Focus

Grande successo per la quinta edizione di Focus Live

Più di 15.000 visitatori e sold out per gli oltre 70 eventi in calendario

Edizione da record per Focus Live 2022, che ha chiuso ieri con più di 15.000 mila visitatori al Museo Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano. Tre giorni densissimi, trascorsi tra stupore, curiosità, storie, esperienze, sorrisi, scoperte, discussioni e strategie per il futuro del Pianeta, che hanno consolidato e rafforzato la formula di successo del Festival del sapere di Focus con oltre 70 eventi in calendario, 15 sponsor, 21 partner scientifici, 82 speaker e 38 tra installazioni, laboratori ed esperienze interattive.

“Il successo di Focus Live 2022 consacra la nostra voglia di sperimentare nel mondo della comunicazione scientifica. La multimedialità che ci contraddistingue diventa nel festival esperienza dal vivo, incontro fisico con scienziati e divulgatori come noi, immersione digitale e contaminazione tra materie e mondi diversi”, ha dichiarato Raffaele Leone, Direttore di Focus. “La risposta entusiasta e numerosa di un pubblico curioso e intelligente di ogni età, non ci fa soltanto capire che la strada è giusta, ma per noi è uno stimolo a fare sempre meglio sul magazine, sulle nostre piattaforme web e negli eventi dal vivo”, ha concluso il Direttore.

Focus Live si conferma pertanto un evento capace di offrire uno sguardo attento, multiforme, dinamico, multimediale, interattivo, coinvolgente ed entusiasmante al futuro della scienza, della tecnologia, dell’esplorazione spaziale e della salvaguardia del Pianeta.

Tutti sold out gli oltre settanta eventi di Focus Live Orizzonti che hanno offerto una panoramica ampia, dettagliata e sfaccettata sul nostro futuro, apprezzata dalle migliaia di visitatori che hanno affollato gli spazi del Museo trasformati per l’occasione in un laboratorio di idee e sperimentazioni. Appassionati e curiosi di tecnologia, scienza, natura, medicina, animali e innovazione hanno trovato, infatti, all’interno del ricco programma, esperimenti e simulazioni per approfondire le varie tematiche, che sono state discusse e condivise nel corso delle interviste e durante gli interventi di oltre cento ospiti.

Tanti e differenti sono stati i modi per parlare di futuro: digitale e futuristico, quasi fantascientifico, nelle proposte di Metaverso Experience, con viaggi virtuali nello spazio, alla scoperta del Sistema solare o di Marte, così come le passeggiate dentro a un quadro di Monet, fino all’incontro ravvicinato con i dinosauri e con Alter ego, il robot umanoide che ci farà compagnia nel futuro prossimo. Ma anche uniti da un filo sottile al passato con i racconti legati a fatica, determinazione, tenacia, ostacoli e successi di grandi protagonisti del passato, come Rita Levi Montalcini, e campioni del presente, come Marcell Jacobs che ha inaugurato il festival e ha dato il ritmo alla manifestazione: sempre più veloce, verso nuovi record.

Un coro di voci e sguardi diversi, autorevoli scienziati e non solo chiamati da Focus a trattare argomenti capaci di coinvolgere, far sorridere e far riflettere come Luca Perri, che ha parlato di lotta alle fake news; oppure come Barbascura X che con umorismo ha ricordato i grandi della scienza attraverso i loro difetti e le strane abitudini; fino al climate change in musica con Luca Mercalli, e un ensemble dell’Orchestra Sinfonica di Milano, e ad un tuffo nel Mediterraneo con Mario Tozzi. E, ancora, la toccante esperienza dell’astronauta Paolo Nespoli; il futuro sostenibile raccontato da Stefano Boeri ed Ersilia Vaudo; gli strumenti per comprendere il mondo attraverso la fisica con Roberto Battiston; riflessioni sulla fragile (e compromessa) relazione tra uomo e natura con la biologa Barbara Gallavotti e, per concludere, gli ultimi sviluppi della ricerca e degli orizzonti della medicina spiegati da Alberto Mantovani.

Grande attenzione, come sempre, anche per i bambini, cui è stata riservata l’area kids di Focus Junior, con esperienze, laboratori e incontri realizzata con i partner Mondadori Education, Ricercamondo – Henkel, Università Bicocca, Rilegno.

A dimostrazione della forza del brand anche le centinaia di migliaia di visualizzazioni e interazioni con i post e video condivisi su Facebook, Instagram, Youtube, Tik Tok e Twitter che resteranno a disposizione e verranno arricchiti di nuovi contenuti per grandi e piccoli appassionati.

Il palinsesto di quinta edizione di Focus Live, che ha messo a disposizione del pubblico, gratuitamente, decine di incontri di altissimo livello, è stato seguito con grande attenzione anche dai canali informativi, con un’ottima copertura su tutti i media cartacei, digitali, radio e tv.

Focus Live è un evento Mondadori Media, realizzato in collaborazione con Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, Mediamond e numerosi partner:

Main Partner: Distretti Ecologici
Partner: ab medica, Caviro, Gigaset, Henkel, Humanitas University, ING Group, Regione Sicilia Assessorato Turismo Sport e Spettacolo
Metaverso Partner: Pulsee Luce e Gas
Innovation Advisor: Wavemaker
Content Partner: AIRC, Fatti, non Fake!, Mondadori Education, Rilegno
Technical Partner: Looperspace
Media Partner: Focus Mediaset
Radio Ufficiale: Radio Monte Carlo
AREA KIDS powered by Focus Junior

Focus Live è realizzato anche grazie al supporto di molte istituzioni: Aeronautica Militare, Afru, Apnea Academy, Asi, Civico planetario “Ulrico Hoepli”, Enea, Esa, Esercito Italiano, IIT, Inaf, Marina Militare, Mars Planet, Orchestra Sinfonica di Milano, Politecnico di Milano, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Università di Trento, VIS – Virtual Immersions in Science, Way Experience, WWF.

“Focus live 2022”: al via con oltre 100 ospiti, più di 70 eventi e 40 partner e istituzioni

Un format che conferma la forza e la formula di successo che da 30 anni contraddistinguono il brand Focus, in grado di raggiungere una community di 5 milioni di followers sui social e 3 milioni di utenti sul web

Conto alla rovescia per i tre giorni dedicati alla scienza del festival Focus Live, realizzato da Focus in collaborazione con il Museo Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano (ingresso via Olona 6 bis), in programma dal 4 al 6 novembre 2022.

Con gli oltre settanta eventi inseriti in calendario, Orizzonti, tema della quinta edizione, intende far sperimentare e toccare con mano quanto e come il progresso tecnologico abbia già cambiato – e cambierà – la vita quotidiana di tutti noi nei prossimi anni. Uno sguardo attento, multiforme, dinamico, multimediale, interattivo, coinvolgente ed entusiasmante al futuro della scienza, della tecnologia, dell’esplorazione spaziale e della salvaguardia del Pianeta, aperto al pubblico e rivolto a piccoli e grandi.

