Fuorisalone

FuoriSalone 2021: grande successo per la mostra “INTERNI Creative Connections”

Oltre 180.000 visitatori all’Università degli Studi di Milano, all’Orto Botanico di Brera e all’Audi City Lab in via della Spiga, 26

Con questo appuntamento INTERNI conferma la leadership assoluta nel segmento living professionale e nella comunicazione del design system

Grande successo per la mostra INTERNI Creative Connections al FuoriSalone 2021. Dal 4 al 19 settembre l’evento ha registrato una presenza di pubblico di oltre 180.000 persone complessive nelle tre sedi: i Cortili dell’Università degli Studi di Milano, l’Orto Botanico di Brera e – fino al 27 settembre – l’Audi City Lab, per la prima volta in via della Spiga 26.

Il magazine del Gruppo Mondadori diretto da Gilda Bojardi ha chiamato grandi protagonisti italiani del progetto, designer e architetti internazionali a tradurre in installazioni sperimentali i concetti di cura, sostenibilità e mobilità. Con il contributo di 2 co-producer (Audi ed Eni) e in collaborazione con aziende e istituzioni sono state realizzate per la mostra quasi trenta installazioni, micro-architetture e macro-oggetti, tutti site-specific che – insieme a conferenze e talk – hanno creato un mosaico variegato di stili e visioni, ma anche di momenti di confronto, richiamando migliaia di persone. Tra questi anche tantissimi giornalisti italiani e stranieri che hanno dato a INTERNI Creative Connections una copertura mediatica eccezionale – dai quotidiani nazionali alle radio e alle televisioni, alla stampa specializzata, alle testate a grande diffusione – oltre ad assicurare una presenza continua sui principali canali social e web.

Il sito Internimagazine.it ha registrato un incremento del +50% di utenti unici rispetto al periodo precedente e il potenziamento di tutte le attività social – con la realizzazione di oltre 650 post, ciascuno con una media di 70.000 persone profilate – ha fatto raddoppiare la reach totale rispetto ai dati precedenti.

La mostra di INTERNI si conferma pertanto l’evento simbolo del FuoriSalone – di cui quest’anno ricorreva il 30° anniversario – nato nel 1990 proprio per iniziativa di Gilda Bojardi, direttore del magazine. Alla base di questo successo l’alto livello progettuale e culturale delle installazioni, i brand coinvolti, noti a livello italiano e internazionale, così come le realtà più piccole, che ugualmente hanno saputo veicolare contenuti di valore.

Questo riscontro eccezionale, sia di pubblico, sia di visibilità mediatica, testimonia quindi la leadership assoluta di INTERNI nel segmento living professionale e nella comunicazione del design system, e, come sottolinea Gilda Bojardi, “è stato anche un segnale forte per Milano e per un comparto vivo – come quello del design – che propone e produce e che non si è mai arreso. Anzi, proprio grazie agli appuntamenti, presentazioni, conferenze, dibattiti reali e virtuali, alle nuove proposte e collezioni e agli allestimenti negli showroom, nei nuovi spazi e nei musei allestiti per l’occasione, questo FuoriSalone è stato un evento unico e indimenticabile”.

Si ringraziano tutte le aziende e i partner che hanno partecipato alla mostra: Audi/Marcel Wanders studio, Eni/Carlo Ratti Associati, Italo Rota, Alessio Fini; Artemide/MC A – Mario Cucinella Architects; GLO/ Marco Nereo Rotelli; OPPO/Kengo Kuma, London Design Festival, Clare Farrow e Musicity/Midori Komachi; Fondazione Renzo Piano con Lia Piano/Anna Merci con Puricelli; Whirlpool/AMDL Circle e Michele De Lucchi; Sal Cord e Oneeightyone/Italo Rota e Francesca Grassi; EXPO 2020 Dubai – Padiglione Italia;  Eurostands e Ledvance/MAD Architects; Corepla e Guzzini/Stroop Design con Jeffrey Beers International; Staininger Group-Six Senses Kitzbühel Alps/Peter Pichler Architecture; Guglielmi/Alessandro Zambelli; Qeeboo/Stefano Giovannoni; NABA Nuova Accademia di Belle Arti/Claudio Larcher e Sara Ricciardi; EWO/NOA* Network of Architecture; LAD onlus/Emilio Randazzo; Ambasciata d’Italia a Madrid, COAM, di_mad, ADI-FAD/Davide Valoppi– Noarc; JCP Universe/CTRLZAK per Omaggio a Nanda Vigo; Fondazione Bisazza per Omaggio a Alessandro Mendini; PerDormire/Fabio Novembre Studio; Associazione per il Policlinico Onlus/CastagnaRavelli; APEX-Brasil con Abimóvel/José Roberto Moreira do Valle; Mapei/Cino Zucchi Architetti e Chiara Zucchi; TMK Projekt, Wolf Group, Forbo, Hushoffice, Muraspec/Mac Stopa e Massive Design; Missoni Home/Rosita Missoni; Nardi/Raffaello Galiotto; Magis; Netflix e infine Axor-Hansgrohe, Caricami, Danese, Ferrarelle, illy, Kartell.

