Webboh

Al via il Webboh Fest

Venerdì 12 luglio a Giulianova la prima tappa dell’evento più atteso dell'estate

Sul palco gli idoli della Gen Z: Vyper, Il Rosso, Pucho, Lisa Luchetta, Matteo Robert e molti altri

Tanta musica, divertimento e challenge: tutto a ingresso gratuito, più gadget personalizzati e accesso esclusivo al backstage per il più fortunato

Venerdì 12 luglio gli idoli dei giovanissimi saranno a Giulianova (TE), in Piazza del Mare, per la nuova edizione del Webboh Fest, l’evento musicale estivo organizzato da Webboh, la prima community dedicata a Gen Z e Gen Alpha, seguita da oltre 4 milioni di follower sui social.

Una serata di musica e divertimento, nel corso della quale si alterneranno sul palco, dalle ore 20, tanti artisti, tra cui Vyperr, creator spagnolo da quasi 10 milioni di follower su TikTok che, con la hit “Supersonico” sta scalando tutte le classifiche italiane e che ha scelto proprio il Webboh Fest a Giulianova per la sua prima esibizione in Italia. Ci sarà poi Chadia Rodriguez, star della musica rap, per continuare con Il Rosso e Fubbe, veri idoli di Twitch, e tanti altri cantanti che spopolano nel mondo di TikTok e Youtube, come Pucho, Luk3, Ascanio e Lorenz Simonetti. Saranno presenti anche i creator più amati dai giovani, come acapodelglobo, creator del roster di Power Talent Agency con oltre 2,4 milioni di follower, rivelazione dell’anno ai Webboh Awards 2024, Giorgia e Alice Mordenti. Al termine della serata, i giovanissimi potranno continuare a divertirsi con il dj-set di Matteo Robert, tiktoker tra i più famosi in Italia per la Gen Z.

Non solo musica: durante la prima serata del Webboh Fest, condotta da Andrea Prada, Webboh intratterrà il pubblico anche con challenge e tanto divertimento (ingresso gratuito). A raccontare il backstage sarà presente la creator della Stardust House Lisa Luchetta, protagonista di Webboh Backstage Secrets Summer Tour, il format nato dalla collaborazione tra Webboh e DeAKids (canale 601 di Sky). Lisa intervisterà i protagonisti dell’evento e racconterà il tour con contenuti esclusivi: le clip saranno disponibili sui social del canale televisivo. Dal pomeriggio sarà possibile ricevere anche dei gadget numerati, che permetteranno di partecipare a una speciale estrazione che darà la possibilità di accedere al backstage del Webboh Fest e seguire l’intero evento da una postazione d’eccezione: il dietro le quinte. Radio Bruno, partner del festival, accompagnerà Webboh durante il suo tour, svelando sul palco di Giulianova quali sono le canzoni più amate dai giovanissimi dell’estate 2024.

Sponsor dell’evento è essence, noto brand di cosmesi di cosnova Italia che racconterà i prodotti della collezione Spring Summer 2024 insieme alla nota creator acapodeglobo. In piazza presso la postazione-totem dotata di specchio, sarà possibile scattarsi “un selfie per un’estate al bacio” e ricevere l’iconico lucidalabbra Juicy Bomb, tra i prodotti più amati tra i giovanissimi.

Per chi non riuscirà a partecipare, i momenti migliori dell’evento saranno pubblicati sulle stories del profilo Instagram e TikTok di Webboh.

Webboh Fest: il divertimento prosegue!

Dopo la tappa di Giulianova, il tour musicale più divertente dell’estate proseguirà il 3 agosto a Rimini e il 6 settembre a Mirandola (MO). Tante le iniziative in programma, tantissimi gli ospiti a sorpresa, con esibizioni, musica e show da non perdere. L’estate 2024 sarà indimenticabile per la community di Webboh, sempre al fianco, anche dal vivo, della propria audience web e social.

 

 

Webboh è il media di riferimento della GenZ. Nato ad aprile del 2019, da febbraio 2023 è parte di Mondadori Media. Conta attualmente una fanbase tra TikTok, Instagram, Youtube e Whatsapp di oltre 4,5 milioni di follower di cui il 70% under 24, un sito Web da 3 milioni di utenti unici mensili (fonte: Audiweb ultimo trimestre 2024). È nella top ten dei media italiani più influenti sui social, nonché il primo in target Generazione Z per engagement e video views (fonte: Classifica Top Media Italiani di Prima Comunicazione realizzata da Sensemakers). L’attualità, l’autenticità e l’interesse suscitato dai contenuti è garantito dal modello editoriale bottom up: la community è coinvolta in ogni parte del processo creativo.

Webboh Summer: un’estate esplosiva per la Gen Z

● Ritornano il tour musicale “Webboh Fest”, il “Webboh Camp” e gli altri appuntamenti in giro per l’Italia
● Una nuova edizione del Diario BeYou e un’intera linea scolastica per il rientro a scuola a settembre
● La partnership con Cosnova e DeAKids e le altre attività branded

Webboh, il media brand numero uno in Italia per le nuove generazioni, entra nel vivo dell’estate con ben otto appuntamenti sul territorio, oltre a una nuova linea scolastica in vista del back to school.

Iniziative che confermano la capacità di Webboh di coinvolgere con iniziative live – oltre che online – la propria audience, composta da 4,5 milioni di follower con target 100% under 24, che ogni mese genera più di 16 milioni di interazioni social (dati Sensemakers/Comscore, maggio 2024).

Webboh Fest

Appuntamento principale il Webboh Fest, un vero e proprio festival musicale itinerante per i giovanissimi, che torna quest’anno da luglio a settembre e che vedrà protagonisti i cantanti e i creator più amati. Il debutto è fissato per il 12 luglio nella nuova tappa di Giulianova per poi proseguire a Rimini il 3 agosto e a Mirandola il 6 settembre. Le tre tappe, tutte a ingresso gratuito, saranno condotte da Andrea Prada con una co-conduttrice d’eccezione: Sara Esposito, creator e youtuber da milioni di follower.

Tra i tanti artisti che parteciperanno, confermata la presenza di Rosa Chemical, El Matador (la rivelazione del talent “Nuova Scena” di Netflix) e i giovanissimi, amati dalle NewGen, come Il Rosso, Pucho, Luk3, Ascanio e Lorenz Simonetti. Al termine di ogni serata, il dj set di Matteo Robert, creator tra i più famosi in Italia per la Gen Z.

Tra le novità di questa edizione la presenza delle telecamere di DeAKids (canale 601 di Sky) che racconteranno, con i creator Lisa Luchetta e Alberto Tozzi, il backstage delle diverse tappe. Tutti i contenuti esclusivi verranno mostrati nel corso dell’estate sui social del canale e, a settembre, su DeAKids nello speciale Webboh Backstage Secrets Summer Tour che ripercorrerà i momenti più belli dell’evento.

Inoltre, da segnalare, anche la presenza di Radio Bruno, che sarà radio partner del Webboh Fest.

Webboh all’AquaFan di Riccione

Anche quest’anno, grazie alla partnership con AquaFan, Webboh animerà, assieme ai principali creator italiani, lo storico parco di divertimento di Riccione con un mini-show e un meet&greet aperto al pubblico. Quattro gli appuntamenti: 11 e 25 luglio e 8 e 21 agosto, in occasione delle aperture notturne del parco.

Webboh Camp

L’estate di Webboh continua con il Webboh Camp, dal 20 al 27 luglio nella Maremma toscana, in una location d’eccezione immersa in uno dei paesaggi più belli d’Italia, assieme al prestigioso partner Experience Summer Camp, numero uno in Italia nell’organizzazione di campi estivi per giovani dai 6 ai 22 anni. Un’occasione per la community di passare una summer experience indimenticabile con cinque creator: Alberto Tozzi, Jenni Serpi, Sara Esposito, il cantante Luk3 e il volto di Webboh Claudia Mariani che, insieme, contano più di 4 milioni di follower solo su TikTok.
I giovanissimi vivranno un’esperienza di “digital education” assieme ad Alessio Carciofi, uno dei massimi esperti in Europa di benessere digitale. Anche in questa occasione non mancheranno gli occhi di DeAKids per svelare i momenti clou della vacanza.

