Focus

Focus lancia “Talks”

Una video library esclusiva, sul web e sui social, con le interviste e le testimonianze dei più autorevoli esperti del mondo scientifico sulle sfide del nostro futuro

Focus, il brand del Gruppo Mondadori leader nella divulgazione scientifica, lanciaTalks”: un nuovo canale web e social per raccontare, attraverso le testimonianze dirette di scienziati, studiosi e divulgatori, le innovazioni e le trasformazioni che cambieranno il mondo nei prossimi trent’anni.

Una video library di contributi inediti, disponibili sul sito Focus.it, Facebook e Youtube, in cui Focus darà voce ai rappresentanti più autorevoli della comunità scientifica e accademica: speaker di grande rilievo che condivideranno il loro punto di osservazione e la loro visione sul futuro di scienza, tecnologia, ambiente, medicina, alimentazione, stili di vita e sostenibilità, in una varietà di format che vanno dalla presentazione al dibattito fino agli eventi live.

Sfide, progressi ed evoluzioni con cui il brand prosegue il racconto avviato con Focus Next 30, la serie di approfondimenti e iniziative speciali che Focus ha lanciato per celebrare nel 2022 i suoi primi 30 anni. Un percorso che può contare su una audience digitale forte e in costante crescita, con oltre 4,2 milioni di fan sui social che si affiancano ai 5 milioni di lettori e utenti

 Ad inaugurare i Focus “Talks”, 4 video esclusivi, online in prima visione:  

La nanosfida ai tumori
Marco Ferrari, accademico e imprenditore, impegnato nella ricerca sulle nanotecnologie applicate alla cura dei tumori, ripercorre la sua storia accademica e le sue ricerche concentrandosi proprio sullo sviluppo dei farmaci nanotecnologici. 

Il motore dell’acqua
Giulio Boccaletti, tra i maggiori esperti di sicurezza ambientale e risorse naturali a livello mondiale, approfondirà il tema dell’acqua, condividendo la sua esperienza a The Nature Conservancy, la più grande organizzazione non governativa di conservazione ambientale al mondo, dove ha diretto programmi su questa risorsa in oltre 70 paesi e territori.

Il primo ambientalista
Paolo Colombo, professore ordinario di Storia delle istituzioni politiche nella Facoltà di Scienze politiche e sociali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, dedica un approfondimento alla figura di Alexander Von Humboldt, naturalista, esploratore e scienziato che con due secoli di anticipo ha denunciato i pericoli e le conseguenze dello sfruttamento umano della natura e dell’ambiente.

 Fanta & Scienza
Intervento a due tenuto dalla scrittrice fantasy Laura Troisi e da Luca Perri, astrofisico dell’Osservatorio di Merate e del Planetario di Milano che da oltre un decennio si occupa di divulgazione. Nel loro dibattito si confrontano sulle contaminazioni tra letteratura, fantasy e scienza. 

Ad arricchire il palinsesto dei “Talks” anche gli interventi di scienziati, astronauti, sportivi, artisti ed esperti da tutto il mondo che hanno partecipato a Focus Live. Ogni anno l’imperdibile festival della scienza di Focus propone ad un pubblico di appassionati un ricco programma di incontri, eventi e esperienze, con la partecipazione di voci di fama internazionale. Tra gli interventi, disponibili per la prima volta on demand, Telmo Pievani, Stefano Mancuso, Giampiero Accinelli, Barbara Mazzolai, Norma’s Teaching, Alberto Mantovani, Luca Parmitano, Bebe Vio, Oliviero Toscani, Tommaso Ghidini e Vittorio Sgarbi e molti altri ancora. 

Una biblioteca digitale di video esclusivi che accompagnerà la community di Focus fino alla prossima edizione dell’evento, che si terrà dal 4 al 6 novembre al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci e in diretta streaming.

Fonte: Nielsen Media Impact Data Fusion, ottobre 2021
Fonte: Shareablee + Insight, gennaio 2022 

Focus compie 30 anni e lancia “Focus Next 30”, per comprendere il mondo di domani

Un grande progetto che consolida la forza del brand nella divulgazione scientifica e la sua capacità unica di innovare, evolvendo

Focus, il brand del Gruppo Mondadori leader nella divulgazione scientifica, compie i suoi primi 30 anni e guarda al futuro con Focus Next 30: un progetto speciale multi-touchpoint che accompagnerà lettori e utenti per tutto il 2022 alla scoperta dei grandi temi della scienza, della tecnologia e dell’ambiente e indagherà le innovazioni che saranno al centro dello sviluppo di queste tematiche nei prossimi 30 anni, con le testimonianze di personaggi di fama internazionale.

Un’iniziativa che nasce dalla forza e dalla formula di successo che da sempre contraddistingue il brand.

Dal 1992 Focus è infatti nelle case degli italiani soddisfando la curiosità e la voglia di conoscenza del pubblico grazie a un inconfondibile stile chiaro e diretto che, unito al contributo di voci di scienziati ed esperti, ha permesso al brand di diventare un punto di riferimento per una community di 5,2 milioni di lettori e utenti (fonte: Nielsen Media Impact Data Fusion, maggio 2021).

In questi 30 anni Focus ha portato la propria offerta autorevole in tema di scienza, tecnologia, ambiente, medicina, alimentazione, stili di vita e sostenibilità, dalla carta al web, dai social agli eventi sul territorio, come Focus Live, e alle Academy per il mondo della scuola, dalla tv ai podcast: una piattaforma multimediale di divulgazione a 360°, in grado di rendere accessibili e coinvolgenti a un pubblico sempre più ampio le nuove scoperte, aiutando ogni giorno a districarsi tra le fake news, conoscere la storia e approfondire i passi in avanti nei diversi campi del sapere.

I grandi temi di ieri, oggi e domani saranno il cuore del grande progetto speciale Focus Next 30: un anno di appuntamenti e approfondimenti su tutti i canali del brand per prepararci alle trasformazioni che ci aspettano nei prossimi 30 anni. Un percorso che parte dalle innovazioni raccontate da Focus fin dalla sua nascita per anticipare – attraverso i volti di domani, scelti tra i maggiori protagonisti della comunità scientifica – come cambierà il mondo in cui viviamo.