“Rieccoci alla quinta edizione del nostro Festival del sapere, format vincente che sa rinnovarsi rimanendo se stesso”, dichiara Raffaele Leone, direttore di Focus. “I prossimi anni sono cruciali per il cammino dell’uomo e per il Pianeta:, tocca a noi correggere il tiro in tema ambientale, tocca a noi cambiare abitudini, innovare e inventare tecnologie che riducano l’impatto negativo sulla natura. Ne va della salute del Pianeta e dunque della nostra. Ecco perché il titolo Orizzonti: guardare avanti per capire come la ricerca scientifica può aiutarci a raggiungere l’obiettivo di un progresso più sostenibile”.

Il festival del sapere di Focus è un’iniziativa che nasce dalla formula di successo che da sempre contraddistingue il brand. Da 30 anni Focus è nelle case degli italiani soddisfacendo la curiosità e la voglia di conoscenza del pubblico attraverso uno stile inconfondibile, chiaro e diretto, che, unito al contributo di voci di scienziati ed esperti, ha permesso al magazine di diventare un punto di riferimento per una community di 5 milioni di follower sui social e 3 milioni di utenti sul web (fonte Audiweb agosto 2022).

Oltre 40 partner e istituzioni hanno aderito al progetto Focus Live, confermando la forza di un brand che – grazie alla sua presenza su carta, web, social, podcast, tv e sul sul territorio – è diventato una piattaforma multimediale di divulgazione a 360°, in grado di coinvolgere un pubblico sempre più ampio.

Il calendario

Dal clima alle conquiste spaziali, dal cibo alla medicina, dallo sport al design, sono più di cento gli ospiti chiamati a condividere con il pubblico le scoperte e le novità più recenti, in presenza e in diretta sulle piattaforme web e social. Appassionati e curiosi di tecnologia, scienza, natura, medicina e innovazione troveranno all’interno del ricco programma, tanti eventi da segnare in agenda.

  • Venerdì 4 novembre: Marcell Jacobs, Alberto Mantovani, Luca Perri, Barbascura X, Luca Mercalli

Dopo la cerimonia di apertura della manifestazione, con la partecipazione di Fiorenzo Galli, Direttore Generale del Museo Nazionale Scienza e Tecnologia, la presentazione del programma da parte del direttore di Focus e i saluti istituzionali, sarà Marcell Jacobs, campione olimpico dei 100 metri alle ore 10.20 il primo, atteso, ospite relatore. Protagonista di Veloci verso il futuro, svelerà al pubblico i suoi segreti: come si diventa l’uomo più veloce del mondo? È davvero solo tutta una questione di allenamento?

Occasione imperdibile alle 12, invece, per incontrare Alter ego, il robot umanoide sviluppato dall’Istituto Italiano di Tecnologia, il centro di eccellenza che il mondo ci invidia e dove prende forma il futuro, e altre tecnologie che ci cambieranno la vita.

Alle ore 14 sarà invece l’immunologo Alberto Mantovani a guidarci alla scoperta della straordinaria fase di avanzamento delle conoscenze in campo medico che stiamo attraversando e degli sviluppi terapeutici nel prossimo futuro, in particolare per malattie degenerative come Alzheimer, Parkinson e demenza senile.

L’astrofisico Luca Perri alle ore 16 invece parlerà di Buuu… gie. Funzionamento e non funzionamento del debunking. Daniele Mocio, Tenente Colonnello dell’Aeronautica Militare e previsore meteo, alle ore 17 si soffermerà su previsioni e cambiamento climatico in Che tempo che fa?. Compito di Barbascura X, divulgatore scientifico e stand-up comedian svelare Il lato umano degli scienziati.

Rivelazioni (e sconvolgenti scheletri nell’armadio) alle ore 19.20 su 6 grandi menti della scienza, da Newton a Tesla, da Democrito ad Einstein. A concludere la prima giornata di Focus Live sarà il meteorologo Luca Mercalli, meteorologo e un ensemble dell’Orchestra sinfonica di Milano con C’erano una volta le quattro stagioni che parte da una domanda: cosa avrebbe composto Antonio Vivaldi se fosse vissuto oggi, nel pieno del cambiamento climatico causato dall’uomo?

  • Sabato 5 novembre: Guido Tonelli, Roberto Battiston, Mario Tozzi, Benedetta Parodi, Stefano Boeri ed Ersilia Vaudo, Gabriella Greison

A dieci anni dalla scoperta del Bosone di Higgs, che cosa abbiamo imparato di questa particella? E che cosa resta da scoprire? Per ascoltare le risposte appuntamento sabato 5 novembre alle ore 10 con La “particella di Dio” e i segreti dell’universo in compagnia del fisico del Cern Guido Tonelli.

Alle ore 10.35 anche il fisico Roberto Battiston fornirà strumenti per comprendere meglio il mondo Con gli occhi della scienza. Mario Tozzi, con il suo stile inconfondibile, alle ore 11.15 porterà il pubblico di Focus Live a scoprire gli aspetti più affascinanti del Mare Nostrum, il Mediterraneo, in un viaggio tra storia, mito e scienza.

Alle ore 12 gli esperti di Airc, insieme a Benedetta Parodi, testimonial dell’Associazione, parleranno di quanto è importante una sana alimentazione per il nostro corpo nel corso dell’incontro La salute vien mangiando (sano).

Nel pomeriggio alle ore 16 Stefano Boeri, architetto, ed Ersilia Vaudo, chief diversity officer dell’Agenzia Spaziale Europea ci porteranno Dalle stelle alle stanze per parlare di futuro sostenibile. Lo Special event di sabato sera è un doppio appuntamento per ricordare, a dieci anni dalla scomparsa, Rita Levi Montalcini, l’unica scienziata italiana premiata con il Nobel.

Alle ore 20.30 con la nipote Piera e Alberto Cappio, autori di “Un sogno al microscopio”, verrà ricordata la sua straordinaria vita: dall’infanzia spensierata alle leggi razziali, dagli studi a Torino ai legami con una famiglia molto unita, colta e piena di talenti.

Alle ore 21.00 invece Gabriella Greison, fisica e attrice, porta in scena un nuovo spettacolo, “#maestre”, dedicato alle grandi scienziate del XX secolo.

  • Domenica 6 novembre: David Monacchi, Adriano Fontana, Paolo Nespoli, Space4InspirAction, Barbara Gallavotti e Telmo Pievani

Ricco anche il cartellone dell’ultima giornata di Focus Live, domenica 6 novembre, che apre alle ore 10 con il giornalista Federico Taddia e la climatologa Elisa Palazzi, in un dialogo a due voci su Il cambiamento climatico spiegato a tutti.