Diario BeYou e Licensing

Non solo eventi sul territorio: Webboh si prepara ad accompagnare i giovanissimi anche nel nuovo anno scolastico.
Realizzato in collaborazione con BE YOU, per il terzo anno consecutivo, torna il Diario BE YOU Webboh, creato insieme alla community, con oltre 100 stickers, più di 40 pagine speciali “contro la noia” per i momenti di pausa, i compleanni dei creator più amati e un’inedita “caccia al tesoro”. Il diario, che negli ultimi due anni è andato subito sold-out, sarà disponibile a partire da fine giugno in centri commerciali, librerie e cartolerie e  online.

Tra le novità di quest’anno, oltre all’astuccio, anche lo zaino BE YOU Webboh.

Sempre in tema licenze, arriva sul mercato la cover per smartphone realizzata dalla community di Webboh in collaborazione con La Casa de Las Carcasas, che sarà in commercio a partire da settembre e che sarà lanciata dal palco del Webboh Fest nella tappa del 6 settembre a Mirandola.

Le opportunità per i brand partner

Le iniziative dell’estate di Webboh rappresentano un’ulteriore opportunità commerciale grazie a un’offerta più ampia di contenuti e soluzioni diversificate di branded content.
Tra i primi partner ad aver aderito, cosnova Italia, noto brand di Cosmesi coinvolto in coordinamento e collaborazione con Brand On Solutions, area progettuale di Mediamond, che in occasione della prima tappa del Webboh Fest, a Giulianova, punterà sulla nuova collezione essence Spring-Summer 2024 con il coinvolgimento di acapodelglobo, creator del roster di Power Talent Agency con oltre 2,4 milioni di follower, rivelazione dell’anno ai Webboh Awards 2024.

Webboh è il media di riferimento della GenZ. Nato ad aprile del 2019, da febbraio 2023 è parte di Mondadori Media. Conta attualmente una fanbase tra TikTok, Instagram, Youtube e Whatsapp di oltre 4,5 milioni di follower di cui il 70% under 24, un sito Web da 3 milioni di utenti unici mensili (fonte: Audiweb ultimo trimestre 2024). È nella top ten dei media italiani più influenti sui social, nonché il primo in target Generazione Z per engagement e video views (fonte: Classifica Top Media Italiani di Prima Comunicazione realizzata da Sensemakers). L’attualità, l’autenticità e l’interesse suscitato dai contenuti è garantito dal modello editoriale bottom up: la community è coinvolta in ogni parte del processo creativo.

Europee: 7 giovani italiani su 10 non sono interessati a votare secondo un’indagine di Webboh Lab

In base ai risultati emersi dalla survey lanciata da Webboh Lab, la Gen Z si sente più italiana che europea e, anche se consapevole delle prossime elezioni, non è interessata a votare.

In 24 ore, oltre 20.000 giovani hanno risposto alla survey lanciata in occasione delle votazioni dell’8 e 9 giugno

Webboh Lab, il primo osservatorio permanente della Gen Z, in vista delle prossime elezioni per il Parlamento Europeo (8 e 9 giugno 2024) ha condotto un’indagine per comprendere l’immaginario psicografico dei giovani italiani rispetto alla loro percezione dell’Unione Europea e alle aspettative che hanno sui suoi programmi.

In 24 ore oltre 20.000 giovani tra i 12 e i 25 anni hanno risposto alla survey a testimonianza di quanto il tema sia rilevante per le nuove generazioni. 

Dall’indagine emerge che la Gen Z è a conoscenza delle giornate dedicate alle elezioni (74%), ma è poco propensa a votare (73%). Tra le probabili cause, la mancanza di senso di appartenenza all’UE (solo il 30% dei giovani si sente tanto europeo quanto italiano) e una inadeguata informazione: il 40% non sa per cosa si vota e il 74,5% non ha mai sentito parlare del NextGenerationEU – il piano di ripresa e resilienza che si pone l’obiettivo di realizzare l’Europa del futuro -, nonostante il fondo abbia al centro risorse importanti per offrire un mondo diverso per le nuove generazioni.

Da rilevare, tuttavia, che oltre il 60% dei maggiorenni intervistati, pur in quota minoritaria sul totale rispondente, afferma che andrà a votare ed è consapevole della ragione delle prossime votazioni, ovvero “per eleggere i membri del Parlamento Europeo” (65%).

L’analisi per cluster di Webboh Lab fa emergere 6 diversi profili di giovani europei:

    • Inclusivi Sostenibili (33,6%): sono giovani che valorizzano l‘inclusione, l‘uguaglianza e la sostenibilità ambientale. Supportano politiche di accoglienza e integrazione e misure per limitare la disinformazione e promuovere l’uso delle energie rinnovabili. Tuttavia, mostrano disinteresse verso la connettività universale, i programmi di scambio internazionale e altre forme di partecipazione civica obbligatorie.
    • Progresso-Tech (21,5%): valorizzano l‘innovazione, la tecnologia e la connettività. Sono favorevoli all’accesso universale a internet, la mobilità internazionale e la sicurezza attraverso la tecnologia. Credono nell’importanza dell’istruzione e dell’uguaglianza, ma mostrano resistenza verso politiche di accoglienza e integrazione, e altre forme di partecipazione civica obbligatorie.
    • Conservatori rigorosi (18%): prediligono valori come la disciplina e l’unità, supportando misure come il servizio militare e civile obbligatorio e una maggiore centralizzazione. Contemporaneamente, mostrano un atteggiamento negativo verso politiche progressiste e di uguaglianza, e non prioritizzano l’istruzione, la sostenibilità ambientale né l’innovazione tecnologica.
  • Progressisti Culturali (12%): sostengono l’educazione, la cultura e l‘innovazione, oltre ai programmi di scambio, l’accoglienza, l‘integrazione delle minoranze e la protezione dell’identità culturale europea. Nel contempo, mostrano resistenza verso politiche di immigrazione rigorose, limitazioni della libertà di stampa e altre forme di partecipazione civica obbligatorie.
  • Proattivi Inclusivi (8,5%): simili ai Progressisti Culturali, valorizzano l’istruzione, la cultura, l‘innovazione e l‘uguaglianza, supportano politiche di immigrazione strutturate, programmi di scambio, l‘accoglienza e l’integrazione delle minoranze. Tuttavia, sono sfavorevoli a una minore autonomia territoriale e all’obbligo del servizio militare per i giovani.
  • Tradizionalisti Culturali (6,4%): sono giovani che danno importanza alla responsabilità civica, la protezione dell’identità culturale europea e la promozione della cultura. Sostengono l’istruzione di alto livello, la sostenibilità ambientale, e l’uguaglianza di diritti e opportunità. Contemporaneamente sono resistenti verso politiche di immigrazione rigorose, innovazione tecnologica e connettività universale.

Dall’indagine affiorano azioni importanti richieste da parte dei giovani all’Europa: assicurare uguaglianza di diritti e opportunità per tutti i cittadini (voto 9 e mezzo, in una scala da 1 a 10), facilitare viaggi, studio e lavoro in qualsiasi Paese (voto 9), ridurre l’inquinamento e promuovere energie rinnovabili (voto 9). Questi risultati lasciano intravedere il desiderio delle nuove generazioni di una comunità accogliente, pacifica, con una particolare attenzione all’ambiente.

I giovani mostrano un’idea molto precisa anche in merito alle priorità delle risorse economiche, che devono essere destinate maggiormente agli ambiti riguardanti la salute, l’istruzione, la formazione, la tutela ambientale e la lotta alla delinquenza. Inoltre, risultano fondamentali i temi dell’inclusione, della sostenibilità e della cultura.

L’analisi dei sei gruppi rivela prospettive varie e valori distinti che riflettono le complessità della società contemporanea, sull’identità culturale e sulla governance futura dell’Europa, vista però con ottimismo.

