Mondadori Megastore

XIAO QUAN In China. When it all began

Al Mondadori Megastore di piazza Duomo l'inaugurazione della mostra e la presentazione del libro

LEO, l’opera luminosa di Marco Lodola nel Mondadori Megastore di Piazza Duomo a Milano

Con un’opera intitolata al grande genio, Mondadori Store prosegue le celebrazioni che la città di Milano dedica nel 2019 ai 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci.

Una imponente installazione luminosa di Marco Lodola spicca all’esterno del Mondadori Megastore e si offre ai cittadini proprio sulla piazza simbolo di Milano, piazza Duomo. LEO è il nome dell’opera che Lodola dedica a “Leonardo, uomo illuminato”: rappresenta il volto del genio e i suoi tratti universalmente conosciuti, la sua barba e, in modo astratto, il suo sguardo potente, che l’artista esprime attraverso fasci luminosi di luci colorate che si intrecciano in armonia a simboleggiare le sue mille competenze, l’immensità della sua opera e l’importanza delle sue scoperte.

La collaborazione fra Mondadori Store e l’artista prosegue nell’ambito della rassegna “st’art. L’arte per tutti”, il progetto del network di librerie del Gruppo Mondadori che con successo dedica ogni mese una mostra all’arte contemporanea.

L’opera ispirata a Leonardo da Vinci dà seguito alla serie di sculture al neon realizzate da Lodola ed esposte sulla facciata del Mondadori Megastore di piazza Duomo: da Eden (2015), la danzatrice luminosa, simbolo femminile e dell’eden incontaminato, mentre sorregge una mela rossa, colore della vita e della passione, alla famosa testata di Zidane a Materazzi immortalata in un’installazione alta 3 metri, in plexiglass e led dal titolo Mio cugino (2016), chiaro riferimento all’appellativo con cui gli italiani chiamano i francesi, i “cugini” d’oltralpe, fino a LuminosaMente (2016), un grande libro aperto simbolo della lettura che ha illuminato per mesi il centro di Milano.

Mondadori Store presenta Job Day Tour

Milano ospita il 14 ottobre la prima tappa del Tour dedicato alla ricerca del lavoro e alla comprensione delle news nella "digital age"

 

Mondadori Store, il più esteso network di librerie in Italia, presenta Job Day Tour, un’iniziativa che mette insieme i temi dell’orientamento in un’occasione di confronto tra nuove generazioni e mondo aziendale. Il progetto è realizzato in collaborazione con Digital Generation – la NewCo di HRC Group che sviluppa progetti aziendali di comunicazione ed employer branding dedicati ai giovani – con la media partnership di Studenti.it – il sito numero 1 in Italia sul segmento Educational con 4,3 milioni di utenti unici mese e più di 500mila fan su Facebook.

L’obiettivo è quello di dare supporto ai ragazzi nella ricerca attiva di lavoro e nell’approccio all’informazione che viaggia sul web.

Cinque le tappe in calendario nel 2019:

  • Milano | 14 ottobre 2019 nel Mondadori Megastore di via Marghera
  • Bologna | 23 ottobre 2019 nel Mondadori Bookstore di via M. D’Azeglio
  • Roma | 7 novembre 2019 nel Mondadori Bookstore di via Tuscolana
  • Bisceglie | 26 novembre 2019 nel Mondadori Bookstore di via Porto
  • Padova | 3 dicembre 2019 nel Mondadori Bookstore di piazza Insurrezione

Gli incontri daranno ai giovani l’opportunità di affinare le competenze strategiche richieste dal mercato, confrontandosi direttamente con professionisti delle risorse umane di importanti aziende nazionali e multinazionali. Un’occasione unica per conoscere da vicino il mondo del lavoro con una prospettiva sul futuro e ricevere consigli su come scrivere il proprio curriculum vitae e come affrontare nel modo migliore un colloquio di lavoro, scoprendo inoltre le opportunità e i rischi dell’informazione digitale.

