podcast

Rizzoli presenta “Podcast d’altro genere”

Podcast d’altro genere è il progetto audio della nostra casa editrice Rizzoli realizzato per riflettere sui ruoli dei personaggi delle favole più conosciute.

Il podcast è tratto da Fiabe d’altro genere, il libro di Karrie Fransman e Jonathan Plackett in cui i classici racconti della tradizione, grazie a un gioco di inversioni, vedono i propri protagonisti cambiare di genere. Ci si ritrova così in un mondo in cui patrigni malvagi scagliano incantesimi contro neonati principini, dove il lupo cattivo è una lupa e le principesse superano una sfida dopo l’altra per andare a salvare bei principi addormentati.

Possono sembrare piccole modifiche, quasi ininfluenti, ma in verità hanno una portata notevole: da qui nasce l’idea di Podcast d’altro genere.

Un percorso in quattro puntate tra tradizione orale, riscritture e adattamenti celebri, in cui Matteo Bordone e Carlo G. Gabardini – con i contributi di Giulia Blasi, Gabriella Crafa, Vera Gheno, Elena Giorgi, Eva Massari e Lisa Dalla Via – indagano il significato dei ruoli di genere nelle fiabe e il peso che questi hanno nel processo di formazione dei bambini nonché futuri cittadini. Come cambia la storia e cosa cambia in noi quando si attua un meccanismo di inversione, come quello fatto da Fransman e Plackett?

Si tratta di un esercizio letterario che offre a tutte e a tutti l’occasione per parlare di stereotipi di genere e di tutto ciò che ne deriva. Un tema oggigiorno centrale nella vita delle persone, affrontato da un punto di vista insolito.

Il podcast è disponibile gratuitamente su tutte le piattaforme di streaming musicale, tra cui Spotify, Apple podcast, Spreaker, Deezer e Amazon Music.

 

Focus Storia arricchisce la propria offerta: un nuovo canale podcast per raccontare le vicende e i personaggi che hanno segnato il nostro tempo

L’audio library “Storia in podcast”, che in pochi mesi ha superato 1 milioni di ascolti, propone una puntata speciale dedicata alla principessa Diana in occasione dei 60 anni dalla sua nascita

Focus Storia, il brand del Gruppo Mondadori dedicato ai personaggi, agli avvenimenti e alle curiosità della storia, arricchisce la propria offerta con nuovi formati e contenuti che, dal magazine al web ai social, si estendono anche ai podcast.

Il magazine diretto da Raffaele Leone mette, infatti, a disposizione del pubblico il portale Storia in Podcast, la più completa audio library in Italia pensata per far scoprire, in un modo tutto nuovo, a lettori e utenti i protagonisti e i fatti che hanno segnato la civiltà umana.

Un viaggio inedito ed esclusivo, con oltre 180 episodi in continuo aggiornamento suddivisi in 10 canali tematici per raccontare le grandi vicende del passato con un taglio semplice ma rigoroso, grazie al contributo di storici e divulgatori contemporanei provenienti dalle principali università italiane.

Per arricchire il palinsesto di “Storia in podcast” è da oggi disponibile una puntata pensata per celebrare i 60 anni dalla nascita della Principessa Diana. Dalle sue origini nella zona del Norfolk, a Sandringham, al matrimonio con il principe Carlo nel 1981 fino al tragico incidente d’auto in cui perse la vita nell’estate del 1997. 

Un episodio speciale, che si inserisce nella rassegna di podcast di Focus Storia dedicati alle vicende dell’amatissima famiglia reale britannica: da “The Crown tra finzione e realtà”, in cui lo scrittore e storico Hugo Vickers racconta la celebre serie TV Netflix, fino ad arrivare a “Il principe Filippo” e “I Corgi della Regina”.

