Sostenibilità

Il Gruppo Mondadori lancia il progetto genitorialità

Il progetto, che fornisce un supporto concreto ed efficace, si articola in un manifesto valoriale e un parental kit con un servizio di counseling individuale

L’iniziativa fa parte di Mondadori Care, il nuovo piano aziendale che mette al centro il concetto di cura nel suo significato più ampio, come cura di sé, dei propri figli, dei propri genitori e della società

Il Gruppo Mondadori rafforza il proprio impegno nella promozione di una cultura aziendale sempre più inclusiva con il lancio del progetto genitorialità.

Si tratta di una nuova iniziativa che offrirà a tutti i neo-genitori del Gruppo un supporto concreto in una fase di forte cambiamento, con l’obiettivo di far vivere in modo inclusivo un evento molto importante della loro vita.

La conciliazione tra vita lavorativa e privata e l’attenzione alle esigenze delle persone sono infatti ambiti che vedono Mondadori sempre più impegnata, attraverso progetti di Diversity & Inclusion che valorizzano l’unicità dei singoli: webinar tematici con contributi autoriali esterni, attività, servizi e survey – che si affiancano alle iniziative di welfare aziendale – per promuovere un confronto aperto e offrire strumenti che favoriscano il benessere delle persone.

Il nuovo progetto genitorialità del Gruppo Mondadori si inserisce all’interno di Mondadori Care, un piano aziendale che mette al centro il concetto di cura nel suo significato più ampio, come cura di sé, dei propri figli, dei propri genitori e della società.

“La riflessione da cui è nata Mondadori Care parte dalla consapevolezza che chi lavora nel nostro Gruppo, oltre alla sfera lavorativa, vive una molteplicità di altre dimensioni personali, come per esempio la nascita di un figlio, che spesso comportano carichi di cura importanti. Con queste iniziative vogliamo essere a fianco delle nostre persone anche nei momenti più delicati delle loro storie di genitori, di figli, e di membri della società in cui viviamo. Vogliamo ascoltare con attenzione le loro esigenze e mettere a disposizione competenze e strumenti, rinforzando così anche il loro senso di appartenenza a Mondadori”, ha dichiarato Francesca Rigolio, Chief Diversity Officer del Gruppo Mondadori.

Il manifesto

A dare il via al progetto genitorialità il lancio di un manifesto, espressione di valori in cui il Gruppo crede, anche in un’ottica di sviluppo della cultura aziendale.
Sei i punti in cui si declina l’approccio di Mondadori alla genitorialità, intesa come:
1. patrimonio sociale: per favorire una visione di genitorialità come moltiplicatore di benessere da promuovere sia all’interno del Gruppo sia nelle sedi istituzionali tramite il dialogo e confronto;
2. responsabilità condivisa: per supportare un’equa ripartizione dei carichi di cura nella famiglia superando stereotipi di genere;
3. discontinuità organizzativa ed emotiva: per favorire un confronto aperto e un approccio costruttivo, in modo da trasformare la temporanea assenza di una persona in un’opportunità di crescita personale, professionale e organizzativa;
4. conciliazione tra realizzazione professionale e personale: per ascoltare con attenzione le esigenze di chi affronta questo momento di cambiamento e promuovere strumenti di flessibilità e di welfare che permettano un migliore equilibrio tra aspirazioni individuali e esigenze organizzative;
5. rapporto di cura e affetto libero da stereotipi e convenzioni sociali: per estendere il supporto, tramite gli strumenti di legge a disposizione, a qualsiasi genitore e tipo di coppia, senza limitare la definizione di rapporto affettivo e di cura;
6. scelta libera e non condizionata: per supportare la genitorialità come scelta e non come obbligo al fine di rispettare sia coloro che scelgono legittimamente di non avere figli sia coloro che non riescono a diventare genitori.

Clicca qui per il manifesto completo. 

Parental kit

Per offrire un supporto concreto ai neo-genitori, il progetto prevede inoltre un parental kit che raccoglie tutti gli strumenti e le informazioni utili per pianificare al meglio il periodo prima, durante e dopo il congedo, dall’annuncio in azienda alla fase preparatoria fino al rientro.

Il parental kit è costituito da: una check list con indicazioni e suggerimenti pratici per organizzare al meglio questi mesi; un parental book con i dettagli normativi sulla maternità e paternità in Italia, oltre al regolamento interno di Gruppo; un servizio di counseling individuale dedicato alle nostre persone con figlie e figli fino ai 3 anni di età. Uno spazio di ascolto e di riflessione nel quale confrontarsi su eventuali dubbi relativi al rientro dal congedo, sui processi evolutivi e le eventuali difficoltà dell’essere genitori.

MONDADORI CARE

Il piano di iniziative di Mondadori Care, oltre al progetto genitorialità, ha visto tra le sue prime azioni il servizio sviluppato insieme all’associazione Atelier della Mente che, attraverso un percorso gratuito di colloqui di orientamento personalizzati, vuole dare una risposta concreta a chi è chiamato a prendersi cura di un parente con sospetto di decadimento cognitivo. Una tematica sociale sempre più diffusa a livello nazionale, come emerso anche in recenti ricerche che evidenziano come in Italia 1 lavoratore su 3 si faccia carico della cura di un familiare anziano o non autosufficiente e che la grande maggioranza dei caregivers (70%) sono donne di età compresa tra i 45 e i 55 anni (fonte: dati Istat).

Nel corso dell’anno Mondadori Care lancerà ulteriori iniziative volte a seguire il percorso di crescita delle figlie e dei figli delle persone del Gruppo con anche delle opportunità nell’orientamento scolastico.

