magazine

Colte, aperte, curiose: le lettrici dei magazine femminili e di lifestyle al centro della nuova ricerca “Il valore della carta”

La lettura su carta è un’esperienza distensiva per il 76% delle intervistate

Il 94% delle lettrici ha acquistato prodotti visti nelle riviste

Colte, aperte, curiose: sono alcune delle caratteristiche delle lettrici di riviste,  emerse dalla nuova ricerca di Mondadori Media “Il valore della carta”, realizzata in collaborazione con Istituto More e Bva-Doxa, su un campione di donne tra i 25 e i 55 anni che acquistano e leggono abitualmente magazine femminili e di lifestyle in Italia.

L’indagine prende in esame gli stili di vita, le abitudini ed esperienze di lettura con l’obiettivo di tracciare il profilo delle lettrici contemporanee e approfondire il valore che ricopre oggi il mezzo cartaceo, in uno scenario in cui la nostra dieta mediale è sempre più composita.

Secondo la ricerca, le lettrici di riviste hanno consumi culturali più variegati rispetto alle non lettrici: vanno a teatro (45%), visitano mostre (58%), leggono almeno 5 libri all’anno (64%) e i quotidiani cartacei (81%).

È più alta anche la capacità di spesa e la propensione al consumo: più della metà delle lettrici di riviste (56%) ha dichiarato una maggiore disponibilità economica e di spendere molto in viaggi, in particolare in Europa (61%), cibi e bevande (38%), ristoranti (27%), abbigliamento e accessori (24%), casa (18%) e tecnologia (18%). Il 39% adora fare shopping e più della metà (51%) indossa capi di brand prestigiosi.

Negli acquisti, il 41% del campione generale si definisce esigente e selettivo, percentuale che aumenta al 49% per le lettrici dei magazine del Gruppo Mondadori, che si fidano maggiormente anche dei prodotti di marca (56%). Complessivamente, il 39% delle intervistate è disposta a pagare di più per un prodotto che le soddisfi e grande rilevanza viene data alla lista degli ingredienti (41%) nel food e nel wellness. Emerge anche una particolare attenzione al body care: le lettrici frequentano regolarmente un centro estetico (34%), palestra (28%), terme o spa (11%), o acquistano cosmetici (27%). Considerando solo il lettorato femminile Mondadori, l’incidenza degli acquisti sale al 35%.

Prendendo in esame i benefici derivanti dalla lettura dei magazine cartacei, sfogliare una rivista rappresenta un’attività intensa e appagante. L’interazione con il giornale è una vera e propria esperienza, che consente una fruizione distensiva (76%) e concentrata, con possibilità di soffermarsi sui dettagli (69%). È una lettura più lenta, cui si dedicano tempi più lunghi, meno dispersiva (67%), permette di imprimere nella memoria quello che si legge (57%), e viene vissuta non solo come accesso ai contenuti ma anche come un momento per sé (71%).

È forte infatti anche l’aspetto polisensoriale offerto dalla rivista, che concorre a stimolare la fantasia attraverso l’attivazione di più sensi: piace il contatto tattile con il magazine e la carta (67%), le immagini che permettono di immergersi in ambienti e situazioni (57%) e l’odore (47%).

Vengono apprezzate anche le pubblicità (77%), ritenute non invasive se di qualità (61%), ma anzi di valore suggestivo e ispirativo, con un’accentuazione nelle lettrici delle testate del Gruppo Mondadori, che guardano volentieri le pubblicità delle riviste (85%), soprattutto dei brand di lusso e della cosmetica (74%). La cura dell’immagine e dei dettagli favorisce il piacere di guardarle, in un flusso continuo con i servizi veri e propri. L’osservazione più attenta e partecipata mentre si sfogliano le pagine di un magazine stimola anche il ricordo, tanto che il 94% delle lettrici ha dichiarato di aver acquistato prodotti visti nelle riviste.