 

INTERNI presenta “Human Spaces”

Dall’8 al 19 aprile all’Università degli Studi di Milano, all’Orto Botanico di Brera e all’Arco della Pace

Oltre ai protagonisti dall’Italia, il magazine ha coinvolto progettisti di provenienza internazionale, in collaborazione con importanti aziende, start-up e istituzioni In occasione del FuoriSalone debutta il nuovo internimagazine.it

HUMAN SPACES” è il titolo dell’attesissima mostra-evento ideata dal mensile INTERNI, patrocinata dal Comune di Milano, che avrà luogo in occasione del FuoriSalone, dall’8 al 19 aprile, nei Cortili dell’Università degli Studi di Milano, all’Orto Botanico di Brera e per la prima volta nella monumentale Piazza Sempione con l’Arco della Pace e i Caselli Daziari.

Il tema della mostra di INTERNI per il 2019 ha preso spunto da un’affermazione che il Maestro Oscar Niemeyer amava ripetere nelle sue conversazioni: “La vita è più importante dell’architettura”. Il magazine del Gruppo Mondadori diretto da Gilda Bojardi ha infatti chiamato grandi protagonisti italiani del progetto, designer e architetti internazionali a tradurre in installazioni sperimentali il concetto di ‘spazio umano’, a partire dagli arredi che ci circondano fino ad arrivare alla mobilità urbana, dall’ambiente naturale, marino e terrestre, fino ai macro-sistemi produttivi, come quello virtuoso dell’economia circolare. In collaborazione con aziende, multinazionali, start-up e istituzioni sono state realizzate per la mostra più di trenta installazioni, design islands, micro-architetture e macro-oggetti, tutti site-specific, che prefigurano un futuro in cui la natura e il Pianeta sono salvaguardati, le risorse risparmiate, l’intelligenza artificiale applicata per il bene comune e il benessere personale.

Lissoni Associati con SanLorenzo ha tradotto questi spunti nella sagoma di uno yacht rimasto placidamente adagiato all’interno del Cortile del ‘700 della Statale di Milano, una creatura di cui si riconosce solamente l’ossatura che ne racconta l’originaria purezza (From shipyard to courtyard). Maria Cristina Finucci con One Ocean Foundation e in collaborazione con Officine Maccaferri e Ariston Thermo Group porta sul prato del Cortile d’Onore la lapidaria scritta HELP: con circa due tonnellate di tappi di plastica contenuti in sacchi di reti rosse per alimenti all’interno di gabbioni PoliMac, l’artista Maria Cristina Finucci disegna quattro gigantesche lettere che compongono la parola “HELP”, come fosse un grido dell’umanità al fine di frenare il disastro ambientale dell’inquinamento dei mari (Help the Planet, Help the Humans). Lo studio di architettura Piuarch, su concept progettuale di Nemo Monti, con il sostegno della Provincia Autonoma di Trento e della Magnifica Comunità di Fiemme e in collaborazione con CityLife, ha ideato un’installazione che si pone come elemento di memoria attiva della Foresta di Panaveggio, celebre per gli abeti rossi ‘di risonanza’ utilizzati per costruire gli strumenti musicali. La Foresta è stata quasi interamente abbattuta dall’ondata di maltempo che lo scorso 30 ottobre ha sconvolto l’arco alpino radendo al suolo oltre 12 milioni di alberi. Dal loggiato del Cortile d’Onore si sporgono due grandi fusti di abeti rossi lunghi 12 metri: le radici sospese nel vuoto sono sorrette da un cavalletto architettonico alto più di 8 metri, realizzato con il legno della Foresta abbattuta, simbolo del lavoro dell’uomo che ripara (La foresta dei violini).

Tra le presenze internazionali più significative, Ingo Maurer e Axel Schmid che per Urban Up – Unipol Projects Cities (Gruppo Unipol) illuminano la Torre Velasca con la light installation Nel blu, dipinto di blu; l’Estudio Campana con Apex Brasil presenta Sleeping Piles, un’installazione che prende ispirazione dal colonnato del Cortile della Farmacia dell’Università in cui è allestita: nel prato centrale sette torri alte 5 metri rivestite d’erba invitano i visitatori a rilassarsi e riposare lasciandosi alle spalle il caos della città e della vita contemporanea; Waugh Thistleton Architects con Arup e AHEC – American Hardwood Export Council hanno ideato MultyPly, un’arioso edificio modulare composto da sedici cubi di tulipier americano, un legno sostenibile perché molto diffuso e dalle alte prestazioni strutturali, che indica la strada verso l’architettura del futuro, rispettosa dell’ambiente; braIN TAIWAN, è invece una immaginifica galleria di creazioni che The Meet Lab, collettivo artistico italo-taiwanese, presenta, su incarico del Governo della città di Tainan e del Dipartimento per lo Sviluppo Industriale del Ministero degli Affari Economici di Taiwan per raccontare al mondo, per la prima volta nella sua interezza, la capacità di progetto e innovazione della manifattura tessile taiwanese.

Tra gli altri, saranno in mostra i progetti di Massimo Iosa Ghini con Knauf Italia, Corradi, Manni Green Tech e Intro (Human Proportions), Parisotto+Formenton Architetti con Cimento (Passaggio in blu), Migliore+Servetto Architects con CNAPPC – Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (Open Nests/Abitare il paese), Marcio Kogan-Studio mk27 e Filippo Bricolo con Furrer (Parla!), Fabio Novembre con PerDormire (Once upon a time…), Dario Curatolo con Nerosicilia e Mosaicomicro (La porta dei sognatori), Raffaello Galiotto con Nardi (Regeneration), Luigi Spedini con Piscine Laghetto (Miraggi).