In occasione del primo incontro a Milano, saranno presentati da Studenti.it i risultati del sondaggio ancora in corso sul sito. Cosa pensano i giovani dell’orientamento al lavoro e alla formazione? Con otto domande il brand del Gruppo Mondadori rivelerà le opinioni dei giovani utenti, al momento più di 10mila.

Clicca qui per iscriverti al primo evento del tour.

Sarà possibile prenotare i posti ad ogni tappa 15 giorni prima della data stabilita.

st art. L’arte per tutti presenta “Uno sguardo sul mondo” di Evaristo Petrocchi

È dedicata all’artista ambientale Evaristo Petrocchi la nuova mostra dal titolo “Uno sguardo sul mondo” che il Mondadori Megastore di Piazza Duomo a Milano ospita dal 5 settembre al 5 ottobre 2019, nell’ambito della rassegna “st art. L’arte per tutti”, il progetto di Mondadori Store a cura di Angelo Crespi. Con i suoi collages assemblati con materiali naturalistici e industriali, Evaristo Petrocchi porta avanti un importante progetto internazionale contro i cambiamenti climatici, in un viaggio ideale da terra a terra che, dopo diverse peregrinazioni in tutta Europa, approda a Milano.

A partire da una rilettura in chiave naturalistica del famoso quadro di Bocklin, “L’isola dei morti”, nascono due fra le più importanti opere della produzione artistica di Petrocchi, “Inside the Room” e “Inside the Isles”, che reinterpretano la suggestione di Bocklin con l’intento di diffondere una cultura di tutela a favore dell’ambiente e contrastare le preoccupanti trasformazioni della Terra. Così, il discorso artistico di Petrocchi diventa un modo per riflettere sul presente e sui cambiamenti che sconvolgono il Pianeta nelle sue implicazioni più profonde, a livello simbolico e metafisico.

All’opera ispirata a Bocklin ne sono seguite altre, con le quali l’artista ha assemblato una moltitudine di baccelli con materiali scuri che riecheggiano il petrolio, dando il senso della forza della natura inquieta ed il disagio dell’Uomo quando si altera l’identità dei luoghi. La lettura e la produzione dell’opera d’arte crescono in un territorio denso, e guardano alla profondità delle cose al di là della banalità del loro esistere. È un processo di ricerca dell’essenza e dell’identità di luoghi, persone o eventi analizzando le possibilità di un altro esistere, sempre nella contemporaneità in cui viviamo, ma con forme di osservazione diverse. Non si tratta di una pura operazione di metalinguaggio ma di esternazione di ciò che l’artista sente in luoghi fisici, spirituali o culturali, e che ho avuto modo di avvicinare. Fra i temi cari all’artista emerge anche la commistione di “nuovo” e “antico”, restituita nell’opera che Petrocchi dedica alla Fondazione Prada. Qui si confrontano due elementi fondamentali dell’architettura caratteristica di Milano, dove la conservazione di elementi architettonici del passato convive con nuove e geniali strutture della modernità, per unirsi in una simbiosi inscindibile. Di fronte a questo scenario perfetto l’artista aggiunge un altro elemento dirompente, sintesi della conservazione e dell’innovazione architettonica, ossia l’inquietudine della natura.

“Quale può essere lo strano fenomeno atmosferico o naturalistico che sta accadendo? – si domanda Evaristo Petrocchi. – La natura sfugge a qualsiasi razionalizzazione urbanistica e architettonica, anche se la sua agitazione dipende dalle profonde alterazioni climatiche e ambientali che il nostro mondo sta subendo. I lavori sono densamente sentiti dall’artista, in questo caso da me stesso, come immagini fondanti dell’arte che produco ed al tempo stesso come un messaggio culturale ed ambientale di tutela e conservazione della Terra”.