Sarà invece un viaggio alla scoperta dei suoni dei luoghi a forte rischio di scomparsa L’arca di Noè sonora di David Monacchi, artista interdisciplinare, compositore, presidente della organizzazione non-profit Fragments of Extinction e archeologo dei suoni (alle ore 14.35).

Dalle meraviglie della terra si viaggia nello spazio alle 15.15 con Le meraviglie del Webb Space Telescope raccontate dall’astrofisico Adriano Fontana.

Dalle conquiste spaziali al coraggio di affrontare le avversità alle 16 il programma propone Non smettete di sognare, l’esperienza straordinaria di vita e lavoro dell’astronauta Paolo Nespoli. Spazio al design alle ore 17 con i progetti degli studenti del corso Space4InspirAction della Scuola del Design del Politecnico di Milano realizzati per Focus all’interno dell’iniziativa Star Track. Soluzioni per rendere coltivabile l’alga spirulina in ambiente lunare e per facilitare il lavoro degli astronauti con disabilità. A presentare il progetto Annalisa Dominoni e Benedetto Quaquaro, docenti del corso.

Con la biologa Barbara Gallavotti, alle ore 18, c’è il tempo per fermarsi a riflettere sulla ormai fragile (e compromessa) relazione tra uomo e natura nel corso di Confini invisibili, mentre alle ore 18.45 sul palco di Focus Live saliranno il paleontologo Cristiano Del Sasso e tre dinosauri… visibili al pubblico grazie ai visori per la realtà virtuale. E a concludere il festival ci penserà Telmo Pievani, alle ore 19.30, presentando spunti di riflessione su Il paradosso del progresso.

Laboratori, stand e dimostrazioni scientifiche

Per tutti coloro che alle conferenze e agli incontri teorici preferiscono la pratica, il luogo dove rivolgersi è l’area dedicata alle installazioni del Museo Scienza e Tecnologia di Milano. Tra un intervento sul main stage e un talk allo speakers corner sarà infatti possibile curiosare tra i diversi stand. I ricercatori di Airc risponderanno alle domande sui tumori e con una serie di giochi interattivi aiuteranno a valutare l’importanza della prevenzione.

Nei Laboratori raccontati (a cura di Mondadori Education e Fatti, non fake!) si sperimenterà la chimica di tutti i giorni ma anche quella del futuro. Negli stand dell’Aeronautica Militare si potrà salire nella cabina di pilotaggio di un jet militare, provare un seggiolino eiettabile e anche imparare a fare le previsioni meteo. Metaverso Experience – un mondo digitale realizzato da Pulsee Luce e Gas in collaborazione con Looperspace e Wavemaker – nel quale si può salire su una navicella spaziale e viaggiare nel Sistema solare alla scoperta dei segreti della nostra stella e dei suoi pianeti. Oltre al viaggio nel metaverso, ci si potrà cimentare in una camminata su Marte con il simulatore di gravità marziana di Mars Planet, o stare accanto a Neil Armstrong e Buzz Aldrin nel simulatore dell’Apollo 11 di Virtual Immersions in Science.

Con la realtà virtuale di Way Experience sono invece in programma incontri ravvicinati con i dinosauri, così come passeggiate dentro a un quadro di Monet e un viaggio nel tempo per studiare la biodiversità delle Isole Galápagos a fianco di Charles Darwin. Nello stand di Humanitas University, infine, verranno insegnate le principali manovre salvavita. Infine, per i bambini, non mancherà l’area Kids realizzata da Focus Junior, con esperienze, laboratori e incontri realizzati con i partner Mondadori Education, Ricercamondo – Henkel e Università Bicocca.

Come partecipare

Su live.focus.it è possibile scoprire il palinsesto completo e prenotarsi per partecipare agli appuntamenti. Gli eventi sono stati divisi in due turni: mattino (10-14) e pomeriggio (14-20). Chi desidera rimanere tutto il giorno può prenotare i biglietti per entrambe le mezze giornate. Due gli spettacoli serali che avranno un biglietto, sempre gratuito, a parte. Sul sito e sui canali social di Focus sarà inoltre possibile seguire l’intero festival con tre giorni di dirette streaming e contenuti speciali.

Focus Live è un evento Mondadori Media, realizzato in collaborazione con Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, Mediamond e numerosi partner:

Main Partner: Distretti Ecologici
Partner: ab medica, Caviro, Gigaset, Henkel, Humanitas University, ING Group, Regione Sicilia Assessorato Turismo Sport e Spettacolo
Metaverso Partner: Pulsee Luce e Gas
Innovation Advisor: Wavemaker
Content Partner: AIRC, Fatti, non Fake!, Mondadori Education, Rilegno
Technical Partner: Looperspace
Media Partner: Focus Mediaset
Radio Ufficiale: Radio Monte Carlo
AREA KIDS powered by Focus Junior

Focus Live è realizzato anche grazie al supporto di molte istituzioni: Aeronautica Militare, Afru, Apnea Academy, Asi, Civico planetario “Ulrico Hoepli”, Enea, Esa, Esercito Italiano, IIT, Inaf, Marina Militare, Mars Planet, Orchestra Sinfonica di Milano, Politecnico di Milano, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Università di Trento, VIS – Virtual Immersions in Science, Way Experience, WWF.

Il programma completo è disponibile al link: https://live.focus.it/palinsesto/

“Focus live 2022: orizzonti”: scoperte, novità, prove di futuro della scienza e della tecnologia

Appuntamento dal 4 al 6 novembre con la quinta edizione del festival, in programma al Museo Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano

Ricco parterre di ospiti e iniziative aperte al pubblico e per tutte le età: conferenze, installazioni, laboratori, dimostrazioni e incontri, anche robotici

Gare tra robot e campioni olimpici, passeggiate virtuali sulla Stazione Spaziale Internazionale, a gravità ridotta su Marte e dentro ai vulcani. E, ancora, sfide di coding, quiz di astronomia e spettacoli teatrali. In più immersioni nel mondo naturale, alla scoperta degli insetti impollinatori e dei coralli. Partendo da un tema, affascinante, poetico e complesso, come Orizzonti, il festival Focus Live realizzato in collaborazione con il Museo Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, dal 4 al 6 novembre 2022 intende far sperimentare e toccare con mano, direttamente, come la scienza e il progresso tecnologico abbiano già cambiato – e cambieranno – la vita quotidiana di tutti noi nei prossimi anni. Uno sguardo attento, multiforme, dinamico, multimediale, interattivo, coinvolgente ed entusiasmante al futuro della scienza, della tecnologia, dell’esplorazione spaziale e della salvaguardia del Pianeta, accessibile a tutti e rivolto a piccoli e grandi.