Tre sono i co-producer di “INTERNI HUMAN SPACES”: Audi, marca premium del Gruppo Volkswagen, Eni, compagnia integrata dell’energia che impiega circa 33.000 persone in 71 Paesi del mondo, e Whirpool, il principale produttore al mondo di elettrodomestici. Ciascuno dei main sponsor presenta un’installazione di grande impatto, firmata da architetti di profilo internazionale: Asymptote Architecture – Hani Rashid e Lise Anne Couture con Audi presso l’Audi City Lab all’Arco della Pace e ai Caselli Daziari (Piazza Sempione), Eni con Carlo Ratti Associati presso l’Orto Botanico di Brera e Whirpool con Ico Migliore e M+S lab nel Cortile d’Onore dell’Università.

Il design concettuale di una e-station (e_Domesticity) progettata per Audi da Asymptote Architecture – Hani Rashid e Lise Anne Couture, esprime nuove soluzioni per l’architettura della mobilità: una zona interattiva per ricaricare le auto elettriche e, nel contempo, per rigenerarsi. Un invito a esplorare nuove tecnologie in dialogo con gli spazi della città, una e_station del futuro che prefigura le nuove architetture per la mobilità e che si traduce in un ambiente interattivo, in cui ricaricare le auto elettriche e rigenerare se stessi, attraverso le relazioni e la conoscenza.

La riduzione dell’utilizzo delle materie prime e il riuso degli scarti sono alla base dell’economia circolare, un modello di sviluppo sempre più importante per un futuro sostenibile. L’iconica installazione The Circular Garden di Carlo Ratti Associati la interpreta in piena sintonia con i progetti di Eni, nell’incanto dell’Orto Botanico di Brera. Una serie di grandi archi in micelio, materiale totalmente organico, delimitano quattro suggestive ‘stanze’ nel verde dell’Orto, in cui esplorare i progetti di Eni per l’economia circolare, dalla tutela del territorio al riciclo delle materie, dal biocarburante all’efficienza energetica delle abitazioni.

Infine, The Perfect Time, ideato da Ico Migliore con M+S lab per Whirlpool, è un progetto che reinventa la relazione tra intelligenza artificiale e fattore umano, trasformando tempo e spazio in esperienza creativa.

Il sistema INTERNI e il nuovo sito

Ad aprile il sistema integrato di comunicazione di INTERNI si moltiplica e ribadisce il suo ruolo di principale fonte di informazione per il mondo del progetto. Grazie infatti a 3 pubblicazioni cartacee (INTERNI, la free press INTERNI King Size e la Guida FuoriSalone), un grande evento (“INTERNI HUMAN SPACES”) e INTERNI online (sito web, app e social), fornisce gli strumenti che consentono di essere aggiornati in tempo reale sulle tendenze, le novità e le anticipazioni sul design, diventando un vero e proprio vademecum per tutti coloro che vogliono conoscere e orientarsi all’interno di un evento unico al mondo come il FuoriSalone.

In questa occasione speciale debutta anche il nuovo internimagazine.it. Design innovativo con immagini impattanti, un sistema integrato con contenuti magazine, digital, eventi e social oltre a nuovi format editoriali arricchiti di video, gallery, quote dei protagonisti del design e social post sono solo alcune delle caratteristiche che rendono il nuovo sito di INTERNI un osservatorio ancora più attento e aggiornato del mondo del progetto. Non mancherà l’inestimabile patrimonio di contenuti originali e di altissimo impatto grafico e fotografico sviluppati negli anni dal magazine che utilizzano un linguaggio visivo personale e riconoscibile. Da questa settimana grande spazio sarà dato alla Design Week con una sezione dedicata, animata e arricchita in tempo reale con tutte le news sull’evento milanese, oltre che sulla mostra “HUMAN SPACES”. Il sito, completamente responsive e quindi fruibile anche in mobilità, è visibile su tutti i principali device. Il taglio editoriale inoltre è pensato per facilitare iniziative speciali crossmediali, capaci di coinvolgere attivamente utenti, lettori e clienti nell’interazione con la possibilità per i marchi del design di diventare parte centrale del racconto  grazie ai nuovi formati di branded content (long form) e di native advertising.

 

I numeri del sistema INTERNI

Con questo appuntamento che regala a Milano una visibilità unica ed eccezionale INTERNI conferma la sua leadership assoluta nel segmento living professionale ma anche nella comunicazione del design system, trasformandosi da pubblicazione settoriale a mass media. La forza del brand viene dai dati che l’intero ecosistema INTERNI può vantare in questa occasione: 55.000 copie di INTERNI, 120.000 copie di INTERNI King Size, 250.000 copie della Guida FuoriSalone, per una tiratura totale di 425.000 copie, 3.000.000 di lettori e oltre 800 pagine.

Una ulteriore prova è ben visibile anche sul territorio: per “HUMAN SPACES” è prevista infatti una importante campagna di street advertising che comprende striscioni in 15 locations nel centro di Milano, 1.000 bandiere per 450 eventi, 10 retro bus shuttle, oltre a totem, edicole vestite, floorgraphic, station domination (Rho e Cadorna), vetrine e ledwall (Megastore Mondadori di Piazza del Duomo e Rizzoli Store di Galleria Vittorio Emanuele).