“Vorremmo dare al nostro 30° anniversario quel senso che possono avere i compleanni: cambiare, crescere, diventare molto di più, rimanendo quel che siamo. Per curiosità sono andato a sfogliare i numeri del primo anno di Focus, il 1992. Due cose mi sono saltate subito all’occhio: la stessa curiosità appassionata che ancora ci accompagna e gli incredibili passi avanti fatti dalla scienza, dalla tecnologia, dalla medicina in appena trent’anni. Perciò su ogni numero troverete un format che mi è venuto in mente. Sarà un viaggio interessante nel tempo passato, in quello presente e in quello futuro, che renderà evidenti le straordinarie capacità della ricerca scientifica, la velocità di migliorare le cose, l’attitudine che con l’intelligenza e con l’animo umano abbiamo di progredire”, ha raccontato Raffaele Leone, direttore di Focus.

Energie rinnovabili, sostenibilità, medicina del futuro, domotica, mobilità, food, cybersecurity e molto altro: per ogni argomento, Focus darà voce ogni mese a un personaggio di fama internazionale, giovani talenti del mondo della scienza e della divulgazione che condivideranno con la community del brand la propria visione, offrendo un nuovo sguardo verso il futuro.

Su questo numero, in edicola dal 22 gennaio, il mensile più letto d’Italia dedicherà la copertina alla medicina digitale, alle App intelligenti che seguono i pazienti, all’uso sempre più massiccio delle tecnologie che, a distanza, connettono i medici tra loro e con i malati. E ripercorrerà il tema delle previsioni delle eruzioni dei vulcani trattato nel primo numero del 1992, per approfondire quale sarà il futuro di questi studi.

Un altro importante servizio del numero sarà dedicato al nucleare di quarta generazione, diventato recentemente di attualità vista la possibilità che l’Unione Europea lo inserisca tra le fonti di energia sostenibili. A questo tema inoltre sarà collegato un grande sondaggio che Focus rivolgerà alla propria community per raccogliere la loro opinione. Il questionario sarà disponibile sul sito e sui profili social del brand dove saranno pubblicati anche i risultati.

Il progetto Focus Next 30 si svilupperà nell’arco del 2022 su tutti i canali del sistema Focus con un’offerta circolare e dinamica: sul magazine verrà proposto ai lettori un dossier tematico, in cui verrà riproposto un articolo uscito nel 1992, anno di nascita di Focus, per indagare i cambiamenti e gli sviluppi che si sono succeduti da allora e le previsioni e le aspettative per i prossimi anni.

Su Focus.it gli utenti potranno approfondire i temi del Focus Next 30 in una sezione dedicata che ospiterà approfondimenti e videointerviste esclusive sul tema del mese.
Focus Next 30 vivrà sui social con un palinsesto di contenuti ideati per coinvolgere i 4 milioni di fan del brand (Fonte: Shareablee e Insight, dicembre 2021), attraverso dirette, post, sondaggi, quiz, per arrivare ai podcast – dove oggi Focus registra oggi oltre 2 milioni di download – con la docuserie speciale “Focus Next 30, dal passato al futuro” di Focus Storia.

Il palinsesto di iniziative di Focus Next 30 culminerà con la nuova edizione del grande evento Focus Live, il festival del sapere che vede protagonisti ricercatori, scienziati, esploratori, artisti e divulgatori, con un ricco calendario di incontri e attività. All’edizione che si terrà nel mese di novembre quest’anno si affiancherà dalla primavera anche un percorso di eventi live e digitali con talk, incontri e tavole rotonde dedicati alle tematiche del Focus Next 30.

Mondadori Media: partnership con Twitter per la valorizzazione dei contenuti video

Mondadori Media, editore multimediale leader in Italia sui social con 55,5 milioni di fan, ha siglato una partnership con Twitter per aderire al programma Twitter Amplify, il servizio che offre la possibilità di amplificare e promuovere contenuti video sulla piattaforma, raggiungendo un pubblico ancora più ampio.

L’accordo coinvolge gli account Twitter dei brand di Mondadori Media Giallozafferano, MyPersonalTrainer, TheWom, Smartworld, Focus, NostroFiglio e Studenti, punti di riferimento in segmenti verticali legati alle passioni degli italiani, dalla cucina al benessere, dalla tecnologia alla scienza e alla formazione, con 1,6 milioni di follower complessivi.

Questa collaborazione sottolinea la forza di Mondadori Media, scelta come partner di rilievo per entrare in contatto con pubblici di valore attraverso contenuti innovativi, potendo contare su un know-how consolidato nella produzione di video per i social media: un ambito in cui Mondadori Media ha già una forte esperienza e leadership, grazie a un team interno dedicato alla co-produzione di contenuti editoriali con i brand partner e di progetti speciali di successo. 

Grazie a questo accordo, Mondadori Media e Twitter offriranno alle aziende partner la possibilità di inserire video pre-roll pubblicitari, prima dei contenuti pubblicati dai brand di Mondadori Media. 

Mondadori Media potrà inoltre ampliare ulteriormente lo sviluppo di progetti e iniziative social di branded content su Twitter. Si estenderanno infatti le opportunità per le aziende e gli investitori interessati a raggiungere nuovi pubblici in base alle loro esigenze e in un contesto autorevole, trasparente e altamente interattivo grazie al coinvolgimento delle brand community di Mondadori Media, rendendo sempre più efficace la comunicazione pubblicitaria.

Focus: collaborazione esclusiva con il WWF

Un numero speciale per raccontare i progetti e i luoghi da difendere per la salvaguardia del nostro Pianeta

I giornalisti del brand punto di riferimento nella divulgazione scientifica a fianco dei ricercatori del WWF per un reportage straordinario in occasione del 60° anniversario dell’associazione

Focus, il brand del Gruppo Mondadori leader nella divulgazione scientifica, rafforza l’impegno per la salvaguardia del nostro Pianeta con un numero speciale realizzato in collaborazione con il WWF.

Uno straordinario progetto divulgativo che vede il mensile più letto in Italia, punto di riferimento per gli appassionati di scienza, natura e tecnologia, eccezionalmente in viaggio con i ricercatori dell’organizzazione per raccontare – attraverso l’autorevole lente della redazione – i progetti che da 60 anni WWF porta avanti per proteggere la nostra terra e le specie a rischio.

Da questo progetto che unisce Focus e WWF nasce un reportage speciale che ha l’obiettivo di condividere con tutta la community del brand – che conta 5,2 milioni di utenti e lettori (fonte: Nielsen Media Impact Data Fusion, maggio 2021) il messaggio che, ora più che mai, la difesa dell’ambiente non si può rimandare. Un’iniziativa che rappresenta la prima tappa di un percorso che nel 2022 vedrà Focus celebrare i suoi primi 30 anni attraverso una serie di attività e eventi speciali. 

