Focus Live

Focus Live: oltre 100 eventi in 4 giorni con scienziati, artisti ed esperienze virtuali

A Milano dall’11 al 14 novembre
Pubblico in sala e diretta social dal Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci

L’edizione 2021 del Festival del sapere sarà dedicata al tema delle sfide.
In calendario, appuntamenti con scienziati, astronauti, sportivi, artisti ed esperti da tutto il mondo, tra cui Luca Parmitano, Alberto Mantovani, Vittorio Sgarbi, Oliviero Toscani, Massimo Cannoletta, Andrea Delogu e tanti altri

Oltre un mese di dirette social per avvicinarsi all’evento e poi il clou a Milano dall’11 al 14 novembre: in calendario oltre 100 appuntamenti aperti al pubblico, tra incontri, laboratori ed esperienze con ricercatori, scienziati, esploratori, sportivi, architetti, artisti e divulgatori, dal palco del Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, e in diretta sulle piattaforme web. È l’edizione 2021 di Focus Live, il festival del sapere di Focus, il mensile più letto in Italia, punto di riferimento di appassionati e curiosi di tecnologia, scienza, natura, medicina e innovazione, con un’audience complessiva di 5,4 milioni di lettori e utenti al mese (Nielsen Media Impact Data fusion, marzo 2021) e una community di più di 3 milioni di follower sui social (Shareablee + insight, agosto 2021).

Dopo le prime due edizioni, che hanno richiamato oltre 40mila visitatori, e l’edizione completamente digitale del 2020 con oltre 30 milioni di visualizzazioni sui social, l’evento del brand del Gruppo Mondadori si presenta quest’anno, per la quarta edizione, con un format rinnovato: da una parte tornano i visitatori in presenza (ingresso gratuito, su prenotazione e in numero limitato) e dall’altra si consolida la presenza sui canali media, grazie alla forza di un brand multicanale, presente su tutte le piattaforme: stampa, web e social, tv.

“La forza di un brand consiste nell’essere in grado di creare intorno a sé un sistema di media integrati, capaci di veicolare contenuti coerenti secondo una logica omnicanale. E Focus, grazie anche a Focus Live, rappresenta oggi alla perfezione questo approccio strategico: non è più solo il magazine più letto in Italia, ma un intero mondo di storie e contenuti di qualità che prendono vita ora attraverso le pagine della rivista, ora attraverso spettacolari immagini sul canale tv, sul web, sui profili social e nel contatto diretto con il pubblico: un’esperienza immersiva per l’utente che può sentirsi parte integrante di quello stesso mondo”, ha dichiarato Carlo Mandelli, Amministratore delegato Mondadori Media.

“Le sfide sono il motore della crescita e la spinta allo sviluppo dell’intera civiltà, non solo sul piano scientifico, ma anche quello sociale, culturale, più semplicemente umano. Per questo abbiamo deciso di raccontare le storie che proprio attorno alle sfide nascono e restano, per indicare la strada a chi affronterà nuove sfide e racconterà nuove storie. Lo faremo a modo nostro, rinnovando il patto di fiducia che da anni ormai fa di Focus un punto di riferimento per chi vuole capire il pianeta e dotarsi degli strumenti per aiutarlo a crescere. Un impegno che seguiamo ogni giorno attraverso tutti i nostri canali e una volta all’anno con il nostro Festival”, ha detto il direttore di Focus Raffaele Leone.

ASPETTANDO FOCUS LIVE – 29 settembre/4 novembre
In attesa di sbarcare, a novembre, al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, Focus Live scalda i motori già a partire dal 29 settembre con una serie di appuntamenti settimanali trasmessi in streaming sui canali social e su Focus.it: la campionessa di sci Sofia Goggia parlerà delle imprese sportive che l’hanno portata sul tetto del mondo; la meteorologa Serena Giacomin mostrerà come si stanno trasformando le previsioni del tempo per colpa dei cambiamenti climatici; l’alpinista Marco Confortola racconterà le sue sfide per conquistare gli 8.000; il matematico Alessio Figalli spiegherà perché la matematica è così importante. E ancora, la ricercatrice Roberta Pirazzini racconterà il più grande esperimento scientifico realizzato al Polo Nord.

LE ANTEPRIME (8-10 novembre) E IL FESTIVAL (11/14 novembre)
Il tema di quest’anno è dedicato alle sfide del sapere che abbiamo intrapreso e quelle che ci aspettano. Nei tre giorni che precedono l’apertura al pubblico del Festival, largo a tre anteprime in diretta streaming dal palco del Museo: l’8 novembre con il fisico e inventore Federico Faggin, il 9 novembre con l’astronauta Luca Parmitano, il 10 novembre con il divulgatore Adrian Fartade. Tra gli oltre 100 incontri in quattro giorni, dall’11 al 14 novembre, il biologo evoluzionista Telmo Pievani racconterà la storia dell’Umanità vista dal nostro Pianeta; Tommaso Ghidini, capo della sezione “Tecnologie dei Materiali” dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), mostrerà come l’uomo sta ritornando sulla Luna; con Giorgio Metta, direttore dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), si potrà assistere a una sfida tra due bracci robotici e guidare vari robot sviluppati in Italia proprio dall’IITt; Rita Cucchiara, docente di Ingegneria informatica all’Università di Modena e Reggio Emilia, illustrerà gli ultimi traguardi raggiunti nel campo dell’Intelligenza Artificiale. E poi tanti altri ospiti, come Oliviero Toscani, Andrea Delogu, Licia Troisi e tanti altri, che racconteranno le proprie sfide in settori diversi, oltre a   due eventi speciali: il primo con Vittorio Sgarbi impegnato in una lectio magistralis sull’arte; il secondo, uno spettacolo teatrale dedicato alla vita di Margherita Hack, la grande astrofisica italiana che l’anno prossimo avrebbe compiuto 100 anni.

