2018

L’Assemblea degli azionisti approva il bilancio 2018

  • Rinnovata l’autorizzazione all’acquisto e disposizione di azioni proprie
  • Istituito un Piano di Performance Share 2019-2021

L’Assemblea degli azionisti di Arnoldo Mondadori Editore S.p.A., riunitasi oggi sotto la presidenza di Marina Berlusconi, ha approvato il bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2018 ed esaminato il bilancio consolidato 2018 del Gruppo Mondadori. Il risultato netto delle attività in continuità rettificato è positivo per 20,3 milioni di euro, in linea con le previsioni.

Per effetto dell’adeguamento al fair value delle attività francesi (pari a -200,1 milioni di euro) oggetto di cessione, il risultato netto al 31.12.2018 è negativo a -177,1 milioni di euro rispetto a 30,4 milioni di euro del 2017. L’Assemblea degli Azionisti ha deliberato di ripianare integralmente tale perdita di esercizio mediante l’utilizzo di riserve per importo corrispondente, in conformità alla proposta del Consiglio di Amministrazione.

Nella sua relazione, l’Amministratore delegato Ernesto Mauri ha illustrato i principali dati relativi all’andamento del Gruppo Mondadori nell’esercizio 2018, già comunicati al mercato lo scorso 14 marzo 2019.

L’Assemblea degli azionisti ha inoltre deliberato in sede ordinaria sulle seguenti ulteriori materie all’ordine del giorno:

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE
L’Assemblea ha approvato la prima sezione della Relazione sulla Remunerazione relativa alla politica adottata, per l’esercizio 2019, in materia di remunerazione degli amministratori e dei dirigenti con responsabilità strategiche.

RINNOVO DELL’AUTORIZZAZIONE ALL’ACQUISTO E DISPOSIZIONE DI AZIONI PROPRIE
A seguito della scadenza del termine relativo alla precedente autorizzazione deliberata il 24 aprile 2018, l’Assemblea ha rinnovato l’autorizzazione all’acquisto di azioni proprie sino al raggiungimento del limite del 10% del capitale sociale. L’Assemblea ha inoltre autorizzato a disporre, ai sensi dell’art. 2357-ter del Codice Civile, delle azioni proprie acquistate dalla Società.

Alla data odierna, Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. detiene in portafoglio complessive n. 1.346.703 azioni proprie, pari allo 0,515% del capitale sociale.

Si riportano di seguito, anche con riferimento alle disposizioni dell’art. 132 del D. Lgs. 58/1998 e dell’art. 144-bis del Regolamento Emittenti 11971/1999, le informazioni relative all’autorizzazione rilasciata dall’Assemblea.

Motivazioni
Le motivazioni per le quali è concessa l’autorizzazione all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie trovano fondamento nell’opportunità di attribuire al Consiglio di Amministrazione la facoltà di:

  • utilizzare le azioni proprie acquistate quale eventuale corrispettivo dell’acquisizione di partecipazioni nel quadro della politica di investimenti della Società;
  • utilizzare le azioni proprie acquistate a fronte dell’esercizio di diritti, anche di conversione, derivanti da strumenti finanziari emessi dalla Società, da società controllate o da terzi, così come utilizzare le azioni proprie per operazioni di prestito, permuta o conferimento o anche al servizio di operazioni di carattere straordinario sul capitale od operazioni di finanziamento o incentivazione che implichino l’assegnazione o disposizione di azioni proprie;
  • compiere, direttamente o tramite intermediari, eventuali operazioni di investimento anche per contenere movimenti anomali delle quotazioni, per regolarizzare l’andamento delle negoziazioni e dei corsi e per sostenere sul mercato la liquidità del titolo, così da favorire il regolare svolgimento delle negoziazioni al di fuori delle normali variazioni legate all’andamento del mercato, fermo restando in ogni caso il rispetto delle disposizioni vigenti;
  • disporre eventualmente, ove ritenuto strategico per la Società, di opportunità di investimento o disinvestimento anche in relazione alla liquidità disponibile;
  • disporre delle azioni proprie a fronte di piani di incentivazione basati su strumenti finanziari ai sensi dell’articolo 114-bis del D. Lgs. 58/1998, nonché da programmi di assegnazione gratuita di azioni agli Azionisti.