 «Dal 1961 WWF si batte per la difesa della natura e degli ecosistemi. Lo fa perché ha capito, prima di altri, che il meraviglioso cammino dell’uomo avrebbe potuto mettere in pericolo il meraviglioso equilibrio del Pianeta. Con loro siamo andati in giro per l’Italia e per il mondo a conoscere le riserve naturali che difendono, il lavoro che fanno, i luoghi selvaggi, le piante, gli animali che ci vivono. Abbiamo guardato in diretta la stupefacente natura terrestre per raccontarvela. E lo abbiamo fatto ancora una volta ammirati, con quello stupore che mai vogliamo perdere», ha sottolineato Raffaele Leone, direttore di Focus.

 «Focus è stato uno straordinario compagno nel viaggio che ci ha permesso di raccontare il lavoro fatto nei nostri primi sessant’anni, passando dalle sfide vinte a quelle che dobbiamo affrontare, consapevoli che dalla salute della natura che ci circonda dipende anche la nostra salute. Oggi sappiamo che nei prossimi 10 anni dovremo fare molto di più di quanto è stato fatto negli ultimi 60 anni, se vogliamo affrontare la crisi climatica e invertire la curva della perdita della biodiversità. Negli ultimi 60 anni abbiamo visto il mondo subire profonde trasformazioni e anche il WWF è cambiato nel tempo, ma una cosa non cambierà mai: la nostra ferma determinazione nel realizzare un futuro in cui le persone possano vivere in armonia con la natura», ha dichiarato Donatella Bianchi, presidente WWF Italia.

Questa iniziativa è frutto del pluriennale impegno che Focus porta avanti per sensibilizzare e promuovere gli obiettivi di sviluppo sostenibili dell’Agenda Onu 2030, attraverso iniziative che coinvolgono lettori, studenti e insegnanti su tutti i canali, e che fanno del brand una grande piattaforma multimediale di riferimento per queste tematiche.

Cuore di questa edizione di Focus sono i reportage, le testimonianze e gli incontri raccontati dai giornalisti della redazione del magazine, protagonisti d’eccezione delle spedizioni insieme agli esperti del WWF.
Un viaggio tra le pagine del magazine che porterà i lettori in giro per il mondo con racconti esclusivi e una selezione di immagini inedite dei territori esplorati e dei suoi abitanti.

In Paraguay per scoprire gli ambienti dove la natura ancora domina sovrana: una spedizione nel cuore del Sud America, che ha preso il via dalla zona del Chaco, un territorio minacciato sempre di più dall’espansione degli allevamenti e dell’agricoltura estensiva, ed è proseguita nell’area del Pantanal fino ad arrivare alla foresta atlantica.

E poi in Africa centrale per visitare l’area protetta di Dzanga – Sangha dove i gorilla, travolti dal bracconaggio e inseguiti da una deforestazione pervasiva e silenziosa e da malattie come Ebola, sono tutelati e ammirati dai turisti grazie ad un progetto di “abituazione” lanciato dal WWF negli anni ‘90.

Nel numero anche il racconto della ricerca di balene e delfini tra le acque del nostro mare: una testimonianza diretta dell’esperienza vissuta a bordo della Blue Panda, la nave ambasciatrice del WWF, che la scorsa estate ha attraversato il Mar Mediterraneo per diffondere il suo messaggio sull’importanza della salvaguardia dell’ecosistema marino.

Ad arricchire il progetto, un palinsesto di contenuti speciali disponibili sul sito Focus.it e sui canali social del brand – che raggiungono più di 3 milioni di follower – con tanti approfondimenti, interviste e immagini e video esclusivi sui progetti del WWF per soddisfare le curiosità e la conoscenza degli utenti.

Un’offerta multicanale e circolare che dal magazine si sviluppa e arricchisce sui canali digitali di Focus, confermando la formula di successo del brand che unisce al contributo di voci autorevoli di fama internazionale uno sguardo sempre fresco e rigoroso e l’inconfondibile stile chiaro e diretto in grado di raggiungere un pubblico sempre più ampio.

10mila visitatori e 20 milioni di persone raggiunte online: grande successo per la quarta edizione di Focus Live 2021

Più di 10mila visitatori e oltre 20 milioni di persone raggiunte live attraverso i canali digitali, in soli quattro giorni di manifestazione: è stata un grande successo l’edizione 2021 di Focus Live, il festival del sapere di Focus, che si è svolta al Museo Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano dall’11 al 14 novembre.

Dopo le prime due edizioni e quella completamente digitale del 2020, l’evento del brand Focus diretto da Raffaele Leone è tornato ad accogliere il pubblico dal vivo per la sua quarta edizione, pur con un sistema di prenotazione per limitare l’affluenza ai numeri consentiti. In quattro giorni, oltre 100 appuntamenti aperti a tutti con oltre 85 speaker di rilievo internazionale, tra scienziati, astronauti, sportivi, artisti ed esperti da tutto il mondo. Tra questi, ospiti prestigiosi dal mondo accademico e la comunità scientifica come Stefano Mancuso, Alberto Mantovani, Telmo Pievani, Massimo Temporelli, Tommaso Ghidini, Amalia Ercoli Finzi, ma anche Vittorio Sgarbi, Oliviero Toscani, Piergiorgio Odifreddi, Stefano Boeri, Bebe Vio, Geppi Cucciari, Andrea Delogu, Francesco Facchinetti, Adrian Fartade, Massimo Cannoletta e tanti altri.       

Nell’area espositiva, grandi e piccoli hanno potuto scoprire e “toccare con mano” come funziona la scienza con più di 25 installazioni ed esperienze interattive.     
Contemporaneamente, il pubblico ha potuto seguire da remoto oltre 30 ore di diretta streaming e i tanti contenuti pubblicati sul sito di Focus e i suoi canali social (Facebook, Instagram, Youtube, Tik Tok e Twitter): centinaia di migliaia di visualizzazioni e interazioni, che continueranno a crescere anche a evento terminato grazie alla pubblicazione di nuovi contenuti e alla fruizione di quelli già pubblicati, che rimarranno disponibili sui canali social.

Durante i giorni del festival, Focus TV ha raccontato il meglio di Focus Live in cinque speciali in seconda serata, che hanno avuto circa 131.000 telespettatori di ascolto medio e circa 200.000 contatti medi.