PIANO TRIENNALE DI SOSTENIBILITÀ

Il progetto genitorialità è uno degli obiettivi per il 2023 del Piano triennale di sostenibilità del Gruppo Mondadori. All’interno del documento sono stati individuati ambiti strategici, target quantitativi e qualitativi, e azioni di breve e medio periodo finalizzati al miglioramento continuo delle performance in termini sociali, di governance e ambientali.

Il Piano si articola in tre macro ambiti di riferimento, coerenti con gli obiettivi globali dell’Organizzazione delle Nazioni Unite:

  • “Social”: valorizzazione di persone, contenuti e luoghi per l’educazione e la cultura;
  • “Governance”: promozione del successo sostenibile del business;
  • “Environment”: diffusione della cultura ambientale e mitigazione degli impatti sugli ecosistemi.

Insieme aiutiamo l’Emilia-Romagna

Mondadori Media e Banca Mediolanum insieme a tutti e tutte per l’Emilia-Romagna

L’inferno di acqua e di fango che ha colpito in questi giorni l’Emilia-Romagna, regione del sorriso e dell’amicizia, ci spinge ad aiutare le persone che hanno perso tutto, le imprese che dopo la tragedia dovranno ripartire e il territorio.

Per questo motivo Mondadori Media e Banca Mediolanum hanno avviato l’iniziativa di raccolta fondi “INSIEME aiutiamo l’Emilia Romagna”, coinvolgendo lettori, follower, clienti e amici.

Il conto corrente dedicato è:
IBAN IT54O0306234210000002727272
Intestato a “BANCA MEDIOLANUM”
Causale: “INSIEME AIUTIAMO L’EMILIA ROMAGNA”

Insieme, grazie alla generosità di tutti e tutte, aiutiamo l’Emilia-Romagna a risollevarsi, devolvendo ogni euro donato alla raccolta fondi ufficiale della Regione Emilia-Romagna per sostenere persone e comunità colpite dalle recenti calamità quali alluvioni e frane.

Per i docenti le tematiche prioritarie in ambito ESG sono “Promozione della lettura”, “Promozione dello Sviluppo Sostenibile” e “Istruzione e mondo delle scuole”

Questi i risultati della survey condotta dal Gruppo Mondadori su 4.800 insegnanti

“Promozione della lettura e della crescita socio culturale”,  “Promozione dello Sviluppo Sostenibile” e “Istruzione e mondo delle scuole”: sono queste le tre tematiche di sostenibilità che circa 4.800 docenti italiani  hanno definito come più rilevanti, considerando gli impatti generati dal Gruppo Mondadori in ambito ambientale, sociale e di governance.

L’indagine è stata realizzata dal Gruppo Mondadori, primo editore in Italia nel mercato dei libri scolastici con le case editrici Mondadori Education, Rizzoli Education e D Scuola, nell’ambito dell’attività di stakeholder engagement che l’azienda ogni anno porta avanti per la Dichiarazione consolidata di carattere non finanziario.

La survey, condotta attraverso un questionario online, ha raccolto le opinioni del corpo docenti di scuole primarie (28%) e secondarie di primo (26%) e secondo (46%) grado di tutte le regioni d’Italia. 

Un momento di ascolto – esteso anche ad altre categorie di portatori di interesse – importante per identificare gli ambiti ESG prioritari per Mondadori, sui quali il Gruppo continuerà a impegnarsi in futuro con determinazione e attenzione in un’ottica di miglioramento continuo. L’analisi è stata sviluppata in coerenza con le linee guida strategiche del Piano triennale di Sostenibilità definito da Mondadori nel 2022.

“Le nostre case editrici di scolastica dedicano grande attenzione all’ascolto delle aspettative e necessità dei docenti, interlocutori sempre più strategici per il nostro Gruppo. In quest’ottica la survey che abbiamo condotto, insieme ai focus group e alle attività che promuoviamo sul territorio, sono diventate ormai una pratica consolidata per monitorare le esigenze degli insegnanti e  sviluppare strumenti didattici e servizi sempre più innovativi e accessibili. Grazie a questo dialogo costante vogliamo consolidare il nostro impegno nell’offrire contenuti sempre più approfonditi e ampi sulle tematiche di sostenibilità e sull’Agenda 2030. Già da qualche anno questi temi trovano un importante spazio non solo nei nostri libri di testo, ma anche nelle iniziative concrete volte alla formazione dei docenti e alla crescita delle nuove generazioni”, ha dichiarato Gian Luca Pulvirenti, Amministratore delegato di Mondadori Scuola. 

I risultati della survey

Entrando nel dettaglio della survey, gli insegnanti sono stati chiamati a valutare – attribuendo un punteggio su una scala 1 a 5 – le tematiche di sostenibilità più rilevanti sulla base delle proprie aspettative, considerando gli impatti generati dal Gruppo Mondadori in ambito ESG. 

  • Il tema considerato come prioritario dal corpo docenti è la “Promozione della lettura e della crescita socioculturale”
  • al secondo posto “Promozione dello Sviluppo Sostenibile”
  • segue la tematica “Istruzione e mondo delle scuole”;
  • al quarto posto “Diversità, equità e inclusione”;
  • particolare attenzione anche alla tematica ambientale Climate change e biodiversità”.

La seconda parte dell’indagine ha messo inoltre in evidenza tra l’altro quali sono i principali ambiti di sostenibilità su cui, secondo i docenti, il Gruppo dovrebbe concentrarsi nel breve – medio periodo.
La maggior parte dei rispondenti ritiene prioritario, anche in questo caso, che Mondadori continui a focalizzare l’attenzione sull’educazione allo Sviluppo Sostenibile, le iniziative volte alla Promozione della lettura e della cultura ambientale. Tre ambiti su cui il Gruppo è già fortemente impegnato attraverso le sue case editrici con obiettivi qualitativi e quantitativi definiti all’interno del Piano di Sostenibilità.