Durata
La durata dell’autorizzazione all’acquisto è stabilita fino all’Assemblea di approvazione del bilancio al 31 dicembre 2019, mentre la durata dell’autorizzazione alla disposizione delle azioni proprie è accordata senza limiti temporali.

Numero massimo di azioni acquistabili
L’autorizzazione ha ad oggetto l’acquisto, anche in più tranche, di un numero massimo di azioni ordinarie del valore nominale unitario di euro 0,26 – tenuto anche conto delle azioni di volta in volta detenute, direttamente e indirettamente, in portafoglio – fino al raggiungimento del 10% del capitale sociale.

Modalità per l’effettuazione degli acquisti e indicazione del prezzo minimo e massimo degli acquisti
Gli acquisti verrebbero effettuati nel rispetto (i) del combinato disposto dell’art. 132 del D. Lgs. 58/1998 e dell’art. 5 del Regolamento (UE) 596/2014, (ii) dell’art. 144-bis del Regolamento Emittenti, (iii) della normativa comunitaria e nazionale in materia di abusi di mercato e (iv) delle Prassi di Mercato Ammesse.

In particolare, tali acquisti saranno eseguiti sui mercati regolamentati secondo modalità che non consentano l’abbinamento diretto delle proposte di negoziazione in acquisto con predeterminate proposte di negoziazione in vendita.

Il corrispettivo minimo e massimo di acquisto verrebbe determinato alle stesse condizioni di cui alle precedenti autorizzazioni assembleari e quindi a un prezzo unitario minimo non inferiore al prezzo ufficiale di Borsa del giorno precedente le operazioni di acquisto, diminuito del 20%, e massimo non superiore al prezzo ufficiale di Borsa del giorno precedente le operazioni di acquisto, aumentato del 10%.

In termini di prezzi e volumi giornalieri le operazioni di acquisto si attuerebbero comunque in conformità alle condizioni previste dall’art. 3 del Regolamento delegato (UE) 2016/1052.

Gli acquisti inerenti (a) all’attività di sostegno della liquidità del mercato e (b) all’acquisto di azioni proprie per la costituzione di un cosiddetto “magazzino” titoli, saranno anche effettuati in conformità alle condizioni previste dalle prassi di mercato di cui al combinato disposto dell’art. 180, comma 1, lett. c) del D. Lgs. 58/1998 e dell’art. 13 del Regolamento (UE) 596/2014.

Con riferimento alle operazioni di disposizione delle azioni proprie, l’Assemblea ha deliberato di autorizzare il Consiglio affinché possa disporre delle azioni proprie acquistate: (i) mediante alienazione delle stesse sui mercati regolamentati; (ii) quale corrispettivo dell’acquisizione di partecipazioni nel quadro della politica di investimenti della società; (iii) a fronte dell’esercizio di diritti anche di conversione relativi a strumenti finanziari emessi dalla Società o da terzi; (iv) al fine di servire piani di incentivazione basati su strumenti finanziari approvati dall’Assemblea degli Azionisti senza limiti temporali.

PIANO DI PERFORMANCE SHARE 2019-2021
L’Assemblea degli Azionisti riunitasi oggi ha approvato, ai sensi dell’art. 114-bis del D. Lgs.58/1998, l’istituzione di un Piano di Performance Share per il triennio 2019-2021 riservato all’Amministratore Delegato, al CFO – Consigliere esecutivo e ad alcuni manager della Società, in conformità alle condizioni già comunicate al mercato lo scorso 14 marzo 2019, ai sensi dell’art. 84-bis comma 1 del Regolamento Emittenti 11971/1999.

Per la descrizione in dettaglio del Piano di Performance Share 2019-2021, dei soggetti destinatari e degli elementi essenziali relativi alle caratteristiche del regolamento del suddetto piano, si rinvia al Documento Informativo redatto dall’organo amministrativo ai sensi del regolamento Consob n.11971/1999 e alla relazione illustrativa, pubblicati sul sito internet della Società www.gruppomondadori.it nella sezione Governance/Assemblea degli Azionisti.