Focus Live è un evento Mondadori Media, realizzato in collaborazione con il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci e Mediamond, concessionaria di pubblicità di Mediaset e Gruppo Mondadori.

È organizzato in collaborazione con:
Main Partner: E-Distribuzione, Toyota
Partner: Golia; Humanitas University, Intel, ItaliaNFT, Open Fiber, Sacco System, Zambon Italia, ZEISS.
Content Partner: AIRC
Focus TV, Focus Junior, Smartworld.it e Studenti.it sono media partner del festival.
Radio Monte Carlo è la radio ufficiale.

Questa edizione di Focus Live è stata realizzata grazie alla collaborazione con diverse istituzioni:
Agenzia spaziale Italiana (ASI), Agenzia Spaziale Europea (ESA), Afru/Apnea Academy, ALCFX (Andrea Leanza), Enea, IIT, Inaf, Opera San Francesco, Politecnico di Milano, Scuola Sant’Anna di Pisa, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli studi di Milano Bicocca, Way Experience, Zoic.

Via a Focus Live: oltre 100 eventi in 4 giorni con scienziati, artisti ed esperienze virtuali

A Milano dall’11 al 14 novembre
Pubblico in sala e diretta social dal Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci

L’edizione 2021 del Festival del sapere sarà dedicata al tema delle sfide
In calendario, appuntamenti con scienziati, astronauti, sportivi, artisti ed esperti da tutto il mondo, tra cui Luca Parmitano, Vittorio Sgarbi, Oliviero Toscani, Piergiorgio Odifreddi, Stefano Boeri, Bebe Vio, Geppi Cucciari, Massimo Cannoletta, Andrea Delogu, Adrian Fartade e tanti altri

Oltre un mese di dirette social per avvicinarsi all’evento e poi il clou a Milano dall’11 al 14 novembre: in calendario oltre 100 appuntamenti aperti al pubblico, tra incontri, laboratori ed esperienze con ricercatori, scienziati, esploratori, sportivi, architetti, artisti e divulgatori, dal palco del Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci (ingresso via Olona 6bis), e in diretta sulle piattaforme web. È l’edizione 2021 di Focus Live, il festival del sapere di Focus, il mensile più letto in Italia, punto di riferimento di appassionati e curiosi di tecnologia, scienza, natura, medicina e innovazione.

Dopo le prime due edizioni, che hanno richiamato oltre 40mila visitatori, e l’edizione completamente digitale del 2020 con oltre 30 milioni di visualizzazioni sui social, l’evento del brand del Gruppo Mondadori si presenta quest’anno, per la quarta edizione, con un format rinnovato: da una parte tornano i visitatori in presenza (ingresso gratuito, su prenotazione e in numero limitato) e dall’altra si consolida la presenza sui canali media, grazie alla forza di un brand multicanale, presente su tutte le piattaforme: stampa, web e social, tv. Quest’anno la partecipazione è gratuita con prenotazione obbligatoria e posti limitati.

LE ANTEPRIME (8-10 novembre) E IL FESTIVAL (11/14 novembre)
Il tema di quest’anno è dedicato alle sfide del sapere che abbiamo intrapreso e quelle che ci aspettano. Nei tre giorni che precedono l’apertura al pubblico del Festival, largo a tre anteprime in diretta streaming dal palco del Museo: l’8 novembre con il fisico e inventore Federico Faggin, il 9 novembre con l’astronauta Luca Parmitano, il 10 novembre con la virologa Ilaria Capua.
Tra gli oltre 100 incontri in quattro giorni, dall’11 al 14 novembre, si parlerà delle curiosità su animali e piante, di esplorazione spaziale, della crisi dei microprocessori, di come tenere buono l’esercito di batteri che vive dentro di noi. Tra questi, per esempio, il biologo evoluzionista Telmo Pievani racconterà la storia dell’Umanità vista dal nostro Pianeta; Tommaso Ghidini, capo della sezione “Tecnologie dei Materiali” dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), mostrerà come l’uomo sta ritornando sulla Luna; con Antonio Bicchi, senior scientist dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), si potrà assistere a una sfida tra due bracci robotici e guidare vari robot sviluppati in Italia proprio dall’IITt; Rita Cucchiara, docente di Ingegneria informatica all’Università di Modena e Reggio Emilia, illustrerà gli ultimi traguardi raggiunti nel campo dell’Intelligenza Artificiale. E poi tanti altri ospiti, come Bebe Vio, Geppi Cucciari, Oliviero Toscani, Andrea Delogu, Francesco Facchinetti, Licia Troisi, Gianluigi Nuzzi, Adrian Fartade, Luca Perri, Stefano Boeri, Alberto Mantovani, Stefano Mancuso, Amalia Ercoli Finzi e tanti altri, che racconteranno le proprie sfide in settori diversi, oltre ad alcuni eventi speciali: con Vittorio Sgarbi impegnato in una lectio magistralis sull’arte; con Piergiorgio Odifreddi e la sua raccolta di storie di grandi scoperte scientifiche ispirate da animali; con l’astrofisico Massimo Tarenghi che ci porta sulle Ande dove è in costruzione il più grande telescopio della storia.

All’interno della zona espositiva ci sarà anche un corner dedicato alle domande e risposte nel quale mettere alla prova le proprie conoscenze in una sfida continua tra gli spettatori. Ogni giorno a ora fissa, il quiz verrà condotto da Massimo Cannoletta, il campione della trasmissione televisiva L’eredità. E poi La galleria del vento in miniatura del Politecnico di Milano, per vedere come si progettano e testano ponti, grattacieli, treni, automobili, le esperienze di realtà virtuale per ripercorrere la storia della Terra dalla sua formazione, miliardi di anni fa, a oggi.
Spazio anche a laboratori interattivi, stand e installazioni nei quali si potrà scoprire e “toccare con mano” come funziona la scienza. Tra questi, per esempio, lo stand dell’Agenzia Spaziale Europea dove sarà possibile scoprire come i satelliti dallo spazio osservano e misurano come sta cambiando il nostro Pianeta; Tree: un’esperienza immersiva di realtà virtuale che permette ai visitatori di “trasformarsi” in un albero scoprendo le potenzialità dell’olfatto; il laboratorio di paleontologia per imparare le tecniche di ricerca dei fossili.
Negli stand si potrà imparare a cercare e trovare fossili, a fare il massaggio cardiaco e le suture, a creare un giornale con testi e illustrazioni con la redazione di Focus; si potrà truccarsi da mostri del cinema e scoprire come la fibra ottica che ci porta a casa Netflix può aiutarci a tenere sotto controllo i terremoti; e molto altro ancora.