Arriva in edicola la rivista “MeteoHeroes – insieme per la terra”: per insegnare ai bambini il rispetto e la salvaguardia per il nostro pianeta

Ogni mese insieme al magazine una sorpresa per giocare e divertirsi: nel primo numero la penna con inchiostro magico visibile solo con la luce UV

Arriva in edicola MeteoHeroes – Insieme per la Terra, la rivista mensile pensata per i bambini dai 4 ai 7 anni e ispirata all’unica serie tv d’animazione interamente dedicata all’ambiente e all’ecologia. Questo cartoon, prodotto da Meteo Expert-IconaClima e Mondo TV e in onda da luglio 2020 su Cartoonito e da novembre anche su Boomerang, affronta in maniera semplice, istruttiva e divertente le tematiche del rispetto della natura, dell’importanza dell’ecologia e dei pericoli del cambiamento climatico: ha ottenuto il patrocinio del Ministero dell’Istruzione e dell’Università, del Ministero dell’Ambiente, dell’Aeronautica Militare e di Legambiente. Ambassador d’eccezione è Andrea Giuliacci, volto noto della meteorologia italiana.

Il magazine MeteoHeroes – Insieme per la Terra, in edicola da martedì 9 marzo, sarà uno strumento di apprendimento e intrattenimento dedicato alla sensibilizzazione dei più piccoli rispetto all’importanza di proteggere il nostro Pianeta.

Al suo interno tante storie e rubriche dedicate ai protagonisti del cartone animato, che insegneranno ai giovani lettori che cosa vuol dire prendersi cura del proprio pianeta, proprio come fanno nelle loro avventure. Insieme al magazine ogni mese i bambini troveranno anche una sorpresa con un gioco dedicato tutto da scoprire all’interno della rubrica Meteo Sorpresa. Con la prima uscita la penna magica per divertirsi a scrivere i propri segreti con un inchiostro invisibile e scoprirli con la luce ultravioletta del tappo. Nel primo numero anche il Passaporto dei MeteoHeores da completare e diventare così un aiutante ufficiale dei MeteoHeroes.

La serie d’animazione narra le avventure di sei piccoli supereroi. Ciascuno proviene da un diverso angolo del pianeta ed è dotato di uno specifico superpotere che consente di scatenare gli agenti atmosferici: Pluvia è in grado di far cadere la pioggia, Nubess riesce a controllare le nuvole, Ventum può scatenare i venti, Nix può far cadere la neve, Thermo ha il controllo della temperatura, mentre Fulmen è in grado di far cadere potentissimi fulmini dal cielo. Nei giorni scorsi, su Cartoonito sono arrivati 15 nuovi episodi, che seguono il grande successo delle puntate precedenti. Online anche il nuovo sito web www.meteoheroes.com e presto sarà disponibile il canale Youtube con tanti video inediti.

In ogni numero del magazine sei pagine di fumetti, in cui i sei supereroi continueranno le loro avventure per salvaguardare l’ambiente, lottando contro l’inquinamento che causa il riscaldamento globale e i cambiamenti climatici. Proprio come nella serie tv, i MeteoHeroes combattono contro il più terribile dei nemici: si tratta dei Maculans, capitanati dal Dr. Makina, che rappresentano l’inquinamento provocato dalle cattive abitudini e dai comportamenti nocivi degli esseri umani. Il quartier generale dei MeteoHeroes è il MEC (Centro Esperti Meteo), diretto dalla scienziata Margherita Rita (nome che rende omaggio a Margherita Hack e Rita Levi Montalcini), che si trova sul Gran Sasso in Abruzzo, dove l’intelligenza artificiale Tempus li addestra a controllare i loro poteri.

Nel magazine non mancheranno poi le schede personaggio per scoprire tutte le curiosità sugli eroi e tante rubriche tra cui Giornata Mondiale, Sos Terra, Missione del mese e Zoom su con tanti consigli per i più piccoli su quali comportamenti adottare per diventare come i loro supereroi. Arricchiscono le pagine della nuova rivista Meteo Games, test, carte da ritagliare e collezionare per giocare, quiz, coloring e esperimenti da provare.

Il magazine del Gruppo Mondadori è in edicola dal 9 marzo con la penna al costo di 4,90 euro.