È possibile scaricare la ricerca estesa collegandosi a: Webboh-lab.it

Webboh Lab, nato dall’incontro di Webboh e  l’istituto di ricerca Sylla, con direttore scientifico il professor Furio Camillo, è il primo Osservatorio Permanente sulla Gen Z. L’impegno da parte di Webboh Lab è quello di raccogliere la voce delle nuove generazioni, di indagare e di approfondire i temi trattati per portare sul tavolo di chi prende le decisioni per loro, gli adulti di domani.

Webboh è il media di riferimento della GenZ. Nato ad aprile del 2019, da febbraio 2023 è parte di Mondadori Media. Conta attualmente una fanbase tra TikTok, Instagram, Youtube e Whatsapp di oltre 4,5 milioni di follower di cui il 70% under 24, un sito Web da 3 milioni di utenti unici mensili (fonte: Audiweb ultimo trimestre 2024). È nella top ten dei media italiani più influenti sui social, nonché il primo in target Generazione Z per engagement e video views (fonte: Classifica Top Media Italiani di Prima Comunicazione realizzata da Sensemakers). L’attualità, l’autenticità e l’interesse suscitato dai contenuti è garantito dal modello editoriale bottom up: la community è coinvolta in ogni parte del processo creativo.

Gen Z e mobilità del futuro: green e sicurezza al primo posto

Secondo la survey di Webboh, 1 giovane su 4 è Independent Navigator

In occasione della Giornata Mondiale della Terra, in sole 24 ore, quasi 9.300 ragazzi e ragazze tra i 12 e i 20 anni hanno risposto all’instant survey lanciata da Webboh Lab

Tra i profili che sono emersi, quello dell’Independent Navigator: giovani urbani che prediligono i trasporti che permettono una maggiore autonomia, favorendo il sistema di sharing, e che acquisterebbero auto e scooter elettrici a fronte di maggiori incentivi.

La Generazione Z preferisce i mezzi pubblici e oltre un quarto degli intervistati si fa portavoce di esigenze come efficienza e flessibilità nella mobilità, oltre che di sostenibilità collettiva.

Webboh Lab, il primo osservatorio digitale permanente della Gen Z, in occasione della Giornata Mondiale della Terra, ha intervistato il giovane pubblico di Webboh sui temi legati alla mobilità del futuro.

La ricerca è stata condotta secondo l’approccio psicometrico, prendendo in analisi le motivazioni, le percezioni e gli aspetti valoriali legati alle emozioni, al fine di comprendere il coinvolgimento dei giovani rispetto alle tematiche di mobilità e sostenibilità.

Dalla survey, che ha interessato quasi 9.300 intervistati del segmento dei giovani italiani compresi fra i 12 e i 20 anni, sono emersi 5 identikit:

  • Independent Navigator (27%): sono giovani urbani che prediligono autonomia e convenienza personale nella mobilità. Generalmente preferiscono i parcheggi economici, sono favorevoli agli incentivi per auto e scooter elettrici e supportano l’uso del sistema di sharing. Appoggiano l’accessibilità economica dei trasporti pubblici e sostengono l’insegnamento della gestione del denaro nelle scuole. Infine, promuovono servizi inclusivi e linguistici.
  • Green Pathfinder (20%): sono giovani progressisti, sostenibili e orientati all’integrazione sociale. Preferiscono la mobilità collettiva e si interessano maggiormente a politiche correlate a sostenibilità e formazione, come i trasporti pubblici gratuiti per gli studenti, che vedono come parte del tessuto sociale ed educativo cittadino. Rifiutano gli incentivi per auto e scooter e l’espansione dello sharing, favorendo, invece, soluzioni di mobilità sostenibile e investimenti nel trasporto pubblico. Infine, promuovono l’istruzione finanziaria nelle scuole.
  • Urban Optimizer (19%): sono favorevoli a una più vasta gamma di misure per migliorare la mobilità urbana. Supportano l’uso dei trasporti pubblici per attività culturali e sportive, ne promuovono la gratuità e vorrebbero che fossero più attivi dopo il tramonto. Sono a favore degli incentivi per auto e scooter elettrici, ma sostengono anche l’utilizzo di trasporti in sharing per soluzioni di trasporto più eco-compatibili. Infine, valorizzano i servizi di mobilità accessibili, inclusi quelli con supporto linguistico.
  • Local Booster (18%): sono sostenitori dell’economia locale, delle piccole imprese e dell’accessibilità dei servizi pubblici. Essi propongono biglietti gratuiti per i trasporti pubblici e con supporto linguistico per una comunità inclusiva. Si oppongono all’educazione finanziaria nelle scuole e ai mezzi di trasporto in sharing. Per i Local Booster non sono prioritarie politiche come i trasporti pubblici post-tramonto o l’accesso a parchi e piste ciclabili.
  • Community Curator (16%): rientrano nella categoria dei giovani urbani, ma sono orientati verso una mobilità più sostenibile, comunitaria e inclusiva. Sostengono la mobilità in sharing, promuovono l’accesso a parchi e piste ciclabili, oltre a favorire l’uso dei trasporti pubblici per attività culturali e sportive. Sono coinvolti nel supporto ai negozi locali e alle piccole imprese e appoggiano le politiche di insegnamento scolastico sulla gestione del denaro.

Dalla survey è emerso che 2 intervistati su 3 non hanno dimestichezza con la bici e hanno ammesso di non usarla mai (43%) o meno di una volta alla settimana per spostarsi. La situazione sarebbe differente qualora venisse assicurata maggior sicurezza ai ciclisti in città, migliorando le piste ciclabili (39%), sistemando le strade dalle buche (38,5%) e riducendo la delinquenza (30%).

Furio Camillo, Professor of Business Statistics all’Università di Bologna e Direttore Scientifico del Webboh Lab, ha commentato: “Una visione, quella dei giovani, che, seppure in molti casi dovrà essere liberista e individualista, parte da un approccio che mette al centro di tutto il bene comune e la crescita di una società rispettosa delle diversità e positiva rispetto alla spesa pubblica, tornando forse, finalmente, a parlare di investimenti pubblici per il futuro delle nostre giovani generazioni”.

I 5 cluster, individuati con l’approccio psicografico di Webboh Lab, mostrano una generazione di giovani che chiede un cambiamento nella mobilità e nella vivibilità della città, fatta da persone più che da mezzi in relazione fra loro.

Nonostante la dimensione del mezzo pubblico sia la soluzione preferita, risultano necessarie soluzioni più flessibili per il trasporto, magari privilegiando e incentivando le soluzioni in sharing. I giovani che prediligono queste scelte incarnano un approccio individualistico alla vita di città, scegliendo soluzioni che consentano indipendenza personale e convenienza economica, ma sempre in ottica di massimizzazione dell’efficienza sociale e ambientale. Dall’altra parte ci sono gruppi dove il mezzo pubblico è cruciale, ma sempre in un’ottica di efficienza nella mobilità, oltre che di sostenibilità collettiva.

Il richiamo al territorio specifico, inoltre, è molto interessante: una tipologia in particolare si candida a booster delle attività commerciali e produttive locali, a incentivare un modo di vivere che consente inclusione e multiculturalità. Le analisi di affinità semantica con le policy locali di tutta Italia potrebbero rilevare quali idee, iniziative, programmi e campagne si sposano meglio con le 5 tipologie di giovani.

 

Webboh Lab, nato dall’incontro di Webboh (oltre 4 milioni di follower sui social) con l’istituto di ricerca Sylla, con direttore scientifico il professor Furio Camillo, è il primo Osservatorio Permanente sulla Gen Z. L’impegno da parte di Webboh Lab è quello di raccogliere la voce delle nuove generazioni, di indagare e di approfondire i temi trattati per portare sul tavolo di chi prende le decisioni per loro, gli adulti di domani.