Su live.focus.it sarà possibile scoprire il palinsesto completo e prenotarsi per partecipare fisicamente ai singoli appuntamenti. Sul sito e sui canali social di Focus sarà poi possibile seguire l’intero festival con quattro giorni di dirette streaming e contenuti speciali. Durante i giorni del festival Focus Mediaset realizzerà cinque speciali in onda in seconda serata dedicato al meglio del Festival.

Focus Live è un evento Mondadori Media, realizzato in collaborazione con il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci e Mediamond, concessionaria di pubblicità di Mediaset e Mondadori.

Focus Live è organizzato in collaborazione con:
Main Partner: E-Distribuzione, Toyota
Partner: Golia; Humanitas University, Intel, ItaliaNFT, Open Fiber, Sacco System, Zambon Italia, ZEISS.
Content Partner: AIRC
Focus Mediaset, Focus Junior, Smartworld.it e Studenti.it sono media partner del festival.
Radio Monte Carlo è la radio ufficiale.

In collaborazione con Afru, Asi, Esa, Enea, IIT, Inaf, Opera San Francesco dei Poveri, Politecnico di Milano, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Milano-Bicocca e Way Experience.

La mostra IllusiOcean debutta all’Università di Milano-Bicocca con Mondadori Media e Museo Nazionale del Cinema di Torino

Fino al 31 gennaio 2022 l’Università di Milano-Bicocca ospita la mostra dedicata alla tutela dell’ecosistema marino raccontato attraverso il linguaggio delle illusioni.

Un progetto interattivo e multimediale realizzato grazie alla collaborazione con Mondadori Media e Museo Nazionale del Cinema di Torino e alla partecipazione di quasi 500 studenti delle scuole superiori

Lasciarsi affascinare dalla suggestiva biodiversità del mare e dai segreti del suo meraviglioso ecosistema attraverso il linguaggio delle illusioni. Fino al 31 gennaio 2022, l’Università di Milano-Bicocca ospita “IllusiOcean™”, la mostra ideata e coordinata da Paolo Galli, docente di ecologia dell’Ateneo, e realizzata in collaborazione con Mondadori Media e Museo Nazionale del Cinema di Torino.

Tra gli scopi dell’esposizione dedicata al mare quello di sensibilizzare la società civile, le scuole di ogni ordine e grado, il mondo accademico e la comunità scientifica sull’importanza di raggiungere gli obiettivi fissati dalle Nazioni Unite per il decennio delle scienze oceaniche per lo sviluppo sostenibile (2021-2030), in particolare l’Obiettivo 14: conservare e utilizzare in modo sostenibile gli oceani, i mari e le risorse marine.

Il percorso espositivo si presenta come un’esperienza interattiva lungo tre aree tematiche.
La prima area si compone di quattro stanze e due corner, ognuno in grado di raccontare un aspetto riguardante il mare: dalla biodiversità degli ecosistemi marini tropicali al problema dell’inquinamento da plastica.

Il viaggio inizia con il corner dedicato alla “Realtà Virtuale”: grazie ai visori 3D sarà possibile esplorare le meraviglie dei reef e scoprire l’attività di coral restoration. Qui, inoltre, si potrà simulare l’esperienza sensoriale di un geyser sottomarino e godersi lo spettacolo della natura.

Nel “Sottomarino delle illusioni” sarà possibile immergersi tra i fondali delle Maldive, arcipelago che ospita le scogliere coralline tra le più grandi al mondo: un’area di oltre 4500 km2 di straordinaria biodiversità e quasi 300 diverse specie di coralli. In questa stanza i visitatori avranno la possibilità di conoscere da vicino gli organismi marini che qui trovano riparo. Per farlo dovranno acuire i sensi: camminando da un lato all’altro dello spazio si vedranno le figure rimpicciolirsi o ingrandirsi e alghe e pesci trasformarsi in forme curiose.

La “Stanza degli specchi” ci consentirà un’incursione tra i banchi di meduse, affascinanti animali marini diffusi nei mari di tutto il mondo, dove fluttuano sospinte dalle correnti. Tra le luminose ombrelle di queste creature, sarà possibile scorgere le tracce della minaccia umana chiamata inquinamento.
Questa stanza è stata progettata con il supporto del maestro vetraio di Murano, Fabio Fornasier, il quale ha realizzato meduse in vetro secondo la caratteristica lavorazione manuale e riprodotto – anche questi in vetro – gli oggetti di plastica che affliggono i nostri mari.

La stanza “Mare sotto i Riflettori, il cinema racconta gli oceani” nasce da una collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema di Torino. Qui sarà possibile vivere una nuova esperienza interattiva per conoscere tutta la magia del cinema sottomarino, attraverso filmati, oggetti e curiosità uniche. «Il rapporto tra uomo e mare è da sempre uno dei temi ricorrenti della storia del cinema» ha sottolineato Domenico De Gaetano, direttore del Museo Nazionale del Cinema. «Il fascino del mondo sommerso si presta bene alle illusioni e agli effetti speciali. Siamo molto contenti di questa prestigiosa collaborazione, che ci permette di raccontare un altro affascinante tema della Settima Arte».       

Il mare è uno scrigno che contiene tante specie diverse di animali e piante: alcune sono facili da individuare, altre si nascondono e si mimetizzano. Per riconoscerle, servono un occhio esperto, pazienza e tanta attenzione. Nel “Labirinto dei segreti marini” i bambini dai tre a cinque anni potranno divertirsi a cercarli perdendosi tra le pareti di questa stanza speciale.

Il secondo corner, “Messaggio in Bottiglia”, ci riporterà indietro nel tempo, a quando le lettere venivano racchiuse nelle bottiglie di vetro e consegnate alle correnti del mare che le portavano a riva. Oggi per fortuna non serve gettare un messaggio negli oceani per comunicare con il mondo: attraverso il “mare del web”, ogni visitatore potrà lanciare il proprio messaggio di speranza da lanciare sui social entrando in una bottiglia di vetro virtuale.

La seconda area della mostra ospita 30 gigantografie, scattate da alcuni tra i più grandi esperti di fotografia subacquea – tra i quali Massimo Boyer – raffiguranti le suggestive illusioni create dalla natura che rendono ancora più spettacolari i nostri oceani: il mimetismo di alcune specie di pesci, per esempio, o il fenomeno che genera l’effetto delle cascate sottomarine a Mauritius, nell’Oceano Indiano.