CasaFacile presenta il numero speciale “New Home”

Il magazine sarà dedicato alle nuove esigenze abitative e ai nuovi prodotti e servizi per trasformare gli spazi domestici in maniera più consapevole, utile e sostenibile

Il progetto, che prevede contenuti multipiattaforma, dalla rivista ai social, dal sito fino al circuito digital out of home, conferma la crossmedialità del brand

CasaFacile, il magazine del Gruppo Mondadori diretto da Francesca Magni, presenta il numero speciale “New Home”. La rivista, in edicola dal 3 ottobre, sarà dedicata alle nuove esigenze abitative e ai nuovi prodotti e servizi per trasformare gli spazi domestici in maniera più consapevole, utile e sostenibile.

“Come cambierà la casa dopo l’esperienza del lockdown? È da questa domanda che è nata l’idea di  un numero che racconti come riprogettare la casa, uno spazio da sempre in evoluzione, ma che in questo periodo ha subito le maggiori trasformazioni”, spiega Francesca Magni, direttrice di CasaFacile. “Per rispondere alle nuove esigenze useremo lo stile allegro, smart e friendly che ci contraddistingue e che aggrega attorno a noi una community appassionata e sempre in crescita, con oltre 400 mila follower su Instagram e 432 mila su Facebook”, continua la direttrice.

“Nell’editoriale di maggio avevo chiesto alle lettrici di cosa hanno capito di avere veramente bisogno nelle loro abitazioni. Le risposte sono state tante: da uno spazio all’aperto a più verde in casa e fuori casa, e poi finestre più grandi, ma anche stanze meglio organizzate, che si possano unire tra  loro, pareti mobili, soluzioni fluide che si trasformino nell’arco della giornata per ospitare le tante funzioni diverse che si sono spostate negli spazi domestici. Nello speciale tutti questi desideri troveranno delle realizzazioni grazie a case progettate con criteri nuovi. Ma anche grazie al contributo di 42 fra le CFInfluencer chiamate a raccolta per pensare ‘out of the box’, come si dice, al nuovo concetto di casa. L’abbiamo chiamato ‘Numero Straordinario’, perché sono ‘esercizi di pensiero straordinario’ quelli che vogliamo proporre. Insieme a una veste un po’ straordinaria anche lei, con un logo luccicante in copertina!”, conclude Francesca Magni.

Nello speciale saranno presentate 5 case declinate su differenti temi: un nuovo modo di usare il coloresoluzioni innovative per far correre meglio la luce negli spazi, nuovi arredi per integrare lavoro e relax (dall’home cinema alla gym, dalla meditazione agli hobby) nell’ambiente domestico. Al centro del giornale, un focus dedicato alla cucina e alle novità tecnologiche e di progettazione che risponda ai nuovi modi di utilizzarla. Il giornale avrà una foliazione aumentata per valorizzare le pagine relative al progetto “New Home” e raccontare il nuovo modo di vivere la casa.

Lo speciale di CasaFacilecross mediale e multipiattaforma, si svilupperà sul magazine e sui social, ricorrendo a un forte coinvolgimento delle 42 blogger CF Style che saranno per la prima volta tutte direttamente coinvolte nella produzione dei contenuti anche su carta con: idee fai-da-te dedicate allo smart working e al verde in casa, spunti su come essere sostenibili nel quotidiano, una selezione di prodotti nati per facilitare la vita, e il decluttering, cioè cosa tenere e cosa buttare per liberarci dal superfluo.

Verrà inoltre lanciato un hashtag dedicato#casafacilenewhome, che le blogger useranno anche sui propri profili social, e verrà realizzato un filtro Instagram per trasformare la propria casa in una copertina di CasaFacile: basterà inquadrare un angolo “New Home” della propria abitazione con la fotocamera frontale, scattare una foto e condividerla nelle storie con l’hashtag #casafacilenewhome taggando @casafacile. Infine sono previste delle dirette social con il racconto del giornale.

Grazie ad un mix unico di consigli pratici, friendly al gusto, allo stile e alle tendenze, CasaFacile  è sempre accanto alle sue lettrici e ai loro bisogni, raggiungendo una total audience (magazine e web) di 765mila utenti netti ogni mese (Fonte: Nielsen Media Impact Data Fusion – marzo 2020), a cui si aggiunge la community sui social che ha superato gli 850.000 follower.