All’interno della zona espositiva ci sarà anche un corner dedicato alle domande e risposte nel quale mettere alla prova le proprie conoscenze in una sfida continua tra gli spettatori. Ogni giorno a ora fissa, il quiz verrà condotto da Massimo Cannoletta, il campione della trasmissione televisiva L’eredità.
Spazio anche a laboratori interattivi, stand e installazioni nei quali si potrà scoprire e “toccare con mano” come funziona la scienza. Tra questi, per esempio, lo stand dell’Agenzia Spaziale Europea dove sarà possibile scoprire come i satelliti dallo spazio osservano e misurano come sta cambiando il nostro Pianeta; Tree: un’esperienza immersiva di realtà virtuale che permette ai visitatori di “trasformarsi” in un albero scoprendo le potenzialità dell’olfatto; il laboratorio di paleontologia per imparare le tecniche di ricerca dei fossili; “Deep Inside – State of mind”, la grande vasca in cui diversi apneisti si immergeranno per mostrarci, grazie ai sensori disposti sul loro corpo, che cosa accade al nostro organismo e al nostro cervello quando siamo sott’acqua e tratteniamo il respiro; e tanto altro.

Su live.focus.it sarà possibile scoprire il palinsesto completo e prenotarsi per partecipare fisicamente ai singoli appuntamenti. Sul sito e sui canali social di Focus sarà poi possibile seguire l’intero festival con quattro giorni di dirette streaming e contenuti speciali.

L’edizione 2021 di Focus Live è realizzata con il supporto di istituzioni, università e aziende.
Main partner: E-distribuzione.
Partner: Golia, Humanitas University, Open Fiber, ZEISS.
Content partner: Airc.
Media partner: Focus Mediaset, Focus Junior, Smartworld.it, Studenti.it.
Radiomontecarlo è la radio ufficiale.
In collaborazione con Afru, Asi, Esa, Enea, IIT, Inaf, Opera San Francesco dei Poveri, Politecnico di Milano, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Milano-Bicocca e Way Experience.

Focus Live è un evento Mondadori Media, realizzato in collaborazione con il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci.

 

“Focus Live” miglior evento del 2019

L’edizione 2019 del festival di FOCUS vince il People’s Choice Award del BEA e si distingue anche nelle categorie “Eventi culturali” ed “Eventi educational”

Focus Live è stato il miglior evento del 2019 per la giuria popolare del Best Event Awards 2020. Il festival della divulgazione scientifica del magazine Focus si è aggiudicato il People’s Choice Award nell’ultima edizione del BEA, uno dei premi più prestigiosi dedicati agli eventi: ogni anno event manager, direttori marketing e comunicazione di aziende top spender in live communication di tutti i settori merceologici si riuniscono per analizzare le principali case history italiane e assegnare i riconoscimenti alle esperienze più rilevanti e virtuose.  

A pochi giorni dal termine di Focus Live 2020, edizione tutta digitale che ha raggiunto 16 milioni di persone con 40 ore di diretta streaming, arriva dunque il riconoscimento di pubblico e addetti ai lavori anche per l’edizione precedente, organizzata dal brand del Gruppo Mondadori con Triumph Group International nel 2019: un viaggio straordinario attraverso i temi più affascinanti e decisivi per il futuro dell’uomo e del pianeta, per raccontare le grandi sfide che oggi l’umanità deve affrontare e gli strumenti con cui vincerle.

“Questo premio ci gratifica perché è l’ennesima prova del successo di una strategia che punta su brand forti e multi-touchpoint, in grado di trarre valore da tutti i media”, ha commentato Carlo Mandelli, amministratore delegato di Mondadori Media S.p.A. “In questo senso, Focus è certamente l’esempio più completo di come sia possibile declinare i contenuti in chiave multimediale: dal magazine al sito, dai social network al licensing, dal canale tv agli eventi, in uno scambio continuo con il pubblico. Con Focus Live, il mensile più letto d’Italia prende infatti vita nel contatto diretto con la sua audience, che non è più semplicemente la somma dei lettori e utenti, ma una vera e propria comunità in grado di interagire con i contenuti e con chi li propone, stabilendo un rapporto tridimensionale tramite questo tipo di eventi. Per questo, ciò che ci rende ancora più orgogliosi è il fatto che a premiarci sia stato proprio il pubblico. Un segnale di grande coesione per rafforzare ancora di più il brand di Focus”.