Focus lancia “Quanto sei ecosapiens?”, il dossier dedicato alla sostenibilità e all’ambiente

All'interno del numero di aprile un manuale trasversale e completo per accrescere le proprie conoscenze ecologiche.

Focus, il brand del Gruppo Mondadori leader nella divulgazione scientifica, è in edicola questo mese con il dossier Quanto sei ecosapiens?, uno speciale dedicato alla sostenibilità, per aiutare i lettori ad accrescere la propria preparazione ecologica. 

Un vero e proprio manuale di trenta pagine, utile a tutti coloro che desiderano saperne di più sulla transizione ecologica, realizzato in collaborazione con Asvis (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile).

I lettori del mensile più letto d’Italia, curiosi amanti della scienza e della scoperta, potranno approfondire la loro conoscenza in termini di sostenibilità. L’approccio del dossier Ecosapiens, completo e trasversale, prevede un breviario che fornirà informazioni dalla A alla Z sull’educazione ambientale. Saranno presentati anche dati e cifre utili per calcolare l’impronta quotidiana di impatto ambientale, oltre ad un test per misurare e scoprire la sostenibilità personale.

Focus lancia "Quanto sei ecosapiens?"

Il magazine, da sempre attento a soddisfare la curiosità e la voglia di conoscenza del pubblico, ha anche realizzato un reportage incentrato sui quartieri di Helsinki dove si vive a impatto zero. Ad arricchire il progetto, immagini e racconti concreti e dettagliati con l’obiettivo di fornire ai lettori una visione completa e realistica di come sia possibile ridurre l’impatto ambientale della propria vita quotidiana.

E se non ci fossero stati gli idrocarburi? è il titolo dell’articolo di Focus che affronterà un tema molto dibattuto: l’importanza dell’utilizzo dei combustibili fossili. L’obiettivo non è quello di giustificare il petrolio, ma di far capire quanto sia stato importante finora il loro utilizzo, in termini di sviluppo tecnologico e di miglioramento della qualità della vita.

Il numero di aprile di Focus, con il suo approccio completo e multidisciplinare all’ambiente, rappresenta un’occasione unica per riflettere sulle proprie abitudini quotidiane a favore della sostenibilità e sul ruolo che ognuno di noi può avere nella salvaguardia del nostro pianeta.

Incarta un libro, regala un futuro: Oxfam Italia e Mondadori Store ancora insieme a Natale per garantire un’educazione inclusiva per tutti

È possibile donare presso le librerie Mondadori in tutta Italia

Garantire un’educazione inclusiva per tutti: questo l’obiettivo che, anche quest’anno, per il secondo anno consecutivo, Oxfam lancia insieme a Mondadori Store attraverso il progetto natalizio “Incarta un libro, regala un futuro”.

Questa iniziativa si inserisce nell’ambito di una partnership che vede Mondadori Store e Oxfam insieme in attività volte ad aiutare e sostenere la parte più vulnerabile della nostra società.

Un impegno concreto, da parte della prima rete di librerie in Italia, per offrire un contributo all’educazione di bambini e ragazzi in contesti socialmente difficili. Oxfam è infatti attiva da oltre 20 anni in Italia e nel mondo in programmi di lotta alla povertà educativa.

L’attività del 2021, anno di partenza della partnership, ha generato una raccolta fondi per oltre 127 mila euro destinati a progetti che garantiscano equità e pari opportunità di accesso e successo scolastico agli studenti più fragili in Italia. In particolare Oxfam e Mondadori Store hanno contribuito alla creazione e gestione di percorsi di accompagnamento allo studio per 500 alunni italiani e stranieri fragili, per recupero scolastico, aiuto allo studio e supporto motivazionale e attività di mentoring per studenti fragili delle scuole secondarie di entrambi i gradi.

Durante l’anno, inoltre, Oxfam e Mondadori Store hanno unito nuovamente le forze a favore dell’Ucraina, sostenendo, con fondi pari a 6 mila euro, progetti che hanno favorito l’inclusione dei profughi provenienti dall’Ucraina, fornendo sostegno nell’accesso ai servizi grazie alla mediazione linguistico-culturale e avviando percorsi di accompagnamento allo studio per 30 alunni ucraini per favorire l’inserimento scolastico e la socializzazione nelle comunità in cui sono accolti.

Questo Natale si potrà supportare il lavoro di Oxfam per i più fragili con il progetto “Incarta un libro, regala un futuro”: fino al 24 dicembre sarà possibile farsi impacchettare i regali di Natale da uno degli oltre 100 volontari Oxfam presenti nelle 64 librerie Mondadori aderenti nelle principali città italiane.

Con una piccola donazione si potrà sostenere l’iniziativa di Oxfam e Mondadori Store per garantire equità e pari opportunità di accesso e successo scolastico agli studenti più fragili, aiutando bambini e ragazzi che in questo momento sono a rischio di esclusione educativa in Italia.

Sarà possibile contribuire al progetto anche online, donando attraverso la pagina Oxfam dedicata su www.oxfamitalia.org/mondadori .

Dall’inizio della pandemia Oxfam sta intensificando anno dopo anno il proprio lavoro per contrastare l’abbandono scolastico e la povertà educativa, migliorando l’accesso ai servizi socio-educativi delle tante famiglie in grave difficoltà economica, oggi alle prese con l’impatto sempre più forte del “caro vita”. Un impegno che per l’anno scolastico appena iniziato sarà realizzato in oltre 30 scuole, assieme a più di 3 mila studenti e centinaia di docenti. Grazie al lavoro comune con tanti partner locali e nazionali, istituzioni e realtà del terzo settore.