“Uno sguardo sul mondo” di Evaristo Petrocchi di Angelo Maria Crespi Il glicine è un arbusto volubile i cui rami si avvitano seguendo la rotazione della terra. A secondo delle specie, se originarie dell’emisfero boreale o australe, ruota in senso orario o antiorario. Anche i baccelli, seccando, s’attorcigliano a spirale e poi, letteralmente, esplodono lasciando che i  semi si spargano e trovino (o non trovino) il terreno giusto per fecondare. La vita procede in questo modo assecondando il ritmo segreto dell’universo: si sviluppa per strutture organizzate e schemi segnati, ma anche il caso gioca il suo ruolo. Non è dunque strano che proprio i baccelli e i semi del glicine siano utilizzati da un artista raffinato come Evaristo Petrocchi, quali simboli di questo sommovimento nascosto della Natura, essendo il suo un lavoro fortemente indirizzato verso un pensiero ecologista, militante ma nel senso più puro del termine, una militanza innanzitutto estetica. Petrocchi si nuove infatti tra arte povera e concettuale, ma con uno spirito contemporaneo che si manifesta, per esempio, nell’uso dell’immagine fotografica. I suoi collages, frutto di sovrapposizioni di materiali naturali (i baccelli o i nidi di vespe) e industriali (come il bitume), rimandano alla perfezione, per metafore e avvicinamenti – e così deve fare l’arte, dire senza indicare – al suo impegno politico, avendo egli sviluppato in questi anni un importante progetto sui cambiamenti climatici, tema di pressante attualità.

Se da un lato dunque c’è l’arte impegnata, dall’altra, Petrocchi non nega però le potenzialità dell’arte per l’arte, cioè del discorso artistico fine a sé stesso, che vive di rimandi e citazioni quasi letterarie, ed è autonomo rispetto al mondo che ci circonda, e che procede per evi e non per spazio. Una delle sue fonti, per esempio, è quell’Isola dei morti di Böcklin che tanti artisti ispirò dalla fine Ottocento; e cosa dire del suo “Non ti scordar di me”, un pastrano reso scultura e poi dipinto che rimanda, ma in modo plastico, alle pitture algide degli indumenti di Gnoli.
In questo senso, l’uso del simbolo sfocia fin nel metafisico: “Inside the room” è la sublimazione di questo slittamento quasi semantico, per il quale le tende apposte alla fotografia, fisicamente e materialmente presenti, diventano il velo che nasconde o che solo lascia intravedere, appena, la verità della vita dietro; “verità” che, nel suo significato etimologico profondo, dal greco “aletheia”, così arguiva il filosofo tedesco Heidegger, significa appunto la cosa svelata, la cosa a cui è stato tolto il velo.

EVARISTO PETROCCHI
Artista ambientalista, è nato a Roma nel 1954. Vive e lavora tra Roma ed Assisi. Attualmente compone collages assemblati con materiali naturalistici e industriali, che unisce a immagini fotografiche. Ha pubblicato Nell’immagine fonda (Fabrizio Fabbri editore, 2012) in occasione della mostra tenuta al Museo di Arte Contemporanea di Perugia di Palazzo Penna, a cui è seguito il progetto – mostra Inside the Isles, presentato per la prima volta ad Ancona nel 2017. Ad EXPO 2015 ha presentato il progetto ideato e curato per ANCI, Italia Nostra e Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, denominato Progetto Nazionale Orti Urbani, come forma di agricoltura sociale e culturale dei territori italiani e come modulo etico di vita per le popolazioni.

Fantastic Store: Stranger Things arriva nel Mondadori Megastore di piazza Duomo a Milano

Il 19 e 20 luglio photoshooting esclusivo con Polaroid Originals

Il 25 luglio sessioni di gioco di Dungeons & Dragons con master d’eccezione

Dopo il successo delle iniziative legate al Trono di Spade, Mondadori Store prosegue il ciclo Fantastic Store con una serie di incontri, prodotti in anteprima e curiosità dedicate al mondo del fantastico a 360° nel Mondadori Megastore di piazza Duomo a Milano.