Partito l’1 e 2 giugno 2019 al Porto Antico di Genova, Focus Live 2019 ha fatto tappa il 18, 19 e 20 ottobre a Trento in collaborazione con il MUSE, per poi arrivare a Milano, nella tappa conclusiva realizzata con il Museo Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, dal 21 al 24 novembre. Ha coinvolto in tutto oltre 26mila visitatori fisici e raggiunto oltre 1,5 milioni di persone su Facebook, con più di un milione di visualizzazioni per le storie su Instagram nei canali ufficiali di Focus. Oltre 350 gli ospiti ospiti presenti e un’area interattiva con decine di installazioni spettacolari e attività ludiche e scientifiche legate alle tecnologie più avanzate.

Sul palco del festival della divulgazione scientifica organizzato dal magazine diretto da Raffaele Leone, sono saliti esperti, docenti universitari, rappresentanti delle più prestigiose istituzioni scientifiche, ma anche artisti, giornalisti, volti noti dello spettacolo e del mondo digitale intervistati e guidati dal curatore del Festival, Jacopo Loredan.

Un panel straordinario di professionisti che ha permesso a Focus Live 2019 di ricevere anche il secondo posto nella categoria Evento Culturale, musicale e sportivo e il secondo posto nella categoria Evento Educational/formazione, grazie alla capacità di rendere i contenuti di Focus tangibili in modo multimediale, amplificando l’impegno del brand nella divulgazione scientifica.

 

Il brand Focus può contare su una total audience di 7 mio tra lettori e utenti (Nielsen media impact data fusion, aprile 2020) e una fanbase di 2,8 milioni di follower sui canali social (fonte: Shareablee, novembre 2020).

16 milioni di persone raggiunte: Focus Live 2020 conquista il pubblico con 40 ore di streaming in diretta sulle piattaforme digitali

Oltre 16 milioni di persone raggiunte. Numeri record per l’edizione 2020 di Focus Live, il festival della divulgazione scientifica di Focus che si è svolto a Milano dal 19 al 22 novembre. Una formula tutta nuova, con 40 ore di streaming sulle piattaforme digitali e social di Focus, in diretta dalla galleria Leonardo (all’interno del Museo Scienza e Tecnologia).

Con le quattro interviste di avvicinamento nel mese precedente la manifestazione e i quattro giorni del Festival, la reach totale su Facebook, Instagram, Youtube e Twitter ha toccato i 16,2 milioni di persone. L’engagement sulla sola pagina Facebook di Focus ha registrato oltre 565.000 interazioni, con oltre un milione di visualizzazioni dei contenuti nei 4 giorni di evento. Oltre 5.000 utenti hanno partecipato alle esperienze digitali e più di 1.000 persone hanno preso parte agli 11 incontri su zoom, organizzati per dialogare con alcuni degli ospiti di Focus live.

In quattro giorni sono andati in diretta online 57 eventi con 86 ospiti, con interventi da ogni parte del mondo incentrati sul tema principale della manifestazione: FRONTIERE. Quelle della scienza, con il climatologo Riccardo Valentini (premio Nobel 2007), con Andrea Crisanti e Ilaria Capua (alfieri della lotta a Covid-19), ma anche lo scienziato Federico Faggin, la fisica e scrittrice Gabriella Greison e tanti altri esperti dal mondo.

Le frontiere del nostro fisico, con Federica Brignone (che ha vinto la Coppa del Mondo di sci) e con Umberto Pelizzari (il più grande apneista di tutti i tempi). Le frontiere della nostra mente con, tra gli altri, il campione del mondo di memoria Andrea Muzi, e ancora: le frontiere dello spazio, con gli astronauti Luca ParmitanoMaurizio CheliUmberto Guidoni e Paolo Nespoli.

All’interno di questa edizione di Focus Live c’è stato uno spazio organizzato e gestito da Tv Sorrisi e Canzoni nel quale i giornalisti di Sorrisi hanno accolto e intervistato alcune stelle dell’entertainment particolarmente attente alla tecnologia, l’innovazione e le contaminazioni culturali che guardano al futuro.
Tra questi, J-Ax, artista poliedrico che si muove tra media tradizionali e moderni spaziando tra musica, tv e internet; Fedez, che con la propria posizione da influencer ha dimostrato come si possa passare dal social al sociale grazie a un uso intelligente dei propri canali; Francesca Michielin, polistrumentista all’avanguardia, la prima a proporre un disco in streaming durante il lockdown; Marco Confortola, lo scalatore italiano delle imprese impossibili che ha debuttato su Focus Tv con un programma dedicato alla propria vita.

Durante i giorni del festival, Focus TV ha raccontato il meglio di Focus Live in cinque speciali in seconda serata, che hanno avuto un ascolto medio di 115.000 spettatori (share 0,65%) e oltre 214.000 contatti medi.

Per l’occasione il sito web focus.it si è presentato con una nuova grafica che ottimizza la user experience su tutti i device e valorizza ulteriormente i contenuti con nuovi approfondimenti, storie e curiosità. E durante il Festival ha anche ospitato esperienze interattive straordinarie.

L’edizione 2020 di Focus Live è realizzata con il supporto di istituzioni e università. Tra queste, Asi, Esa, Enea, Gran Sasso Science Institute, IIT, Inaf, JRC, Mnemonica – L’arte di ricordare, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Padova, Opera San Francesco dei Poveri.

Focus Live è un evento Mondadori Media, realizzato in collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, grazie al contributo dei seguenti partner:

E-Distribuzione, IBM, Volkswagen Group, Avio, Lifebrain, ZEISS, Fondazione Barilla. 

