, punto di riferimento in Italia nel digitale per il mondo education, ha chiesto a oltre 10.000 utenti del sito cosa pensano della maturità alle porte: per il 59% degli intervistati l’esame  sarà più facile, mentre per il 41% più difficile. Una maturità quindi vista “in discesa” per i ragazzi italiani, seguita però da un autunno più complesso. Ben il 27% degli studenti, infatti, dichiara di aver cambiato i propri programmi di settembre a causa dell’emergenza covid 19: il 7% ha rinunciato a studiare fuori sede; un ulteriore 7% non seguirà più programmi di studio all’estero, mentre il 13% ha cambiato idea sul tipo di percorso formativo da intraprendere.

Tra i dati emersi dalla ricerca è risultato anche che i maturandi 2020 si aspettano una prova tarata sulle reali conoscenze acquisite: il 18% è convinto che il percorso multidisciplinare definito in precedenza con i professori li aiuterà ad introdurre la prova più difficile, quella orale.

RISORSE DIDATTICHE E DIRETTE SOCIAL CON ESPERTI

Da più di 20 anni a fianco degli studenti italiani nella preparazione e nel superamento di questo importante traguardo, Studenti.it, il brand del Gruppo Mondadori, con oltre 4,3 milioni di utenti mensili su Audiweb e una pagina Facebook con circa 500mila fan, ha supportato i ragazzi con aggiornamenti e news, risposte alle loro domande più frequenti, video lezioni e nuovi podcast sul programma dell’ultimo anno delle superiori che in un mese hanno raggiunto i 100 mila download.

Studenti.it ha inoltre ideato il format TG Maturità, un palinsesto di dirette Facebook dove professori ed esperti si alternano per dare consigli su come prepararsi ad affrontare l’esame.

DUE INSEGNANTI SPECIALI DI MATEMATICA

Lorenzo Baglioni, artista laureato in matematica, ed Elia Bombardelli, insegnante di matematica popolarissimo su Youtube, hanno realizzato una divertentissima intervista doppia sui social di Studenti.it (https://www.facebook.com/watch/?v=2853418641450164) confrontandosi con i maturandi sull’esame e sul tema della matematica e fornendo preziosi suggerimenti. Inoltre Lorenzo Baglioni ha regalato un po’ di leggerezza, grazie alla nuova edizione della canzone Maturandi, il progetto musicale nato in co-produzione con Studenti.it e diventato l’inno della Maturità dello scorso anno (più di 1 milione di ascolti su web e social), uscita nella nuova veste con una dedica particolare a tutti coloro che affronteranno l’esame nel 2020, in mezzo a tantissime avversità.

Infine oggi pomeriggio sui canali social di Studenti.it (Facebook e Youtube), una studentessa d’eccezione farà uno speciale in bocca al lupo live ai maturandi: Eleonora Gaggero, classe 2001, youtuber, attrice e scrittrice, anche lei alle prese con il maxi orale della maturità 2020.