Focus Live, il festival del sapere di Focus – il mensile più letto in Italia diretto da Raffaele Leone, punto di riferimento di appassionati e curiosi di tecnologia, scienza, natura, medicina e innovazione – parteciperanno, tra gli altri, il campione olimpico Marcell Jacobs, i climatologi Luca Mercalli ed Elisa Palazzi, il fisico Roberto Battiston, la biologa Barbara Gallavotti, i biologi marini Roberto Danovaro e Ferdinando Boero e il geologo Mario Tozzi, l’astrofisico Luca Perri, il docente Telmo Pievani e il divulgatore scientifico Federico Taddia. Per i bambini non mancherà l’area Kids realizzata da Focus Junior con esperienze, laboratori e incontri.

Oltre al ricco palinsesto giornaliero, in programma anche due eventi serali gratuiti. Venerdì 4 novembre alle 20.30 le parole di Luca Mercalli e le note di Antonio Vivaldi suonate da un ensemble dell’Orchestra Sinfonica di Milano conquisteranno gli spettatori con  “C’erano una volta le 4 stagioni” e  sabato 5, sempre alle 20.30, invece Gabriella Greison, fisica e attrice, porta in scena porta in scena “#maestre”, dedicato alle grandi scienziate del XX secolo, con un esclusivo “extra”, Rita Levi Montalcini, preparata solo per il pubblico di Focus Live.

Per chi volesse un’anteprima di questo “viaggio nel futuro” l’appuntamento è per il 22 ottobre alle ore 18.30 al Planetario. Sarà infatti possibile osservare il cielo stellato che si vedrà tra 3000 anni
con il commento di Fabio Peri, conservatore del Civico Planetario Hoepli e a seguire Amedeo Balbi, astrofisico e professore associato all’Università di Roma Tor Vergata, che guiderà il pubblico presente alla scoperta delle colonie spaziali in un appassionante viaggio tra scienza e fantascienza. L’ingresso è gratuito, ma su prenotazione fino a esaurimento posti (info e prenotazioni su focus.it/planetariomilano).

Anche tutti gli eventi in programma dal 4 al 6 novembre saranno aperti al pubblico. La prenotazione si può effettuare sul sito https://live.focus.it. Due i turni: mattino (10-14) e pomeriggio (14-20). Chi desidera rimanere tutto il giorno può naturalmente prenotare i biglietti per entrambe le mezze giornate. Gli spettacoli serali di venerdì e sabato avranno un biglietto, sempre gratuito, a parte.

Focus Live è un evento Mondadori Media, realizzato in collaborazione a Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, Mediamond, concessionaria di pubblicità di Mediaset e Mondadori, e numerosi partner:

Main Partner: Distretti Ecologici
Partner: ab medica, Gigaset, Henkel, Humanitas University, ING Group, Regione Sicilia Assessorato Turismo Sport e Spettacolo
Metaverso Partner: Pulsee Luce e Gas
Innovation Advisor: Wavemaker
Content Partner: AIRC, Fatti, non Fake!, Mondadori Education
Technical Partner: Looperspace
Media Partner: Focus Mediaset
Radio Ufficiale: Radio Monte Carlo
AREA KIDS powered by Focus Junior

 

Focus Live è realizzato anche grazie al supporto di molte istituzioni: Aeronautica Militare, Afru, Apnea Academy, Asi, Civico planetario “Ulrico Hoepli”, Enea, Esa, Esercito Italiano, IIT, Inaf, Marina Militare, Mars Planet, Orchestra Sinfonica di Milano, Politecnico di Milano, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Università di Trento, VIS – Virtual Immersions in Science, Way Experience, WWF.

Focus rafforza il proprio impegno a favore di un futuro sostenibile per il nostro Pianeta con “Focus For Future”

Il brand si conferma la piattaforma multimediale di riferimento su ambiente e sostenibilià

Questo mese un dossier speciale dedicato alla situazione attuale dei mari e degli oceani realizzato in collaborazione con la Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli

Il 5 giugno, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, Focus sarà media partner dell’iniziativa nazionale “Plastic Free”

Focus, il brand leader nella divulgazione scientifica per 5,5 milioni di lettori e utenti appassionati, rafforza il pluriennale impegno nei confronti della salvaguardia del Pianeta con Focus For Future, in virtù del quale affianca all’approfondimento dei grandi temi della scienza, della tecnologia e dell’ambiente azioni concrete per sensibilizzare e coinvolgere proattivamente sul territorio la community. 

Una ricca offerta che – attraverso speciali e dossier sul magazine, approfondimenti sul sito e un palinsesto di contenuti e video sui canali social – conferma Focus come la piattaforma multimediale di riferimento a 360° su ambiente e sostenibilità

 “Quanti sacrifici siamo disposti a fare per salvare il Pianeta? Fino a che punto accetteremo di impoverirci e di ridurre alcune comode abitudini?”, si domanda Raffaele Leone, direttore di Focus. “La direzione è solo una. Noi di Focus non smetteremo di indicarla battendo con insistenza sul tasto della difesa dell’ambiente così come seguiremo le innovazioni tecnologiche che verso quella transizione ci aiuteranno ad andare”, sottolinea Raffaele Leone.

 Un impegno quello a favore della sostenibilità che coinvolgerà proattivamente Focus e la sua community in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente: il 5 giugno il brand sarà media partner dell’iniziativa realizzata dell’associazione Plastic Free per rimuovere in tutta Italia plastica e rifiuti dall’ambiente. Un appuntamento per compiere un’azione concreta a favore dell’ambiente attraverso il quale Focus coinvolgerà lettori e utenti per contribuire attivamente all’obiettivo comune. 

 In edicola dal 28 maggio un numero speciale del magazine dedicato alla sostenibilità nel quale verranno approfonditi i temi centrali per la difesa degli equilibri naturali del Pianeta e del nostro futuro, come il cambiamento climatico e la biodiversità.
Il numero è realizzato in collaborazione con gli studiosi della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, fondata nel 1872 e ancora oggi considerata un laboratorio avanzato per lo studio della biodiversità marina.
I lettori troveranno al suo interno un dossier, curato dagli scienziati Roberto Danovaro e Ferdinando Boero della Stazione Zoologica, che esamineranno lo stato degli oceani, le misure necessarie per passare a un loro uso sostenibile, le nuove tecnologie che ci permettono di studiare ed esplorare questo “pianeta blu” ricchissimo di vita.
Nel nuovo numero di Focus anche un approfondimento che fotografa lo stato di salute della Terra e del clima con i veri numeri in materia di transizione ecologica, riscaldamento globale, rinnovabili e inquinamento. 

 “Questo Dossier dedicato ai mari – commenta Roberto Danovaro, presidente della Stazione Zoologica Anton Dohrn – Istituto di Biologia, Ecologia e Biotecnologie Marine di Napoli – rappresenta un’occasione straordinaria anche per celebrare i 150 dell’istituzione della Stazione Zoologica Anton Dohrn, tra le 10 migliori istituzioni al mondo nell’ambito della biologia marina. La pubblicazione fa il punto sulla situazione della biodiversità, gravemente minacciata dai cambiamenti globali e dall’attività dell’uomo, e ci permette di capire come possiamo proteggerla e salvarla con interventi di protezione, di restauro degli ecosistemi marini, anche per centrare gli obiettivi del PNRR e del Green Deal europeo”.