Webboh è il media di riferimento della GenZ. Nato ad aprile del 2019, da febbraio 2023 è parte di Mondadori Media. Conta attualmente una fanbase tra TikTok, Instagram, YouTube e Whatsapp di oltre 4 milioni di follower di cui il 70% under 24, un sito Web da 3,2 milioni di utenti unici mensili (fonte: Audiweb ultimo trimestre 2024). È nella top ten dei media italiani più influenti sui social, nonché il primo in target Generazione Z per engagement e video views (fonte: Classifica Top Media Italiani di Prima Comunicazione realizzata da Sensemakers). L’attualità, l’autenticità e l’interesse suscitato dai contenuti è garantito dal modello editoriale bottom up: la community è coinvolta in ogni parte del processo creativo.

5a edizione Webboh Awards: 8 milioni di voti per proclamare i migliori creator dell’anno per la Gen Z

Record di partecipazione online sul sito di Webboh e oltre 40 milioni di reach sui social.

Dany Cabras vince nella categoria “Best Creator Comedy Male” e Federica Scagnetti è “Best Fashion Creator”.

Tra i vincitori delle altre categorie in gara anche, Rita QueenJ, Arienne Makeup, Alice Perego e Gianmarco Zagato.

Webboh, la prima community dedicata alla Gen Z, ha celebrato i talenti più amati dal proprio pubblico durante gli attesissimi Webboh Awards 2024. Giunto alla quinta edizione, l’evento dedicato ai migliori creator italiani, ha superato tutte le aspettative: 8 milioni di voti online in meno di 3 settimane per decretare i vincitori, scelti tra gli oltre 150 candidati, divisi in 16 categorie. Un’esclusiva serata con tutti i top protagonisti e idoli della Gen Z, che si è svolta al Fabrique di Milano, ed è stata trasmessa in diretta streaming.

L’EVENTO LIVE

Durante la serata del 6 marzo si è svolta la cerimonia di premiazione, condotta dall’attrice e conduttrice televisiva e radiofonica Mariasole Pollio insieme al conduttore e creator comico Gabriele Vagnato: un evento ricco di sorprese dentro e fuori dal palco, tra performance, photocall, corner esperienziali e sketch irresistibili. Tra i partecipanti, immancabili i top creator italiani e tanti ospiti VIP, tra cui Gerry Scotti, in collegamento video, che ha annunciato il vincitore della categoria Top Creator.

Tra gli special guest anche i cantanti protagonisti del Festival di Sanremo che si sono esibiti con i brani portati alla 74a edizione: i Ricchi e Poveri con la nuova Ma non per tutta la vita, oltre all’immortale Sarà perché ti amo, La Sad, con Autodistruttivo, e i BNKR44 con Ma che idea e Governo Punk.

GLI AWARDS SUI SOCIAL

L’evento ha riscontrato un grande successo di pubblico anche sui social, che si è andato a sommare al ragguardevole riscontro ottenuto online durante la fase delle votazioni.
I post, le stories e i video pubblicati online da Webboh, e dai creator coinvolti, insieme alla diretta streaming su Instagram e YouTube, hanno raggiunto risultati straordinari in termini di reach: in totale i contenuti legati ai Webboh Awards 2024 hanno raggiunto oltre 40 milioni di persone su tutte le piattaforme social. Numeri che testimoniano sia la forte connessione tra Webboh e il suo pubblico, sia l’enorme potenziale di crescita della sua community.

WEBBOH AWARDS 2024

Gli oltre 150 creator candidati alle premiazioni sono stati selezionati da Webboh in base ai contenuti pubblicati, alla varietà di proposte social e alla crescita dei follower negli ultimi dodici mesi. 16 le categorie di premiazione: Best TikTok creator, Best youtuber, Best streamer, Best Comedy Creator Male/Female, Couple of the Year, Drama Legend, Best food Creator, Revelation of the Year, Best value, Best Teen Idol Male/Female, Out of Drama, Best Fashion Creator, Best Beauty Creator e Best Meme.

Tra le novità di quest’anno: lo sdoppiamento della categoria Best Creator Comedy e la premiazione del creator dell’anno, scelto dagli oltre 150 candidati all’interno delle 16 categorie.

I PREMI

Best Tiktok Creator – Alice Perego: creator milanese classe 2003, conta 1,5 milioni di follower su TikTok, 510 mila su Instagram, quasi 280 mila su YouTube. Sui social racconta la propria vita e veicola trend virali.
Best YouTuber – Gianmarco Zagato: content creator ormai affermato da 8 anni,  Gianmarco ha 2,1 milioni di iscritti sul canale YouTube, 1,9 milioni di follower su TikTok e 772 mila su Instagram . Sui social racconta con ironia la propria vita e affronta con grande serietà misteri, storie horror, fatti di cronaca e ama testare nuovi prodotti.
Best Streamer – Il Rosso: classe 2001. Il suo canale Twitch, con 348 mila follower, è il terzo più seguito in Italia nella categoria Just Chatting (ovvero la categoria che mette un qualsiasi streamer al centro dello spettacolo e gli permette di avere un dialogo diretto con i suoi spettatori).
Revelation of the year – acapodelglobo: Giulia Berettini, giovane content creator, porta sui social il suo mondo fatto di creazioni e ispirazioni. Una vena artistica a cui si unisce una grande passione per le imitazioni. È alla costante ricerca dell’ultimo trend con cui intrattenere la sua fanbase di oltre 2 milioni di utenti.
Best creator comedy male – Dany Cabras: co-conduttore del PrimaFestival di  Sanremo di quest’anno, il creator comico sardo intrattiene oltre 5 milioni di follower con sketch incentrati sull’universo familiare.
Best creator comedy female – Rita QueenJ: artista eclettica, cantautrice, ballerina, producer napoletana, sui social si trasforma in comedian per raccontare la sua vita e creare sketch comici. Conta 1,8 milioni di follower su TikTok, 307 mila su Instagram e 227 mila su YouTube.
Best Fashion creator – Federica Scagnetti: creator romana classe 2003, vanta 2,7 milioni di follower su TikTok e 879 mila su Instagram. Racconta la sua vita durante video get ready with me in cui si trucca e mostra i suoi outfit, diversi per ogni occasione.
Best Food creator – 2foodfitlovers: Raffaele Del Piano e Caterina Piccirilli stanno insieme dal 2009 e raccontano sui social le loro due passioni, il cibo e il fitness, con contenuti che fondono innovazione, creatività, ironia, cibo sano e gustoso. Su TikTok hanno 1 milione di follower e su Instagram 675 mila.
Best Meme – Cara con Zeettaa: ha creato un vero e proprio tormentone portando su TikTok, dove vanta oltre 1,7 milioni di follower, un’espressione che usava anche fuori dai social.
Drama Legend – Gaia Bianchi: è una delle più brave a rimanere al centro della scena: qualsiasi cosa faccia è discussa e chiacchierata, seguita da 3,3 milioni di follower su TikTok e 2,2 milioni su Instagram.
Out of Drama – Allydollina: una giovane mamma che racconta la sua vita familiare e lavorativa in modo allegro e spensierato. Su TikTok ha 2,5 milioni di follower e su Instagram oltre 700 mila.
Best Value – Valeria Vedovatti: classe 2003, vanta 1,4 milioni di follower su Instagram, 2,9 milioni su TikTok e 792 mila su YouTube. Condivide le sue giornate cercando di strappare un sorriso a chi la segue e  sensibilizza sul tema della DCA (Disturbo Comportamento Alimentare).
Best Beauty Creator – Arienne Makeup: beauty tik toker da oltre 6 milioni di follower, seguita dalle giovani con curiosità interesse e affetto. Arienne, in quanto make up artist, adora condividere make up divertenti, giocosi e accattivanti, sempre accompagnati da un TOV frizzante, ironico e fresco.
Couple of the Year – Luca Campolunghi e Alice Muzza: sui loro profili TikTok, con rispettivamente 2,7 milioni e 1,2 milioni di follower, e sui profili Instagram, con rispettivamente 760 mila e 445 mila, raccontano le loro vite e quella di coppia. Fanno parte della Stardust House.
Best Teen Idol Male – Matteo Robert: i suoi lipsync e i suoi balletti vengono visualizzati centinaia di migliaia di volte da 2,5 milioni di follower su TikTok e 687 mila su Instagram. È conduttore di RDS Next. Fa parte della Stardust House.
Best Teen Idol Female – Lisa Luchetta: conduttrice di RDS Next, racconta la sua vita, che si divide tra lo studio, il mondo social e la Radio . Conta 2,5 milioni di follower su TikTok e 810 mila su Instagram.
Top Creator – AleDellaGiusta: youtuber e content creator che gira l’Italia e l’estero per visitare posti particolari, ma pericolosi e inavvicinabili. I suoi contenuti si distinguono per l’eccellente qualità realizzativa. Il suo canale annovera 973 mila iscritti.