Il terzo blocco è dedicato ai lavori svolti dagli studenti dei Licei scientifici Vittorio Veneto di Milano e Luigi Cremona di Milano e dell’Istituto tecnico agrario Emilio Sereni di Roma. Nei mesi scorsi circa 500 studenti hanno partecipato ai “Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento” progettando e realizzando parti della mostra: ricostruzioni di modellini dei fondali marini, giochi scientifici, cartelloni illustrativi, disegni e audio guide per i visitatori.

«Con IllusiOcean Milano-Bicocca compie un altro passo importante verso la ripartenza, accogliendo scuole, famiglie e cittadini alla scoperta di un percorso espositivo dedicato al mare. Siamo felici di inaugurare questa mostra che grazie al linguaggio delle illusioni è, non solo divertente, ma anche in grado di far riflettere su una delle priorità fissate dall’Agenda 2030 dell’Onu: la tutela della salute del mare. Una sfida che vede impegnati ogni giorno i nostri ricercatori nello studio di soluzioni di sviluppo sostenibile per la salvaguardia dell’ecosistema marino» ha dichiarato il prorettore vicario, Marco Orlandi.

La mostra è gratuita e aperta alla cittadinanza tutti i venerdì dalle 11 alle 18 e al sabato, per due volte al mese, negli stessi orari, presso la Galleria della scienza (Edifici U1/U2, piano -1
Piazza della Scienza, Milano).
Per accedere è necessaria la prenotazione sul sito illusiocean.it e la presentazione del green pass all’ingresso.
In più, tutti i martedì e i giovedì mattina, dalle 8 alle 10 o dalle 11 alle 13, scrivendo a illusiocean@unimib.it, è possibile prenotare visite guidate riservate alle scuole.

Grazie alla collaborazione con Mondadori Media, da fine ottobre la mostra “IllusiOcean™” sarà fruibile anche online, in esclusiva sul sito di Focus, il mensile più letto in Italia, punto di riferimento di appassionati e curiosi di tecnologia, scienza, natura, medicina e innovazione. Accedendo alla sezione dedicata di Focus.it., i visitatori potranno navigare in modalità immersiva all’interno delle stanze delle illusioni e scoprire, lungo il percorso virtuale, numerose curiosità sul mare e sui suoi abitanti.

«La mostra dell’Università Bicocca organizzata dal professor Paolo Galli sulle illusioni ottiche e il mare è originale, stimolante e divertente. Tre aggettivi che fanno parte da sempre del DNA di Focus e ci è venuto dunque naturale offrire la nostra partnership a IllusiOcean. Partnership che, oltre a raccontare e a descrivere l’esposizione, permetterà di visitarla virtualmente su Focus.it» ha dichiarato il direttore di Focus, Raffaele Leone.  «Originale perché nasce da un’idea inedita e creativa; stimolante perché vuol spingere a riflettere sulle meraviglie del mare e sulla necessità di preservarle; divertente perché la modalità di comunicazione è giocosa con gli effetti speciali delle illusioni ottiche. Focus poteva non esserci?».

L’esperienza con “IllusiOcean™” non si limita alla mostra. Durante tutto il periodo dell’esposizione è previsto un ricco programma di iniziative promosse da Focus e da Focus Junior, il magazine punto di riferimento nel mondo kids, per sensibilizzare lettori, docenti e studenti sul mondo marino e approfondire i temi dell’iniziativa. A partire dal numero di Focus in edicola questo mese, interamente dedicato all’importanza dell’acqua: dal ciclo del mare, vero motore liquido del Pianeta, alla vita dei cetacei che popolano le acque della nostra Penisola, fino ad arrivare al racconto della clinica dei coralli alle isole Maldive, con tanti contenuti speciali da non perdere.

Ogni settimana, su focusjunior.it e sui canali social del magazine, i ragazzi troveranno, inoltre, approfondimenti e curiosità sui temi sviluppati dalla mostra, ma non solo. Potranno, infatti, condividere con la redazione foto, articoli, idee e suggerimenti per prendersi cura dei mari e degli oceani, inviandoli all’indirizzo mail focusjunior@focusjunior.it: i contenuti più originali saranno pubblicati online e sulla rivista. «I bambini e i ragazzi sono preoccupati per il cambiamento climatico e il futuro del pianeta: come sempre, Focus Junior darà voce ai loro pensieri e alle loro proposte» ha dichiarato Sarah Pozzoli, direttrice di Focus Junior.

La mostra è patrocinata dalla Società italiana di Ecologia (S.It.E), da Regione Lombardia e dal Comune di Milano.

Focus si conferma leader nella divulgazione scientifica e arricchisce l’offerta per l’estate

A luglio e agosto due numeri doppi con 40 pagine di Domande & Risposte e due esclusive “Guide di Focus” dedicate ai 101 luoghi patrimonio UNESCO

Focus, il brand del Gruppo Mondadori leader nella divulgazione scientifica, si conferma ancora una volta il punto di riferimento per tutti gli appassionati di tematiche legate alla scienza, alla tecnologia e alla natura, e presenta un’offerta sempre più ricca.

Con oltre 3,1 milioni di lettori ogni mese (fonte: Audipress, 2021/I), il magazine diretto da Raffaele Leone ribadisce il proprio primato di mensile più letto in Italia grazie a una formula di successo che da sempre unisce ai contributi autorevoli di scienziati ed esperti di fama internazionale, l’inconfondibile stile chiaro e diretto in grado di raggiungere un pubblico sempre più ampio.

Ogni giorno Focus rende accessibili e coinvolgenti le scoperte più recenti, aiuta districarsi tra le fake news, ad approfondire e comprendere l’evoluzione delle ultime scoperte attraverso un sistema multimediale che va dalla rivista al web, passando per gli eventi come Focus Live, fino ai podcast e ai social, dove registra dati in continua crescita. La community del brand conta oggi oltre 3,2 milioni di fan (fonte: Shareablee e Insight, giugno 2021), in aumento del 17% rispetto al 2020 grazie a un ricco palinsesto di contenuti ingaggianti e formativi, con picchi di oltre 1 milione di reach organica per post.

Sarà inoltre un’estate di novità per Focus, che rafforza la propria proposta con contenuti speciali e nuove iniziative editoriali.