CONFERIMENTO DELL’INCARICO DI REVISIONE LEGALE DEI CONTI
A seguito della scadenza del mandato conferito alla società Deloitte & Touche S.p.A., avvenuta con l’approvazione del bilancio 2018, l’Assemblea ha affidato l’incarico di revisione legale dei conti per gli esercizi 2019-2027 alla società Ernst & Young S.p.A., approvando il relativo corrispettivo.

In sede straordinaria, l’Assemblea degli Azionisti ha inoltre deliberato in merito a:

REVOCA E CONFERIMENTO DELLE DELEGHE AL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
In sede straordinaria l’Assemblea degli Azionisti ha adottato, in conformità alle proposte del Consiglio di Amministrazione, le deliberazioni di cui agli articoli 2443 e 2420-ter del Codice Civile, relative alle deleghe al Consiglio della facoltà di aumentare il capitale sociale e di emettere obbligazioni convertibili.

Nello specifico l’assemblea ha deliberato:

  • la revoca limitatamente alla parte non ancora esercitata, di tutte le deleghe di aumento di capitale e di emissione di obbligazioni convertibili conferite al Consiglio di Amministrazione dall’Assemblea Straordinaria tenutasi in data 30 aprile 2014;
  • il conferimento della delega al Consiglio di Amministrazione, ai sensi dell’art. 2443 del Codice Civile, della facoltà di aumentare a pagamento, in una o più volte, anche in via scindibile, il capitale sociale, riservato in opzione agli aventi diritto, entro il periodo di cinque anni dalla data della deliberazione, per un importo massimo di nominali euro 75.000.000;
  • il conferimento della delega al Consiglio di Amministrazione, ai sensi dell’art. 2420-ter del Codice Civile, della facoltà di emettere, in una o più volte, obbligazioni convertibili in azioni, per un importo massimo di nominali euro 250.000.000, inclusa, ai sensi dell’art. 2420-ter, comma 1, del Codice Civile, la delega relativa al corrispondente aumento di capitale a servizio della conversione mediante emissione di azioni ordinarie aventi le stesse caratteristiche di quelle in circolazione, per un importo massimo di nominali euro 250.000.000, entro il periodo di cinque anni dalla data della deliberazione;
  • il conferimento di delega al Consiglio di Amministrazione, ai sensi dell’art. 2443 del Codice Civile, della facoltà di aumentare a pagamento, in una o più volte, anche in via scindibile, il capitale sociale, entro il periodo di cinque anni dalla data della deliberazione, con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell’art. 2441 comma 4, secondo periodo, del Codice Civile, mediante emissione di un numero di azioni ordinarie non superiore al 10% del numero complessivo di azioni costituenti il capitale sociale di Arnoldo Mondadori Editore alla data di eventuale esercizio della delega e comunque per un importo nominale non superiore a euro 20.000.000.

Le delibere di rinnovo e conferimento delle deleghe sono motivate dall’opportunità di mantenere e attribuire in capo al Consiglio di Amministrazione la facoltà generale di attuare, attraverso modalità operative caratterizzate da maggiore rapidità di esecuzione e flessibilità rispetto alle deliberazioni dell’Assemblea Straordinaria, eventuali operazioni sul capitale finalizzate al rafforzamento della struttura finanziaria a sostegno degli obiettivi di sviluppo del Gruppo.

Con riferimento specifico alla delega esercitabile per eventuali aumenti di capitale con esclusione del diritto di opzione nei limiti del 10% del capitale preesistente si rileva che l’offerta rivolta a soggetti terzi può costituire un valido strumento per aumentare il flottante e consentire di mantenere in ogni momento un’adeguata liquidità del titolo, ovvero essere funzionale all’ingresso nel capitale sociale di investitori qualificati, limitando nel contempo gli effetti diluitivi per gli azionisti preesistenti.

NON RICOSTITUZIONE DELLE RISERVE DI RIVALUTAZIONE
L’Assemblea straordinaria ha inoltre deliberato di non procedere alla ricostituzione delle riserve di rivalutazione ai sensi della Legge n. 72 del 19 marzo 1983 e della Legge n. 413 del 30 dicembre 1991 utilizzate, secondo delibera dell’odierna Assemblea ordinaria, a copertura delle perdite rilevate nel bilancio al 31 dicembre 2018 della Società, con conseguente azzeramento delle stesse senza vincolo di reintegro.