Per orientarsi nel panorama sempre più ricco di appuntamenti della Design Week milanese, non potevano mancare la Guida FuoriSalone – disponibile anche come applicazione gratuita per iPad, iPhone e sistemi operativi Android (tablet e smartphone) – che propone una lettura ragionata di oltre 450 eventi e l’agenda day by day degli appuntamenti che coinvolgono le aziende, i designer e gli architetti che partecipano al FuoriSalone, e la Guida Zee Milano (solo in versione digitale) con una selezione dei nuovi itinerari e degli spazi fashion nella città: dal design allo shopping, dai department store ai ristoranti, fino agli hotel.

Per tutte le informazioni: www.internimagazine.it

CasaFacile DesignLab presenta: co-working – co-living

Nel suo terzo DesignLab, CasaFacile interpreta il tema dell’hospitality con un progetto di co-living e co-working, realizzando uno spazio accogliente, animato da un ricco palinsesto di eventi: academy di styling, workshop creativi, consulenze di progettazione e ecosostenibilità, momenti di socialità.

Ogni visitatore sarà protagonista e ‘abitante’ attivo del CasaFacile DesignLab, vivendo lo scambio di idee e ispirazioni che è da sempre nel dna di CasaFacile e incontrando il nostro team di interior stylist, blogger, architetti e progettisti green.

Il DesignLab di CasaFacile nasce con lo scopo di creare un momento di incontro con le lettrici e i lettori del magazine durante la design week milanese.

Giunto ormai alla sua terza edizione, questo appuntamento sposta in un luogo fisico, in Piazza Gae Aulenti – nel cuore dell’Innovation Design District – alcune delle suggestioni che vengono trattate durante l’anno sulle pagine della rivista e – online – sul sito www.casafacile.it

Come di consueto, il tema scelto dalla redazione si lega a quello dell’intero distretto iDD, che durante questa edizione indagherà il mondo dell’Hospitality.

Un tema ampio che si lega anche al mondo degli spazi residenziali che spesso, oggi, non si limitano più ad essere ‘casa’, ma diventano all’occorrenza ufficio, laboratorio, b&b, appartamenti condivisi anche con persone esterne al nucleo famigliare.

Temi quanto mai attuali, che si concretizzano in una settimana di eventi e incontri in uno spazio allestito in modo da proporre una lettura contemporanea del tema del co-living e co-working.

Tantissimi eventi aperti al pubblico animeranno lo spazio ogni giorno, offrendo ai visitatori spunti e idee per migliorare o trasformare i propri spazi.

Un vero e proprio corso, tenuto dalle stylist di CasaFacile, si svolgerà ogni giorno dalle 15.00 alle 16.30: l’obiettivo è di guidare i partecipanti insegnando loro come personalizzare i propri spazi attraverso un processo creativo che li aiuti a identificare quali materiali, tessuti e colori riflettono il loro stile. L’Academy Prima&Dopo oltre ad aiutare i partecipanti a definire nuove scenografie domestiche, offrirà spunti su come dare nuova vita a vecchi arredi, utilizzare al meglio gli spazi e sfruttare la decorazione per dare un nuovo sapore agli ambienti. I cinque appuntamenti, dal 9 al 13 Aprile, sono gratuiti ma a numero chiuso: le indicazioni per iscriversi con il programma completo sono su www.casafacile.it/news/fuorisalone-2019.

Martedì 9 e venerdì 12 aprile gli architetti del team di CasaFacile saranno a disposizione dei lettori per dare consulenza gratuita su molteplici argomenti riguardanti il living: ristrutturazioni, organizzazione degli ambienti e soprattutto progetti per una casa ad alta efficienza energetica con le consulenze dei professionisti Edison.

Immancabili, infine, i workshop dedicati al fai da te: sotto la supervisione del team di CasaFacile, ogni pomeriggio dalle 17 alle 18, verranno indagati temi diversi come, il colore, le fragranze o il verde. Non mancherà un appuntamento per i più piccoli il sabato mattina.

Giovedì 11 aprile alle 10.30 il direttore Francesca Magni incontrerà le lettrici e si tratterrà con loro per una colazione fatta di chiacchiere, scambio di idee e spunti di riflessione sul tema casa. La colazione è aperta a tutti previa prenotazione e si concluderà con una lezione di styling di Vanessa Pisk.

CasaFacile – per una settimana – inverte le logiche del magazine: non sarà la rivista ad entrare nella casa dei lettori, ma saranno questi ultimi invitati a entrare in uno spazio, il DesignLab, abitato dalla più creativa redazione d’Italia!

Edizione record per la mostra “Interni House in Motion”

  • Pubblico in crescita di oltre il 60% rispetto all’edizione del 2017: 380.000 visitatori all’Università degli Studi di Milano, all’Orto Botanico di Brera e all’Audi City Lab in Corso Venezia 11
  • Con questo appuntamento INTERNI conferma la leadership assoluta nel segmento living professionale e nella comunicazione del design system

Record di visitatori per la mostra INTERNI HOUSE IN MOTION al FuoriSalone 2018. Dal 16 al 28 aprile, nei Cortili dell’Università degli Studi di Milano, all’Orto Botanico di Brera e all’Audi City Lab di Corso Venezia 11 (Ex Seminario Arcivescovile), dove per il secondo anno consecutivo la rivista ha esteso il suo raggio di animazione urbana, il pubblico ha infatti registrato una crescita di oltre il 60% rispetto all’edizione del 2017, sfiorando le 400.000 presenze nelle tre sedi.