Studenti e docenti avranno così la possibilità, frequentando laboratori e corsi, ad esempio, di sperimentare nuove pratiche didattiche volte a rafforzare le competenze scolastiche, eliminare le disuguaglianze di genere nelle scuole e sviluppare nuove competenze digitali.

Per affrontare il problema dell’inserimento scolastico dei ragazzi ucraini arrivati in Italia, Oxfam ha inoltre avviato dalla fine dello scorso anno scolastico un intervento di mediazione linguistica e accompagnamento in 15 scuole primarie e secondarie che prosegue per il nuovo anno scolastico. Un percorso delicato, che in alcuni casi si svolge unitamente alla didattica a distanza che alcune scuole ucraine hanno continuato a offrire agli studenti, ma che col passare dei mesi, e la prosecuzione della guerra, sta divenendo essenziale.

“La nostra sfida è rispondere ai cambiamenti imposti dalla pandemia nel corso degli ultimi 2 difficilissimi anni scolastici – ha detto Roberto Barbieri, direttore generale di Oxfam ItaliaUn impegno che rivolgeremo soprattutto a quei ragazzi che nelle “periferie” delle nostre città, vivono condizioni di maggior disagio sociale e rischiano così di essere lasciati indietro. vogliamo anche sostenere bambini e ragazzi arrivati nel nostro paese, che oggi stanno cercando di tornare ad una parvenza di normalità. A livello nazionale oggi soltanto la metà degli studenti al termine della scuola superiore raggiunge livelli adeguati nelle competenze di base e il 13,1% degli studenti abbandonano prima gli studi. Una realtà che pone l’Italia ben lontana dall’obiettivo europeo di riduzione al 9% del tasso di abbandono scolastico e che continua a riguardare, soprattutto i giovani stranieri, che per ben il 35,4% lasciano prima la scuola. Sono dati allarmanti, che dimostrano quanto ancora resti da fare e quanto sia necessario farlo tutti insieme. Per questo vogliamo ringraziare Mondadori Store, per il sostegno grazie a cui potremo essere ancora più efficaci.

“L’esclusione scolastica rischia di diventare una realtà ancora più evidente per alcune fasce della popolazione, in un contesto globale di incertezza e di crisi economica come quello che stiamo vivendo. Come editori e librai abbiamo la responsabilità di offrire il nostro supporto per garantire un futuro migliore a bambini e ragazzi. Continua pertanto il nostro impegno a fianco di Oxfam, consapevoli che la cultura e l’educazione sono canali primari per favorire l’inclusività, la coesione sociale e la crescita di tutti noi, in linea con gli obiettivi di sostenibilità di tutto il Gruppo Mondadori”, ha dichiarato Francesco Riganti, direttore marketing di Mondadori Retail.

L’iniziativa di Mondadori Store con Oxfam si inserisce nel percorso di responsabilità sociale che il Gruppo Mondadori ha intrapreso da tempo, anche attraverso una serie di attività a sostegno delle comunità, dalla promozione della lettura e dell’istruzione alla formazione e all’assistenza sociale e sanitaria.

 

CLAIM GLOBALE

INCARTA UN LIBRO REGALA UN FUTURO

HASHTAG PARTNER

#SIAMOOXFAM #MONDADORISTOREXOXFAM

TAG

@OXFAMITALIA @MONDADORISTORE

 

 

 

About Oxfam

Oxfam è un movimento globale di persone che, in 87 Paesi nel mondo, combattono le disuguaglianze per vincere la povertà. Oxfam salva e ricostruisce le vite nelle emergenze, promuove lo sviluppo sostenibile e si batte per costruire un futuro senza disuguaglianze in cui tutti, ovunque, abbiano garantiti i propri diritti essenziali e nessuno sia lasciato indietro.

About Mondadori Store

Mondadori Store è il più esteso network di librerie in Italia: un presidio culturale attivo su tutto il territorio nazionale grazie a oltre 500 punti vendita diffusi dalle grandi città ai centri più piccoli, online con il sito di e-commerce Mondadoristore.it e la formula bookclub. È a fianco di lettori e utenti attraverso una proposta che, al libro – al centro dell’offerta – affianca esperienze di intrattenimento, eventi e servizi multicanale, raggiungendo ogni anno oltre 20 milioni di clienti. L’iniziativa di Mondadori Store con Oxfam si inserisce nel percorso di responsabilità sociale che il Gruppo Mondadori ha intrapreso da tempo, anche attraverso una serie di attività a sostegno delle comunità, dalla promozione della lettura e dell’istruzione alla formazione e all’assistenza sociale e sanitaria.

#Leparolechesiamo, la scuola che vogliamo: concluso con successo il crowdfunding per i due progetti vincitori del concorso lanciato da Mondadori Education e il Nuovo Devoto-Oli

Raccolti oltre 15.000 euro da 152 sostenitori su Produzioni dal Basso per i due dei progetti vincitori del concorso di Mondadori Education e il Nuovo Devoto-Oli che mette al centro gli studenti e i loro progetti per costruire la scuola del futuro

Giunge al termine il concorso per le scuole #Leparolechesiamo, la scuola che vogliamo, promosso per ribadire il tema della centralità della scuola nella costruzione di un futuro da Mondadori Education e il Nuovo Devoto-Oli, insieme a Università Cattolica del Sacro Cuore, per la parte di ricerca scientifica, e Intesa Sanpaolo, Gruppo sempre più impegnato nella promozione di iniziative concrete a sfondo sociale.