Il verbale dell’Assemblea degli Azionisti odierna sarà messo a disposizione del pubblico secondo modalità e termini di legge.

Pubblicazione Relazione finanziaria annuale 2018 e ulteriore documentazione per l’Assemblea degli azionisti

Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. informa che è disponibile dalla data odierna presso la sede legale della Società, presso il meccanismo di stoccaggio autorizzato 1info (www.1info.it) e sul sito www.gruppomondadori.it (sezione Governance) la seguente documentazione:

  • Relazione finanziaria annuale 2018, comprendente il progetto di bilancio di esercizio, il bilancio consolidato al 31 dicembre 2018, la relazione sulla gestione (inclusiva della Dichiarazione non finanziaria), le attestazioni di cui all’articolo 154 bis, comma 5 del D. Lgs n. 58/1998 di Arnoldo Mondadori Editore S.p.A., le relazioni della società di revisione e la relazione del Collegio sindacale;
  • Relazione sul governo societario e gli assetti proprietari, riferita all’esercizio 2018;
  • Relazione sulla remunerazione di cui all’art. 123-ter del D. Lgs n. 58/1998.

Paperlit: nuovo progetto di digitalizzazione per i magazine del Gruppo Mondadori

Grazie alla piattaforma di digital publishing di Paperlit, il primo editore di magazine in Italia mette a disposizione dei suoi lettori un bouquet di app ancora più complete e funzionali.

Paperlit – la soluzione di digital publishing per editori e brand – annuncia di aver concluso un nuovo progetto di digitalizzazione per le riviste del Gruppo Mondadori, il primo editore di magazine in Italia.

Da Focus a Grazia, da Chi a Tv Sorrisi e Canzoni, sono in totale 17 le nuove app interattive rilanciate con Paperlit. I lettori potranno scaricarle gratuitamente da Google Play e App Store e, previa sottoscrizione dell’abbonamento, visualizzare tutti i contenuti del numero presente in edicola e degli arretrati.

“Siamo felici che il gruppo editoriale più importante in Italia abbia scelto Paperlit, comprendendo le potenzialità fornite dalla nostra piattaforma di pubblicazione, distribuzione e monetizzazione dei contenuti – dichiara Luca Filigheddu, CEO di Paperlit – Ciò dimostra ancora una volta il livello di qualità della nostra offerta, che proseguirà nei prossimi mesi con l’introduzione di altre importanti novità”.

“Abbiamo scelto Paperlit come partner nel percorso di continuo miglioramento della nostra offerta e insieme intendiamo proseguire nel percorso di innovazione delle nostre piattaforme digitali – afferma Righel Anglois, Amministratore Delegato di Direct Channel, la società del Gruppo Mondadori leader in Italia nella vendita di abbonamenti – Attraverso questo progetto e i prossimi su cui stiamo lavorando insieme, contiamo di soddisfare ancora meglio i lettori e di fornire anche agli inserzionisti nuovi formati di investimento nei prodotti della nostra casa editrice”.

Le app dei magazine del Gruppo Mondadori sfruttano appieno le funzionalità evolute e innovative della piattaforma Paperlit, già utilizzata con successo da diversi publisher in tutto il mondo. È possibile, per esempio, effettuare la ricerca all’interno di un singolo numero e su tutto l’archivio, la gestione dei segnalibri , la condivisione istantanea dei contenuti, ed è ed è prevista la generazione automatica di una mappa dei contenuti e una indicizzazione interna per la loro gestione ottimale.

La piattaforma permette anche l’evoluzione dell’esperienza di fruizione dei magazine grazie all’inserimento di contenuti multimediali aggiuntivi (gallerie di immagini, video e pagine HTML), differenziando ed estendendo l’esperienza di lettura e le opportunità pubblicitarie rispetto alle riviste cartacee.

Tutte le app sono integrate con il sistema di gestione degli abbonamenti Abbonamenti.it – ulteriore canale distributivo dei prodotti del Gruppo Mondadori. È prevista una modalità d’acquisto della singola copia e l’abbonamento annuale digitale o integrato (cartaceo + digitale). Per ogni magazine digitale, inoltre, è prevista la modalità Text Read che permette la lettura dei singoli articoli con un semplice tap, semplificandone la fruizione sui dispositivi con schermi più piccoli.