Nell’ambito dell’attuale complessa fase di mercato CasaFacile si conferma leader del suo segmento, con una quota di pagine pubblicitarie del 53% (dati Nielsen, periodo gennaio-settembre 2020).

Una leadership sviluppata anche grazie ai numerosi progetti ideati e costruiti ad hoc per clienti di diversi settori. Iniziative che, con il coinvolgimento di stylist e blogger e una diffusione di contenuti originali sulle piattaforme social del brand, rappresentano ormai un benchmark sia per seguito della community sia per interazioni generate.

A sostegno di CasaFacile “New Home” è prevista una campagna adv sulle testate del Gruppo Mondadori e sulle tv (20 spot da 15”su Discovery canali casa) e comunicazione sul circuito DOOH.

CasaFacile “New Home” sarà in edicola dal 3 ottobre e dal 22 ottobre banded con Donna Moderna e Grazia

 

INTERNI presenta “New York Human Spaces, the New Codes of Contemporary Living”

L’incontro, organizzato in collaborazione con il Consolato d’Italia a New York, si terrà lunedì 20 maggio alle ore 18.00

Milano, 16 maggio 2019 – In occasione di NYCxDESIGN (New York, 10-22 maggio 2019), INTERNI e il Consolato Generale d’Italia a New York organizzano New York Human Spaces, the new codes of contemporary living, un incontro che coinvolge illustri protagonisti del mondo dell’architettura e del design attivi tra l’Italia e gli Stati Uniti. Argomenti chiave, le nuove fonti di energia rinnovabile, la sostenibilità indagata in tutte le sue espressioni – dal riciclo delle materie alla salvaguardia dell’ambiente – e, più in generale, il concetto del benessere fisico e psicologico dell’uomo.

Ricondurre l’uomo e la Terra al centro del sistema è quindi il tema di cui INTERNI si fa promotore nel mondo prendendo spunto dalla mostra-evento HUMAN SPACES che ha organizzato durante il FuoriSalone lo scorso aprile a Milano: 33 installazioni presentate nelle sedi dell’Università degli Studi, dell’Orto Botanico di Brera, dell’area dell’Arco della Pace e della Torre Velasca, che hanno attirato 400 mila visitatori. Un nuovo record raggiunto da INTERNI, in termini di visibilità e affluenza, che si somma al +30% di utenti registrati dal nuovo sito Internimagazine.it, lanciato proprio in occasione della Design Week Milanese.

I protagonisti di New York Human Spaces, che si terrà lunedì 20 maggio alle 18.00 (Consulate General of Italy, 690 Park Ave at 69th Street, New York, NY 10065), introdotti dal Console Generale Francesco Genuardi e dal Direttore di INTERNI Gilda Bojardi saranno: Mario Cucinella, da sempre il progettista italiano più impegnato sul tema dell’ecosostenibilità, che interviene sul valore etico del progetto; Pasquale Junior Natuzzi, Chief Marketing & Communications Officer e Creative Director di Natuzzi che, in occasione dei sessant’anni di attività dell’azienda di famiglia, riferisce sulle nuove scelte eco-oriented del brand; Piero Lissoni, art director e progettista di alcuni tra i più importanti brand di design del made in Italy, che parla della sua esperienza in qualità di direttore artistico di Sanlorenzo, il più importante cantiere di yacht italiano; Adam D. Tihany, interior designer con studio a New York, creative director di Costa Crociere, esporrà le recenti scelte progettuali e sostenibili della storica compagnia di navi da crociera; e Jeffrey Beers che interverrà sul valore dell’identità in ambito progettuale. L’incontro sarà moderato da Federico Rampini, giornalista e autore, corrispondente da New York per il quotidiano La Repubblica.

Per tutte le informazioni www.internimagazine.it

 

 

Grazia presenta Future – Made in Grazia, il nuovo numero da collezione

Grazia, il settimanale del Gruppo Mondadori diretto da Silvia Grilli, punto di riferimento nella moda e portavoce di temi legati all’attualità, presenta Future – Made in Grazia, un numero da collezione tutto dedicato all’avvenire: a ciò che ci aspetta nella moda, nell’arte, nel design, nella tecnologia, nell’architettura e ai nuovi scenari che caratterizzeranno ogni ambito della nostra vita.