Per i 20 anni della mostra sono stati presentati 32 progetti, di cui 18 installazioni e 14 design island, con il contributo di 2 co-producer (Audi ed Eni gas e luce), 32 aziende partner4 istituzioni (Regione Umbria, Regione Puglia, Apex Brasil, Orticola di Lombardia), 40 progettisti (tra studi di architettura, architetti, designer, artisti, oltre a una scuola di specializzazione). Le installazioni, insieme a numerose conferenze e talk, a due concerti e due spettacoli teatrali, a un workshop e a un premio di design, hanno creato un mosaico variegato di stili e visioni, di occasioni di confronto, richiamando centinaia di migliaia di persone.

All’Università degli Studi di Milano i visitatori sono stati 220.000, all’Orto Botanico di Brera 80.000 e 80.000 all’Audi City Lab di Corso Venezia 11, per un totale di 380.000 persone. Tra questi, oltre 750 erano giornalisti italiani e stranieri, che hanno dato a INTERNI HOUSE IN MOTION una copertura mediatica eccezionale, dai quotidiani nazionali alle radio e alle televisioni, alla stampa specializzata, alle testate a grande diffusione, oltre ad assicurare una presenza continua sui principali canali social e web.

La mostra di INTERNI si conferma pertanto l’evento simbolo del FuoriSalone grazie all’alto livello progettuale e culturale delle installazioni, ai brand coinvolti, noti a livello italiano e internazionale, così come alle realtà più piccole, che ugualmente hanno saputo veicolare contenuti di valore.

Questo straordinario riscontro, sia di pubblico, sia di visibilità mediatica, testimonia quindi la leadership assoluta del magazine diretto da Gilda Bojardi nel segmento living professionale e nella comunicazione del design system.

Credits ph: Saverio Lombardi Vallauri

Interni presenta Material Immaterial

L’attesissima mostra evento giunge quest’anno alla 20° edizione

  • Dal 3 al 15 aprile all’Università degli Studi di Milano, all’Orto Botanico di Brera e in Corso Venezia 11
  • INTERNI conferma la sua leadership di mercato nel segmento living professionale e nella comunicazione del design system con 55.000 copie di INTERNI, 200.000 copie di INTERNI/Panorama, 120.000 copie di INTERNI King Size, 250.000 copie della Guida FuoriSalone

MATERIAL IMMATERIAL” è il nome dell’attesissima mostra-evento ideata dal mensile INTERNI, che quest’anno giunge all’importante traguardo della ventesima edizione.

Patrocinata dal Comune di Milano, “MATERIAL IMMATERIAL” si svolgerà in occasione del FuoriSalone, da oggi al 15 aprile, nei Cortili dell’Università degli Studi di Milano, all’Orto Botanico di Brera e, per la prima volta, in Corso Venezia 11, dove INTERNI ha esteso il suo raggio di animazione urbana.

Oltre ai protagonisti dall’Italia, il magazine ha coinvolto progettisti di provenienza internazionale – Giappone, Cina, Brasile, Russia, Danimarca, Usa, Gran Bretagna, Polonia – in collaborazione con aziende, start-up e istituzioni, nell’ottica di comporre un mosaico variegato di stili e visioni. Tra questi i progettisti: Ron Arad con Illy, Alessandro e Francesco Mendini con Elegant Living, Shop Architects con NBK e Metalsigma, Simone Micheli con Valsir, Italo Rota con MR, Kat Von D con Sephora, Michele De Lucchi con Ferragamo Parfums e Moretti Costruzioni, lo studio BIG con Artemide, Antonio Citterio e Patricia Viel con Marazzi, Massimo Iosa Ghini con Ceramiche Cerdisa, e molti altri ancora.

“Il tema della nostra mostra evento, giunta alla sua 20° edizione, invita a esplorare la doppia anima del progetto: da un lato l’universo della realizzazione concreta, che con i materiali – legno, ceramica, metalli, materiali plastici e fibre naturali – costituisce l’essenza fisica del progetto; dall’altro la dimensione immateriale della creazione, a partire dal pensiero del progettista, sempre più coadiuvato da tecnologie digitali e dalla realtà virtuale, ambiti di ricerca del prossimo futuro”, spiega Gilda Bojardi, direttore di INTERNI. “Nella realizzazione di queste installazioni sperimentali e interattive, collaboriamo con aziende leader nel campo dell’innovazione e della ricerca, con imprese che rappresentano brand affermati a livello internazionale e con piccoli produttori di nicchia che sostengono l’imprenditorialità e la creatività”, conclude il Direttore del magazine.

Co-producer dell’iniziativa Audi, marca premium del Gruppo Volkswagen, che all’Audi City Lab, in Corso Venezia 11, presenta insieme a INTERNI gli incontri Future Needs Stories. Negli spazi dell’ex Seminario Arcivescovile, il cui portale sarà illuminato da un’installazione di Ingo Maurer,  si parlerà infatti del rapporto tra uomo e intelligenze artificiali e verrà presentata l’installazione Sonic Pendulum di Yuri Suzuki.

La musica di R101, radio ufficiale di “INTERNI MATERIAL IMMATERIAL”, animerà la serata di venerdì 7 aprile (ore 21.00) con l’esclusivo concerto di Levante e a seguire con il Vinyl DJ Set curato dai suoi music designer. R101 avrà anche una installazione interattiva firmata da Lorenzo Palmieri che inviterà le persone a vestire i panni del dj e a scegliere e lanciare la propria playlist da suonare nel Cortile d’Onore.