Tutte le app delle riviste del Gruppo Mondadori, infine, comprendono lo storico delle uscite e prevedono la consultazione dell’archivio via motore di ricerca. Infine, è disponibile un potente tool di analisi integrato con Google Analytics per fornire ai responsabili delle riviste, in modo semplice e immediato, la visione completa del traffico generato dalle app oltre a informazioni di dettaglio sui contenuti più letti.

La ricetta per la startup perfetta

Secondo Giallo Zafferano tra gli ingredienti più importanti: 30% idea, 22% coraggio e 22% team

Sono stati oltre 1.100 i contributi raccolti da Giallo Zafferano in occasione di StartupItalia! Open Summit 2018, dove il team del sito più amato dagli italiani in cucina ha realizzato un’iniziativa di engagement che ha invitato fondatori, sviluppatori e semplici curiosi a rivelare su dei post-it gli ingredienti di successo e di insuccesso per una giovane realtà imprenditoriale.

Quasi un terzo delle persone coinvolte (il 30%) ha indicato l’IDEA come l’ingrediente che non può mancare. Un mix di creatività, curiosità, innovazione e – perché no – pazzia cui vanno aggiunti altri valori fondamentali come CORAGGIO, ambizione, intraprendenza e il ruolo di collaboratori e partner nel TEAM (entrambi al 22%), ma anche FEEDBACK (18%), perseveranza, ascolto e pazienza, e TECNICA (8%).

Se da un lato è emersa l’importanza del gioco di squadra, dall’altro è l’EGOISMO a rappresentare l’ingrediente di maggior insuccesso per una startup (al 46%). Individualismo, arroganza e competizione, ma anche i concetti negativi legati alla PAURA e alla chiusura mentale – indicati dal 21% degli intervenuti – quelli associati alla FRETTA e alla disorganizzazione (al 16%), alla DISINFORMAZIONE (11%) e alla BUROCRAZIA (6%).

Altervista compie 18 anni

Lo storico servizio gratuito di creazione di blog festeggia la “maggiore età”:
• Oltre 600 mila blog e siti attivi
• Leader con un’audience di 12,6 milioni di utenti mensili

Altervista, la piattaforma del Gruppo Mondadori leader in Italia nella creazione, gestione e hosting di blog e siti web, compie 18 anni. Fondato il 20 dicembre 2000 da Gianluca Danesin, oggi CTO del team Digital Magazine di Mondadori, Altervista.org mantiene intatta la sua missione originaria: permettere a chiunque di aprire un sito web, gratis e senza bisogno di competenze informatiche specifiche.

Un’idea semplice ma all’epoca rivoluzionaria: la particolarità del sito era quella di puntare sui contenuti generati dagli utenti, anticipando i concetti di partecipazione e interattività associati al web 2.0. Altervista ha così costruito il proprio successo grazie al passaparola e all’affidabilità del servizio offerto, rispondendo alla nuova e diffusa esigenza di raccontarsi online.

Altervista è stato un pioniere del web, in grado di sfruttare al massimo le potenzialità offerte dai principi nascenti dell’economia digitale: dal concetto di long tail, che attraverso la diversificazione permette ai contenuti creati dagli utenti di coprire molteplici nicchie di mercato, al crowdsourcing reso possibile dai riscontri costanti e dal contributo dei volontari, fino al revenue sharing, il sistema “win win” che offre a ogni blogger la possibilità di trarre guadagno attraverso le inserzioni pubblicitarie.

Un modello di business sostenibile che oggi permette ad Altervista di differenziarsi dai siti di hosting competitor, alimentando un ecosistema coerente di blog e siti in grado di riservare un’attenzione costante alle esigenze dei loro creatori. Tra i servizi esclusivi offerti rientrano temi professionali gratuiti (anche da mobile), plugin illimitati, la monetizzazione automatica, l’analisi semantica delle pagine e la clusterizzazione dei siti.

Un “punto di vista diverso” sul mondo di Internet, grazie al quale la piattaforma di Altervista rappresenta un’autentica “palestra del web italiano”: oggi sono oltre 600 mila i blog e siti attivi. Tra questi, molti sono leader in vari segmenti della blogging community del nostro Paese: per citarne solo alcuni, Ho voglia di Dolce (food), Maestra Mary (parenting/education), Spinoza (satira) e i400 calci (cinema), questi ultimi due premiati più volte ai Macchianera Awards nelle loro categorie.