Dopo aver celebrato il talento e la bellezza italiani nel precedente volume per collezionisti, il nuovo numero speciale racconterà il futuro attraverso le parole e le immagini dei protagonisti più innovativi, sperimentali e visionari. Un meraviglioso coffee table book, in italiano e in inglese, distribuito a partire dal 19 febbraio nelle edicole e in selezionate librerie del nostro Paese, delle maggiori capitali europee e di New York.

«Il mondo intorno a noi è cambiato velocemente», nota Silvia Grilli nel suo editoriale. «Siamo attori e spettatori della rivoluzione digitale che trasforma le nostre vite. L’intelligenza umana non ha più l’esclusiva e lascia spazio a quella artificiale. Il femminile e maschile perdono il monopolio e si affaccia il non binario, il terzo genere già comparso nei formulari per iscriversi alle scuole americane, dove la persona non-binary non si identifica né come femmina né come maschio oppure si sente una combinazione di entrambi».

Ma non solo. La bellezza, anche per le modelle, sarà sempre meno una questione di proporzioni e sempre più una faccenda di impegno e attivismo, come raccontano qui due protagoniste come Ruth Bell e Nicole Atieno. Le donne dovranno finalmente conquistare una compiuta autonomia, come dice la grande artista serba Marina Abramovic. Il cinema intreccerà sempre più le lotte per i diritti civili, come suggerisce il regista premio Oscar Barry Jenkins. E una nuova coscienza ecologista si svilupperà attraverso inediti progetti di cura dell’ambiente, come racconta con un suo intenso reportage l’artista ambientalista Anne de Carbuccia.

Anche gli spazi e gli oggetti della nostra vita cambieranno. La città ideale sarà quella dove orti e giardini sostituiranno i parcheggi, come spiega Carlo Ratti, trai più grandi studiosi di innovazione applicata agli spazi urbani. I materiali del design saranno coltivati come organismi viventi e non più prodotti dalle industrie, come annuncia la designer internazionale Patricia Urquiola. E l’arte esplorerà l’immaginazione di artiste e artisti di colore che non avevano ancora avuto la possibilità di essere riconosciuti, come mostra l’opera della pittrice Elizabeth Colomba.

Ma che cosa faremo di tutto questo futuro? Sapremo gestire le nostre seconde identità costruite per le comunità digitali dove abbiamo trovato una via di fuga dalla routine? Che cosa sarà delle nostre informazioni, dei nostri video, delle nostre foto che resteranno per sempre nell’oceano sconfinato del web? Controlleremo l’intelligenza artificiale? E quali saranno i nuovi confini in un mondo reale che vuole erigere muri, ma è senza frontiere sulla rete?

A queste domande rispondono altri grandi protagonisti di Future – Made in Grazia, con storie, interviste e spettacolari immagini capaci di mostrarci in anticipo le grandi rivoluzioni di un futuro che è molto vicino e interesserà tutti noi.

Presente dal 1938 in Italia, Grazia è oggi l’unico fashion magazine 100% italiano diffuso in tutto il mondo, dalla Francia alla Gran Bretagna, dal Messico alla Cina fino all’Australia. È un brand che ha saputo accompagnare generazioni di donne grazie a una formula unica che coniuga moda, attualità e notizie. News, inchieste e approfondimenti sui fatti di maggior interesse si sposano con servizi esclusivi, uno stile visionario scattato da grandi fotografi e interviste a personaggi di fama mondiale, grazie a un dialogo costante con i protagonisti della scena internazionale e a un rapporto privilegiato con celebrity, top model e stilisti.

Icon Design: Annalisa Rosso nuovo direttore e Maria Cristina Didero editor-at-large

A partire da gennaio Annalisa Rosso sarà il nuovo direttore responsabile di Icon Design, il magazine d’alta gamma di design, architettura e arredamento del Gruppo Mondadori; contestualmente Maria Cristina Didero assumerà il ruolo di editor-at-large.