In occasione dell’arrivo della terza stagione di Stranger Things, l’amatissima serie Netflix vincitrice di cinque Emmy, fino al 5 agosto la sala eventi del flagship store Mondadori a Milano ospiterà l’iconico set di Stranger Things con divano, parete, lucine e soprammobili, appositamente ricreato in collaborazione con Netflix, dove i fan potranno entrare nel vivo della scena.

Per conservare un ricordo speciale dell’esperienza Stranger Things, il 19 e 20 luglio dalle 16.30 alle 18.30 sarà inoltre possibile partecipare a un photoshooting esclusivo in collaborazione con Polaroid Originals.

Il Fantastic Store offrirà per tutto il periodo un’ampia scelta di merchandising, cartoleria, giochi, gadget ufficiali firmati Stranger Things, oltre a una selezione dei film anni ‘80 che riprendono il mood della serie tv.
Da non perdere i tre libri ufficiali di Stranger Thingsediti da Sperling & Kupfer: Stranger Things. Il libro ufficiale di Gina McIntyre – già diventato un must per i collezionisti – con la prefazione dei fratelli Duffer, che contiene interviste esclusive e curiosità sul fenomeno Stranger Things, la mappa di Hawkins con gli indizi del Sottosopra ed il codice morse usato da Undici; Suspicious Minds di Gwenda Bond, il romanzo prequel che svela la storia della madre di Undici, Terry Ives, e ciò che l’ha spinta a entrare nel progetto MKUltra e Buio sulla città di Adam Christopher, il romanzo prequel che indaga il passato di uno dei personaggi più amati, lo sceriffo Jim Hopper.

Il 25 luglio, data di uscita del gioco di ruolo Dungeons & Dragons Hasbro realizzato proprio in concomitanza con la serie tv, verrà invece dedicato ai nostalgici lanciatori di dado.
La sala eventi del Mondadori Megastore di piazza Duomo a Milano darà vita a sessioni di gioco di Dungeons & Dragons con diversi master di eccellenza tra cui Nicola DeGobbis (fondatore di Need Games!, casa editrice milanese specializzata in giochi di ruolo) e Christian Zoltar Bellomo (playtester ufficiale di Wizards of the Coast, ideatore di Sageadvice.eu, che da 30 anni si occupa di Dungeons & Dragons). A supporto dell’attività Denise Venanzetti (Marketing Asmodee Italia e organizzatrice di varie attività legate al mondo dei giochi di ruolo). Sarà l’occasione per dedicarsi come Dustin, Lucas, Mike e Will alla caccia del Demogorgone.
Le sessioni di gioco saranno libere, della durata di un’ora circa a partire dalle 17.

Tutte le informazioni su: eventi.mondadoristore.it.

 

Nasce a Milano il primo “Ed Quarter” nel Mondadori Megastore di piazza Duomo

Dall'11 al 14 luglio un'experience room per entrare nel mondo di Ed Sheeran. A mezzanotte dell'11 luglio apertura straordinaria per festeggiare l'uscita del nuovo album NO. 6 COLLABORATION PROJECT

Nasce a Milano l’Ed Quarter, la prima “experience room” store dedicata a Ed Sheeran!
In occasione della pubblicazione del suo nuovo album NO.6 COLLABORATIONS PROJECT, prevista per venerdì 12 luglio, gli spazi del Mondadori Megastore di Piazza Duomo a Milano si trasformeranno in un luogo di ritrovo con attività interattive, giochi, esperienze musicali, oltre che in un negozio.

L’appuntamento è dalle 18.00 dell’11 luglio con un’apertura straordinaria a mezzanotte per permettere a tutti i fan di acquistare da subito l’album e proseguirà fino a domenica 14 luglio.