Altervista.org celebra i suoi primi 18 anni con un’audience di 12,6 milioni di utenti mensili (fonte: Comscore – ottobre 2018) e guadagni record per i propri blogger, grazie all’introduzione di nuovi formati e partnership pubblicitarie innovative, con ricorso sempre più ampio alla multimedialità.

Icon Design: Annalisa Rosso nuovo direttore e Maria Cristina Didero editor-at-large

A partire da gennaio Annalisa Rosso sarà il nuovo direttore responsabile di Icon Design, il magazine d’alta gamma di design, architettura e arredamento del Gruppo Mondadori; contestualmente Maria Cristina Didero assumerà il ruolo di editor-at-large.

Con la nuova squadra, Icon Design racconterà il mondo del design in tutte le sue declinazioni attraverso le storie di personaggi, oggetti, case e progetti d’avanguardia. Un approccio trasversale, internazionale e aperto a temi diversi, per rivolgersi a un pubblico sempre più ampio di lettori e investitori, che ne hanno premiato la formula diventata un punto di riferimento con ottimi livelli di raccolta pubblicitaria.

Giornalista di design e curatore indipendente, Annalisa Rosso ha scritto e realizzato produzioni per numerosi magazine nazionali e internazionali, tra cui Casa Vogue Brasil, Living, Alla Carta, Wallpaper, Ideat, 032c, Architektur und Wohnen. È stata responsabile per il lancio del nuovo Domusweb disegnato da Mark Porter nel 2017 e ha collaborato in veste di consulente con numerosi brand del settore.
Ha partecipato come guest lecturer per Design Canberra Festival 2018, Università degli Studi di Genova, TEDx Talk, Salone del Mobile.Milano Shanghai e Triennale di Milano.
Ha curato la settima edizione di Operae, fiera di design indipendente a Torino, e la mostra personale di Valentina Cameranesi per il distretto 5VIE, durante Miart e Milano Design Week 2018.

Maria Cristina Didero è curatore indipendente, autore e giornalista freelance. Ha collaborato con istituzioni italiane e internazionali e diverse testate, tra le quali VogueDomus e Icon Design.
Tra i suoi progetti più recenti la mostra SuperDesign a New York sul design radicale italiano; il solo show di Erez Nevi Pana intitolato Vegan Design – Or The Art of Reduction per la Milano Design Week 2018; Fun House, antologica dedicata al collettivo Snarkitecture, al National Building Museum di Washington D.C.. In occasione dell’ultima edizione della Design Week di Praga, OKOLO ha dedicato e curato una mostra ai suoi testi, visualizzandoli graficamente.

 

Informativa su acquisto azioni proprie nel periodo 10 – 14 dicembre 2018

Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (codice LEI 815600049A1F9AFE6666) comunica di aver acquistato sul Mercato Telematico Azionario, nel periodo tra il 10 e il 14 dicembre 2018, n. 4.003 azioni ordinarie (pari allo 0,002% del capitale sociale) al prezzo unitario medio di euro 1,4471 per un controvalore complessivo di euro 5.792,74.

Tali operazioni sono state realizzate nell’ambito dell’autorizzazione all’acquisto di azioni proprie deliberata dall’Assemblea degli Azionisti del 24 aprile 2018 (già oggetto di informativa anche ai sensi dell’art.144 bis del Regolamento Consob 11971/99 e dell’art. 132 del D.Lgs. n. 58/98).

Di seguito, il riepilogo degli acquisti effettuati, nel periodo indicato, sulle azioni ordinarie Arnoldo Mondadori Editore S.p.A., codice ISIN IT0001469383, su base giornaliera:

DATAQUANTITÀPREZZO MEDIO (€)CONTROVALORE (€)
10/12/20184.0031,44715.7992,74

Gli acquisti sono stati realizzati tramite l’intermediario abilitato Equita Sim S.p.A. (codice LEI 815600E3E9BFBC8FAA85).

A seguito delle operazioni finora effettuate, Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. detiene n. 1.346.703 azioni proprie pari allo 0,515% del capitale sociale.

Il dettaglio completo delle operazioni è disponibile nel pdf.