Il sistema INTERNI

Ad aprile il sistema integrato di comunicazione di INTERNI si moltiplica: 4 pubblicazioni cartacee (INTERNI, INTERNI Panorama, la free press INTERNI King Size e la Guida FuoriSalone), un grande evento (“INTERNI MATERIAL IMMATERIAL”) e INTERNI online (sito web, app e social). Questi strumenti consentono di essere aggiornati in tempo reale sulle tendenze, le novità e le anticipazioni sul design e ribadiscono il ruolo di INTERNI come principale sistema informativo per il mondo del progetto. Il magazine si trasforma infatti da pubblicazione settoriale a mass media, diventando un vero e proprio vademecum per tutti coloro che vogliono conoscere e orientarsi all’interno di un evento unico al mondo come il FuoriSalone.

I numeri del sistema INTERNI

Con questo appuntamento che regala a Milano una visibilità unica ed eccezionale INTERNI conferma la sua leadership assoluta nel segmento living professionale ma anche nella comunicazione del design system. Un’ulteriore prova viene dai dati che l’intero ecosistema INTERNI può vantare in questa occasione: 55.000 copie di INTERNI, 200.000 copie di INTERNI/Panorama, 120.000 copie di INTERNI King Size, 250.000 copie della Guida FuoriSalone, per una tiratura totale di oltre 620.000 copie, 4.000.000 di lettori e 1.200 pagine.

La forza del brand è ben visibile anche sul territorio: per “MATERIAL IMMATERIAL” è prevista infatti una importante campagna di street advertising che comprende striscioni in 15 locations nel centro di Milano, 1.000 bandiere per circa 500 eventi, 10 retro bus shuttle, oltre a totem, edicole vestite, floorgraphic, station domination (Rho e Cadorna), vetrine e/o ledwall (Megastore Mondadori di Piazza del Duomo e Rizzoli Store di Galleria Vittorio Emanuele).

Per orientarsi nel panorama sempre più ricco di appuntamenti della Design Week milanese, non potevano mancare la Guida FuoriSalone® – disponibile anche come applicazione gratuita per iPad, iPhone e sistemi operativi Android (tablet e smartphone) – che propone una lettura ragionata di oltre 400 eventi e l’agenda day by day degli appuntamenti che coinvolgono le aziende, i designer e gli architetti che partecipano al FuoriSalone, e la Guida Zee Milano (solo in versione digitale e inclusa nella app) con una selezione dei nuovi itinerari e degli spazi fashion nella città: dal design allo shopping, dai department store ai ristoranti, fino agli hotel.

Per scaricare la cartella stampa: http://www.internimagazine.it/press/materialimmaterial.pdf

 

Il Fuorisalone è dentro Casafacile

All’interno del CasaFacile Design Lab tendenze, laboratori ma anche showcooking, eventi con foodblogger e chef d’eccezione a cura di GialloZafferano

 

  • Dal 4 al 9 aprile, in via Solferino 14 a Milano
  • Diciassette le aziende coinvolte negli eventi del CasaFacile Design Lab

Durante il Fuorisalone 2017, la casa ideale proposta da CasaFacile in occasione dei festeggiamenti per i vent’anni della rivista prende vita nel cuore del Brera Design District, in via Solferino 14.

Nasce così il CasaFacile Design Lab, lo spazio progettato dal brand del Gruppo Mondadori in collaborazione con le stylist di Studiopepe, composto da una zona living, una cucina accogliente e due spazi esterni in perfetto CF style.

“Da vent’anni entriamo nelle vostre case con le ispirazioni che proponiamo ogni mese sul giornale e tutti insieme (lettori e redazione) abbiamo ridisegnato la geografia dell’abitare: ora vi invitiamo a entrare davvero nella ‘nostra’ casa ideale, bella da vedere e facile da vivere, per incontrarci di persona e creare insieme durante i workshop… perché CasaFacile è sempre in azione!”, ha dichiarato Giusi Silighini, direttore di CasaFacile.

Il CasaFacile Design Lab ospiterà tutte le attività del magazine e sarà aperto da martedì 4 a sabato 8 aprile, dalle ore 10 alle ore 21, e domenica 9 aprile fino alle ore 17. Tendenze e stili per vivere la casa dei propri sogni, laboratori e workshop organizzati con Scavolini e Whirlpool, con MT masking tape, con Fujifilm Instax e con Sistem Air, sono solo alcune delle proposte che animeranno le giornate all’interno del CasaFacile Design Lab. Non mancheranno anche le occasioni di incontro per condividere la passione che unisce redazione e lettori. Venerdì 7 aprile dalle 10 alle 11.30, si terrà la community breakfast, una colazione speciale in compagnia del direttore Giusi Silighini (tutte le informazioni per partecipare su www.casafacile.it).

Tutti i giorni, dalle ore 18 alle ore 21, le serate del CasaFacile Design Lab continueranno con tante iniziative a cura di GialloZafferano. Il primo appuntamento sarà martedì 4 aprile alle 18 con lo chef Andrea Berton che verrà intervistato dal direttore del magazine Laura Maragliano. Tutte le sere ci saranno anche showcooking con foodblogger che proporranno ricette classiche ma anche internazionali. Sabato 8 aprile alle ore 19 ci sarà l’esibizione della barlady Carmen Clemente.

Inoltre il CasaFacile Design Lab è stato scelto come location per la presentazione del primo cofanetto regalo dedicato alla casa realizzato da CasaFacile con Mondadori Store. Acquistando Facciamo casa, la professionalità al tuo servizio, sarà possibile scegliere tra il servizio dell’architetto a domicilio o dello shopping assistant, oppure il mini corso di interior design.