Focus Mediaset e Meteo.it sono media partner del festival mentre Radiomontecarlo è la radio ufficiale.

 

Focus Live, nuova formula 2020: uno show da 40 ore no stop di streaming dal vivo con scienziati, artisti ed esperienze virtuali

A Milano dal 19 al 22 novembre 

In diretta live dal Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo Da Vinci

All’edizione 2020 del Festival della divulgazione scientifica, insieme a premi Nobel, astronauti e luminari da tutto il mondo, come Riccardo Valentini e Paolo Nespoli, anche artisti sensibili all’innovazione tecnologica: Fedez, Francesca Michielin, FaviJ e tanti altri

Un mese di dirette social per avvicinarsi all’evento e poi il clou a Milano dal 19 al 22 novembre, con una maratona web di 40 ore no stop, dal palco del Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo Da Vinci, in diretta sulle piattaforme digitali e social. È la nuova formula di Focus Live, il festival della divulgazione scientifica di Focus, il mensile più letto in Italia, punto di riferimento di appassionati e curiosi di tecnologia, scienza, natura, medicina e innovazione.

Dopo le prime due edizioni, che hanno richiamato oltre 40mila visitatori e generato milioni di visualizzazioni sui social, l’evento del brand del Gruppo Mondadori si presenta nel 2020 con un format innovativo, grazie alla forza di un brand multicanale, presente su tutte le piattaforme: stampa, web e social, tv.

“Focus è l’esempio perfetto della nostra strategia e visione di un brand multimediale. La sua forza risiede nell’aver saputo creare attorno a sé un sistema di media attraverso cui veicolare contenuti: si va dal magazine al web, dal canale tv ai social network e al licensing, fino agli eventi destinati a consolidare il rapporto con gli utenti e la presenza sul territorio. Canali di comunicazione in grado di crescere ed evolversi insieme al brand, come nel caso di “Focus Live”. La nuova formula del Festival, inedita e innovativa, ci permette di portare i contenuti di Focus a una platea ancora più estesa e che riconosce in Focus un punto di riferimento”, ha dichiarato Carlo Mandelli, Amministratore delegato Mondadori Media.

A partire dal 15 ottobre, ogni settimana, al via gli incontri in streaming per anticipare alcuni temi del festival ma soprattutto per discutere di scienza, attualità e società con i protagonisti del nostro tempo. Tra questi lo scienziato Andrea Crisanti, il guru della tecnologia Roberto Cingolani, i divulgatori Adrian Fartade e Gabriella Greison, la sportiva Federica Brignone, il mentalista Vanni De Luca

OLTRE 60 OSPITI IN PROGRAMMA

Dal 19 al 22 novembre si entra nel vivo della manifestazione, a cui si potrà assistere in diretta dal museo esclusivamente attraverso i canali digitali nelle piattaforme web e social di Focus, che contano 2,354  milioni di utenti unici al mese su focus.it (fonte: Audiweb, agosto 2020) e una fanbase di circa 2,7 milioni di utenti sui canali social di Focus (fonte: Shareablee). 

Tema dell’edizione 2020, con oltre 60 ospiti: “FRONTIERE”: le frontiere della scienza, con il climatologo Riccardo Valentini, premio Nobel 2007, con Andrea Crisanti e Ilaria Capua, alfieri della lotta a Covid-19, con Pia Astone, portavoce del team che ha confermato l’esistenza delle onde gravitazionali. Le frontiere del nostro fisico, con Federica Brignone, che ha vinto la Coppa del Mondo di sci, con Larissa Iapichino, stella del salto in lungo, e con Umberto Pelizzari, il più grande apneista di tutti i tempi. E con Vittorio Sebastiano, il genetista che, dall’Università di Stanford, sta guidando un ambizioso progetto per ringiovanire il corpo umano. Ancora: le frontiere della nostra mente, con Andrea Muzi, campione del mondo di memoria, con Fabio Benfenati, il neurofisiologo che all’Istituto Italiano di Tecnologia studia le tecniche pionieristiche della bionica applicata all’uomo, con Michela Balconi, che all’Università Cattolica di Milano affina le tecnologie per leggere nel pensiero. E, naturalmente, le frontiere dello spazio, con gli astronauti Maurizio Cheli, Umberto Guidoni e Paolo Nespoli

Le frontiere sono fatte per essere superate. E con Focus Live quest’anno diamo la parola a chi questo lo fa bene, per mestiere e per vocazione, tutti i giorni, ognuno nel suo ambito. Lo facciamo anche noi, con un’edizione tutta nuova del festival, che ci porterà a superare i nostri confini e a raggiungere con un vero show digitale utenti in tutto il mondo. Il pianeta sta cambiando e noi cambiamo insieme ad esso. Il “come”, vogliamo raccontarlo con i migliori strumenti che la scienza e la tecnologia ci offrono. D’altronde la nostra vocazione è sperimentare, capire, divulgare. E lo facciamo una volta l’anno col nostro Festival, ogni mese con la nostra rivista e ogni giorno col nostro sito”, ha detto il direttore di Focus Raffaele Leone.