Una programmazione di contenuti, disponibili sul sito del brand Focus, che raggiunge un’audience complessiva di 6 milioni tra lettori e utenti (fonte: Nielsen Data Fusion, novembre 2020) e sulle piattaforme Spotify, Apple Podcast, Google Podcast e Amazon Podcast, dove ha registrato oltre 1,1 milioni di ascolti, confermando il successo di questo formato innovativo e completando l’offerta di Focus Storia.

“Il podcast è uno strumento straordinario di divulgazione in grado di avvicinare un pubblico ampio e complementare a quello degli appassionati che ci seguono sul magazine Focus Storia. Puntare sui podcast rientra nel progetto più ampio di rendere Focus un vero e proprio mondo multimediale fruibile su tutte le piattaforme esistenti sul mercato. Il podcast storico, oltretutto, in un Paese come il nostro, pieno di eccellenze imprenditoriali che, oltre al presente, hanno un passato interessante, spesso locale e familiare, ci permetterà di raccontare anche questa realtà sconosciuta ai più”, ha dichiarato il direttore del magazine, Raffaele Leone. 

A conquistare la community di Focus Storia anche i tanti episodi dedicati a grandi protagonisti contemporanei e del passato: dall’ultimo Re d’Italia, Umberto II, raccontato dalla figlia Maria Gabriella di Savoia, a Dante Alighieri e Lorenzo de’ Medici, fino alla stella del calcio Diego Armando Maradona. E poi grande interesse per l’attualità, con il successo delle docuserie esclusive: dalla storia di Alfredino, a 40 anni dalla tragedia di Vermicino, fino alle dieci puntate sul rapimento di Aldo Moro, con foto inedite e registrazioni di archivio mai ascoltate prima.

 

Sperling & Kupfer lancia il primo podcast sulla sostenibilità realizzato da una casa editrice: Senza perdere il filo. Narratori di mondi possibili

Sperling & Kupfer lancia oggi sulle principali piattaforme audio il podcast Senza perdere il filo. Narratori di mondi possibili, il primo podcast realizzato da una casa editrice con contributi originali creati ad hoc da alcuni autori delle case editrici del Gruppo Mondadori.
Il filo conduttore del podcast è il tema della sostenibilità. Questa operazione nasce da un’idea di Linda Poncetta, editor di narrativa di Sperling & Kupfer, e di Grazia Rusticali, responsabile editoriale della narrativa di Sperling & Kupfer e Piemme, realizzata all’interno dell’undicesima edizione del programma internazionale Nudge Global Impact Challenge.

Chi racconta storie ha il potere di creare mondi nuovi, o di mostrarci sotto una luce diversa quello in cui viviamo, indicandoci una via per renderlo migliore.
Con le loro storie, i protagonisti di questo podcast ispirano una riflessione verso un nuovo inizio, un’occasione per immaginare un futuro diverso, dopo il Covid. Perché c’è una risposta al cambiamento che cerchiamo: è un mondo più sostenibile, un futuro che rispetti noi stessi, gli altri e l’ambiente che ci circonda.
Dall’istruzione di qualità alla parità di genere, dalla lotta al cambiamento climatico al valore della diversità:  Senza perdere il filo è il podcast che riflette sul passato, racconta il presente e immagina il futuro, attraverso il contributo di 7 autori, che hanno partecipato al progetto parlando di sostenibilità in ogni suo aspetto.
Ogni episodio si ispira a uno dei 17 Sustainable Development Goals dell’ONU.
Hanno partecipato al progetto Sara Rattaro (Le parole cambiano il mondo; storytelling e scrittura creativa), Claudio Pelizzeni (Consigli per viaggiare sostenibile), Federica Gasbarro (Le parole insegnano, gli esempi trascinano; cambiamento climatico), Guido Marangoni (Uguali e diversi; diversità e inclusione), Francesca Vecchioni (È l’uomo misura di tutte le cose?; uguaglianza di genere), Andrea Maggi (Lezioni per un futuro sostenibile; istruzione di qualità) e Annalisa Monfreda (Quell’intreccio prezioso di vita e lavoro; smart working e il futuro del lavoro).