“Il Dossier, inoltre – continua Danovaro – getta lo sguardo anche sulle sofisticatissime tecnologie in via di sviluppo per l’esplorazione di mari e oceani, fino alle massime profondità, e che competono con le più avanzate tecnologie aerospaziali. Il tutto riguardando a 150 anni di storia e alle prospettive per la ricerca futura. Le Nazioni Unite hanno individuato nei mari e oceani la chiave di volta di un futuro sostenibile dell’umanità e siamo tutti impegnati per rispondere a questa chiamata. Questo bellissimo volume ci permetterà di capire di più su cosa è stato fatto e su cosa verrà fatto nei prossimi anni”.

“La Stazione Zoologica Anton Dohrn – aggiunge Ferdinando Boero, Presidente Fondazione Dohrn, chair della Stazione Zoologica Anton Dohrn – dopo 150 anni, resta all’avanguardia nello studio della biodiversità e degli ecosistemi marini, da pochissimo inseriti nella nostra Costituzione tra i valori fondanti del nostro vivere civile. Focus le dedica un numero speciale, un passo avanti verso una conversione ecologica basata sulla conoscenza, senza la quale la speranza di una transizione ecologica risulterà vana”.

Il lancio di Focus For Future sarà supportato da una campagna advertising, pianificata su print, radio, web e digital out of home.

Il percorso di Focus sulla sostenibilità culminerà in occasione del Focus Live, il festival della scienza che vede protagonisti ricercatori, scienziati, esploratori, artisti e divulgatori di fama internazionale. La nuova edizione – dal 4 al 6 novembre al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci e in diretta streaming – proporrà ad un pubblico di appassionati un ricco calendario di incontri e attività dedicate a queste tematiche

Inoltre Focus continuerà ad approfondire le tematiche della sostenibilità e dell’ambiente e a raccontare tutte le iniziative anche sul sito e sui canali social di Focus – che raggiungono 4,4 milioni di fan – per sensibilizzare e coinvolgere direttamente la community nell’adozione di comportamenti a minore impatto ambientale.

Con questa offerta multicanale e circolare che dal magazine si sviluppa agli eventi, ai social, al web, alla tv fino ai podcast, Focus prosegue il racconto avviato con Focus Next 30 – la serie di approfondimenti e iniziative speciali lanciate nel 2022 per celebrare i primi 30 anni del brand – confermandosi una piattaforma multimediale di divulgazione, in grado di unire al contributo di voci autorevoli uno sguardo sempre fresco e rigoroso e l’inconfondibile stile chiaro e diretto in grado di raggiungere un pubblico sempre più ampio.

 

Fonte: Nielsen Media Impact Data Fusion, dicembre 2021
Fonte: Shareablee + Insight, aprile 2022

È Heidel il nome scelto per il bambino della preistoria, l’iniziativa lanciata da Focus Junior e Museo Nazionale del Paleolitico di Isernia

Sono oltre 300 le classi italiane della scuola primaria che hanno partecipato al progetto realizzato da Focus Junior, brand leader nella divulgazione scientifica per bambini, e Museo Nazionale del Paleolitico di Isernia, in occasione del ritrovamento del dentino del bambino preistorico risalente a 600.000 anni fa.

L’iniziativa è stata lanciata a gennaio sulle pagine del magazine del Gruppo Mondadori con l’obiettivo di coinvolgere il pubblico più giovane nel dare un nome alla scultura  che è stata realizzata partendo dal piccolo ma prezioso reperto archeologico ritrovato a Isernia e considerato il più antico resto umano scoperto in Italia, con l’obiettivo di ricostruire l’immagine del bambino a cui apparteneva.  

«Gran parte dei nomi proposti era ispirato proprio al nome scientifico della specie, segno che i piccoli lettori hanno ben recepito l’importanza del sito di Isernia La Pineta e dei suoi ritrovamenti», dichiara Enza Zullo, direttrice del Museo Nazionale del Paleolitico di Isernia. «I bambini hanno anche ben inteso il senso delle operazioni di valorizzazione che stiamo portando avanti con le ricostruzioni scientifiche tridimensionali degli animali e soprattutto del bambino».

Tra le tante proposte inviate dai junior reporter è stato scelto il nome Heidel, in riferimento alla specie umana estinta, homo heidelbergensis, vissuta tra 600.000 mila e 100.000 mila anni fa, a cui apparteneva il reperto. Le tre classi di quinta elementare, ideatrici del nome, saranno svelate il giorno 7 giugno durante un incontro digitale presentato dal Museo di Isernia e con la partecipazione di tutte le scuole coinvolte nel progetto.

 «Dove c’è il piacere di una scoperta, lì c’è sempre Focus Junior», commenta Sarah Pozzoli, direttrice del magazine. «Quando il museo di Isernia ci ha contattato siamo rimasti subito affascinati dalla storia di questo reperto, abbiamo quindi deciso di raccontarla a nostra volta ai focusini con il supporto scientifico del professor Carlo Peretto e con la penna dello scrittore per ragazzi Davide Morosinotto. Non solo: abbiamo pensato di coinvolgere i lettori nella scelta di un nome per il bambino. Le loro proposte sono state tantissime e tutte ben motivate. Alla fine abbiamo deciso per Heidel perché è un nome che ne richiama l’origine della specie umana e allo stesso tempo è un nome simpatico e orecchiabile».

L’iniziativa editoriale, lanciata da Focus Junior in collaborazione con il Museo Nazionale del Paleolitico e patrocinata dal Comune di Isernia, è nata con l’intento di valorizzare il patrimonio archeologico del Museo e il sito Isernia La Pineta.

Grazie alla pubblicazione sul magazine Focus Junior, la storia del bambino della preistoria ha raggiunto migliaia di studenti, ampliando l’interazione con i più piccoli, in linea con la filosofia del magazine di far scoprire il mondo in modo nuovo e divertente.

L’iniziativa lanciata dal Museo del Paleolitico di Isernia e da Focus Junior, prevede inoltre che a settembre, gli alunni che hanno proposto il nome scelto saranno invitati a visitare gli scavi archeologici di Isernia, vivendo un vero e proprio viaggio nella Preistoria. Un percorso didattico tra storia e cultura dove le classi primarie potranno conoscere Heidel, scoprire la ricostruzione realizzata dalla specialista Elisabeth Dayne e alcuni esemplari della fauna preistorica rinvenuta durante gli scavi nel sito La Pineta, scoprendo così le fasi più importanti del Paleolitico.