I PARTNER

I partner dell’evento hanno creato veri e propri show nello show, con attività esperienziali live e uno storytelling crossmediale anche sui canali social di Webboh, supportato dall’attivazione di alcuni creator oltre che dalla presenza su tutta la comunicazione degli Awards. Nello specifico:

  • una experience all’insegna dell’unicità e della condivisione con il Caramel Twist di Ringo: il photobooth dove i creator hanno lasciato una dedica speciale da condividere tramite una gif sulla propria community;
  • due momenti di performance coinvolgenti firmati Giochi Preziosi, con Canta Tu, l’iconica macchina Karaoke facilmente utilizzabile ovunque, “anche sulla luna!”, da cui l’ambientazione lunare del corner;
  • il corner YOUROSCOPE di Astra make up, il beauty brand made in Italy, dove un’astrologa e un make up artist hanno dato colore e forma al profilo astrale degli ospiti;
  • per il secondo anno, tra i main partner, Phobia Archive, che ha veicolato il suo messaggio mix di moda, musica e cultura street brandizzando la deejay consolle e la maglia, realizzata in esclusiva per l’evento e indossata da alcuni dei talent presenti;
  • protagonista anche la nuova attesissima serie Italia Shore, disponibile in esclusiva dal 4 marzo su Paramount+, la prima versione italiana del popolare show di MTV. Sul palco con Matteo Diamante – homeowner, fun manager e party planner del nuovo programma – anche altri partecipanti del cast.

Instagram, media partner dei Webboh Awards, per l’occasione ha lanciato per la prima volta il Fanta Webboh Awards by Instagram, competizione dedicata agli oltre 150 creator candidati con l’obiettivo di premiare chi di loro ha saputo coinvolgere di più la sua community: il riconoscimento è andato a Rita QueenJ.

I Webboh Awards si sono confermati come momento determinante in termini di visibilità e amplificazione dei brand sulla Generazione Z, anche grazie alle partnership costruite dalla concessionaria Mediamond.

A sottolineare l’anima social dell’evento, oltre ai 200 creator ospiti,  erano presenti alla serata il BeaBar, il bar di Beabaru, la creator ormai famosissima per i suoi cocktail glitterati e il mitico Donato, con il suo brand di panini con “Mollica o Senza“, presente con due punti vendita, uno a Napoli e uno in centro a Milano.

LA CLASSIFICA COMPLETA DEI WEBBOH AWARDS 2024 (PODIO):

  1. Best TikTok creator: Alice Perego 16,36%, Mattia Stanga 13,32%, Carlotta Fiasella 12,15%
  2. Best youtuber: Gianmarco Zagato 22,36%, Riccardo Dose e Dadda 21,21%, Space Family 17,46%
  3. Best streamer: Il Rosso 33,27%, Grenbaud 20,1%, Lollo Lacustre 14,47%
  4. Best Comedy Creator Male: Dany Cabras 30,31%, Mattia Stanga 12,94%, Leo Bonni 12,87%
  5. Best Comedy Creator Female: Rita QueenJ 24,75%, Chaimaa Cherbal 20,86%, Cecilia Cantarano 13,79%
  6. Couple of the Year (quella che vi ha fatto battere di più il cuore): Alice Muzza e Luca Campolunghi 22,04%, iMazzegaro 16,88%, Greta Santarelli e Daniele Riti 14,68%
  7. Drama Legend (chi ha scatenato o è stat* di più al centro dei drama): Gaia Bianchi 19,02%, Maria Sofia Federico 15,54%, Vittoria Lazzari 15,16%
  8. Best food creator: 2FoodFitLovers 41,16%, Nonna Silvi 11,99%, Benedetta Rossi 11,19%
  9. Revelation of the Year: acapodelglobo 27,64%, Anastasiia Pazzeska 15,35%, Sara Esposito 12,39%
  10. Best value (chi usa i social per mandare messaggi importanti): Valeria Vedovatti 20,7%, Jenni Serpi 19,54%, Momo e Raissa 16,26%
  11. Best Teen Idol Male: Matteo Robert 28,86%, Alberto Tozzi 20,03%, Davide Vavalà 11,29%
  12. Best Teen Idol Female: Lisa Luchetta 23,35%, Alice Perego 16,76%, Iris Di Domenico 13,94%
  13. Out of Drama (chi si è fatt* notare senza hype, drama o dissing): Allydollina 52,83%, Donato Con Mollica o senza 14,25%, Fraffrog 11,89%
  14. Best Fashion Creator: Federica Scagnetti 31,48%, Rachele Santoro 17,83%, Noemi Piunti 14,09%
  15. Best Beauty Creator: Arienne Makeup 41,25%, Nicole Pallado 16,61%, Hanna Braids 8,07%
  16. Best Meme: Zeetta (Cara) 26,7%, Bela fisica (Angela) 14,45%, Gerry Scotti 11,02%
  17. TOP Creator (eletto dai creator candidati): 1 – AleDellaGiusta, 2 – Cooker Girl, 3 – Cecilia Cantarano

 

Webboh è il media di riferimento della GenZ. Nato ad aprile del 2019, da febbraio 2023 è parte di Mondadori Media. Conta attualmente una fanbase tra TikTok, Instagram e YouTube di oltre 4 milioni di follower di cui il 70% under 24, un sito Web da 3,7 milioni di utenti unici mensili (fonte: Audicom novembre 2023). È nella top ten dei media italiani più influenti sui social, nonché il primo in target Generazione Z per engagement e video views (fonte: Classifica Top Media Italiani di Prima Comunicazione realizzata da Sensemakers). L’attualità, l’autenticità e l’interesse suscitato dai contenuti è garantito dal modello editoriale bottom up: la community è coinvolta in ogni parte del processo creativo.

Marlù Webboh Vibes: successo straordinario live e sui social per il primo palco sanremese dedicato alla Gen Z

Per la prima volta a Sanremo, un palco favoloso sul truck transformer Marlù Webboh Vibes ha ospitato i cantanti in gara e i creator più amati dalla Gen Z, con la conduzione di Jody Cecchetto e la partecipazione entusiasta dal vivo dei follower della community di Webboh.

Webboh è nella top five degli account più social durante la finale del Festival di Sanremo, con oltre 1 milione di interazioni nell’ultima serata e 20 milioni di reach nella settimana.

Webboh – brand di Mondadori Media e prima community italiana dedicata alla Gen Z – quest’anno, per la prima volta, protagonista durante la settimana sanremese con il Marlù Webboh Vibes: l’happening show di 20 ore di puro intrattenimento creato in collaborazione con Marlù – noto marchio di gioielli nato dall’intraprendenza creativa e dal sodalizio delle sorelle Morena, Monica e Marta Fabbri – ha avuto un incredibile riscontro di pubblico on e offline e la partecipazione all’evento di tutti i top cantanti e creator più amati dalla Gen Z.

NUMERI DA RECORD SUI SOCIAL

Sbalorditivi i dati dei profili social che hanno realizzato a oggi quasi 20 milioni di reach, 13 milioni di video views e 5 milioni di interazioni complessive: nella sola serata finale Webboh è entrato nella top five degli account più social con oltre 1 milione di interazioni (fonte: Prima Comunicazione/Sensemakers).

