Focus: collaborazione esclusiva con il WWF

Un numero speciale per raccontare i progetti e i luoghi da difendere per la salvaguardia del nostro Pianeta

I giornalisti del brand punto di riferimento nella divulgazione scientifica a fianco dei ricercatori del WWF per un reportage straordinario in occasione del 60° anniversario dell’associazione

Cover Focus

Focus, il brand del Gruppo Mondadori leader nella divulgazione scientifica, rafforza l’impegno per la salvaguardia del nostro Pianeta con un numero speciale realizzato in collaborazione con il WWF.

Uno straordinario progetto divulgativo che vede il mensile più letto in Italia, punto di riferimento per gli appassionati di scienza, natura e tecnologia, eccezionalmente in viaggio con i ricercatori dell’organizzazione per raccontare – attraverso l’autorevole lente della redazione – i progetti che da 60 anni WWF porta avanti per proteggere la nostra terra e le specie a rischio.

Da questo progetto che unisce Focus e WWF nasce un reportage speciale che ha l’obiettivo di condividere con tutta la community del brand – che conta 5,2 milioni di utenti e lettori (fonte: Nielsen Media Impact Data Fusion, maggio 2021) il messaggio che, ora più che mai, la difesa dell’ambiente non si può rimandare. Un’iniziativa che rappresenta la prima tappa di un percorso che nel 2022 vedrà Focus celebrare i suoi primi 30 anni attraverso una serie di attività e eventi speciali. 

 «Dal 1961 WWF si batte per la difesa della natura e degli ecosistemi. Lo fa perché ha capito, prima di altri, che il meraviglioso cammino dell’uomo avrebbe potuto mettere in pericolo il meraviglioso equilibrio del Pianeta. Con loro siamo andati in giro per l’Italia e per il mondo a conoscere le riserve naturali che difendono, il lavoro che fanno, i luoghi selvaggi, le piante, gli animali che ci vivono. Abbiamo guardato in diretta la stupefacente natura terrestre per raccontarvela. E lo abbiamo fatto ancora una volta ammirati, con quello stupore che mai vogliamo perdere», ha sottolineato Raffaele Leone, direttore di Focus.

 «Focus è stato uno straordinario compagno nel viaggio che ci ha permesso di raccontare il lavoro fatto nei nostri primi sessant’anni, passando dalle sfide vinte a quelle che dobbiamo affrontare, consapevoli che dalla salute della natura che ci circonda dipende anche la nostra salute. Oggi sappiamo che nei prossimi 10 anni dovremo fare molto di più di quanto è stato fatto negli ultimi 60 anni, se vogliamo affrontare la crisi climatica e invertire la curva della perdita della biodiversità. Negli ultimi 60 anni abbiamo visto il mondo subire profonde trasformazioni e anche il WWF è cambiato nel tempo, ma una cosa non cambierà mai: la nostra ferma determinazione nel realizzare un futuro in cui le persone possano vivere in armonia con la natura», ha dichiarato Donatella Bianchi, presidente WWF Italia.

Questa iniziativa è frutto del pluriennale impegno che Focus porta avanti per sensibilizzare e promuovere gli obiettivi di sviluppo sostenibili dell’Agenda Onu 2030, attraverso iniziative che coinvolgono lettori, studenti e insegnanti su tutti i canali, e che fanno del brand una grande piattaforma multimediale di riferimento per queste tematiche.

Cuore di questa edizione di Focus sono i reportage, le testimonianze e gli incontri raccontati dai giornalisti della redazione del magazine, protagonisti d’eccezione delle spedizioni insieme agli esperti del WWF.
Un viaggio tra le pagine del magazine che porterà i lettori in giro per il mondo con racconti esclusivi e una selezione di immagini inedite dei territori esplorati e dei suoi abitanti.

In Paraguay per scoprire gli ambienti dove la natura ancora domina sovrana: una spedizione nel cuore del Sud America, che ha preso il via dalla zona del Chaco, un territorio minacciato sempre di più dall’espansione degli allevamenti e dell’agricoltura estensiva, ed è proseguita nell’area del Pantanal fino ad arrivare alla foresta atlantica.

E poi in Africa centrale per visitare l’area protetta di Dzanga – Sangha dove i gorilla, travolti dal bracconaggio e inseguiti da una deforestazione pervasiva e silenziosa e da malattie come Ebola, sono tutelati e ammirati dai turisti grazie ad un progetto di “abituazione” lanciato dal WWF negli anni ‘90.

Nel numero anche il racconto della ricerca di balene e delfini tra le acque del nostro mare: una testimonianza diretta dell’esperienza vissuta a bordo della Blue Panda, la nave ambasciatrice del WWF, che la scorsa estate ha attraversato il Mar Mediterraneo per diffondere il suo messaggio sull’importanza della salvaguardia dell’ecosistema marino.

Ad arricchire il progetto, un palinsesto di contenuti speciali disponibili sul sito Focus.it e sui canali social del brand – che raggiungono più di 3 milioni di follower – con tanti approfondimenti, interviste e immagini e video esclusivi sui progetti del WWF per soddisfare le curiosità e la conoscenza degli utenti.

Un’offerta multicanale e circolare che dal magazine si sviluppa e arricchisce sui canali digitali di Focus, confermando la formula di successo del brand che unisce al contributo di voci autorevoli di fama internazionale uno sguardo sempre fresco e rigoroso e l’inconfondibile stile chiaro e diretto in grado di raggiungere un pubblico sempre più ampio.