Il podcast è disponibile gratuitamente sulle piattaforme audio: Spotify, Apple Podcast, Google Podcast, Amazon Music. I primi 3 episodi sono attualmente disponibili; i prossimi due verranno pubblicati il 17 maggio e gli ultimi due il 24 maggio. Senza perdere il filo è una serie prodotta da Sperling & Kupfer con la cura editoriale di Linda Poncetta e il sound design e la realizzazione di Luca Carano.
https://www.spreaker.com/show/senza-perdere-il-filo

Il progetto è frutto della partecipazione del Gruppo Mondadori a Nudge Global Impact Challenge: un programma di personal development, della durata di otto mesi, per giovani professionisti provenienti da tutto il mondo, che si concentra sui temi della leadership e della sostenibilità. Un percorso durante il quale i novanta partecipanti hanno la possibilità di realizzare un’idea che abbia un impatto per un mondo più sostenibile.

Da oltre 110 anni la missione del Gruppo Mondadori è favorire la diffusione della cultura e delle idee, garantendo un’offerta di intrattenimento di qualità al più ampio pubblico possibile. Leader nel mercato dei libri e primo editore italiano multimediale, Mondadori ha intrapreso un percorso di responsabilità sociale che passa anche attraverso la promozione, su tutti i suoi canali, di contenuti di qualità che premiano la sostenibilità, la pluralità di pensiero, l’inclusione e la diversità, con un approccio sempre volto all’innovazione.
L’impegno di Mondadori si traduce in una serie di attività a sostegno delle comunità in cui il Gruppo opera: dalla promozione della lettura e dell’istruzione alla formazione e all’assistenza sociale e sanitaria.
Il Gruppo ha inoltre implementato un piano di iniziative volte a ridurre gli impatti ambientali delle sedi di uffici e delle librerie, che ha determinato una sensibile riduzione delle emissioni di gas a effetto serra e portato all’incremento dell’utilizzo di carta certificata per la produzione di libri e magazine.

Pompei. La città viva

Il primo podcast dedicato al Parco Archeologico di Pompei

Pompei. La città viva è un podcast prodotto da Piano P, piattaforma italiana dei podcast giornalistici, per il Parco Archeologico di Pompei, in collaborazione con Electa, in occasione della prossima riapertura al pubblico dell’Antiquarium di Pompei.

Sei episodi, condotti da Carlo Annese, nei quali ventisei tra accademici, archeologi, artisti e scrittori, insieme al direttore Massimo Osanna, raccontano la storia e l’evoluzione di una delle più grandi ricchezze del patrimonio italiano: dalla tragica eruzione del Vesuvio che nel 79 dopo Cristo fece scomparire una città intera sotto una coltre di cenere e lapilli alla scoperta casuale che diede inizio agli scavi nel 1748, fino all’ultimo straordinario rilancio del Parco Archeologico.

Valeria Parrella, Pappi Corsicato, Catharine Edwards, Maurizio De Giovanni, Andrea Marcolongo e molti altri contribuiscono a ricostruire la vita quotidiana, le arti e i costumi della città antica – dal cibo all’erotismo, dall’architettura delle domus ai giardini – mettendoli in relazione con i nostri tempi. Insieme a Cesare De Seta e Anna Ottani Cavina analizzano l’influenza che Pompei ha esercitato sulla cultura degli ultimi tre secoli, dal pensiero illuminista sulla catastrofe alla fascinazione dei viaggiatori romantici del Grand Tour fino ai best-seller sugli ultimi giorni prima della tragedia. E con Maria Pace Ottieri scoprono innumerevoli punti di contatto con la realtà di oggi, a cominciare dal rischio che corrono i 700.000 abitanti dei sette Comuni dell’area vesuviana. «Quelle rovine ci dicono che siamo sostanzialmente gli stessi», dice

il popolare scrittore napoletano Maurizio De Giovanni. «Quella città, con i suoi mercati e le sue case, con la sua divisione tra una borghesia commerciale e i suburbi popolari, ricalca nella stessa identica maniera quella che sarebbe oggi la città, se la si fotografasse in una situazione simile. E speriamo che non avvenga mai».