In questa edizione delle sorprese, Focus Live, in collaborazione con Tv Sorrisi e Canzoni, accoglie anche alcune stelle dell’entertainment particolarmente attente alla tecnologia, l’innovazione e le contaminazioni culturali che guardano al futuro. Spazio allora a Fedez, che con la propria posizione da influencer ha dimostrato come si possa passare dal social al sociale grazie a un uso intelligente dei propri canali; Francesca Michielin, polistrumentista all’avanguardia, la prima a proporre un disco in streaming durante il lockdown; Marco Confortola, lo scalatore italiano delle imprese impossibili che ha debuttato su Focus Tv con un programma dedicato alla propria vita; Ma anche FAVIJ, principe degli youtuber italiani con milioni di visualizzazioni, per capire meglio come si superano le frontiere della creatività sul web.

“Scienziati, studiosi, atleti, esploratori, star della divulgazione, della creatività a tutto tondo via Internet, dell’entertainment e dell’impegno sociale. Ognuno di questi punti di vista è utile per esplorare insieme a 360° le ambizioni e le sfide che ci stanno davanti ora e nei prossimi anni del XXI secolo. È l’obiettivo di Focus Live, che, come sempre e ancora di più quest’anno, riunisce nel segno della tecnologia i contributi più significativi a cavallo tra la comunità scientifica e il mondo che ci circonda tutti i giorni”, ha dichiarato il direttore di Focus Live Jacopo Loredan.

Su live.focus.it sarà poi possibile cimentarsi in esperienze interattive straordinarie, come controllare via Web un robot, visitare un laboratorio del museo Leonardo da Vinci o le serre dell’Orto Botanico di Padova,  viaggiare in 3D attraverso i resti di una supernova, ma anche partecipare via Zoom a incontri speciali con scienziati ed esperti. 


L’edizione 2020 di Focus Live è realizzata con il supporto di istituzioni, università e aziende. Tra queste, Asi, Esa, Enea, Gran Sasso Science Institute, IIT, Inaf, JRC, Mnemonica – L’arte di ricordare, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Padova, Opera San Francesco.

Focus Live è un evento Mondadori Media, realizzato in collaborazione con il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo Da Vinci.

Focus Live Festival

Tre giorni di esperienze interattive, decine di laboratori, oltre sessanta appuntamenti tra incontri, dibattiti e spettacoli dedicati alla dimensione Tempo per capire insieme quale futuro vogliamo per il nostro pianeta

Una tre giorni di intense “emozioni” scientifiche grazie alla collaborazione tra il MUSE – Museo delle Scienze e la rivista di divulgazione scientifica FOCUS all’insegna della “freccia del tempo”, vale a dire: come sarà il mondo tra 10 anni? Come vogliamo vivere nel 2029? Come possiamo misurare, controllare e gestire il tempo?

Dal 18 al 20 ottobre 2019 arriva a Trento “Focus Live”, il primo festival in Trentino dedicato interamente alla scienza, raccontata in tutte le declinazioni, dalla fisica alla natura, dalla psicologia alla tecnologia. Per tre giorni il MUSE diventa il grande palco della comunità scientifica italiana con ospiti di rilievo internazionale. Spazio dunque a conferenze, spettacoli e talk show, ma anche laboratori per grandi e piccoli e attrazioni spettacolari.

Titolo della tappa trentina – che s’inserisce tra il debutto al Porto Antico di Genova e la data milanese di novembre al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci – sarà “Alla scoperta del tempo”.

Si comincia venerdì 18 ottobre con la prima giornata di appuntamenti e, in serata, l’evento inaugurale aperto a tutti: ne “il Tempo delle piante” il neurobiologo vegetale Stefano Mancuso spiegherà come le piante possono aiutarci a salvare la terra e l’umanità. A preparare il terreno sarà la squadra di pallavolo femminile Delta Informatica Trentino, chiamata a raccontare “Il tempo nello sport” dopo un’annata costellata di successi e appassionanti sfide.

Durante la tre giorni si alterneranno oltre 100 ospiti, fisici, astronauti, filosofi, ecologi e altri protagonisti del mondo dell’innovazione scientifica e tecnologica direttamente dai laboratori e dai centri di ricerca dove si costruisce il futuro del progresso scientifico del pianeta, ma soprattutto dalle cattedre dell’Università di Trento, partner della manifestazione. Tra gli ospiti anche l’astronauta Umberto Guidoni per un “balzo nel futuro” alla scoperta delle nuove frontiere dello spazio, l’astronauta Maurizio Cheli per uno sguardo all’ingiù su come sta cambiando il nostro pianeta, il premio Nobel Riccardo Valentini, autore di uno degli studi più influenti al mondo sui cambiamenti climatici, il fisico del Cern Guido Tonelli che ci accompagnerà “nella quarta dimensione” e il professore Roberto Battiston, invitato a raccontare cos’è il tempo facendo “scontrare” Einstein e Bergson.

A dirci invece perché, per noi umani, il tempo scorre velocissimo quando siamo felici e invece non passa mai quando stiamo male, ci penserà Paolo Legrenzi, pioniere italiano della psicologia del pensiero. Il criminologo Massimo Picozzi parlerà dell’ora del delitto, l’evoluzionista e filosofo Telmo Pievani di “quanto ci abbiamo messo per diventare ciò che siamo”, mentre Giorgio Vallortigara, tra i maggiori neuroscienziati ed etologi contemporanei, trasporterà il pubblico presente nel cervello degli animali, per farci capire quanto è diverso, dal loro punto di vista, lo scorrere del tempo.