Si parte dal magazine, in edicola a luglio e ad agosto con due numeri doppi: ciascuno eccezionalmente aggiungerà ai servizi e alle rubriche di Focus 40 pagine di Focus Domande & Risposte, per soddisfare tutte le curiosità e dare risposte sui fatti più incredibili e interessanti. Dal mondo animale, alla tecnologia, dalla storia alla salute, ma anche cibo, sport ed economia.

E, per la prima volta, Focus porta in edicola “Le Guide di Focus, due esclusivi volumi da collezione per esplorare e ammirare i 101 luoghi Patrimonio UNESCO, disponibili dal 30 luglio. Nel primo volume “Paesaggi e natura” il racconto dei luoghi più belli e suggestivi di ogni Paese, dalla Grande Muraglia cinese alle isole Galapagos fino ai meravigliosi borghi italiani delle cinque terre. Il secondo volume “Arte e civiltà” sarà invece un viaggio alla scoperta delle culture del mondo con i luoghi simbolo della storia.

Il lancio di queste iniziative è valorizzato da una campagna advertising studiata per amplificare le novità sul pubblico target, attraverso una pianificazione articolata su diversi mezzi: dalla stampa periodica e quotidiana alla radio, dai social media alla TV.

Con queste attività Focus si conferma un brand dinamico e attento a soddisfare le curiosità del pubblico più curioso e interessato a scoprire e capire il mondo attraverso la lente della scienza.

Focus e Focus Junior media partner della Mostra IllusiOcean™

Una collaborazione che rafforza l’impegno del mondo Focus a favore della promozione degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda Onu 2030

In esclusiva su Focus.it sarà possibile vivere la mostra in digitale

Laboratori digitali, webinar e contenuti speciali: un ricco programma di iniziative sul mondo marino accompagnerà lettori, studenti e docenti per tutto il periodo della mostra

Focus e Focus Junior, i brand del Gruppo Mondadori leader nella divulgazione scientifica, sono media partner di “IllusiOcean™”, la mostra ideata dall’Università di Milano-Bicocca, in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema di Torino, dedicata alle meraviglie del mare.

Un’iniziativa con cui Focus – il periodico più letto d’Italia, con una total audience di 6,4 milioni tra lettori e utenti e un sistema di comunicazione multimediale che passa dal web al canale tv, dai social agli eventi – rafforza il proprio impegno a favore della salvaguardia del nostro Pianeta, attraverso un percorso di promozione degli obiettivi di sviluppo sostenibili dell’Agenda Onu 2030 rivolto a lettori, studenti e insegnanti che prosegue nell’arco di tutto l’anno.

La mostra nasce con lo scopo di sensibilizzare il pubblico sull’ambiente marino e sulle sue creature, utilizzando l’affascinante mondo delle illusioni, in grado di alterare la nostra percezione della realtà in modo divertente e sorprendente.

Un progetto itinerante che prenderà il via il 1° ottobre a Milano e che vivrà in digitale grazie alla collaborazione esclusiva con Focus che offrirà agli utenti la possibilità di visitare la mostra sul proprio sito: attraverso la modalità immersiva potranno navigare all’interno delle “stanze delle illusioni” e scoprire numerose curiosità sul mare e sui suoi abitanti.

Da sempre al fianco di eventi esclusivi legati al mondo scientifico, il mondo scienza del Gruppo Mondadori che ruota intorno a Focus, Focus Junior, Focus Pico e Focus Scuola accompagnerà inoltre i lettori in questi mesi e durante tutto il periodo della mostra con un ricco programma di iniziative: approfondimenti, laboratori digitali, webinar e contenuti speciali dai magazine, ai social, fino al web.   

“Quando ho conosciuto il professor Paolo Galli dell’Università Bicocca e mi ha parlato della mostra che aveva in mente, gli ho subito proposto la partnership di Focus”, spiega Raffaele Leone, direttore del magazine di divulgazione scientifica e leader del settore. “Il mare e la sua salvaguardia, materie di cui si occupa il docente, sono argomenti familiari per noi di Focus. Le illusioni ottiche sono poi una magia che ci ha sempre appassionato e coincidenza volle che quando incontrai Galli stava arrivando in edicola la nostra copertina sulle illusioni ottiche. Da quella congiunzione astrale non poteva che nascere il sodalizio della mostra. Sodalizio che rientra nel progetto più ampio di radicamento di Focus nel territorio per farne una realtà editoriale che partendo dalla carta diventi sempre più multiforme. Questa iniziativa con l’Università Bicocca ne è una sintesi esemplare”.

FOCUS: NUMERO SPECIALE, WEBINAR E ACADEMY

In concomitanza con l’inizio della mostra Focus, in collaborazione con l’Università Bicocca, dedicherà un ampio speciale di approfondimento a “La vita sott’acqua” nel numero in edicola il 21 settembre.

L’obiettivo 14 sarà una tematica su cui si cimenteranno anche gli studenti delle scuole superiori in una serie di incontri organizzati in autunno dalla Focus Academy, il progetto firmato Focus che ha l’obiettivo di avvicinare i ragazzi alla scienza e alla storia attraverso attività formative online, in accordo con i percorsi di alternanza scuola lavoro definiti nella convenzione PCTO.

Inoltre il magazine organizzerà uno speciale webinar pensato in particolare proprio per gli studenti ma aperto a tutti i lettori, dedicato all’obiettivo 14 dell’Agenda 2030 che si focalizza sulla conservazione e sull’utilizzo in modo durevole degli oceani, dei mari e delle risorse marine per uno sviluppo sostenibile.

GLI APPUNTAMENTI DELLE ACADEMY DI FOCUS JUNIOR 

Si parte già questo mese dalle attività della Focus Junior Academy, il laboratorio didattico di Focus Junior per i ragazzi della scuola primaria e secondaria di primo grado. Tutto esaurito per gli appuntamenti di maggio dedicati a far scoprire agli studenti il fantastico mondo dei coralli e come proteggerli: tre giornate di lezioni durante quali le classi costruiranno insieme ai giornalisti un servizio di approfondimento che sarà pubblicato sulla rivista e sul web a partire dal 21 giugno.

Un altro appuntamento attenderà i lettori di Focus Junior a luglio con un servizio realizzato con le affascinanti e sorprendenti immagini delle illusioni sott’acqua.

“I nostri giovani lettori sono molto attratti dal mondo sott’acqua e dalla vita delle specie marine – dice Sarah Pozzoli, direttore di Focus Junior – Inoltre, da qualche anno sono sempre più attenti ai temi legati alla salute del Pianeta. La mostra coniuga perfettamente questi due aspetti: curiosità e tutela dell’ambiente”.