Guarda il video di Ed Sheeran : https://www.instagram.com/p/BzfFZ0Nosbm/?igshid=1lc0ni6re1fns

Fra le iniziative e le sorprese previste per entrare nel mondo di Ed Sheeran: Photo booth speciali dove poter scattare foto entrando nel video di I Don’t Care, merchandising ufficiali ed esclusivi solo per questo punto di vendita, un instawall dove poter lasciare una dedica a Ed.

Ma la musica sarà la grande protagonista: Warner Music darà la possibilità ai cantanti emergenti di esibirsi su un palco creato ad hoc nei brani di Ed Sheeran. Per accedere bisogna iscriversi mandando le proprie informazioni e un breve video entro mercoledì 10 luglio alla mail: warnermusicitalyofficial@gmail.com

Verranno selezioni alcuni fortunati che diventeranno protagonisti della Ed experience!

Oltre a questo verrà allestito un karaoke per cantare coi i propri amici e si potranno ricevere dei gadget esclusivi.

Ma non solo, chi preacquista l’album da oggi presso i Mondadori Megastore di piazza Duomo e via Marghera a Milano, Arese e Vimercate o su mondadoristore.it, avrà l’accesso prioritario al Milano Ed Squarter giovedì 11 a partire dalle 18.00 e ascoltare in anteprima NO.6 COLLABORATIONS PROJECT.

Mondadori Store apre a Milano un nuovo Caffè nel Mondadori Megastore di Piazza Duomo

Apre le porte a Milano, all’interno del Mondadori Megastore di piazza Duomo, il primo Caffè firmato Mondadori Store e Gruppo OD Store, nuovo punto d’incontro per chi cerca momenti di relax e convivialità nel cuore della città.

Si arricchisce così ulteriormente l’offerta del flagship store Mondadori in piazza Duomo, il più grande spazio dedicato alla cultura e al tempo libero nel centro di Milano, vero e proprio riferimento per tutti gli appassionati di libri, musica, film, tecnologia ed eventi, in grado di ospitare 2 milioni di clienti ogni anno.

In una suggestiva location su due piani con vista Duomo, il nuovo Caffè offre un luogo di ritrovo e di ristoro, dove il clima conviviale, una cucina varia e dal tocco gourmet, abbinata a un allestimento floreale e colorato, creano l’ambiente giusto dove sostare in compagnia, leggere un buon libro o un quotidiano prima di riprendere le attività della giornata.

Dalla colazione al break di metà mattina o pomeriggio con le diverse miscele di caffè, i tè aromatici, le bevande e i dolci; dal pranzo alla cena, dove poter gustare sfiziosi primi e secondi; fino ad arrivare all’aperitivo, per tutti gli appassionati di drink e buffet: tutto è studiato nei minimi dettagli per offrire delle vere e proprie esperienze gastronomiche grazie alla varietà delle proposte, ideate per ogni occasione. Sarà inoltre possibile gustare specialità realizzate in collaborazione con gli chef di Terrazza Calabritto.

Il Gruppo OD Store ha conquistato il gusto degli italiani grazie alla più grande catena italiana di prodotti dolci e salati, presente a Milano e in Italia con più di 50 punti vendita.

Il concept del Caffè è stato realizzato dall’architetto Franco Costa (Costagroup), il progetto tecnico è stato curato da Studio Marsan.

Il Caffè di Mondadori Store e Gruppo OD Store è aperto tutti i giorni, da lunedì a mercoledì dalle ore 7 alle 22, da giovedì a domenica dalle ore 7 alle 23.

st art. L’arte per tutti presenta “Contaminazioni” di Alessandro Gretter

In mostra fino al 19 maggio nel Mondadori Megastore di via Marghera a Milano

In un rinnovato spazio eventi al secondo piano del Mondadori Megastore di via Marghera torna l’appuntamento con st art. L‘arte per tutti, il progetto di Mondadori Store dedicato all’arte contemporanea qui curato dalla Canova, incubatore di progetti culturali e creazioni artistiche specializzato nell’ideazione e la progettazione di mostre ed eventi. Venerdì 10 maggio alle ore 20.00 il nuovo ciclo sarà aperto dal vernissage della mostra “Contaminazioni” di Alessandro Gretter, con la partecipazione dell’artista e la presenza di tutti gli organizzatori dell’evento.