Il Gruppo Mondadori a StartupItalia! Open Summit 2018

10 startup selezionate avranno la possibilità di incontrare
il team Digital Magazine del Gruppo Mondadori

Lunedì 17 dicembre il Gruppo Mondadori sarà tra i protagonisti di StartupItalia! Open Summit 2018, l’evento che promuove l’innovazione, il confronto e nuove collaborazioni tra fondatori di startup, sviluppatori, aziende e investitori. Il team Digital Magazine del primo editore italiano sul web parteciperà a incontri one to one con 10 startup, distintesi per idee di business e capacità di competere sul mercato internazionale.

“La nostra partecipazione a StartupItalia! Open Summit 2018 s’inserisce nell’ambito del percorso di crescita nel digitale intrapreso dal Gruppo Mondadori”, ha dichiarato Andrea Santagata, vicedirettore generale e chief digital officer dell’area Periodici Italia del Gruppo Mondadori. “Crediamo fortemente nell’innovazione e puntiamo a consolidare il nostro legame con l’ecosistema delle startup raccontando il nostro modello di ‘editore del futuro’: un editore sempre più multimediale e in grado di alimentare un rapporto social con i propri utenti. L’obiettivo è continuare ad arricchire la nostra offerta anche attraverso collaborazioni con nuovi talenti del digitale complementari e sinergici con il nostro modello di business. Siamo entusiasti di poter instaurare con le giovani realtà emergenti un dialogo e uno scambio proficuo all’insegna della creatività e della creazione di contenuti di qualità”, ha concluso Santagata.

In occasione di #SIOS2018, le startup potranno mostrare le proprie idee d’innovazione, ricevendo consigli da parte dei manager e professionisti del team Digital Magazine del Gruppo. I progetti sviluppati dalle startup selezionate – servizi di distribuzione di contenuti a pagamento, piattaforme di produzione video, di influencer marketing sui social network, advertising solutions e mobile – potranno trovare un terreno d’incontro con gli affermati modelli di business dei brand digitali del Gruppo Mondadori, leader dei segmenti verticali a maggior valore del mercato: da Giallo Zafferano a Grazia, da Donna Moderna a Studenti.it, da Sorrisi a Focus, sono un punto di riferimento per le passioni e gli interessi degli italiani online.

A StartupItalia! Open Summit 2018 sarà presente anche la nuovissima apecar firmata Giallo Zafferano, cuore di un’iniziativa di engagement attraverso cui fondatori e sviluppatori saranno chiamati a rivelare su dei post-it gli ingredienti di successo e di insuccesso per una giovane realtà imprenditoriale. Nascerà così la “ricetta per la startup perfetta”, che verrà condivisa da Giallo Zafferano sui social network.

 

Il Gruppo Mondadori è il primo editore italiano di magazine, leader anche nel digitale. Vanta l’offerta più ricca e diversificata in Italia grazie a un portafoglio di 30 brand digitali con un’audience complessiva di 26,5 milioni di utenti unici mensili e 4,2 milioni di utenti al giorno. È leader nei segmenti verticali di maggior valore, come women, food, wellness e fashion, dove spiccano Donna Moderna con 13 milioni di utenti unici, Giallo Zafferano con un’audience di 14 milioni di utenti unici, Starbene con 11 milioni di utenti unici, Grazia con 3 milioni di utenti (Fonte: Audiweb Total Audience – Settembre 2018). Una presenza digitale che investe anche i social network, dove i brand del Gruppo sono presenti con oltre 80 canali e un’audience di oltre 26 milioni di follower.

Nasce Focus Scuola: il nuovo magazine per gli insegnanti

Un mensile in abbonamento che aiuta i docenti ad affrontare le nuove sfide dell’insegnamento

Un magazine rivolto a tutti i docenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado, per aiutarli ad affrontare le nuove sfide che propone l’insegnamento nell’era digitale: è Focus Scuola, il nuovo mensile per gli insegnanti del Gruppo Mondadori.

Focus Scuoladiretto da Sarah Pozzoli, nasce come strumento al servizio dei docenti, per affiancarli nel lavoro quotidiano attraverso consigli di pedagogia e di didattica per “stare bene” in cattedra e gestire le classi, conquistare autorevolezza, tenere a bada lo stress, attirare e tenere alta l’attenzione degli allievi e motivarli nello studio.