LE INIZIATIVE DI FOCUS SCUOLA E FOCUS PICO

Iniziative speciali anche per gli insegnanti: appuntamento con il webinar organizzato da Focus Scuola, il magazine che affianca i docenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado con i migliori consigli di pedagogia e didattica. Un incontro per approfondire i temi collegati all’Agenda Onu con proposte di laboratori e attività innovative per coinvolgere gli studenti sul tema delle illusioni.

Spazio alla scoperta delle meraviglie del mare anche per i più piccoli: Focus Pico, il mensile pensato per i bambini tra i 3 e i 6 anni, proporrà nel numero in edicola a luglio giochi, adesivi, una tavola della scienza sui pesci che vivono nella scogliera corallina e una speciale storia illustrata dedicata al mondo del mare realizzata in collaborazione con i bambini e gli insegnanti della Scuola per l’infanzia dell’Università Bicocca.

Focus è il periodico più letto d’Italia, con una total audience di 6,4 milioni tra lettori e utenti (fonte: Nielsen media impact data fusion, novembre 2020). È sempre più apprezzato e coinvolgente sui social network, dove conta un’audience in crescita con oltre 3,2 milioni di follower sui social (fonte: Shareablee, aprile 2021). Il magazine è il nucleo di un ecosistema multimediale che passa dal web al canale tv, dai social agli eventi: un punto di riferimento distintivo per i temi di grande attualità, dalla scienza alla tecnologia alla natura, grazie al contributo di voci autorevoli di fama internazionale e uno sguardo sempre fresco e rigoroso.

Focus Junior è punto di riferimento nel mondo kids, con una diffusione media mensile di oltre 88 mila copie (fonte: Ads, gennaio 2021), 589 mila utenti unici al mese sul sito (fonte: Audiweb, gennaio 2021) e una community social di 142 mila fan (fonte: Shareablee, aprile 2021).

Gruppo Mondadori

Da oltre 110 anni la missione del Gruppo Mondadori è favorire la diffusione della cultura e delle idee, garantendo un’offerta di intrattenimento di qualità al più ampio pubblico possibile. Leader nel mercato dei libri e primo editore italiano multimediale, Mondadori ha intrapreso un percorso di responsabilità sociale che passa anche attraverso la promozione, su tutti i suoi canali, di contenuti di qualità che premiano la sostenibilità, la pluralità di pensiero, l’inclusione e la diversità, con un approccio sempre volto all’innovazione.

L’impegno di Mondadori si traduce in una serie di attività a sostegno delle comunità in cui il Gruppo opera: dalla promozione della lettura e dell’istruzione alla formazione e all’assistenza sociale e sanitaria.

Il Gruppo ha inoltre implementato un piano di iniziative volte a ridurre gli impatti ambientali delle sedi di uffici e delle librerie, che ha determinato una sensibile riduzione delle emissioni di gas a effetto serra e portato all’incremento dell’utilizzo di carta certificata per la produzione di libri e magazine.

Novità nel sistema Focus: il magazine “Focus Domande & Risposte” diventa mensile e lancia la collaborazione con il campione dell’eredità Massimo Cannoletta

Nuove rubriche e collaborazioni nel sistema Focus, il brand del Gruppo Mondadori leader nella divulgazione scientifica, con 6,4 milioni di lettori e utenti e una community di più di 3 milioni di follower sui social, in crescita del 40% rispetto al febbraio 2020.

Da questo mese Focus Domande & Risposte, il magazine che offre più di 250 domande e risposte sui fatti più incredibili e interessanti, cambia periodicità e diventa mensile. Per l’occasione la rivista lancia un’esclusiva collaborazione con Massimo Cannoletta.

Il celebre campione del quiz televisivo l’Eredità, che con il suo bagaglio culturale ha conquistato il pubblico italiano, sarà protagonista della rubrica “Te lo dice Massimosu Focus Domande & Risposte e di un appuntamento settimanale sui canali Facebook e Instagram di Focus, dove  coinvolgerà la community con un format video esclusivo di domande e risposte.

“La forza di Focus sta nella cura con cui approfondiamo e cerchiamo le notizie, nell’autorevolezza dei nostri interlocutori ma anche nella curiosità, nella passione, nel divertimento che ci mettiamo ogni giorno per offrire ai nostri lettori un prodotto di qualità che sappia parlare a tutti. Così quando ho avuto occasione di chiacchierare con Massimo Cannoletta, quando ho visto in lui un’entusiastica fame di sapere e di spiegare, ho pensato di aggregarlo alla squadra di giornalisti e di collaboratori che fanno del mondo di Focus una grande piattaforma multimediale di divulgazione scientifica”, ha dichiarato Raffaele Leone, direttore di Focus.

Ma le novità non finiscono qui. Cannoletta terrà una rubrica anche su Focus Storia, il magazine del sistema Focus dedicato agli avvenimenti, ai personaggi e alle curiosità del passato e del presente. In “Curioso per caso” farà scoprire ogni mese ai lettori tesori storici e artistici dei diversi Paesi del mondo.

Il super campione sarà inoltre protagonista di un’esclusiva intervista sulle pagine del mensile Focus, nel numero in edicola dal 23 febbraio, dove racconterà tutti i segreti sulla sua memoria.

Di origine leccese Cannoletta, 46 anni, è laureato in scienze politiche. E’ un appassionato divulgatore culturale che si è fatto conoscere negli scorsi mesi al pubblico televisivo nel quiz pre-serale condotto da Flavio Insinna, partecipando a 51 puntate e battendo record su record.

“Sono cresciuto leggendo le riviste col marchio Focus, ho indovinato molte domande de L’Eredità dopo averle apprese su questi magazine e sono davvero onorato di entrare a far parte della grande famiglia di Focus“, ha dichiarato Massimo Cannoletta.

Focus è il periodico più letto d’Italia con 6,4 milioni tra lettori e utenti digitali (fonte: Nielsen Media Impact Data fusion, maggio 2020). È sempre più apprezzato e coinvolgente sui social network, dove conta un’audience in crescita con oltre 3 milioni di follower sui social (fonte: Shareablee, febbraio 2020). Il magazine è il nucleo di un ecosistema multimediale che passa dal web al canale tv, dai social agli eventi: un punto di riferimento distintivo per i temi di grande attualità, dalla scienza alla tecnologia alla natura, grazie al contributo di voci autorevoli di fama internazionale e uno sguardo sempre fresco e rigoroso.