Alessandro Gretter è nato a Trento nel 1987. La sua vita è sempre stata caratterizzata da una forte passione per l’arte, in particolare la pittura. Questa passione lo ha guidato attraverso i suoi studi all’Accademia di Belle Arti G.B Cignaroli a Verona, ambiente in cui ha avuto la grande opportunità di sperimentare e provare la sua arte, sviluppando i suoi progetti. È frequentando i più grandi templi dell’arte di New York quali il MoMa, Guggenheim e Metropolitan, che il suo stile ha trovato la giusta metrica per imporsi in modo forte nel panorama artistico. È da lì che ha iniziato a raccontare le espressioni umane, soffermandosi sulle espressioni di rabbia, furia e odio, attraverso le quali ha cercato di raggiungere l’anima con l’occhio di chi guarda le sue opere. Bristol, diventa la sua terra per due anni dopo la laurea ed è quell’Inghilterra che gli consente i primi contatti internazionali dandogli anche la possibilità di esposizioni con un più ampio palcoscenico.

È stato l’inizio di un qualcosa. Ad oggi, vive e lavora a Trento, incantando e allo stesso tempo ammaliando il pubblico che apprezza le sue opere. Rosso, nero e bianco sono le tinte forti che l’artista utilizza per dare “tono” ai suoi racconti.

Per l’occasione verrà pubblicato il catalogo della mostra che sarà disponibile nei Mondadori Store.

Interverranno all’inaugurazione:

Angelo Crespi – Curatore progetto St Art – l’arte per tutti
Amedeo Demitry – Canova srl
Alessandro Gretter – Artista
Emanuele Lamaro – Canova srl
Francesco Riganti – Direttore Marketing Mondadori Retail

st art. L’arte per tutti
CONTAMINAZIONI di Alessandro Gretter
Inaugurazione: venerdì 10 maggio ore 20.00 – Opere esposte fino al 19 maggio
Mondadori Megastore di via Marghera, via Marghera 28, Milano
Orari: 10.00 – 23.00 | Ingresso mostra: libero | www.mondadoristore.it | #StartInStore

st art. L’arte per tutti presenta #SELFIEADARTE di Clelia Patella

In mostra fino al 2 giugno nel Mondadori Megastore in Duomo a Milano

Martedì 14 maggio alle ore 19.00, nello spazio eventi al 3° piano del Mondadori Store di piazza Duomo, “st art. L’arte per tutti” presenta la mostra #Selfieadarte di Clelia Patella, art influencer che ha rivoluzionato in modo ironico la visione e la fruizione dell’arte. In occasione del vernissage verrà presentato il volume “Selfie ad arte. L’arte al tempo dei social”, di Clelia Patella, con prefazione di Vittorio Sgarbi, edizioni Ultra.

Clelia Patella è l’inventrice dei Selfie ad Arte. Da anni gira incessantemente musei, vernissage e fiere fotografandosi con quadri, sculture, installazioni creando, dunque, “l’opera nell’opera”. “Selfie ad arte. L’arte al tempo dei social” è il racconto in prima persona della messa a punto progressiva di un nuovo modo di raccontare l’arte, che parte dell’esperienza di Clelia con “Walk in Art: una mostra in tre minuti”, ancora legata al linguaggio del video, e arriva a questo nuovo format, che di fatto nasce dall’idea di comprimere al massimo immagine e linguaggio, sino allo spazio di un solo fotogramma, in cui è condensata la più alta quantità di narrazione possibile intorno all’arte.