E ancora, ospiti del festival, lo youtuber e divulgatore scientifico Adrian Fartade per una divertente chiacchierata sulla luna a 50 anni esatti dallo sbarco e Vanni De Luca, vero fenomeno del mentalismo con una spettacolare dimostrazione delle capacità della mente umana. Ma anche il nuovo coach dell’Aquila Basket Nicola Brienza che, assieme a Paolo Caputo di Trentino Emergenza e il Capo Ufficio di Psicologia e Psichiatria Militare dell’Esercito Fabio Cippitelli, darà preziosi consigli su come agire nei momenti clou.

Si discuterà di tempo in tutte le sue accezioni. Ma anche di astronomia, musica, intelligenza artificiale, viaggi nello spazio, robot e tanto altro. Una grande festa della scienza aperta a tutti, dove adulti e bambini potranno lasciarsi stupire da installazioni ed esperimenti scientifici, partecipare a laboratori interattivi e toccare con mano le tecnologie più avanzate. Si potrà per esempio “passeggiare” su Marte con visori 3D in assenza di gravità, guardare all’opera il robot chirurgo “Da Vinci” (capace ad esempio di sbucciare con precisione un acino d’uva e poi ricucirne la buccia perfettamente) e andare dietro le quinte dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

Nel giardino esterno del MUSE saranno collocati una tensostruttura con corner espositivi dedicati al tempo e alle ultime novità in campo tecnologico e un’originale e coinvolgente installazione interattiva, dal titolo #Actnow, che stimolerà i visitatori ad un’azione collettiva alla ricerca di un futuro migliore.

Biglietti e palinsesto completo della tappa di Trento su www.focuslive.it

“Focus Live”: tre tappe speciali per la nuova edizione del festival della divulgazione scientifica organizzato da Focus

Come sarà il mondo tra 10 anni? “Come vogliamo vivere nel 2029”? È questo il tema della nuova edizione di Focus Live, il festival della divulgazione scientifica del magazine Focus, che l’1 giugno parte per un viaggio straordinario attraverso i temi più affascinanti e decisivi per il futuro dell’uomo e del pianeta, per raccontare le grandi sfide che oggi l’umanità deve affrontare e gli strumenti con cui vincerle.

 

Oltre 15mila spettatori (di cui più di 1.800 studenti), 117 laboratori per bambini e adulti, 182 relatori nel main stage e negli speakers’ corner, 44 installazioni interattive e multimediali: con questi numeri Focus Live ha debuttato lo scorso anno al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano con un grande successo di pubblico all’evento organizzato dal brand del Gruppo Mondadori, e attraverso i contenuti digitali. Per questo l’edizione 2019 cresce e si fa in tre: si parte l’1 e 2 giugno dal Porto Antico di Genova, si prosegue il 18, 19 e 20 ottobre a Trento al MUSE, Museo delle Scienze, per poi tornare anche quest’anno a Milano, dal 21 al 24 novembre, sempre al Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia.

 

In tutte le tappe si discuterà di ambiente, clima, ecosistemi, ma anche di genetica, intelligenza artificiale, migrazione, viaggi nello spazio, robot e tanto altro. Una grande festa della scienza aperta a tutti, dove adulti e bambini potranno lasciarsi stupire da installazioni ed esperimenti scientifici, partecipare a laboratori interattivi e toccare con mano le tecnologie più avanzate, oltre a incontrare i massimi esperti e studiosi delle varie discipline o personaggi noti al grande pubblico.

 

Tappa dopo tappa, come nello stile di Focus, la scienza prende vita in modo curioso e affascinante. E così si potrà per esempio “passeggiare” su Marte con visori 3D in assenza di gravità, fare un “viaggio in un buco nero” con l’astronauta Umberto Guidoni, assistere a un divertente “processo” all’homo sapiens per capire se davvero l’uomo merita di dominare la Terra, osservare le meraviglie della mente in un sorprendente spettacolo a due voci, ma anche “giocare” con la genetica per capire quanto abbiamo in comune con lo scimpanzé e con le piante che ci circondano, o provare la sensazione di sopravvivere nell’acqua alta, per poi guidare un robot subacqueo, progettare un drone, o alimentare un “cinema a pedali”, trasformando l’esercizio fisico in energia.

 

Ogni elemento sarà utile per rispondere alla più grande delle domande: saremo in grado di far fronte alle emergenze del nostro pianeta? Le più grandi si chiamano clima e ambiente, demografia e migrazioni, quarta rivoluzione industriale: i grandi cambiamenti climatici che stanno trasformando per sempre il mondo come lo abbiamo conosciuto finora; l’invecchiamento della popolazione in una parte del mondo e l’aumento degli abitanti in altre, che porta a squilibri e tensioni sociali; l’uso diffuso di sistemi di intelligenza artificiale, che hanno le potenzialità per stravolgere il mercato del lavoro e che, se non gestiti con attenzione, rischiano di concentrare ancora di più la ricchezza nelle mani di pochi, aumentando le disuguaglianze tra i popoli.

 

Focus è il periodico più letto d’Italia, con 5,9 milioni tra lettori e utenti digitali (Fonte: NIELSEN MEDIA IMPACT DATA FUSION audipress 2018.3 e audiweb 2.0  dic 2018) , e oltre 1,7 milioni di fan sui social network.