CasaFacile è ormai molto più di un giornale: in sette anni di presenza attiva sul web ha dato vita a un team di 24 blogger creative che ne condividono lo stile e che partecipano attivamente alle iniziative della rivista, ma soprattutto coltiva una community dinamica e appassionata, con 257.000 fan su Facebook e 82.200 follower su Instagram, che quotidianamente si incontrano online per scambiarsi consigli, piccole scoperte e grandi progetti.

CasaFacile si conferma un brand strategico per gli utenti pubblicitari, non solo del settore arredo: infatti,  dopo aver chiuso il 2016 con un +6% a fatturato pubblicitario, continua il trend positivo che porta CasaFacile a un +19% a valore nel primo quadrimestre 2017, incremento che raggiunge il +40% considerando il fatturato aggiuntivo generato dall’evento.

Il programma completo degli eventi del CasaFacile Design Lab sarà disponibile sul sito www.casafacile.it, sulla pagina Facebook del magazine e sul circuito Brera Design District.

Co-producer dell’iniziativa: Scavolini e Whirpool. Sponsor: Agridè, Arquati, Barilla, Cavit, Ortoromi, Fuji Instax, MT Masking Tape, Nardi, O bag, Saba, Sistem Air, Gruppo Gabel con il brand Vallesusa, Caffè Vergnano, Wilson & Morris. Partner: R101.

 

Per il Fuorisalone 2016 INTERNI presenta la mostra evento “Open Borders”

INTERNI conferma la sua leadership di mercato nel segmento living professionale

OPEN BORDERS” è il nome dell’attesissima Mostra-Evento ideata dal mensile INTERNI in occasione del FuoriSalone.

Patrocinata dal Comune di Milano, “OPEN BORDERS” si svolgerà da oggi al 23 aprile nei Cortili dell’Università degli Studi di Milano, all’Orto Botanico di Brera e, per la prima volta, alla Torre Velasca, dove INTERNI ha esteso il suo raggio di animazione urbana.

 

Oltre ai protagonisti dall’Italia, il magazine ha coinvolto progettisti di calibro internazionale – Giappone, Cina, Brasile, Russia, Gran Bretagna, Polonia – in collaborazione con aziende e istituzioni, nell’ottica di comporre un mosaico variegato di stili e visioni. Tra questi i progettisti: MAD Architects con Ferrarelle e P.A.T.I; Massimo Iosa Ghini con Ceramiche Cerdisa; Chen XiangJing con Jinghong International Furniture; Sergei Tchoban, Sergey Kuznetsov e Agniya Sterligova con Velko Group; Lissoni Associati con Audi; Stefano Boeri Architetti con Filiera del Legno FVG e Consorzio Innova FVG; Patricia Urquiola con Cleaf; Carlo Ratti Associati, Sebastian Cox e Laura Ellen Bacon con American Hardwood Export Council – Ahec, e molti altri ancora.

“Il tema della nostra mostra evento, giunta alla sua 19° edizione, si sviluppa quest’anno come ampliamento della visione progettuale a nuove sinergie, a contaminazioni con ambiti di ricerca diversi, quali il cinema e la fotografia; ma anche come applicazione di architettura e design a settori in evoluzione quali il digitale, la tecnologia e la ricerca sulla sostenibilità”, dichiara Gilda Bojardi, direttore di INTERNI. “Nella realizzazione di queste installazioni interattive, macro-oggetti, micro-costruzioni e mostre, collaboriamo con aziende leader nel campo dell’innovazione e della ricerca, con imprese che rappresentano brand affermati a livello internazionale e con piccoli produttori di nicchia che sostengono l’imprenditorialità e la creatività”, conclude il Direttore del magazine.

Tra le novità di quest’anno l’Università Statale diventa anche una delle sedi ufficiali della XXI Triennale Internazionale di Milano: la Casetta del Viandante a cura di Marco Ferreri, realizzata nell’ambito di INTERNI “OPEN BORDERS”, è stata infatti designata come mostra ufficiale della XXI Triennale Internazionale di Milano ‘21st Century. Design After Design’.

Co-producer dell’iniziativa Audi, marca premium del Gruppo Volkswagen, che ha contribuito con l’Audi City Lab in Torre Velasca, dove insieme a INTERNI presenta Untaggable Future, un laboratorio di idee su quattro temi ‘untaggable’ (People, Cities, Energy, Light); e Panasonic, leader mondiale nello sviluppo di tecnologie e soluzioni elettroniche.

Inoltre la musica di R101, radio ufficiale di “INTERNI OPEN BORDERS”, animerà l’opening night (12 aprile, ore 21.00) della Mostra-Evento con l’esclusivo concerto di Joan Thiele e Mahmood, e a seguire con DJ Set curato dai suoi music designer. La radio avrà anche una postazione fissa nei giorni del FuoriSalone da cui verranno effettuati collegamenti e interviste ai protagonisti della Design Week.