“Questo nuovo magazine – sottolinea il direttore Sarah Pozzoli – nasce dall’esperienza di Focus Junior che da anni con i suoi progetti per le scuole, gli incontri con le classi in redazione e gli eventi sul territorio, parla continuamente a insegnanti, bambini e genitori. Tutte queste attività ci hanno permesso di raccogliere informazioni e intercettare una forte esigenza di supporto da parte degli insegnanti, che hanno sempre più bisogno di conoscere e sperimentare strumenti che possano aiutarli giorno per giorno nella proposizione di attività didattiche nuove, coinvolgenti e innovative. Ecco perché nel 2017 abbiamo anche avviato l’Osservatorio Trend Junior che ci ha aiutato ad indagare meglio le giovani generazioni, i loro genitori e i docenti, e capire come creare una triangolazione virtuosa tra questi tre target quando si affrontano temi quali l’educazione e la formazione”.

Focus Scuola, disponibile ogni mese su abbonamento, propone approfondimenti sugli ultimi studi scientifici e pedagogici, ma anche idee di buone pratiche sperimentate in Italia e nel resto del mondo dai singoli insegnanti e fornisce spunti su didattiche innovative e sull’uso della tecnologia in classe.

Ampio spazio viene dedicato alle ultime news scientifiche rilevanti sul mondo della scuola e le normative del Ministero dell’Istruzione, e ancora recensioni su film, libri, mostre, gite didattiche, le nuove tendenze nel mondo dei bambini e ragazzi, oltre a tante idee di lezione e laboratori che si possono fare in classe.

Non mancano, inoltre, rubriche di autorevoli esponenti del mondo della scuola come Marco Rossi Doria, Daniela Lucangeli, Alberto Pellai, Giovanni Biondi, Alex Corlazzoli e kit didattici allegati alla rivista, realizzati nella logica delle S.T.E.A.M. (Science, Technology, Engineering, Arts e Mathematics).

Focus Scuola è disponibile solo su abbonamento, al costo di 69 euro (abbonamento annuale, 10 numeri) o 99 euro (abbonamento due anni, 20 numeri). Per tutto il mese di dicembre è inoltre possibile abbonarsi per un anno a Focus Scuola e Focus Junior al prezzo di 79 euro.

Nel primo numero, in distribuzione a partire da questa settimana, tra i tantissimi temi un dossier di copertina dedicato alle strategie per comunicare con i genitori e un’intervista al filosofo Umberto Galimberti.

Informativa su acquisto azioni proprie nel periodo 3 – 7 dicembre 2018

Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (codice LEI 815600049A1F9AFE6666) comunica di aver acquistato sul Mercato Telematico Azionario, nel periodo tra il 3 ed il 7 dicembre 2018, n. 15.000 azioni ordinarie (pari allo 0,006% del capitale sociale) al prezzo unitario medio di euro 1,4898 per un controvalore complessivo di euro 22.347,60.

Tali operazioni sono state realizzate nell’ambito dell’autorizzazione all’acquisto di azioni proprie deliberata dall’Assemblea degli Azionisti del 24 aprile 2018 (già oggetto di informativa anche ai sensi dell’art.144 bis del Regolamento Consob 11971/99 e dell’art. 132 del D.Lgs. n. 58/98).

Di seguito, il riepilogo degli acquisti effettuati, nel periodo indicato, sulle azioni ordinarie Arnoldo Mondadori Editore S.p.A., codice ISIN IT0001469383, su base giornaliera:

DATAQUANTITÀPREZZO MEDIO (€)CONTROVALORE (€)
03/12/20183.0001,53394.601,70
04/12/20183.0001,52004.560,00
05/12/20183.0001,49734.491,90
06/12/20183.0001,44134.323,90
07/12/20183.0001,45674.370,10

Gli acquisti sono stati realizzati tramite l’intermediario abilitato Equita Sim S.p.A. (codice LEI 815600E3E9BFBC8FAA85).

A seguito delle operazioni finora effettuate, Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. detiene n. 1.342.700 azioni proprie pari allo 0,514% del capitale sociale.

Il dettaglio completo delle operazioni è disponibile nel pdf completo.