 

Focus Live è realizzato con il Patrocino di: Agenzia spaziale Italiana ASI, Agenziale Spaziale Europea ESA, Consiglio Nazionale delle Ricerche CNR, Istituto Italiano di Tecnologia IIT, Enea, Inaf, Mars Planet

 

La realizzazione di Focus Live è resa possibile grazie al supporto di:

Main Partner: abmedica, Essilor e Ibm

Partner: Università Telematica Pegaso

Charity Partner: Lega del Filo d’Oro

Supporter: Costa Crociere

Media Partner: Focus tv e meteo.it

La radio ufficiale è Radio Monte Carlo

La tappa di Genova è realizzata in collaborazione con Porto Antico di GenovaLa città dei bambini e dei ragazzi l’Associazione Festival della Scienza.

Biglietti e palinsesto completo su www.focuslive.it   

Grande successo per l’evento Focus Live

Oltre 15mila visitatori in quattro giorni per la rassegna organizzata dal magazine Focus e dal Museo della Scienza e della Tecnologia

Grande successo di pubblico per la prima edizione del Festival “Focus Live”, un evento organizzato da Focus – il brand del Gruppo Mondadori punto di riferimento della divulgazione scientifica e dell’intrattenimento – in collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.

Sono stati oltre 15mila i visitatori, tra cui 1800 studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado di Milano, che da giovedì 8 a domenica 11 novembre, hanno affollato gli spazi del Museo Leonardo da Vinci, attirati da una proposta di oltre 200 appuntamenti tra conferenze, workshop, dibattiti, spettacoli, laboratori e installazioni interattive, con lo scopo di raccontare e approfondire le grandi sfide che oggi l’umanità deve affrontare e gli strumenti con cui vincerle. Quattro giorni di conoscenza, di esplorazione, di cultura scientifica declinata in tutte le sue forme: un’esperienza collettiva che ha permesso agli scienziati e ai ricercatori di sperimentarsi e al pubblico di scoprire il futuro che ci aspetta.

Dopo l’inaugurazione con il divulgatore scientifico per eccellenza Piero Angela, a richiamare l’interesse del pubblico soprattutto i grandi nomi che si sono susseguiti nel Main stage, tra cui il climatologo Luca Mercalli, il farmacologo Silvio Garattini, l’astrofisica Marica Branchesi, il divulgatore informatico Salvatore Aranzulla, l’astronauta Paolo Nespoli, il fumettista Zerocalcare.

Particolarmente apprezzate anche le numerose installazioni che hanno consentito ai visitatori di “fare esperienza” e toccare con mano le meraviglie della scienza e tecnologia, e l’area Kids a cura di Focus Junior.

La realizzazione di “Focus Live” è stata resa possibile grazie al supporto di partner di grande prestigio.

Main Partner: e-distribuzione, IBM, Volvo

Partner: abmedica, AnnurKap, Candia, Calligaris, Essilor, Fruittella, Genertel, Lenovo, Università Telematica Pegaso, Yakult.

Charity Partner: IRCCS Ospedale San Raffaele

Media Partner: Focus Junior, Focus Tv Mediaset, Meteo.it, R101

Patrocinio di: Asi, CNR, Esa e Inaf

Si ringrazia: Università Cattolica del Sacro Cuore, Università di Padova, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Muse di Trento, Aeronautica Militare, Esercito, British Interplanetary Society, Italian Mars Society, INGV, Ris dei Carabinieri, Sony PlayStation, Imra, Jrc, Infn, Asferico, Orto Botanico di Padova e Bloom Project.

Fino a domenica 11 novembre al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia in programma il festival “Focus Live”

Oltre 200 dibattiti, conferenze e incontri per raccontare le grandi sfide dell'umanità

La rassegna è organizzata da Focus, magazine punto di riferimento della divulgazione scientifica e dell’intrattenimento

 Questa mattina l’apertura ufficiale con Piero Angela,  che ha ricevuto un premio alla carriera

Si è aperta ufficialmente oggi la prima edizione del Festival “Focus Live”, un evento organizzato da Focus – il brand del Gruppo Mondadori punto di riferimento della divulgazione scientifica e dell’intrattenimento – in collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.

La manifestazione, in programma a Milano fino all’11 novembre presso gli spazi del Museo Leonardo da Vinci, propone oltre 200 appuntamenti tra conferenze, workshop, dibattiti, spettacoli, laboratori e installazioni interattive – ai quali collaboreranno università, istituzioni, centri di ricerca e aziende italiane e internazionali – con lo scopo di raccontare e approfondire le grandi sfide che oggi l’umanità deve affrontare e gli strumenti con cui vincerle.

Al taglio del nastro di questa mattina era presente Piero Angela, che ha ricevuto dal direttore di Focus Jacopo Loredan un riconoscimento per la sua straordinaria carriera di divulgatore scientifico.

“Per noi Focus Live è il traguardo di un cammino iniziato più di un anno fa insieme al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia di Milano – ha detto il direttore di Focus Jacopo Loredan. Focus Live, proprio come il nostro giornale, è alla portata di tutte le persone interessate e curiose; sarà anticonvenzionale, stimolante, divertente. Lo testimonia il programma che abbiamo costruito: un palinsesto molto ricco, adatto a tutte le età, con eventi e laboratori pensati anche per i piccolissimi”.