La serie prevede 6 episodi, con uscita settimanale dall’8 gennaio 2021. Gli episodi saranno disponibili all’ascolto su Spotify, Spreaker, Apple Podcast e su tutte le principali app gratuite per l’ascolto dei Podcast.

Sommario degli episodi

Episodio 1. Il museo vivente
Episodio 2. Vivere a Pompei: dall’arte allo street food
Episodio 3. Cinquantamila volte Hiroshima
Episodio 4. I volti della ricerca
Episodio 5. La città dell’amore
Episodio 6. Dal Grand Tour a Lonely Planet

– – – – — — – — – — — — — – — –

CREDITI
Autori dei testi: Carlo Annese, Enrico Racca, Lucia Stipari; Speaker: Matteo Alì, Arianna Granata; Illustrazione della cover: Joey Guidone; Musiche originali: Nicola Scardicchio, Michele Bozzi, flauto; Antonella Pecoraro, Arpista, arpa; Montaggio e post-produzione: Giacomo Qualcuno; Editing: Giulia Pacchiarini.

GialloZafferano: l’innovazione continua grazie all’intelligenza artificiale e ai nuovi podcast per aiutare gli italiani a cucinare ogni giorno

Straordinaria partecipazione degli utenti di GialloZafferano che ogni mese trascorrono 10 milioni di ore con il sito di cucina più amato in Italia

GialloZafferano, il food media brand leader in Italia, continua il proprio percorso di innovazione con nuove funzionalità che aiutano gli italiani a cucinare in maniera sempre più personalizzata.

Ogni giorno GialloZafferano entra nelle case di milioni di persone rispondendo puntualmente ai loro bisogni – dal sito ai social agli smartspeaker – con un patrimonio di 5.500 ricette e 1.300 video in alta definizione, da oggi anche “su misura” grazie all’intelligenza artificiale.

«I nuovi strumenti sviluppati da GialloZafferano confermano la straordinaria vocazione all’innovazione del nostro brand e la sua capacità di evolversi costantemente, mettendo sempre al centro le esigenze della nostra community di foodlover», ha dichiarato Andrea Santagata, direttore generale di Mondadori Media. «Alla base di questi risultati la ricerca continua sui gusti delle persone e ricette di sempre facile esecuzione, sperimentate nelle cucine di GialloZafferano, abbinati a un team digital specializzato, attivo 365 giorni l’anno, per esaudire in ogni momento le richieste degli utenti».

Da ora la nuova home page del sito, attraverso un algoritmo avanzato di machine learning, sarà in grado di suggerire in ogni momento contenuti aggiornati in base alle ricerche più popolari e ai gusti personali, offrendo così un’esperienza ancora più accurata. L’algoritmo mostrerà le ricette di maggiore interesse in un determinato intervallo di tempo, visibili nel carousel “Le ricette del momento” e “Più popolari”, e selezionerà le ricette correlate ai pattern di navigazione e alle preferenze di ciascun utente nei “Suggeriti per te”.

Si affina anche il motore di ricerca del sito, per permettere agli utenti di raggiungere ancora più velocemente i contenuti a maggior valore di GialloZafferano in risposta alle ricerche effettuate.

In più, per la prima volta, arrivano le ricette in podcast step by step: da questo mese 100 top ricette di GialloZafferano saranno disponibili su tutte le piattaforme (Spotify, Spreaker, Apple Podcast, Google Podcast, Deezer), dal ragù alla bolognese al tiramisù.