Obiettivo del concorso scoprire come gli studenti vorrebbero la scuola di domani, a partire dalle tre direttrici fondamentali per uno sviluppo armonioso: inclusione, sostenibilità e innovazione. Oltre 4000 ragazzi in 200 scuole si sono messi in gioco in un percorso a tappe lungo un anno che ha portato a candidare per la raccolta fondi oltre 100 progetti, tra i quali un board di esperti ha poi selezionato i due vincitori che hanno beneficiato della campagna lanciata su Produzioni dal Basso – prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Con i 15.000 € raccolti in poco più di due mesi da oltre 150 sostenitori, i due progetti potranno diventare realtà.

Capofila del progetto Mondadori Education, da sempre impegnata a fianco di studenti e insegnanti nel supportare la scuola con azioni concrete, che ha sostenuto i progetti non solo con un incentivo economico ma soprattutto attivando la sua forza promozionale, nell’intento di contribuire fattivamente alla realizzazione della scuola del futuro auspicata dai ragazzi. Un passaggio essenziale dalle parole ai fatti che, accompagnando la raccolta dei fondi necessari a trasformare i desideri dei ragazzi in realtà, realizza almeno in parte il sogno di una scuola migliore.

I due progetti che vedranno la luce sono:

A scuola con gusto”, ideato dalle studentesse e dagli studenti della scuola media “Rina Monti Stella” di Verbania, che hanno immaginato la loro “scuola ideale” prendendo in considerazione i cinque sensi: una scuola da vedere, da annusare, da ascoltare, da toccare e da gustare… in un luogo da vivere con “tutti i sensi” è emersa la necessità di un laboratorio di cucina e di scienze, proprio per poter sperimentare attraverso l’uso del cibo, che diventa un materiale educativo a tutti gli effetti. La somma raccolta rende possibile  l’acquisto degli arredi necessari: lavelli, piano cottura, frigo, piani di lavoro e dispense per la cucina, insieme a tavoli modulari, apparecchiature scientifiche ed elettroniche, scaffali e bacheche espositive per il laboratorio di scienze.

Il Cineteatro a scuola: alziamo il sipario sul futuro” della scuola superiore ”Euclide” di Bova Marina (Reggio Calabria), che mette al centro il teatro come forma di istruzione da includere nelle attività scolastiche: l’obiettivo del progetto è proprio quello di realizzare un Cineteatro e una cineteca all’interno dell’Istituto, dove mettere in scena quanto appreso in classe e dove poter imparare in modo alternativo, superando i limiti di uno studio esclusivamente condotto sui libri di testo.

Cineteca e teatro diventeranno inoltre veri e propri “punti di riferimento culturali” aperti all’intera comunità, ospitando utenti esterni, ma anche associazioni e altre realtà locali. I fondi raccolti verranno utilizzati per acquistare gli arredi necessari alla rigenerazione dello spazio, come poltroncine, sipario, armadietti, panche, una parete con porta a scomparsa, e pannelli per isolamento acustico.

Anna Spinelli vince ai Nudge Global Impact Awards 2022

Anna Spinelli, editor del Battello a Vapore, ha rappresentato il Gruppo Mondadori all’ultima Nudge Global Impact Challenge e ha vinto con un originale progetto editoriale.

Grazie a un’iniziativa editoriale contro lo spreco alimentare, la nostra editor Anna Spinelli ha vinto il Nudge Global Impact Award 2022. Durante la serata di gala al Palazzo della pace dell’Aia, nei Paesi Bassi, una giuria internazionale ha ascoltato la presentazione dei sei progetti finalisti dell’ultima Nudge Global Impact Challenge e ha deciso di premiare il lavoro di Anna.

Il tema dell’edizione 2021/2022 era Balancing our planet: un chiaro rimando alla necessità di far fronte agli eventi negativi che stanno colpendo sempre più il nostro pianeta, in primis i cambiamenti climatici e la pandemia. 

 

Partendo da questa ispirazione, Anna Spinelli ha ideato un manuale per educare bambini e ragazzi dai 6 ai 10 anni sul tema dello spreco in cucina in collaborazione con Too Good To Go, l’applicazione numero uno nella lotta contro lo sperpero di alimenti. 

Il libro, oltre a illustrare quanto cibo viene gettato nel mondo e quanto questo sia grave in termini ambientali e sociali, offre tanti consigli utili per tutti su come ridurre in modo sensibile gli sprechi in cucina. Tra le varie ricette suggerite compare anche il contributo dello chef stellato Carlo Cracco.

Un progetto che è già diventato realtà: “Il manuale antispreco di To Good To Go”, edito dal Battello a Vapore, è disponibile in tutte le librerie, fisiche e virtuali, dallo scorso 31 maggio.

Oltre all’elevata qualità, l’iniziativa editoriale di Anna sposa anche perfettamente uno dei pilastri del nostro piano di sostenibilità che, in ambito ambientale, vuole contribuire alla diffusione di una cultura che tuteli il Pianeta e sia attenta ai suoi ecosistemi.

 

La Nudge Global Impact Challenge è un percorso formativo internazionale dedicato a giovani professionisti il cui obiettivo è crescere futuri leader nell’ambito della sostenibilità ambientale, sociale ed economica, capaci di creare un impatto positivo nel mondo. L’iniziativa è organizzata da Nudge, un’organizzazione olandese che mette in contatto giovani talenti, aziende e organizzazioni no profit per promuovere la sostenibilità a 360°.