 

Focus Junior è il brand pensato per soddisfare la naturale curiosità dei bambini dai 7 ai 13 anni che vogliono divertirsi scoprendo il mondo in modo nuovo e intelligente. Può contare su un sistema di comunicazione integrato sempre più dinamico e apprezzato dal pubblico, capace di unire su tutti i canali una grande varietà di contenuti a un approccio ludico ma concreto.

Focus lancia “Talks”

Una video library esclusiva, sul web e sui social, con le interviste e le testimonianze dei più autorevoli esperti del mondo scientifico sulle sfide del nostro futuro

Focus, il brand del Gruppo Mondadori leader nella divulgazione scientifica, lanciaTalks”: un nuovo canale web e social per raccontare, attraverso le testimonianze dirette di scienziati, studiosi e divulgatori, le innovazioni e le trasformazioni che cambieranno il mondo nei prossimi trent’anni.

Una video library di contributi inediti, disponibili sul sito Focus.it, Facebook e Youtube, in cui Focus darà voce ai rappresentanti più autorevoli della comunità scientifica e accademica: speaker di grande rilievo che condivideranno il loro punto di osservazione e la loro visione sul futuro di scienza, tecnologia, ambiente, medicina, alimentazione, stili di vita e sostenibilità, in una varietà di format che vanno dalla presentazione al dibattito fino agli eventi live.

Sfide, progressi ed evoluzioni con cui il brand prosegue il racconto avviato con Focus Next 30, la serie di approfondimenti e iniziative speciali che Focus ha lanciato per celebrare nel 2022 i suoi primi 30 anni. Un percorso che può contare su una audience digitale forte e in costante crescita, con oltre 4,2 milioni di fan sui social che si affiancano ai 5 milioni di lettori e utenti

 Ad inaugurare i Focus “Talks”, 4 video esclusivi, online in prima visione:  

La nanosfida ai tumori
Marco Ferrari, accademico e imprenditore, impegnato nella ricerca sulle nanotecnologie applicate alla cura dei tumori, ripercorre la sua storia accademica e le sue ricerche concentrandosi proprio sullo sviluppo dei farmaci nanotecnologici. 

Il motore dell’acqua
Giulio Boccaletti, tra i maggiori esperti di sicurezza ambientale e risorse naturali a livello mondiale, approfondirà il tema dell’acqua, condividendo la sua esperienza a The Nature Conservancy, la più grande organizzazione non governativa di conservazione ambientale al mondo, dove ha diretto programmi su questa risorsa in oltre 70 paesi e territori.

Il primo ambientalista
Paolo Colombo, professore ordinario di Storia delle istituzioni politiche nella Facoltà di Scienze politiche e sociali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, dedica un approfondimento alla figura di Alexander Von Humboldt, naturalista, esploratore e scienziato che con due secoli di anticipo ha denunciato i pericoli e le conseguenze dello sfruttamento umano della natura e dell’ambiente.

 Fanta & Scienza
Intervento a due tenuto dalla scrittrice fantasy Laura Troisi e da Luca Perri, astrofisico dell’Osservatorio di Merate e del Planetario di Milano che da oltre un decennio si occupa di divulgazione. Nel loro dibattito si confrontano sulle contaminazioni tra letteratura, fantasy e scienza. 

Ad arricchire il palinsesto dei “Talks” anche gli interventi di scienziati, astronauti, sportivi, artisti ed esperti da tutto il mondo che hanno partecipato a Focus Live. Ogni anno l’imperdibile festival della scienza di Focus propone ad un pubblico di appassionati un ricco programma di incontri, eventi e esperienze, con la partecipazione di voci di fama internazionale. Tra gli interventi, disponibili per la prima volta on demand, Telmo Pievani, Stefano Mancuso, Giampiero Accinelli, Barbara Mazzolai, Norma’s Teaching, Alberto Mantovani, Luca Parmitano, Bebe Vio, Oliviero Toscani, Tommaso Ghidini e Vittorio Sgarbi e molti altri ancora. 

Una biblioteca digitale di video esclusivi che accompagnerà la community di Focus fino alla prossima edizione dell’evento, che si terrà dal 4 al 6 novembre al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci e in diretta streaming.

Fonte: Nielsen Media Impact Data Fusion, ottobre 2021
Fonte: Shareablee + Insight, gennaio 2022 

Focus compie 30 anni e lancia “Focus Next 30”, per comprendere il mondo di domani

Un grande progetto che consolida la forza del brand nella divulgazione scientifica e la sua capacità unica di innovare, evolvendo

Focus, il brand del Gruppo Mondadori leader nella divulgazione scientifica, compie i suoi primi 30 anni e guarda al futuro con Focus Next 30: un progetto speciale multi-touchpoint che accompagnerà lettori e utenti per tutto il 2022 alla scoperta dei grandi temi della scienza, della tecnologia e dell’ambiente e indagherà le innovazioni che saranno al centro dello sviluppo di queste tematiche nei prossimi 30 anni, con le testimonianze di personaggi di fama internazionale.

Un’iniziativa che nasce dalla forza e dalla formula di successo che da sempre contraddistingue il brand.

Dal 1992 Focus è infatti nelle case degli italiani soddisfando la curiosità e la voglia di conoscenza del pubblico grazie a un inconfondibile stile chiaro e diretto che, unito al contributo di voci di scienziati ed esperti, ha permesso al brand di diventare un punto di riferimento per una community di 5,2 milioni di lettori e utenti (fonte: Nielsen Media Impact Data Fusion, maggio 2021).

In questi 30 anni Focus ha portato la propria offerta autorevole in tema di scienza, tecnologia, ambiente, medicina, alimentazione, stili di vita e sostenibilità, dalla carta al web, dai social agli eventi sul territorio, come Focus Live, e alle Academy per il mondo della scuola, dalla tv ai podcast: una piattaforma multimediale di divulgazione a 360°, in grado di rendere accessibili e coinvolgenti a un pubblico sempre più ampio le nuove scoperte, aiutando ogni giorno a districarsi tra le fake news, conoscere la storia e approfondire i passi in avanti nei diversi campi del sapere.

I grandi temi di ieri, oggi e domani saranno il cuore del grande progetto speciale Focus Next 30: un anno di appuntamenti e approfondimenti su tutti i canali del brand per prepararci alle trasformazioni che ci aspettano nei prossimi 30 anni. Un percorso che parte dalle innovazioni raccontate da Focus fin dalla sua nascita per anticipare – attraverso i volti di domani, scelti tra i maggiori protagonisti della comunità scientifica – come cambierà il mondo in cui viviamo.