«Queste nuove soluzioni confermano la costante attenzione da parte del nostro gruppo nei confronti degli sviluppi tecnologici più innovativi ed ingaggianti, come sempre, in contesti qualitativi, premium e ad alta riconoscibilità dei nostri brand. Siamo già al lavoro con il nostro team “Brand On Solutions” nella creazione di iniziative di branded content studiate ad hoc per i clienti, che potranno beneficiare della perfetta sinergia tra l’efficienza tecnologica e le nostre appassionate e reattive community», commenta Davide Mondo, amministratore delegato di Mediamond.

GialloZafferano oggi raggiunge un’audience di 18 milioni di utenti unici ogni mese (fonte: Audiweb, media gen-giu 2020), con una partecipazione straordinaria di 10 milioni di ore spese a cucinare tramite il sito (fonte: Audiweb, media gen-giu 2020) e 11,7 milioni di fan sui social network.

Anche quest’anno la maturità è con Studenti.it

Online i podcast dedicati ai maturandi con audio pillole per ripassare letteratura e storia e prepararsi all'esame

Sarà una maturità diversa quella che dovranno affrontare gli studenti italiani a partire dal 17 giugno. L’emergenza sanitaria ha infatti imposto regole straordinarie per l’esame più atteso: saltano le tradizionali prove scritte e i maturandi dovranno sostenere solo un colloquio orale, che si terrà in aula con nuove modalità, davanti ad una commissione di membri interni, nel rispetto delle norme sul distanziamento sociale previste dal MIUR.

Ancora una volta a fianco degli studenti italiani nella preparazione della maturità c’è Studenti.it, il brand del Gruppo Mondadori leader in Italia sul digitale nel mondo Education con oltre 4,3 milioni di utenti mensili su Audiweb e una pagina Facebook con circa 500mila fan, che da più di 20 anni aiuta i maturandi a superare questo importante traguardo.

In questi mesi Studenti.it ha continuato a supportare i ragazzi lontani dai banchi di scuola. Con un’ampia offerta di contenuti sul proprio sito web e sui social, ha permesso agli studenti di avere a disposizione materiali per la didattica a distanza e per continuare la preparazione all’esame di maturità. Risorse didattiche fondamentali in questo periodo di lezioni virtuali, come conferma l’indagine online condotta dal brand su 3 mila giovani a fine marzo. Secondo gli intervistati e i docenti, tutti i materiali disponibili in rete e sulle piattaforme audio e video più diffuse sono infatti strumenti utili alla scuola a distanza.

I podcast: nuovi strumenti a disposizione degli studenti
L’offerta di risorse e materiali di Studenti.it si è arricchita di un nuovo strumento didattico pratico e veloce: Te Lo Spiega Studenti.it, i podcast esclusivi del brand dedicati ai maturandi. Ogni settimana quattro pillole incentrate sul programma di italiano e storia che aiutano gli studenti di tutti gli indirizzi a ripassare prima di un’interrogazione o di un compito i punti principali di un argomento o le mini biografie dei più grandi personaggi che hanno segnato la storia. In cinque minuti si può così ripassare un autore come Cesare Pavese, un’opera come Il fu Mattia Pascal o una corrente letteraria come il Decadentismo. Ma anche capire cosa ha scoperto Marie Curie, chi fosse Charles Darwin o cosa è successo il 9 novembre 1989, quando è caduto il Muro di Berlino. A questi si aggiungono quelli dedicati alle guide per la preparazione alla maturità, in cui, ad esempio si riascolta come fare l’analisi di un testo o quali sono le tecniche per memorizzare meglio quello che si studia.
Partner tecnologico di Studenti.it nella creazione di questi nuovi contenuti è Spreaker, prima piattaforma in Italia per la creazione, distribuzione e monetizzazione di podcast, pensata per podcaster alle prime armi o professionisti, e per editori ed aziende che intendono inserire il podcast come strumento nella loro strategia di comunicazione.
I podcast Te Lo Spiega Studenti.it hanno già raggiunto 100 mila download al mese su tutte le piattaforme più utilizzate dai ragazzi e risultano tra i contenuti consigliati da Spotify e Google. Un risultato che conferma come l’ascolto delle serie audio sia oggi un trend in continua crescita anche tra le generazioni più giovani: secondo Spreaker nel nostro Paese la media mensile di ascolti di podcast è aumentata del 50% da dicembre 2019 a marzo 2020, e i podcast legati alla tematica “Education” sono sempre più seguiti.