Anche il sito Webboh.it, grazie alla sua copertura continua di news, curiosità e retroscena, ha totalizzato oltre 1,6 milioni di pagine viste con un incremento del +12% rispetto all’edizione 2023. La copertura digital, rivolta in particolar modo alla Generazione Z, ha potuto contare oltre 100 contenuti pubblicati su Instagram e TikTok, tra post, news sul sito ed esclusive video interviste ai cantanti in gara e oltre 81 mila squadre iscritte alla Lega di Webboh sul FantaSanremo.

L’HAPPENING SHOW

Un palinsesto esclusivo, ricco di iniziative e contenuti originali, tra cui 5 giorni dedicati alla sensibilizzazione su temi valoriali cari alla Gen Z (green, bullismo e cyberbullismo, disturbi alimentari, LGTBQ+, abbandono degli animali) che ha avuto luogo sul palco del truck transformer all’interno del Villaggio del Festival nel Parco di Villa Ormond. L’happening show ha ingaggiato migliaia di presenze e 70 ospiti, tra cui cantanti del calibro di Annalisa, Alfa, Ghali in compagnia di Rich Ciolino, Clara, Albe, Irama, Il Volo, Il Tre, Mr. Rain, Fred De Palma e creator di Power Talent Agency come Arienne Makeup, acapodelglobo, Gianmarco Zagato, Diletta Begali, Giulia Bellu, Ramon Agnelli e Ella’s Books oltre ad altri talent come Valerio Mazzei, Bella Gianda e Space Family.

Inoltre, sono saliti sul palco special guest come José Sebastiani, figlio di Amadeus, che per più giorni è stato ospite dello show, Leo Gassman, in veste di testimonial di Bulli Stop in occasione della Giornata dedicata alla lotta contro il bullismo, e i creator Joey e Rina, Valeria Angione, NewMartina, Papà per Scelta, Lisa Luchetta, Giulia Penna, Elena Hazinah, oltre a Enzo Miccio, la Miss Italia in carica Francesca Bergesio, e Lorenz Simonetti come ospite fisso, che ha creato La canzone di tutti, Marley, il supercane della protezione civile, già ospite del Festival e molte altre celebrities.

A riscuotere un grande successo, in particolare, è stato l’“Unplugged – Spazio al talento”, presentato da Andrea Prada in compagnia di volti amati dalla Gen Z, dove si sono esibiti oltre 60 cantanti, tra affermati ed emergenti, tra cui Valerio Mazzei, Cricca, Federico Baroni, Niveo e Crytical da Amici, ma anche la vincitrice di Io Canto Generation Marta Viola, Pucho e artisti da milioni di stream come Diego Lazzari, Random, Nashley, Luk3 e tanti altri giovani cantanti. Ognuno di questi ha ricevuto una targa di riconoscimento da Marlù con un QR code con il video della loro performance.

LE INIZIATIVE VALORIALI

Nella giornata del 7 febbraio, sono saliti sul palco ospiti speciali: il regista Giovanni Nasta e la produttrice Simona Gobbi, che hanno presentato il cortometraggio Paracadute prodotto da Versus, Lupin Film e Simona Gobbi, con la collaborazione di Marlù. L’opera affronta il tema del bullismo in maniera originale da un punto di vista non convenzionale.

Webboh e Marlù hanno infine ribadito il loro impegno sul fronte delle tematiche valoriali. All’interno dell’iniziativa Le parole possono fare la differenza, il pubblico presente, oltre a quello da casa sui social, è stato chiamato a lasciare una parola in una lavagna virtuale. Il giovane creator e cantautore Lorenz Simonetti ha poi trasposto musicalmente le frasi più significative creando un brano intitolato La Canzone di tutti, presentato sabato 10 febbraio in occasione dell’ultima giornata dell’evento.

La collaborazione tra Webboh e Marlù, realizzata grazie al team Brand On Solutions, unit dedicata alle iniziative speciali di Mediamond, concessionaria di Mondadori e Mediaset, è una vera partnership integrata che – dal naming dell’evento al concept creativo, all’immagine coordinata su tutta la comunicazione, all’amplificazione su tutti i social di Webboh e dei creator coinvolti – punta a raggiungere e sensibilizzare il più vasto pubblico della Gen Z con contenuti esclusivi valoriali creati ad hoc.

Al fine di massimizzare la comunicazione per promuovere l’evento Marlù Webboh Vibes, Mondadori Media ha coinvolto i social, il sito del brand Webboh e il network di Mondadori Media, i creator e talent di Power Talent Agency, oltre a presidiare la presenza sul territorio in collaborazione con il Villaggio del Festival, patrocinato dal Comune di Sanremo, sia all’interno del Villaggio, sia su maxischermi posizionati nelle piazze strategiche della città.

 

Webboh è il media di riferimento della GenZ. Nato ad aprile del 2019, da febbraio 2023 è parte di Mondadori Media. Conta attualmente una fanbase tra TikTok, Instagram e YouTube di oltre 4 milioni di follower di cui il 70% under 24, un sito Web da 3,7 milioni di utenti unici mensili (fonte: Audicom novembre 2023). È nella top ten dei media italiani più influenti sui social, nonché il primo in target Generazione Z per engagement e video views (fonte: Classifica Top Media Italiani di Prima Comunicazione realizzata da Sensemakers). L’attualità, l’autenticità e l’interesse suscitato dai contenuti è garantito dal modello editoriale bottom up: la community è coinvolta in ogni parte del processo creativo.

Marlù, nasce nel 2001, da un’innovativa idea imprenditoriale e creativa delle sorelle Morena, Monica e Marta Fabbri e conquista in pochi anni la leadership di una categoria merceologica inesplorata – per fascia di prezzo e materiale – al di fuori dei settori tradizionali di Bigiotteria e Gioielleria, aprendo a un nuovo modo di pensare e creare accessori moda offrendo creazioni e prodotti esclusivi a chiunque desideri indossare qualcosa di unico e di personale. La forte presenza di Marlù in Italia si sviluppa in un in un network di negozi retail di proprietà attraverso gli store monomarca di Riccione, Napoli, Catania, Bari, Molfetta, Caserta,Trapani, Matera, Roma, Firenze, Rimini, Bologna, Verona, Parma Piacenza, Reggio Emilia, Palermo, Milano. Oggi il gruppo Marlù conta più di 400 dipendenti, una rete distributiva di quasi 50 negozi monomarca e oltre 1400 negozi multi-brand tra corner e space.

Il vincitore del Festival di Sanremo secondo la Gen Z è Geolier: questo il risultato di una instant survey di Webboh

Oltre 15mila under 25, tramite l’instant survey condotta da Webboh Lab, hanno votato la loro canzone preferita.

Durante la settimana dedicata alla 74a edizione del Festival di Sanremo, Webboh, la prima community italiana dedicata alla Gen Z, ha chiesto al suo pubblico di votare i cantanti in gara ed eleggere il suo brano preferito, attraverso una instant survey sul suo canale Instagram ed elaborata da Webboh Lab, a cui hanno risposto più di 15mila giovani sotto i 25 anni in sole 24 ore.

La canzone vincitrice indiscussa della 74a edizione del Festival della Canzone Italiana, secondo la Generazione Z, è “I p’ me, tu p’ te” di Geolier, cantante napoletano, artista di riferimento della scena rap italiana, amatissimo dalla Gen Z con un testo nel dialetto della sua città che racconta le emozioni dolciamare dopo la fine di una storia d’amore.

Secondo i giovanissimi questa la top five del Festival di Sanremo 2024:

  1. Geolier – I p’ me, tu p’ te
  2. Mahmood – Tuta Gold
  3. Annalisa – Sinceramente
  4. Alfa – Vai!
  5. Irama – Tu no

AMA AMATISSIMO DALLA GEN Z: LO RIVORREBBERO ALLA PROSSIMA EDIZIONE

Dall’instant survey sono emersi dati interessanti, non solo sui gusti musicali dei giovani: la conduzione di Amadeus si rivela ancora una volta vincente per ben il 96% degli intervistati e il 93% vorrebbe che gli fosse affidata anche per la prossima edizione del Festival.