“Vorremmo dare al nostro 30° anniversario quel senso che possono avere i compleanni: cambiare, crescere, diventare molto di più, rimanendo quel che siamo. Per curiosità sono andato a sfogliare i numeri del primo anno di Focus, il 1992. Due cose mi sono saltate subito all’occhio: la stessa curiosità appassionata che ancora ci accompagna e gli incredibili passi avanti fatti dalla scienza, dalla tecnologia, dalla medicina in appena trent’anni. Perciò su ogni numero troverete un format che mi è venuto in mente. Sarà un viaggio interessante nel tempo passato, in quello presente e in quello futuro, che renderà evidenti le straordinarie capacità della ricerca scientifica, la velocità di migliorare le cose, l’attitudine che con l’intelligenza e con l’animo umano abbiamo di progredire”, ha raccontato Raffaele Leone, direttore di Focus.

Energie rinnovabili, sostenibilità, medicina del futuro, domotica, mobilità, food, cybersecurity e molto altro: per ogni argomento, Focus darà voce ogni mese a un personaggio di fama internazionale, giovani talenti del mondo della scienza e della divulgazione che condivideranno con la community del brand la propria visione, offrendo un nuovo sguardo verso il futuro.

Su questo numero, in edicola dal 22 gennaio, il mensile più letto d’Italia dedicherà la copertina alla medicina digitale, alle App intelligenti che seguono i pazienti, all’uso sempre più massiccio delle tecnologie che, a distanza, connettono i medici tra loro e con i malati. E ripercorrerà il tema delle previsioni delle eruzioni dei vulcani trattato nel primo numero del 1992, per approfondire quale sarà il futuro di questi studi.

Un altro importante servizio del numero sarà dedicato al nucleare di quarta generazione, diventato recentemente di attualità vista la possibilità che l’Unione Europea lo inserisca tra le fonti di energia sostenibili. A questo tema inoltre sarà collegato un grande sondaggio che Focus rivolgerà alla propria community per raccogliere la loro opinione. Il questionario sarà disponibile sul sito e sui profili social del brand dove saranno pubblicati anche i risultati.

Il progetto Focus Next 30 si svilupperà nell’arco del 2022 su tutti i canali del sistema Focus con un’offerta circolare e dinamica: sul magazine verrà proposto ai lettori un dossier tematico, in cui verrà riproposto un articolo uscito nel 1992, anno di nascita di Focus, per indagare i cambiamenti e gli sviluppi che si sono succeduti da allora e le previsioni e le aspettative per i prossimi anni.

Su Focus.it gli utenti potranno approfondire i temi del Focus Next 30 in una sezione dedicata che ospiterà approfondimenti e videointerviste esclusive sul tema del mese.
Focus Next 30 vivrà sui social con un palinsesto di contenuti ideati per coinvolgere i 4 milioni di fan del brand (Fonte: Shareablee e Insight, dicembre 2021), attraverso dirette, post, sondaggi, quiz, per arrivare ai podcast – dove oggi Focus registra oggi oltre 2 milioni di download – con la docuserie speciale “Focus Next 30, dal passato al futuro” di Focus Storia.

Il palinsesto di iniziative di Focus Next 30 culminerà con la nuova edizione del grande evento Focus Live, il festival del sapere che vede protagonisti ricercatori, scienziati, esploratori, artisti e divulgatori, con un ricco calendario di incontri e attività. All’edizione che si terrà nel mese di novembre quest’anno si affiancherà dalla primavera anche un percorso di eventi live e digitali con talk, incontri e tavole rotonde dedicati alle tematiche del Focus Next 30.

Mondadori Media: partnership con Twitter per la valorizzazione dei contenuti video

Mondadori Media, editore multimediale leader in Italia sui social con 55,5 milioni di fan, ha siglato una partnership con Twitter per aderire al programma Twitter Amplify, il servizio che offre la possibilità di amplificare e promuovere contenuti video sulla piattaforma, raggiungendo un pubblico ancora più ampio.

L’accordo coinvolge gli account Twitter dei brand di Mondadori Media Giallozafferano, MyPersonalTrainer, TheWom, Smartworld, Focus, NostroFiglio e Studenti, punti di riferimento in segmenti verticali legati alle passioni degli italiani, dalla cucina al benessere, dalla tecnologia alla scienza e alla formazione, con 1,6 milioni di follower complessivi.

Questa collaborazione sottolinea la forza di Mondadori Media, scelta come partner di rilievo per entrare in contatto con pubblici di valore attraverso contenuti innovativi, potendo contare su un know-how consolidato nella produzione di video per i social media: un ambito in cui Mondadori Media ha già una forte esperienza e leadership, grazie a un team interno dedicato alla co-produzione di contenuti editoriali con i brand partner e di progetti speciali di successo. 

Grazie a questo accordo, Mondadori Media e Twitter offriranno alle aziende partner la possibilità di inserire video pre-roll pubblicitari, prima dei contenuti pubblicati dai brand di Mondadori Media. 

Mondadori Media potrà inoltre ampliare ulteriormente lo sviluppo di progetti e iniziative social di branded content su Twitter. Si estenderanno infatti le opportunità per le aziende e gli investitori interessati a raggiungere nuovi pubblici in base alle loro esigenze e in un contesto autorevole, trasparente e altamente interattivo grazie al coinvolgimento delle brand community di Mondadori Media, rendendo sempre più efficace la comunicazione pubblicitaria.

Focus: collaborazione esclusiva con il WWF

Un numero speciale per raccontare i progetti e i luoghi da difendere per la salvaguardia del nostro Pianeta

I giornalisti del brand punto di riferimento nella divulgazione scientifica a fianco dei ricercatori del WWF per un reportage straordinario in occasione del 60° anniversario dell’associazione

Focus, il brand del Gruppo Mondadori leader nella divulgazione scientifica, rafforza l’impegno per la salvaguardia del nostro Pianeta con un numero speciale realizzato in collaborazione con il WWF.

Uno straordinario progetto divulgativo che vede il mensile più letto in Italia, punto di riferimento per gli appassionati di scienza, natura e tecnologia, eccezionalmente in viaggio con i ricercatori dell’organizzazione per raccontare – attraverso l’autorevole lente della redazione – i progetti che da 60 anni WWF porta avanti per proteggere la nostra terra e le specie a rischio.

Da questo progetto che unisce Focus e WWF nasce un reportage speciale che ha l’obiettivo di condividere con tutta la community del brand – che conta 5,2 milioni di utenti e lettori (fonte: Nielsen Media Impact Data Fusion, maggio 2021) il messaggio che, ora più che mai, la difesa dell’ambiente non si può rimandare. Un’iniziativa che rappresenta la prima tappa di un percorso che nel 2022 vedrà Focus celebrare i suoi primi 30 anni attraverso una serie di attività e eventi speciali. 

 «Dal 1961 WWF si batte per la difesa della natura e degli ecosistemi. Lo fa perché ha capito, prima di altri, che il meraviglioso cammino dell’uomo avrebbe potuto mettere in pericolo il meraviglioso equilibrio del Pianeta. Con loro siamo andati in giro per l’Italia e per il mondo a conoscere le riserve naturali che difendono, il lavoro che fanno, i luoghi selvaggi, le piante, gli animali che ci vivono. Abbiamo guardato in diretta la stupefacente natura terrestre per raccontarvela. E lo abbiamo fatto ancora una volta ammirati, con quello stupore che mai vogliamo perdere», ha sottolineato Raffaele Leone, direttore di Focus.