Numeri in crescita
Studenti.it con il suo materiale di supporto al mondo della scuola dagli approfondimenti realizzati da docenti alle mappe concettuali, dai riassunti alle tesine e alle guide per la maturità fino ai podcast, è stato pronto a gestire le nuove modalità di didattica a distanza di questi mesi e a aiutare gli studenti in vista del nuovo esame. Lo dimostrano i dati di aprile che confermano ancora una volta il successo del brand, con un aumento del 50% di traffico rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In questi mesi di lezioni virtuali sono infatti i professori stessi a consigliare ai loro allievi le risorse di Studenti.it e il boom di traffico segnala che gli utenti riconoscono affidabilità e autorevolezza ai contenuti offerti.
Studenti.it si conferma nuovamente anche leader sui motori di ricerca sulle keyword più importanti legate alla maturità tra cui maturità 2020, orale maturità, percorsi maturità e tesine.

La community sui social
Ma il team di Studenti.it supporta i maturandi anche sui social, fornendo informazioni e notizie sulle nuove modalità di esame, e aiutandoli a confrontarsi e a trovare soluzioni ai problemi legati all’organizzazione e alla didattica. La pagina Facebook ha raggiunto quasi 500 mila fan con un gruppo dedicato alla Maturità 2020, a cui si aggiunge anche un nuovo gruppo su Telegram.
Per accompagnare gli studenti durante le ultime settimane che li separano dalla maturità e a giugno durante l’esame, la redazione ha ideato il format TG Maturità. Un palinsesto di dirette Facebook per fornire ai maturandi aggiornamenti e news sulle prove e risposte alle loro domande più frequenti. Non mancano poi gli interventi di alcuni ospiti che aiutano i maturandi a sciogliere gli ultimi dubbi per affrontare con serenità la preparazione all’atteso esame.

Il successo del canale Youtube
Un grande successo riguarda il canale Youtube che ha raddoppiato le visualizzazioni, grazie allo sviluppo di nuovi format che si aggiungono ai tradizionali video appunti. Da StudentTalk a StudentTea fino ai tutorial per l’esame orale: una serie di video per fornire suggerimenti e consigli utili agli studenti oltre che contenuti didattici. Non manca poi la partecipazione di vere e proprie star dell’educazione digitale in rete, come Elia Bombardelli con le sue lezioni di matematica.

Dopo gli esami
Studenti.it accompagna i ragazzi anche dopo la maturità, supportandoli nel momento dell’orientamento con contenuti e test mirati e creando gruppi Facebook ad hoc come Orientamento Università e Test medicina a numero chiuso, che ad oggi contano rispettivamente 27.000 e 40.000 membri. Qui i ragazzi possono confrontarsi tra di loro sulla scelta del percorso migliore per il futuro, oltre che trovare informazioni sugli atenei, sulle prove di accesso a numero chiuso e ricevere in anteprima news sulle tematiche di loro interesse.

Donna Moderna: Nasce il podcast Donne come noi grazie alla collaborazione con Storytel

Donna Moderna, il brand del Gruppo Mondadori diretto da Annalisa Monfreda, ha scelto Storytel, la prima piattaforma europea di audiolibri, per affacciarsi nel mondo dei podcast. E lo fa con dieci nuove storie che continuano idealmente l’esperienza di Donne come noi, il progetto corale dedicato all’empowerment al femminile già diventato un libro, uno spettacolo teatrale che sta continuando a girare l’Italia e un corso di formazione che prevede tappe nel nostro Paese per informare le lettrici.