SANREMO NON È SOLO IL FESTIVAL DEGLI ITALIANI, MA PER I GIOVANI ANCHE UN’OCCASIONE PER SCOPRIRE NUOVI TALENTI MUSICALI

In modo inatteso, l’83% dei giovani ha seguito l’evento canoro in televisione sulla Rai e il 60% lo ritiene un momento speciale da vivere insieme ad amici e parenti, a conferma che la kermesse canora continua a essere vissuta come un grande evento aggregativo per gli italiani, che approfittano del Festival sempre di più per scoprire nuovi talenti musicali (85%).

 

Webboh è il media di riferimento della GenZ. Nato ad aprile del 2019, da febbraio 2023 è parte di Mondadori Media. Conta attualmente una fanbase tra TikTok, Instagram e YouTube di oltre 4 milioni di follower di cui il 70% under 24, un sito Web da 3,7 milioni di utenti unici mensili (fonte: Audicom novembre 2023). È nella top ten dei media italiani più influenti sui social, nonché il primo in target Generazione Z per engagement e video views (fonte: Classifica Top Media Italiani di Prima Comunicazione realizzata da Sensemakers). L’attualità, l’autenticità e l’interesse suscitato dai contenuti è garantito dal modello editoriale bottom up: la community è coinvolta in ogni parte del processo creativo.

Webboh Lab, nato dall’incontro di Webboh (4 milioni di follower sui social) con l’istituto di ricerca Sylla, con direttore scientifico il professor Furio Camillo, è il primo Osservatorio Permanente sulla Gen Z. L’impegno da parte di Webboh Lab è quello di raccogliere la voce delle nuove generazioni, di indagare e di approfondire i temi trattati per portare sul tavolo di chi prende le decisioni per loro, gli adulti di domani.

Webboh Lab: un adolescente su 3 ammette di essersi comportato da bullo

Dal palco del Marlù Webboh Vibes a Sanremo, tinto di BLU per la Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo, i risultati di un'indagine condotta da Webboh Lab.

All’instant survey sul bullismo hanno risposto, in 48 ore, oltre 9.000 giovani tra i 13 e i 20 anni, a testimonianza di quanto il tema sia rilevante per le nuove generazioni.

Oltre due terzi degli intervistati ha dichiarato di essersi sentito vittima di bullismo e che la scuola è il luogo dove si consumano maggiormente gli atti di prevaricazione e sopruso.

Oggi, in occasione della Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo, il palco a Sanremo del Marlù Webboh Vibes si è tinto simbolicamente di BLU ispirandosi al tema della giornata in corso. Per sensibilizzare i più giovani, sono stati invitati sul palco alcuni esperti del settore e sono stati presentati i risultati dell’instant survey condotta Webboh Lab, a cui hanno risposto, in 48 ore, oltre 9.000 giovani della community di Webboh di età compresa tra i 13 e i 20 anni.

Il 70% degli interpellati, a conferma di una drammatica tendenza già messa in luce dagli eventi di cronaca, dichiara di essersi sentito vittima di bullismo.

Alla domanda diretta se siano mai stati bull*, il 66% ha risposto negativamente. L’ammissione è, invece, stata fatta da uno su tre: ciò esprime una possibile sovrapposizione tra chi è bullizzato e chi, da bullizzato, è a sua volta bullo.

Il fenomeno del bullismo secondo il 60% dei rispondenti non ha un’accentuazione di genere ma è un comportamento adottato in egual misura da ragazzi e ragazze e, per oltre il 75% la scuola è il luogo dove si verificano maggiormente gli atti di prevaricazione e sopruso; per il 68% il bullismo è un fenomeno che è sempre esistito e può colpire vittime di ogni età.

La ricerca ha delineato 4 profili di “bullo/a”:

L’Ombra (50,2%) è guidato da insicurezze personali e problemi familiari e cerca accettazione attraverso comportamenti dannosi. È vittima di un ciclo di bullismo e mostra una mancanza di empatia, con difficoltà di comunicazione e di gestione del conflitto interiore, ha bisogno di supporto esterno per spezzare il ciclo distruttivo.

Il Tiranno Senza Cuore (20,9%) agisce con deliberata malvagità e mancanza di empatia, non è motivato da insicurezze, ma da un desiderio di dominio. È isolato emotivamente, con una tendenza a non cercare supporto, e necessita di interventi per sviluppare empatia e strategie costruttive di risoluzione dei conflitti.

La Furia Rabbiosa (15,4%) è mosso da difficoltà economiche e rabbia, manifesta aggressività non per notorietà, ma come espressione diretta della frustrazione. Mostra una tendenza a evitare il confronto e a isolarsi, richiedendo strategie per gestire la rabbia e migliorare le relazioni sociali.

Il Finto Fragile (13,5%) agisce per compensare la sua vulnerabilità e mancanza di supporto familiare, spesso senza intenzione di ferire. È intrappolato in un ciclo di rabbia e frustrazione, con difficoltà nel gestire il conflitti e una tendenza a non comunicare i propri problemi, richiede supporto per sviluppare resilienza e affrontare le sfide.

 

Webboh Lab, nato dall’incontro di Webboh (4 milioni di follower sui social) con l’istituto di ricerca Sylla, con direttore scientifico il professor Furio Camillo, è il primo Osservatorio Permanente sulla Gen Z. L’impegno da parte di Webboh Lab è quello di raccogliere la voce delle nuove generazioni, di indagare e di approfondire i temi trattati per portare sul tavolo di chi prende le decisioni per loro, gli adulti di domani.

I volti più amati e seguiti dalla Gen Z animano il Marlù Webboh Vibes

Gli idoli social seguiti dalla Generazione Z arrivano a Sanremo: Valerio Mazzei, Gianmarco Zagato, Arienne Make-Up, NewMartina, Joey & Rina, Bella Gianda e Diego Lazzari.

Sul palco del Marlù Webboh Vibes, dal 6 al 10 febbraio: 20 ore di puro intrattenimento tra talk e live show, ripresi anche in diretta sui social.

Ancora pochi giorni e, in occasione del Festival di Sanremo, si terrà il Marlù Webboh Vibes: un happening show di 20 ore di puro intrattenimento presso il truck transformer all’interno del Villaggio del Festival situato nel Parco di Villa Ormond a Sanremo.

Webboh, brand di Mondadori Media e prima community italiana dedicata alla Gen Z, e Marlù, il marchio di gioielli nato dalla intraprendenza creativa e dal sodalizio delle sorelle Morena, Monica e Marta Fabbri – da martedì 6 a sabato 10 febbraio dalle ore 14.30 alle 18.30 – animeranno il palco con un ricco palinsesto di appuntamenti. Interviste, talk e live show che vedranno protagonisti i cantanti in gara di Sanremo, altre giovani promesse della musica, i content creator di Power Talent Agency e i tiktoker più amati e seguiti dai giovani della Generazione Z.

Lo show, per tutto l’arco della settimana, si svilupperà in tre momenti distinti:

  • Il Salotto, condotto da Jody Cecchetto e da due volti portavoce di WebbohArianna Madonna e Claudia Mariani -, che ospiterà sul palco i cantanti in gara del Festival;
  • Il Talky Time dedicato a giochi e challenge divertenti a tema Sanremo, ma anche a forti tematiche sociali, in compagnia dei creator: acapodelglobo, Giulia Bellu, Diletta Begali, Ramon Agnelli ed Ella’s Books e del giovane cantautore Lorenz Simonetti;
  • Infine, l’Unplugged – Spazio al talento: una vera e propria vetrina per i cantanti affermati ed emergenti, presentata dallo showman Andrea Prada.

IL CALENDARIO:

  • Il 6 febbraio appuntamento con Valerio Mazzei, NewMartina, Niveo da Amici e Beatrice Cossu;
  • il 7 febbraio in compagnia di Gianmarco Zagato, Albe, Bella Gianda e la finalista di The Voice Kids, la sanremese Rita Longordo;
  • l’ 8 febbraio continua il palinsesto con Arienne Make-Up, Diego Lazzari, Gaetano De Caro da X Factor;
  • il 9 febbraio vedrà come protagonisti Joey e Rina, Luk3, Ascanio, JeyLillo, AntoPaga, Mose e la vincitrice di Io Canto Marta Viola;
  • il 10 febbraio, gran finale con la famiglia più simpatica di Youtube, Space Family, e uno dei giovani cantautori più seguiti d’Italia, Federico Baroni.