Con la nuova squadra, Icon Design racconterà il mondo del design in tutte le sue declinazioni attraverso le storie di personaggi, oggetti, case e progetti d’avanguardia. Un approccio trasversale, internazionale e aperto a temi diversi, per rivolgersi a un pubblico sempre più ampio di lettori e investitori, che ne hanno premiato la formula diventata un punto di riferimento con ottimi livelli di raccolta pubblicitaria.

Giornalista di design e curatore indipendente, Annalisa Rosso ha scritto e realizzato produzioni per numerosi magazine nazionali e internazionali, tra cui Casa Vogue Brasil, Living, Alla Carta, Wallpaper, Ideat, 032c, Architektur und Wohnen. È stata responsabile per il lancio del nuovo Domusweb disegnato da Mark Porter nel 2017 e ha collaborato in veste di consulente con numerosi brand del settore.
Ha partecipato come guest lecturer per Design Canberra Festival 2018, Università degli Studi di Genova, TEDx Talk, Salone del Mobile.Milano Shanghai e Triennale di Milano.
Ha curato la settima edizione di Operae, fiera di design indipendente a Torino, e la mostra personale di Valentina Cameranesi per il distretto 5VIE, durante Miart e Milano Design Week 2018.

Maria Cristina Didero è curatore indipendente, autore e giornalista freelance. Ha collaborato con istituzioni italiane e internazionali e diverse testate, tra le quali VogueDomus e Icon Design.
Tra i suoi progetti più recenti la mostra SuperDesign a New York sul design radicale italiano; il solo show di Erez Nevi Pana intitolato Vegan Design – Or The Art of Reduction per la Milano Design Week 2018; Fun House, antologica dedicata al collettivo Snarkitecture, al National Building Museum di Washington D.C.. In occasione dell’ultima edizione della Design Week di Praga, OKOLO ha dedicato e curato una mostra ai suoi testi, visualizzandoli graficamente.

 

Nasce Focus Scuola: il nuovo magazine per gli insegnanti

Un mensile in abbonamento che aiuta i docenti ad affrontare le nuove sfide dell’insegnamento

Un magazine rivolto a tutti i docenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado, per aiutarli ad affrontare le nuove sfide che propone l’insegnamento nell’era digitale: è Focus Scuola, il nuovo mensile per gli insegnanti del Gruppo Mondadori.

Focus Scuoladiretto da Sarah Pozzoli, nasce come strumento al servizio dei docenti, per affiancarli nel lavoro quotidiano attraverso consigli di pedagogia e di didattica per “stare bene” in cattedra e gestire le classi, conquistare autorevolezza, tenere a bada lo stress, attirare e tenere alta l’attenzione degli allievi e motivarli nello studio.

“Questo nuovo magazine – sottolinea il direttore Sarah Pozzoli – nasce dall’esperienza di Focus Junior che da anni con i suoi progetti per le scuole, gli incontri con le classi in redazione e gli eventi sul territorio, parla continuamente a insegnanti, bambini e genitori. Tutte queste attività ci hanno permesso di raccogliere informazioni e intercettare una forte esigenza di supporto da parte degli insegnanti, che hanno sempre più bisogno di conoscere e sperimentare strumenti che possano aiutarli giorno per giorno nella proposizione di attività didattiche nuove, coinvolgenti e innovative. Ecco perché nel 2017 abbiamo anche avviato l’Osservatorio Trend Junior che ci ha aiutato ad indagare meglio le giovani generazioni, i loro genitori e i docenti, e capire come creare una triangolazione virtuosa tra questi tre target quando si affrontano temi quali l’educazione e la formazione”.

Focus Scuola, disponibile ogni mese su abbonamento, propone approfondimenti sugli ultimi studi scientifici e pedagogici, ma anche idee di buone pratiche sperimentate in Italia e nel resto del mondo dai singoli insegnanti e fornisce spunti su didattiche innovative e sull’uso della tecnologia in classe.