Con “OPEN BORDERS”, che regala a Milano una visibilità unica ed eccezionale, INTERNI conferma la sua leadership assoluta nel segmento living professionale, con un sistema che ad aprile è composto, oltre che dalla testata madre, da INTERNI Panorama, dalla free press INTERNI King Size e dalla Guida FuoriSalone. L’intero ecosistema INTERNI, che è nel portfolio della concessionaria Mediamond, registra un +2% di raccolta pubblicitaria rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

 

Per orientarsi nel panorama sempre più ricco di appuntamenti della Design Week milanese, non potevano mancare la Guida FuoriSalone® – disponibile anche come applicazione gratuita per iPad, iPhone e sistemi operativi Android (tablet e smartphone) – che propone una lettura ragionata di oltre 400 eventi e l’agenda day by day degli appuntamenti che coinvolgono le aziende, i designer e gli architetti che partecipano al FuoriSalone, e la Guida Zee Milano (solo in versione digitale e inclusa nella app) con una selezione dei nuovi itinerari e degli spazi fashion nella città: dal design allo shopping, dai department store ai ristoranti, fino agli hotel.

Interni al Fuorisalone con la mostra evento “Energy for creativity”

Con il numero 650 di aprile, il magazine rinnova la propria formula editoriale: nuovo progetto grafico e contenuti sempre più ricchi INTERNI conferma la sua leadership nel segmento living professionale con oltre il 45% di quota di mercato

“ENERGY FOR CREATIVITY” è il nome della grande mostra evento ideata dal mensile INTERNI in occasione del FuoriSalone.

Condivisa da Expo Milano 2015 in qualità di partner e patrocinata dal Comune di Milano, “ENERGY FOR CREATIVITY” si svolgerà nei Cortili dell’Università degli Studi di Milano, da oggi al 24 maggio.

Numerosissimi i nomi di progettisti e architetti di fama mondiale che hanno dato vita al progetto: Daniel Libeskind con Libeskind Design, Antonio Citterio e Patricia Viel and Partners con il Gruppo Cosentino, Alessandro e Francesco Mendini con Deborah Milano, Piuarch con Marazzi, Luca Trazzi con Veuve Clicquot, Steve Blatz e Antonio Pio Saracino con Marzorati Ronchetti, Vetreria Bazzanese e Zordan, Bernard Khoury con Margraf, Philippe Starck con Tog, Kengo Kuma & Associates con Tjm Design – Kitchenhouse, Alessandro Michele con Richard Ginori e molti altri ancora.

“La nostra mostra evento, giunta alla sua 18° edizione, si propone come spazio di sperimentazione di installazioni su varie scale, in grado di attivare sinergie disciplinari”, dichiara Gilda Bojardi, direttore di INTERNI. “Accanto all’esposizione di modelli e prototipi, micro-architetture, padiglioni indoor e outdoor, installazioni luminose, videoproiezioni, sono infatti previste mostre tematiche, performance, conferenze e incontri”, conclude il direttore Bojardi.

Co-producer dell’iniziativa la fondazione internazionale Be Open, che ha ideato e promosso The Garden of Wonders. A Journey through Scents, un’esposizione sul rapporto profumo e design all’Orto Botanico di Brera, e Audi. Quest’ultimo ha contribuito con l’installazione Invitation Tower progettata e realizzata da Audi Design ma soprattutto con l’Audi City Lab, uno spazio in via Montenapoleone dove INTERNI proporrà una serie di appuntamenti che avranno come focus il design e le sue relazioni con gli ambiti della luce, della connettività e delle discipline creative digitali.

Con questa mostra evento, che regala a Milano una visibilità unica ed eccezionale, il sistema INTERNI conferma la sua leadership assoluta nel segmento living professionale, con oltre il 45% di quota di mercato a spazio nel periodo gennaio-marzo 2015.

Per rafforzare il ruolo della rivista quale strumento di comunicazione nell’ambito dell’architettura e del design contemporanei, INTERNI si presenta inoltre con un nuovo progetto grafico pensato dall’art director Claudio Dell’Olio.

Con il numero 650 di aprile 2015, INTERNI rinnova la sua formula editoriale con una nuova veste grafica e una struttura arricchita da nuove rubriche e approfondimenti, come la sezione PhotographINg dove sono protagoniste le immagini: dettagli di installazioni, progetti e prodotti, liberamente accostati tra loro a raccontare i temi e le “provocazioni” del progetto contemporaneo. Le pagine dedicate al design sono potenziate e approfondite mediante interviste e grazie al contributo di giornalisti e critici sia italiani sia internazionali, capaci di proporre al pubblico di INTERNI una lettura del progetto sempre più poliedrica e interdisciplinare.

Un’altra novità annunciata in occasione del FuoriSalone è il nuovo internimagazine.com, che sfrutterà ancora di più le potenzialità del digitale e del web, rafforzando l’ecosistema che ruota attorno al brand. Il sito si rinnoverà completamente nella struttura, nella grafica e nei contenuti. Verrà creata una nuova versione della sezione “Design Index” con l’obiettivo di mettere in contatto aziende e professionisti diventando così un importante marketplace per il mondo del design.

Per orientarsi nel panorama sempre più ricco di appuntamenti della design week milanese, non potevano mancare la Guida FuoriSalone® – disponibile anche come applicazione gratuita per iPad e sistemi operativi Android su tablet, smartphone e iPhone – che propone una lettura ragionata di oltre 400 eventi e l’agenda day by day degli appuntamenti che coinvolgono le aziende, i designer e gli architetti che partecipano al FuoriSalone, e la Guida Zee Milano (solo in versione digitale e inclusa nella app) con una selezione dei nuovi itinerari e degli spazi fashion nella città che si prepara all’Esposizione universale: dal design allo shopping, dai department store ai ristoranti, fino agli hotel.