A partire dal 25 settembre, e per dieci settimane consecutive, ogni mercoledì la piattaforma Storytel lancerà un episodio inedito del podcast, interamente ideato, scritto e letto dallo staff di Donna Moderna. Le voci dei giornalisti si alterneranno a quelle delle protagoniste: donne normali che hanno compiuto imprese straordinarie, che si sono distinte per forza e tenacia, che si sono dimostrate capaci di ribaltare gli stereotipi di genere cambiando le regole del gioco e conquistando nuovi spazi.

L’elenco completo delle puntate:

25 settembre   Donne che non abbassano la testa

                        Un’imprenditrice, una magistrata e una cronista nel mirino delle mafie

2 ottobre         La rivincita delle scienziate

                        Lucia Votano, ricercatrice classe 1947, e una battaglia ancora da vincere

 9 ottobre        Ragazze nel pallone

                        Sara Gama, il Mondiale azzurro e il lungo cammino per la parità nello sport

16 ottobre       Una chef controcorrente

                        Cristina Bowerman e l’ascesa delle cuoche italiane nelle cucine stellate

23 ottobre       L’altra metà dell’architettura

                        Sandy Attia e la sfida del design sostenibile in un mondo di archistar uomini

30 ottobre       Noi, mamme acrobate

                        Viaggio tra sogni e problematiche delle madri single, per scelta o necessità

6 novembre     La rivoluzione verde

                        La stilista italo-inglese Orsola De Castro ci racconta una moda diversa e più etica

13 novembre   Io sono super abile

                        L’atleta paralimpica Martina Caironi e la voglia di ripartire con un corpo spezzato

20 novembre   Donna per scelta

                        Arianna e le altre, nate in un corpo sbagliato, e la loro difficile transizione

27 novembre   Steve Jobs è femmina

                        Le tre giovanissime programmatrici italiane che disegnano il digitale del futuro

Registradosi su www.storytel.it/donnamoderna e poi scaricando la app di Stoytel sul proprio smartphone o tablet sarà possibile individuare il titolo Donne come noi e avviarne l’ascolto. All’interno della app con il Tag #donnamoderna sarà possibile scoprire, oltre agli episodi del podcast, una serie di titoli (saggi, romanzi e podcast) pubblicati da Storytel e consigliati dalla redazione del settimanale. La registrazione dà diritto a 30 giorni di prova gratuita del servizio – terminati i quali l’utente potrà decidere di rinnovare l’abbonamento a un costo mensile di 9,99 euro – e consente di accedere all’intero catalogo di Storytel, che comprende circa 100.000 titoli in tre lingue. In esclusiva per il lancio del podcast l’offerta è valida per i nuovi utenti, ma anche per chi ha già provato Storytel in passato e ha cancellato l’abbonamento.

Donna Moderna, brand da sempre vicino alle donne e ai loro bisogni, è il primo network femminile in Italia e raggiunge attraverso il magazine un pubblico di 3,5 milioni di lettori ogni mese (fonte: Audipress 2019/I), sui canali web una audience digitale di 10,3 milioni di utenti unici al mese (Fonte Audiweb Mar- Mag 2019) cui si aggiungono gli oltre 1.300.000 fan suFacebook, più di 500.000 follower su Twitter e 175 mila su Instagram.

Storytel nasce nel 2005, pioniere digitale nel mercato globale dell’audiolibro che oggi vediamo in crescita sempre più rapida. Storytel è oggi il più grande servizio di streaming del Nord Europa per audiolibri, ed opera in 19 mercati in tutto il mondo. Lanciata in Italia il 27 giugno 2018, vanta per il mercato italiano un catalogo in continuo aggiornamento di oltre 65.000 titoli in inglese e circa 4000 in italiano, tra cui molte esclusive e podcast. Un’offerta che si è arricchita dall’estate anche della lingua spagnola con 3000 titoli e che rispecchia il valore della varietà linguistica da sempre alla base dello spirito internazionale di Storytel.