Ampio spazio viene dedicato alle ultime news scientifiche rilevanti sul mondo della scuola e le normative del Ministero dell’Istruzione, e ancora recensioni su film, libri, mostre, gite didattiche, le nuove tendenze nel mondo dei bambini e ragazzi, oltre a tante idee di lezione e laboratori che si possono fare in classe.

Non mancano, inoltre, rubriche di autorevoli esponenti del mondo della scuola come Marco Rossi Doria, Daniela Lucangeli, Alberto Pellai, Giovanni Biondi, Alex Corlazzoli e kit didattici allegati alla rivista, realizzati nella logica delle S.T.E.A.M. (Science, Technology, Engineering, Arts e Mathematics).

Focus Scuola è disponibile solo su abbonamento, al costo di 69 euro (abbonamento annuale, 10 numeri) o 99 euro (abbonamento due anni, 20 numeri). Per tutto il mese di dicembre è inoltre possibile abbonarsi per un anno a Focus Scuola e Focus Junior al prezzo di 79 euro.

Nel primo numero, in distribuzione a partire da questa settimana, tra i tantissimi temi un dossier di copertina dedicato alle strategie per comunicare con i genitori e un’intervista al filosofo Umberto Galimberti.

Interni “Icon Architects”: il volume da collezione di Interni arriva in edicola

Il volume arriva in edicola dopo le anteprime internazionali a Miami e Shangai

Nel mese di dicembre, il sistema INTERNI registra un +3% di fatturato pubblicitario rispetto al 2017

Colte, aperte, curiose: sono alcune delle caratteristiche delle lettrici di riviste,  emerse dalla nuova ricerca di Mondadori Media “Il valore della carta”, realizzata in collaborazione con Istituto More e Bva-Doxa, su un campione di donne tra i 25 e i 55 anni che acquistano e leggono abitualmente magazine femminili e di lifestyle in Italia.

L’indagine prende in esame gli stili di vita, le abitudini ed esperienze di lettura con l’obiettivo di tracciare il profilo delle lettrici contemporanee e approfondire il valore che ricopre oggi il mezzo cartaceo, in uno scenario in cui la nostra dieta mediale è sempre più composita.

Secondo la ricerca, le lettrici di riviste hanno consumi culturali più variegati rispetto alle non lettrici: vanno a teatro (45%), visitano mostre (58%), leggono almeno 5 libri all’anno (64%) e i quotidiani cartacei (81%).

È più alta anche la capacità di spesa e la propensione al consumo: più della metà delle lettrici di riviste (56%) ha dichiarato una maggiore disponibilità economica e di spendere molto in viaggi, in particolare in Europa (61%), cibi e bevande (38%), ristoranti (27%), abbigliamento e accessori (24%), casa (18%) e tecnologia (18%). Il 39% adora fare shopping e più della metà (51%) indossa capi di brand prestigiosi.

Negli acquisti, il 41% del campione generale si definisce esigente e selettivo, percentuale che aumenta al 49% per le lettrici dei magazine del Gruppo Mondadori, che si fidano maggiormente anche dei prodotti di marca (56%). Complessivamente, il 39% delle intervistate è disposta a pagare di più per un prodotto che le soddisfi e grande rilevanza viene data alla lista degli ingredienti (41%) nel food e nel wellness. Emerge anche una particolare attenzione al body care: le lettrici frequentano regolarmente un centro estetico (34%), palestra (28%), terme o spa (11%), o acquistano cosmetici (27%). Considerando solo il lettorato femminile Mondadori, l’incidenza degli acquisti sale al 35%.

Prendendo in esame i benefici derivanti dalla lettura dei magazine cartacei, sfogliare una rivista rappresenta un’attività intensa e appagante. L’interazione con il giornale è una vera e propria esperienza, che consente una fruizione distensiva (76%) e concentrata, con possibilità di soffermarsi sui dettagli (69%). È una lettura più lenta, cui si dedicano tempi più lunghi, meno dispersiva (67%), permette di imprimere nella memoria quello che si legge (57%), e viene vissuta non solo come accesso ai contenuti ma anche come un momento per sé (71%).