“Selfie ad arte” è ora il titolo di un libro quindi, ma prima è stato il titolo di una mostra, e ancor prima, semplicemente, un modo di vivere l’arte – afferma Angelo Crespi, curatore di st art. “In questi anni Clelia Patella, giornalista e art influencer, e a questo punto artista, ha girato i musei e le mostre di mezzo mondo, fotografandosi davanti alle opere d’arte esposte, immedesimandosi perfettamente con esse attraverso travestimenti, mascheramenti, o semplici accostamenti, tanto da diventarne parte, o addirittura finendo a modificarne il senso, riuscendo da un’opera a produrne una nuova differente, altrettanto significativa. Il suo è stato un gioco, a metà tra la performance e la sottile ironia di utilizzare il selfie per dissacrare il mondo dell’arte che, al di là delle innumerevoli boutade, si prende sempre troppo sul serio. Il primo risultato è una serie di scatti, appunto i selfieadarte che, da semplici autoritratti, sono diventati specchi per vedere e capire l’arte, soprattutto quella contemporanea, immagini che poi Clelia ha pubblicato attraverso Instagram fino a diventare una delle vere trend setter del settore. Il secondo risultato è il libro eponimo (“Selfie ad arte. L’arte al tempo dei social”, edizioni Ultra), in cui Clelia racconta in modo molto divertente la propria esperienza, ma che alla fine diventa un piccolo gustoso trattato quasi di semiotica, in cui si cerca di analizzare dal punto di vista sociologico e filosofico l’art system nel suo incontro-scontro con la realtà dei social. Perché alle spalle di tanta giocosità e apparente leggerezza, c’è anche lavoro, preparazione, intelligenza: “I miei selfie” scrive Clelia, “possono sembrare il risultato di un atto spontaneo, fulmineo, un gesto che mima una forma, gioca con l’immagine e i suoi rimandi, scherza sulla compresenza di oggetti inanimati e di una performer che dovrebbe in un determinato spazio uniformarsi all’atteggiamento di tutti e limitarsi a guardare, e invece instaura un rapporto diverso con le opere, ludico e allusivo, usando il registro comico e quello grottesco; in qualche modo però quell’atto e quel gesto sono il risultato di una condensazione consapevole, che passa attraverso tutte le esperienze che ho fatto: moda, pubblicità, Tv show, radio”.

CLELIA PATELLA

Salentina di nascita e milanese di rinascita, presentatrice in tv e speaker in radio, decide di dedicarsi all’arte, prima con il suo blog Artos e poi per diverse testate, tra cui “Artslife” e “Il Giornale”, visita e racconta le mostre del momento e gli artisti più influenti. Con il “Selfie ad Arte” si è inventata un format che mira ad avvicinare il pubblico alle opere, in una prospettiva di reinvenzione iconografica mutuata dalle nuove tecnologie dell’imaging.

Mondadori Store presenta “OFF”, la nuova rassegna condotta da Edoardo Sylos Labini

Il Mondadori Megastore di Piazza Duomo a Milano accoglierà ogni mese un volto noto della cultura, dello sport e dello spettacolo

Lunedì 17 settembre prende il via “OFF”, la nuova rassegna ideata e condotta da Edoardo Sylos Labini e promossa da Mondadori Store, che richiamerà all’interno dello spazio eventi del Mondadori Megastore di Piazza Duomo a Milano alcuni tra i personaggi più famosi e amati dal grande pubblico.

Giusy Versace, Roberta Bruzzone, Vittorio Sgarbi, Raul Cremona, Vladimir Luxuria e Carlo Cracco sono alcuni dei protagonisti degli 8 incontri in programma a partire dalla prossima settimana: un appuntamento al mese fino ad aprile 2019 animerà il tardo pomeriggio milanese, svelando curiosi retroscena sulla vita privata e lavorativa di volti noti dello spettacolo, dello sport e della cultura.