Grazie alla Challenge nata nel 2010, ogni anno circa 90 giovani professionisti da tutto il mondo hanno l’opportunità di incontrarsi, vivere momenti di formazione e parlare di leadership e di sviluppo sostenibile, per ideare e realizzare poi un proprio impact plan, ovvero un progetto capace di apportare un impatto positivo. I migliori tra questi vengono poi premiati con i Nudge Global Impact Awards e ricevono un finanziamento a sostegno della loro realizzazione.

Da cinque anni il Gruppo Mondadori fa parte del network di aziende partner di Nudge e ogni anno seleziona al suo interno i potenziali leader della sostenibilità per la Nudge Global Impact Challenge. L’iniziativa rientra tra le attività per la valorizzazione e lo sviluppo dei giovani talenti, oltre che delle tematiche sulla Diversity & Inclusion e sulla sostenibilità.Anna Spinelli diventa così la seconda nudger del Gruppo Mondadori ad aggiudicarsi il Nudge Global Impact Award dopo Marta Mazza, editor di libri per ragazzi Mondadori, che vinse quattro anni fa con il libro “Guerrieri di sogni”. Insieme ad Anna quest’anno sono stati premiati anche Sanne Kruid, Peter Akkerman, Sofia Kavlin e Timothy Wabukoti.

Il Gruppo Mondadori presenta il primo Piano di Sostenibilità

3 ambiti di riferimento, 8 linee guida strategiche con target e azioni di breve e medio periodo

Per il 2022 focus su: Diversity & Inclusion, obiettivi LTI su tematiche ESG, mantenimento del ≈100% di carta certificata PEFC/FSC

Il Gruppo Mondadori ha reso pubblico, all’interno della Dichiarazione Consolidata di carattere non finanziario 2021, il primo Piano di Sostenibilità, approvato dal Consiglio di Amministrazione con il supporto del Comitato Controllo, Rischi e Sostenibilità.

Nel documento – la cui sintesi è disponibile nella sezione Sostenibilità del sito www.gruppomondadori.it – sono stati individuati ambiti strategici, target qualitativi e quantitativi, e azioni di breve e medio periodo finalizzati al miglioramento continuo delle performance in termini sociali, di governance e ambientali, in coerenza con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) delineati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Nella sua prima edizione, il Piano si focalizza su tre principali aree di intervento:

1) valorizzazione di persone, contenuti e luoghi per l’educazione e la cultura;

2) promozione del successo sostenibile del business;

3) diffusione di una cultura ambientale e di mitigazione degli impatti sugli ecosistemi.

Otto le linee guida di riferimento, in cui si riflettono l’identità e la mission del Gruppo.

“Il percorso che ci ha portato alla definizione del primo Piano di Sostenibilità è nato dalla consapevolezza che il nostro ruolo di editore richiede una naturale e sempre crescente attenzione e capacità di ascolto delle diverse realtà con le quali interagiamo”, ha dichiarato Antonio Porro, Amministratore delegato del Gruppo Mondadori. “L’evoluzione della società e i cambiamenti indotti dallo scenario economico e tecnologico hanno mutato infatti il contesto nel quale operiamo e le richieste dei nostri principali interlocutori, le cui esigenze e prospettive sono fondamentali per l’innovazione stessa dell’azienda e il suo successo sostenibile. Abbiamo quindi deciso di perseguire in modo tangibile alcuni obiettivi in ambiti per noi prioritari, intraprendendo un cammino che ci avvicini progressivamente anche alle aspettative dei mercati in materia di ESG. Tra questi, la diffusione di una cultura inclusiva, con azioni finalizzate alla valorizzazione e alla crescita delle nostre persone” ha concluso Porro.

L’APPROCCIO ALLA SOSTENIBILITÀ
Il primo Piano di Sostenibilità del Gruppo Mondadori è frutto di un approccio maturato in oltre dieci anni di rendicontazione in ambito di sostenibilità e che ora si sviluppa ulteriormente grazie a un progetto che, con una visione ampia e organica, vuole contribuire al raggiungimento di otto dei 17 SDGs lanciati a livello globale dall’Organizzazione delle Nazioni Unite.
Il documento è stato definito coerentemente all’analisi di materialità condotta e finalizzata all’identificazione degli elementi di interesse strategico per le attività del Gruppo.
Sono stati esplicitati punti di attenzione derivanti dai principali framework di riferimento ed effettuate analisi di benchmark nonché specifici assessment della catena del valore.
In ottica di inclusività degli stakeholder, l’elaborazione del Piano è stata anche guidata da molteplici momenti di ascolto dei portatori di interesse, anche attraverso survey che hanno coinvolto in modo attivo il management aziendale, i dipendenti e altri interlocutori rilevanti, come ad esempio insegnanti, lettori, clienti delle librerie e analisti finanziari.

OBIETTIVI DEL PIANO

All’interno del Piano di Sostenibilità sono stati individuati obiettivi finalizzati alla generazione di valore condiviso in un orizzonte temporale di breve e medio periodo, in termini sociali, di governance e ambientali.
Il perseguimento di molti di questi obiettivi è propedeutico alla definizione di ulteriori ambiti di azione che, in ottica di miglioramento continuo, saranno delineati con maggiore dettaglio nei futuri aggiornamenti del Piano di Sostenibilità.