 «Focus è stato uno straordinario compagno nel viaggio che ci ha permesso di raccontare il lavoro fatto nei nostri primi sessant’anni, passando dalle sfide vinte a quelle che dobbiamo affrontare, consapevoli che dalla salute della natura che ci circonda dipende anche la nostra salute. Oggi sappiamo che nei prossimi 10 anni dovremo fare molto di più di quanto è stato fatto negli ultimi 60 anni, se vogliamo affrontare la crisi climatica e invertire la curva della perdita della biodiversità. Negli ultimi 60 anni abbiamo visto il mondo subire profonde trasformazioni e anche il WWF è cambiato nel tempo, ma una cosa non cambierà mai: la nostra ferma determinazione nel realizzare un futuro in cui le persone possano vivere in armonia con la natura», ha dichiarato Donatella Bianchi, presidente WWF Italia.

Questa iniziativa è frutto del pluriennale impegno che Focus porta avanti per sensibilizzare e promuovere gli obiettivi di sviluppo sostenibili dell’Agenda Onu 2030, attraverso iniziative che coinvolgono lettori, studenti e insegnanti su tutti i canali, e che fanno del brand una grande piattaforma multimediale di riferimento per queste tematiche.

Cuore di questa edizione di Focus sono i reportage, le testimonianze e gli incontri raccontati dai giornalisti della redazione del magazine, protagonisti d’eccezione delle spedizioni insieme agli esperti del WWF.
Un viaggio tra le pagine del magazine che porterà i lettori in giro per il mondo con racconti esclusivi e una selezione di immagini inedite dei territori esplorati e dei suoi abitanti.

In Paraguay per scoprire gli ambienti dove la natura ancora domina sovrana: una spedizione nel cuore del Sud America, che ha preso il via dalla zona del Chaco, un territorio minacciato sempre di più dall’espansione degli allevamenti e dell’agricoltura estensiva, ed è proseguita nell’area del Pantanal fino ad arrivare alla foresta atlantica.

E poi in Africa centrale per visitare l’area protetta di Dzanga – Sangha dove i gorilla, travolti dal bracconaggio e inseguiti da una deforestazione pervasiva e silenziosa e da malattie come Ebola, sono tutelati e ammirati dai turisti grazie ad un progetto di “abituazione” lanciato dal WWF negli anni ‘90.

Nel numero anche il racconto della ricerca di balene e delfini tra le acque del nostro mare: una testimonianza diretta dell’esperienza vissuta a bordo della Blue Panda, la nave ambasciatrice del WWF, che la scorsa estate ha attraversato il Mar Mediterraneo per diffondere il suo messaggio sull’importanza della salvaguardia dell’ecosistema marino.

Ad arricchire il progetto, un palinsesto di contenuti speciali disponibili sul sito Focus.it e sui canali social del brand – che raggiungono più di 3 milioni di follower – con tanti approfondimenti, interviste e immagini e video esclusivi sui progetti del WWF per soddisfare le curiosità e la conoscenza degli utenti.

Un’offerta multicanale e circolare che dal magazine si sviluppa e arricchisce sui canali digitali di Focus, confermando la formula di successo del brand che unisce al contributo di voci autorevoli di fama internazionale uno sguardo sempre fresco e rigoroso e l’inconfondibile stile chiaro e diretto in grado di raggiungere un pubblico sempre più ampio.

10mila visitatori e 20 milioni di persone raggiunte online: grande successo per la quarta edizione di Focus Live 2021

Più di 10mila visitatori e oltre 20 milioni di persone raggiunte live attraverso i canali digitali, in soli quattro giorni di manifestazione: è stata un grande successo l’edizione 2021 di Focus Live, il festival del sapere di Focus, che si è svolta al Museo Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano dall’11 al 14 novembre.

Dopo le prime due edizioni e quella completamente digitale del 2020, l’evento del brand Focus diretto da Raffaele Leone è tornato ad accogliere il pubblico dal vivo per la sua quarta edizione, pur con un sistema di prenotazione per limitare l’affluenza ai numeri consentiti. In quattro giorni, oltre 100 appuntamenti aperti a tutti con oltre 85 speaker di rilievo internazionale, tra scienziati, astronauti, sportivi, artisti ed esperti da tutto il mondo. Tra questi, ospiti prestigiosi dal mondo accademico e la comunità scientifica come Stefano Mancuso, Alberto Mantovani, Telmo Pievani, Massimo Temporelli, Tommaso Ghidini, Amalia Ercoli Finzi, ma anche Vittorio Sgarbi, Oliviero Toscani, Piergiorgio Odifreddi, Stefano Boeri, Bebe Vio, Geppi Cucciari, Andrea Delogu, Francesco Facchinetti, Adrian Fartade, Massimo Cannoletta e tanti altri.       

Nell’area espositiva, grandi e piccoli hanno potuto scoprire e “toccare con mano” come funziona la scienza con più di 25 installazioni ed esperienze interattive.     
Contemporaneamente, il pubblico ha potuto seguire da remoto oltre 30 ore di diretta streaming e i tanti contenuti pubblicati sul sito di Focus e i suoi canali social (Facebook, Instagram, Youtube, Tik Tok e Twitter): centinaia di migliaia di visualizzazioni e interazioni, che continueranno a crescere anche a evento terminato grazie alla pubblicazione di nuovi contenuti e alla fruizione di quelli già pubblicati, che rimarranno disponibili sui canali social.

Durante i giorni del festival, Focus TV ha raccontato il meglio di Focus Live in cinque speciali in seconda serata, che hanno avuto circa 131.000 telespettatori di ascolto medio e circa 200.000 contatti medi.

Focus Live è un evento Mondadori Media, realizzato in collaborazione con il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci e Mediamond, concessionaria di pubblicità di Mediaset e Gruppo Mondadori.

È organizzato in collaborazione con:
Main Partner: E-Distribuzione, Toyota
Partner: Golia; Humanitas University, Intel, ItaliaNFT, Open Fiber, Sacco System, Zambon Italia, ZEISS.
Content Partner: AIRC
Focus TV, Focus Junior, Smartworld.it e Studenti.it sono media partner del festival.
Radio Monte Carlo è la radio ufficiale.

Questa edizione di Focus Live è stata realizzata grazie alla collaborazione con diverse istituzioni:
Agenzia spaziale Italiana (ASI), Agenzia Spaziale Europea (ESA), Afru/Apnea Academy, ALCFX (Andrea Leanza), Enea, IIT, Inaf, Opera San Francesco, Politecnico di Milano, Scuola Sant’Anna di Pisa, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli studi di Milano Bicocca, Way Experience, Zoic.