Ad incontrarli sarà Edoardo Sylos Labini che, accompagnato dalla chitarra e dalla voce del cantautore Daniele Stefani, darà alle sue interviste OFF una nuova forma: l’eclettico artista romano vestirà i panni di conduttore all’interno di un “salotto” reso ancor più informale e accattivante da immagini inedite degli ospiti e dalla costante interazione con il pubblico, che potrà interfacciarsi dal vivo con i propri beniamini.

“Per un artista, l’intervista spesso è come un provino”, rivela Edoardo Sylos Labini. “Ci può essere tensione se non si crea empatia col giornalista, e se non ci si sente a proprio agio a volte si dicono cose nelle quali poi non ci si ritrova. Passando dall’altra parte, invertendo il ruolo, ho cercato di far sentire l’intervistato come nel salotto di casa con un amico, nella propria intimità. Così sono nate le interviste OFF lanciate dal mio webmagazine ilgiornaleOFF.it, che svelano gli aspetti più segreti della vita e della carriera di un personaggio. Ora sono felice che approdino negli store Mondadori”.

“L’iniziativa riprende e sviluppa il format di Manzoni Cultura, che ci ha visto al fianco di Sylos Labini l’anno scorso – dichiara Francesco Riganti, direttore marketing di Mondadori Retail – e prevede una serie di nuovi e piacevoli incontri con personalità provenienti da vari ambiti, dallo sport all’arte, dal mondo dell’informazione alla gastronomia. A fare da cornice sarà l’elegante location del nostro megastore di Piazza Duomo, da oltre dieci anni punto di riferimento per la cultura milanese. Un polo di aggregazione e incontro irrinunciabile per tutta la città, in cui gli ospiti di ‘OFF’ potranno raccontarsi in modo spontaneo e insolito, condividendo emozioni, aneddoti e storie interessanti sulla loro vita pubblica e privata”.

Ad inaugurare la rassegna, lunedì 17 settembre alle 19.00, sarà Giusy Versace, l’atleta paralimpica, medaglia d’argento e di bronzo ai Campionati Europei di Grosseto del 2016, che negli ultimi anni ha dimostrato brillanti capacità nella conduzione televisiva e nella recitazione teatrale.

Il cartellone di OFF al Mondadori Megastore di Piazza Duomo proseguirà poi il 17 ottobre, sempre alle 19.00, con il filosofo e saggista Diego Fusaro, e il 7 novembre con la criminologa e psicologa Roberta Bruzzone. L’ultimo appuntamento del 2018, in programma il 3 dicembre, vedrà protagonista il critico d’arte Vittorio Sgarbi. L’11 gennaio 2019 sarà il turno di Serena Bortone, giornalista e conduttrice televisiva.

Dall’informazione alla magia, con la simpatia di Raul Cremona, che il 5 febbraio racconterà aneddoti sul mondo della prestidigitazione. Di identità sessuale e diritti civili si parlerà l’8 marzo, data che vedrà nel salotto di Sylos Labini il faccia a faccia tra lo scrittore Nino Spirlì e Vladimir Luxuria, attivista, autrice teatrale e conduttrice televisiva. A chiudere la rassegna, il 16 aprile 2019, sarà lo chef stellato Carlo Cracco, affiancato da uno chef donna del gruppo Elior che svelerà al pubblico qualche segreto per le occasioni speciali.

Media partner dell’iniziativa sarà il web magazine IlGiornaleOff.it, l’approfondimento online dell’inserto del sabato de Il Giornale, diretto da Edoardo Sylos Labini. Sponsor ufficiali della rassegna: Artisti Annuario Internazionale di Arte Contemporanea, Elior, Felicia e Lineapelle.

Il calendario completo della rassegna OFF è disponibile al sito: https://eventi.mondadoristore.it/it/