“Siamo felici che finalmente anche Milano abbia un festival della scienza e siamo orgogliosi che si tenga nel nostro Museo con un format innovativo – ha sottolineato Fiorenzo Galli, Direttore Generale Museo Nazionale Scienza e Tecnologia. Con il procedere della collaborazione, l’entusiasmo e l’ambizione che condividiamo con il team Focus ci hanno reciprocamente contagiati verso l’obiettivo di coinvolgere il pubblico in esperienze uniche, con personaggi speciali, attorno a temi che ci fanno immaginare il futuro per aiutarci a costruirlo insieme. Il risultato del lavoro comune Focus-Museo è un connubio ideale che integra visioni, competenze, esperienze, network e risorse culturali di ciascuno”.

 Genetica, ambiente, immortalità, intelligenza artificiale, viaggi nello spazio, sesso, cambiamento climatico, robotica: sono solo alcuni degli argomenti su cui si svilupperà il ricco programma di “Focus Live”, un percorso avvincente in 5 aree tematiche (Terra, Homo Sapiens, Scienza, Tecnologia, Spazio), che consentirà al pubblico di esplorare i vari campi della conoscenza in maniera rigorosa ma sempre divertente, così come nello stile di Focus.

Nei quattro giorni di “Focus Live” oltre 100 tra scienziati, divulgatori, giornalisti, scrittori e tantissimi altri esperti, illustreranno gli ultimi progressi in molti campi scientifici e tecnologici, e ripercorreranno l’avventura dell’Homo sapiens dalle origini ad oggi, per comprendere meglio le grandi scelte e i dilemmi etici e pragmatici che la nostra specie deve affrontare.

Nella giornata di domani, venerdì 9 novembre, il main stage vedrà protagonista, tra gli altri, il climatologo Luca Mercalli (ore 10.30), che toccherà il delicato e attuale tema del riscaldamento globale e dei cambiamenti climatici ad esso collegati, mentre alle 11.30 sullo stesso palco il farmacologo Silvio Garattini, presidente dell’Istituto Mario Negri, illustrerà le recenti scoperte della medicina e farà il punto della situazione sulle cure delle malattie non ancora sconfitte. Alle 12.30 sarà possibile invece esplorare le nuove frontiere dell’astronomia e ascoltare la “musica delle stelle” con l’astrofisica Marica Branchesi.

Sabato 10 novembre alle ore 13 sarà poi la volta di Salvatore Aranzulla, noto divulgatore informatico, che svelerà tutti i segreti per avere successo su internet, mentre con Guido Tonelli del Cern si approfondiranno i temi legati alla cosmologia (ore 11).

Infine, domenica 11 novembre, giornata conclusiva di “Focus Live”, si passerà dal futuro delle missioni spaziali con l’astronauta Paolo Nespoli (ore 17) al presente della terra raccontato dal fumettista Zerocalcare (ore 12).

In tutta l’area dell’evento sono presenti numerose installazioni che consentono ai visitatori di avvicinarsi e toccare con mano le meraviglie della scienza e tecnologia, come la vasca trasparente (Area Homo Sapiens) lunga due metri e profonda un metro e settanta, che simula le condizioni del nostro organismo quando andiamo in apnea. L’Area Tecnologia ospita il robot Centauro, messo a punto dall’IIT di Genova e in grado di fornire supporto in scenari difficili come catastrofi di origine naturale o umana. Presso l’Area Terra l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia mette a disposizione del pubblico di Focus Live un simulatore di terremoti: 6 persone possono salire sulla piattaforma e sentire il movimento orizzontale provocato da una scossa. E ancora, nell’Area Scienza è possibile provare l’Hyperscanning, un metodo attraverso il quale più soggetti interagiscono mentre i loro cervelli sono simultaneamente scansionati, scoprendo in questo modo le affinità di coppia.

E’ inoltre presente un’Area Kids, a cura del magazine Focus Junior, interamente dedicata ai più piccoli, dove bambini e ragazzi potranno partecipare a laboratori su temi come spazio, coding, scienza e alimentazione.

Programma completo del Festival al seguente link https://www.focus.it/focus-live

I biglietti sono acquistabili attraverso il sito del Museo Nazionale Scienza e Tecnologia a questo link: http://www.museoscienza.org/focuslive

 

I partner

“Focus Live” può contare sul supporto di partner di grande prestigio.

Main Partner: e-distribuzione, IBM, Volvo

Partner: abmedica, AnnurKap, Candia, Calligaris, Essilor, Fruittella, Genertel, Lenovo, Università Telematica Pegaso, Yakult.

Charity Partner: IRCCS Ospedale San Raffaele

Media Partner: Focus Junior, Focus Tv Mediaset, Meteo.it, R101

Patrocinio di: Asi, CNR, Esa e Inaf

 

Si ringrazia: Università Cattolica del Sacro Cuore, Università di Padova, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Muse di Trento, Aeronautica Militare, Esercito, British Interplanetary Society, Italian Mars Society, INGV, Ris dei Carabinieri, Sony PlayStation, Imra, Jrc, Infn, Asferico, Orto Botanico di Padova e Bloom Project.