Tra questi, per il 2022 si segnalano in ambito Sociale:

  • sviluppo e formalizzazione di un framework articolato di KPI per il monitoraggio di tutte le azioni in ambito D&I, con particolare riferimento al gender pay gap e al gender balance;
  • ridefinizione di tutte le policy di Gruppo in ambito di selezione e sviluppo delle carriere, al fine di attrarre sempre più ogni tipo di talento e promuovere le risorse sulle base di un più ampio ventaglio di modelli di unicità;
  • avvio del progetto “Genitorialità”, al fine di promuovere modelli più inclusivi di accesso alla maternità e alla paternità, eliminare i bias esistenti e facilitare il ritorno al lavoro, valorizzando le competenze acquisite;
  • sviluppo del progetto Hybrid working per la definizione co-partecipata di un nuovo modello di lavoro misto – attraverso la creazione di sinergie e ridefinizione di nuovi valori – ed estensione della formazione in ambito di digitalizzazione e di nuove forme di lavoro a tutte le persone del Gruppo;
  • potenziamento dell’offerta di iniziative e servizi per la promozione della lettura.

In ambito Governance per il 2022:

  • definizione e misurazione di parametri ESG attraverso l’introduzione, tra gli obiettivi del Piano di Performance Share 2022-2024 rivolti al top management, dell’Impact Inclusion Index, un indicatore composto che misura, a fine triennio, la diffusione all’interno del Gruppo della cultura dell’inclusione, l’aumento del numero di donne in posizione dirigenziale e la progressione della riduzione della disparità retributiva a parità di posizione;
  • sviluppo e implementazione di un piano di aggiornamento per i membri del Consiglio di Amministrazione e il management in ambito di sostenibilità;
  • rafforzamento del corpo procedurale e dei presidi in ambito Privacy, Gestione delle Informazioni e Cyber Security;
  • potenziamento delle attività di stakeholder engagement attraverso il progressivo ampliamento delle iniziative di coinvolgimento e formalizzazione di una policy specifica in materia, anche in linea con le raccomandazioni del nuovo Codice di Corporate Governance;
  • formalizzazione di una Policy in ambito anti corruzione.

In ambito Ambientale per il 2022:

  • estensione al 100% dell’offerta scolastica di approfondimenti e schede dedicate alla cultura ambientale e promozione di tali contenuti all’interno dell’offerta trade;
  • mantenimento per le pubblicazioni del Gruppo del ≈100% di acquisto di carta certificata secondo gli standard internazionali PEFC/FSC volti a tutelare e a garantire una gestione corretta del patrimonio forestale;
  • perseguimento di azioni di efficientamento energetico, anche nell’ambito delle iniziative di ristrutturazione di edifici/immobili/store, e di ulteriori attività per la riduzione delle emissioni dei gas a effetto serra.

5.000 insegnanti rispondono alla survey del Gruppo Mondadori sui temi della sostenibilità

Diversità, equità e inclusione sono la priorità per il 61% dei docenti

Al secondo posto la “promozione della lettura e della crescita socio-culturale” (54,3%)
A seguire la “gestione degli impatti ambientali” (51,9%)

Quali sono le tematiche di sostenibilità considerate più rilevanti dai docenti per rispondere alle aspettative del mondo della scuola?

Il Gruppo Mondadori, primo editore in Italia nel mercato dei libri scolastici con le case editrici Mondadori Education, Rizzoli Education e D Scuola, lo ha chiesto, attraverso un questionario online, a circa 5.000 insegnanti di scuola primaria (27%), secondaria di primo grado (28%) e secondaria di secondo grado (45%), attivi in tutte le regioni d’Italia.

La survey – che ha permesso di raccogliere le opinioni del corpo docenti – si inserisce tra le attività di ascolto e coinvolgimento degli stakeholder promosse dal Gruppo nell’ambito della definizione della Dichiarazione consolidata di carattere non finanziario.

I contributi forniti dagli insegnanti sono stati presi in considerazione, partecipando al percorso che ha portato alla redazione del primo Piano di sostenibilità: un progetto che ha consentito di individuare le aree e le linee guida sulle quali il Gruppo di Segrate lavorerà in futuro, con obiettivi di breve e medio periodo, per migliorare le performance in termini sociali, di governance e ambientali. Un piano su cui si riflette l’identità di Gruppo, la propria mission e il proprio ruolo di editore all’interno della società.

“I docenti sono interlocutori fondamentali per il Gruppo Mondadori che da sempre supporta la diffusione di una cultura e di un’educazione di qualità, equa e inclusiva, offrendo occasioni di lettura e di crescita, di intrattenimento e apprendimento”, ha dichiarato Gian Luca Pulvirenti, Amministratore delegato Mondadori Libri area Education. “Con le nostre case editrici siamo a fianco degli insegnanti, dalla primaria all’università, con contenuti e strumenti didattici innovativi e accessibili, che contribuiscono alla crescita delle nuove generazioni; per questo motivo riteniamo che l’ascolto delle necessità e delle aspettative dei protagonisti del settore scolastico rappresenti per noi una preziosa opportunità di arricchimento e di sviluppo strategico e sostenibile delle nostre attività”, conclude Pulvirenti.

I risultati della survey 

  • Il 61,2% dei docenti che hanno risposto al questionario ha indicato il tema della “diversità, equità e inclusione” come prioritario per rispondere alle aspettative del mondo della scuola;
  • al secondo posto, la “promozione della lettura e della crescita socio-culturale” (54,3%) attraverso presidi sul territorio e iniziative educative di librerie e scuole;

  • a seguire, tra i 15 temi proposti, la “gestione degli impatti ambientali” (51,9%).

La survey mette in evidenza inoltre quali sono gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (Agenda 2030) che secondo gli insegnanti sono più rilevanti, e che dovrebbero quindi essere valorizzati nelle pratiche scolastiche di oggi:

  • per più del 40% degli intervistati garantire un’istruzione di qualità inclusiva ed equa e promuovere opportunità di apprendimento continuo per tutti (SDG 4) è l’obiettivo prioritario;

  • segue la lotta al cambiamento climatico (SDG 13), per quasi un docente su tre.