Attraverso le parole dei cantanti, content creator e tiktoker più amati e seguiti dalla Generazione Z, il Marlù Webboh Vibes, tingerà il palco del colore simbolico ispirato al tema valoriale trattato nel corso della giornata, diventando uno spazio di dialogo su temi importanti e fortementi attuali: la tutela dell’ambiente (GREEN), i disturbi alimentari (VIOLA), le discriminazioni delle persone LGBTQ+ (ROSA), il rispetto per gli animali (ROSSA) e il bullismo (BLU).

L’ingresso al Villaggio del Festival è totalmente gratuito, è consigliata la registrazione su https://www.ilvillaggiodelfestival.it/registratiwebboh/.

Webboh è il media di riferimento della GenZ. Nato ad aprile del 2019, da febbraio 2023 è parte di Mondadori Media. Conta attualmente una fanbase tra TikTok, Instagram e YouTube di oltre 4 milioni di follower di cui il 70% under 24, un sito Web da 3,7 milioni di utenti unici mensili (fonte: Audicom novembre 2023). È nella top ten dei media italiani più influenti sui social, nonché il primo in target Generazione Z per engagement e video views (fonte: Classifica Top Media Italiani di Prima Comunicazione realizzata da Sensemakers). L’attualità, l’autenticità e l’interesse suscitato dai contenuti è garantito dal modello editoriale bottom up: la community è coinvolta in ogni parte del processo creativo.

Webboh e Marlù insieme a Sanremo per il primo happening show dedicato alla Gen Z

Sul palco del Marlù Webboh Vibes 20 ore di puro intrattenimento tra talk e live show, ripresi anche in diretta sui social.

Da martedì 6 a sabato 10 febbraio, in occasione del Festival di Sanremo, si terrà il Marlù Webboh Vibes. Una vera e propria novità: un happening show di 20 ore di puro intrattenimento ambientato su un truck transformer all’interno del Villaggio del Festival situato nel Parco di Villa Ormond a Sanremo.

Webboh, brand di Mondadori Media e prima community italiana dedicata alla Gen Z, e Marlù, il marchio di gioielli nato dalla intraprendenza creativa e dal sodalizio delle sorelle Morena, Monica e Marta Fabbri, dalle 14.30 alle 18.30 durante i cinque giorni del Festival, animeranno il palco con talk e live show che vedranno protagonisti i cantanti in gara di Sanremo, le giovani promesse della musica, i creator e i tiktoker più amati del momento.

A copertura dell’evento, oltre ai social in real time, allo speciale sul sito web e all’amplificazione organica da parte dei creator coinvolti, è prevista anche una diretta streaming per catturare i momenti salienti e coinvolgere anche il pubblico da casa.

Lo show si svilupperà in tre momenti distinti: un salotto condotto da Jody Cecchetto e dai due volti di WebbohArianna Madonna e Claudia Mariani, che ospiterà sul palco i cantanti in gara al Festival di Sanremo; un Talky time dedicato a giochi a tema Sanremo e a challenge divertenti, ma anche a forti e attuali tematiche sociali in compagnia di ACapoDelGlobo, Ramon Agnelli, Giulia BelluDiletta Begali ed Ella’s Books e le Opposite, tutti creator e talent del roster di Power Talent Agency; e, infine, l’ “Unplugged – Spazio al talento”, vera e propria vetrina per i cantanti affermati ed emergenti, presentata da Andrea Prada.

Dando voce alle parole di artisti e cantanti che possono fare la differenza, al Marlù Webboh Vibes ogni giorno il palco si tingerà del colore simbolo del tema valoriale trattato: tutela dell’ambiente (GREEN), i disturbi alimentari (VIOLA), le discriminazioni delle persone LGBTQ+ (ROSA), la difesa degli animali (ROSSO) e il bullismo (BLU).

Mercoledì 7 febbraio, in occasione della Giornata mondiale contro il bullismo, verranno raccontati direttamente dal palco del Marlù Webboh Vibes i risultati dell’indagine condotta da Webboh Lab con l’obiettivo di approfondire le cause e gli effetti del fenomeno sociale che più affligge i giovani d’oggi. Prenderà parte al “Talky Time” il Centro Nazionale Contro il Bullismo Bulli Stop, che già collabora con Webboh.

L’impegno di Webboh e Marlù sul fronte delle tematiche valoriali non finisce qui: all’interno dell’iniziativa “Le parole possono fare la differenza”, i cantanti e gli ospiti intervistati saranno chiamati, a lasciare una frase o una parola significativa. Per il loro contributo Jody Cecchetto consegnerà il premio “Marlù per il sociale”. Al termine dei quattro giorni, Lorenz Simonetti (creator e giovane cantautore celebre sui social) metterà in musica le parole più significative espresse, non solo dagli artisti, ma anche dal pubblico, nel brano “La Canzone di tutti”, che verrà presentato sabato 10 febbraio nel corso dell’ultima giornata dell’evento.

La collaborazione tra Webboh e Marlù, realizzata grazie al team Brand On Solutions, unit dedicata alle iniziative speciali di Mediamond, concessionaria di Mondadori e Mediaset, è una vera partnership integrata in cui dal naming dell’evento al concept creativo, all’immagine coordinata su tutta la comunicazione, all’amplificazione su tutti i social di Webboh e dei creator coinvolti punta a raggiungere e sensibilizzare il più vasto pubblico della Gen Z con contenuti esclusivi valoriali creati ad hoc.

Al fine di massimizzare la comunicazione per promuovere l’evento Marlù Webboh Vibes, Mondadori Media ha coinvolto i social, il sito del brand Webboh e il network di Mondadori Media, i creator e talent di Power Talent Agency, oltre a presidiare la presenza sul territorio in collaborazione con il Villaggio del Festival, patrocinato dal Comune di Sanremo, sia all’interno del Villaggio che su maxischermi posizionati nelle piazze strategiche della città.

L’ingresso al Villaggio del Festival è gratuito, consigliata la registrazione su https://www.ilvillaggiodelfestival.it/registrati/ .

 

Webboh è il media di riferimento della GenZ. Nato ad aprile del 2019, da febbraio 2023 è parte di Mondadori Media. Conta attualmente una fanbase tra TikTok, Instagram e YouTube di oltre 4 milioni di follower di cui il 70% under 24, un sito Web da 3,7 milioni di utenti unici mensili (fonte: Audicom novembre 2023). È nella top ten dei media italiani più influenti sui social, nonché il primo in target Generazione Z per engagement e video views (fonte: Classifica Top Media Italiani di Prima Comunicazione realizzata da Sensemakers). L’attualità, l’autenticità e l’interesse suscitato dai contenuti è garantito dal modello editoriale bottom up: la community è coinvolta in ogni parte del processo creativo.

Marlù, nasce nel 2001, da un’innovativa idea imprenditoriale e creativa delle sorelle Morena, Monica e Marta Fabbri e conquista in pochi anni la leadership di una categoria merceologica inesplorata – per fascia di prezzo e materiale – al di fuori dei settori tradizionali di Bigiotteria e Gioielleria, aprendo a un nuovo modo di pensare e creare accessori moda offrendo creazioni e prodotti esclusivi a chiunque desideri indossare qualcosa di unico e di personale. La forte presenza di Marlù in Italia si sviluppa in un in un network di negozi retail di proprietà attraverso gli store monomarca di Riccione, Napoli, Catania, Bari, Molfetta, Caserta,Trapani, Matera, Roma, Firenze, Rimini, Bologna, Verona, Parma Piacenza, Reggio Emilia, Palermo, Milano. Oggi il gruppo Marlù conta più di 400 dipendenti, una rete distributiva di quasi 50 negozi monomarca e oltre 1400 negozi multi-brand tra corner e space.