È forte infatti anche l’aspetto polisensoriale offerto dalla rivista, che concorre a stimolare la fantasia attraverso l’attivazione di più sensi: piace il contatto tattile con il magazine e la carta (67%), le immagini che permettono di immergersi in ambienti e situazioni (57%) e l’odore (47%).

Vengono apprezzate anche le pubblicità (77%), ritenute non invasive se di qualità (61%), ma anzi di valore suggestivo e ispirativo, con un’accentuazione nelle lettrici delle testate del Gruppo Mondadori, che guardano volentieri le pubblicità delle riviste (85%), soprattutto dei brand di lusso e della cosmetica (74%). La cura dell’immagine e dei dettagli favorisce il piacere di guardarle, in un flusso continuo con i servizi veri e propri. L’osservazione più attenta e partecipata mentre si sfogliano le pagine di un magazine stimola anche il ricordo, tanto che il 94% delle lettrici ha dichiarato di aver acquistato prodotti visti nelle riviste.

Auguri d’artista con Tv Sorrisi e Canzoni

Quest'anno le cartoline firmate dai big dello spettacolo sostengono la Lega del Filo d'Oro

Questo Natale Tv Sorrisi e Canzoni fa gli auguri ai suoi lettori in un modo davvero speciale, coinvolgendo alcuni fra i più amati nomi della tv, della musica e del cinema in una grande iniziativa di solidarietà a sostegno della Lega del Filo d’Oro, associazione che si occupa dell’assistenza e riabilitazione delle persone sordo-cieche.

Auguri d’artista” è infatti il progetto con cui Tv Sorrisi e Canzoni, forte del suo rapporto speciale con i protagonisti dello spettacolo, ha raccolto le esclusive cartoline d’auguri disegnate per l’occasione da personaggi del calibro di: Lino Banfi, Ilary Blasi insieme alla figlia Chanel Totti, Beppe Fiorello, Michelle Hunziker (che ha realizzato un disegno a quattro mani con la madre Ineke), Ermal Meta, Eros Ramazzotti e Vasco Rossi. Per la realizzazione della cartolina, ognuno di loro ha interpretato in modo personale il tema del Natale, mettendosi all’opera con un disegno, una dedica, una vignetta o altri elaborati rigorosamente originali e autoprodotti.

I fan e i lettori di Tv Sorrisi e Canzoni potranno acquistare il pacchetto contenente le otto cartoline in edicola, in allegato al numero del 4 dicembre, al prezzo di un euro in più oltre a quello della rivista.

È inoltre possibile, fino al 14 dicembre, contribuire al progetto aggiudicandosi i disegni originali degli “Auguri d’artista“ grazie all’asta benefica che il magazine del Gruppo Mondadori ha organizzato tramite Charitystars.com, la piattaforma che sostiene le organizzazioni no profit attraverso raccolte di fondi con l’aiuto di personaggi celebri.

“Auguri d’Artista” è una delle iniziative che Tv Sorrisi e Canzoni realizza a favore della Lega del Filo d’Oro, charity partner del settimanale. Sono infatti già state organizzate su Charitystars.com una serie di aste per alcuni “meet&greet” con artisti amatissimi fra i quali Edoardo Bennato, Barbara D’Urso, tutto il cast di Striscia la notizia e la coppia Massimo Boldi e Christian De Sica.

Icon: Federico Sarica nominato editor-at-large

Il magazine diretto da Andrea Tenerani rafforza la propria squadra

Icon, il magazine dedicato alle passioni dell’uomo di oggi diretto da Andrea Tenerani, rafforza la propria squadra con l’arrivo di Federico Sarica in qualità di editor-at-large.

Sarica metterà al servizio di Icon l’esperienza maturata nel proprio percorso professionale con l’obiettivo di esaltare ancor più lo sguardo globale e contemporaneo che caratterizza la formula di successo del brand del Gruppo Mondadori.

Torinese di nascita e milanese d’adozione, Sarica vanta una lunga carriera giornalistica nel corso della quale ha collaborato con diverse testate, tra cui Il Foglio, D di Repubblica, Vogue e l’Uomo Vogue. Nel 2011 è stato fra i fondatori di Studio, rivista di attualità, cultura e stili di vita, di cui resta alla guida e continuerà a essere direttore.