Molteplici contributi hanno sottolineato gli aspetti del mondo della scuola sui quali focalizzare maggiormente l’attenzione per il futuro:

  • più di un insegnante su due (51,1%) ha indicato la necessità di adottare pratiche didattiche innovative, anche in funzione inclusiva;

  • per il 37,7% dei rispondenti è importante poter usufruire di un’offerta formativa specifica sui  temi di sostenibilità e Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile;

  • il 34,8% focalizza l’attenzione su iniziative per il coinvolgimento dei giovani nella società civile e l’introduzione all’educazione civica;

  • ulteriori ambiti di forte attenzione sono il contrasto all’abbandono scolastico e la promozione di iniziative volte a favorire la parità di genere.

Le iniziative delle nostre case editrici
Queste tematiche trovano esplicitazione e una declinazione quotidiana non solo all’interno dei libri di testo, come elemento di contenuto e di approfondimento didattico, ma anche attraverso iniziative concrete del Gruppo Mondadori rivolte al corpo docente, alle studentesse e agli studenti, tra le quali il lancio del Manifesto per la parità di genere e pluralità di Rizzoli Education, il progetto “#Leparolechesiamo, la scuola che vogliamo” di Mondadori Education e il Festival “La scuola è” di D Scuola, dedicato alla formazione degli insegnanti e all’intera comunità scolastica.
A queste attività si aggiungono strumenti innovativi, come: HUB Scuola, la piattaforma dedicata alla didattica digitale integrata di Mondadori Education e Rizzoli Education, arricchita con contenuti inclusivi per la gestione di tutti i bisogni educativi; le numerose risorse e attività della piattaforma Deascuola, fra cui il nuovissimo servizio Deaflix, dedicato all’apprendimento degli argomenti fondamentali delle principali materie scolastiche, anche in modalità inclusiva; lo sviluppo continuativo di servizi innovativi di assistenza all’utente.

Grazia presenta il numero speciale: Pianeta verde, Pianeta di pace

In occasione della Giornata per la Terra, che si celebra il 22 aprile, Grazia, il magazine diretto da Silvia Grilli, presenta il numero speciale Pianeta verde, Pianeta di pace nel quale ha raccolto le voci dei protagonisti della rivoluzione ecologica e le storie di chi dimostra che un altro stile di vita è possibile. Tutto il mondo è preoccupato per la guerra in Ucraina e per le conseguenze che inevitabilmente essa avrà sugli equilibri internazionali, ma c’è un’altra battaglia che non va dimenticata: quella contro il surriscaldamento globale.

“Proviamo sgomento di fronte alle immagini dell’aggressione della Russia all’Ucraina. È un orrore i cui effetti ci accompagneranno a lungo. Non solo nella storia e nella nostra memoria, ma anche incisi dentro l’ambiente, perché l’industria degli armamenti è la più inquinante del mondo: i costruttori di armi sono i maggiori produttori istituzionali di gas serra del Pianeta”, ha dichiarato la direttrice di Grazia Silvia Grilli. “Alla fine di febbraio un gruppo di scienziati ha redatto un rapporto per le Nazioni Unite, avvisando che gli effetti del surriscaldamento climatico stanno aumentando in modo estremamente rapido. Mentre tutto il mondo guarda all’aggressione della Russia all’Ucraina con il suo immane carico di dolore, c’è un’altra battaglia che non può passare in secondo piano: quella per la sopravvivenza del Pianeta. In occasione della giornata della Terra, ho voluto in questo numero speciale le voci di alcuni protagonisti della rivoluzione ecologica e le storie che possono ispirare ciascuno di noi a cambiare stile di vita. Perché solo l’impegno di tutti potrà condurci verso un futuro di pace e più verde”, ha concluso Silvia Grilli.

Grazia Pianeta verde, Pianeta di pace è un numero ricco di interviste, testimonianze esclusive, inchieste, servizi moda e beauty dedicati all’eco sostenibilità e a temi ambientali. I lettori potranno leggere l’intervista a Jovanotti che con il suo Jova Beach Party 2022 sta dando vita a raccolte fondi, borse di studio sui temi ambientali e missioni per ripulire le aree naturali. E ancora Leonardo DiCaprio, la star del cinema che ha fatto di più per l’ambiente che racconta la sua vocazione, la sua rete di donatori e le scelte nel nome della trasparenza. Marion Cotillard confida a Grazia di essere tentata di lasciare il set per le battaglie ecologiste che l’hanno già portata dall’Antartide alle Filippine. Ora l’attrice arriva al cinema con un documentario sui giovani che guidano il cambiamento verso un futuro sostenibile.

Tanti i contenuti e le attività non solo su carta, ma anche sui social e sul web. Da questa settimana infatti, sul profilo Instagram di Grazia (@grazia_it), Camilla Mendini, sul web Carotilla, la più nota green influencer in Italia, sarà protagonista di una serie di video contro gli sprechi quotidiani. Si inizia con alcuni reels dedicati al tema degli abiti e oggetti che troppo spesso vengono gettati o distrutti, quando invece potrebbero essere reimpiegati in modo utile.

Grazia, con 21 edizioni nel mondo, si conferma un brand in grado di evolvere costantemente, diventando un punto di riferimento per 3 milioni di utenti e lettori (fonte: Nielsen Media Impact Data Fusion, settembre 2021) e oltre 1,6 milioni di fan (fonte: Shareablee più Tik Tok e Pinterest Insight, marzo 2022).