The Wom

Dal successo di The Wom nasce il libro The Wom Power, la guida per essere se stess*

Nel manuale, edito da Mondadori Electa, storie, testimonianze e consigli per imparare a volersi bene

Giovedì 2 febbraio la presentazione di “The Wom Power” con un evento speciale insieme alle creator del brand

The Wom, il media brand digitale 100% inclusivo di Mondadori Media, lancia The Wom Power, un manuale per imparare a essere completamente se stess* e per spronare tutt* a esprimere la propria vera personalità e i propri valori, a dispetto di ogni pregiudizio e preconcetto. 

Il libro, edito da Mondadori Electa, conferma il  successo e il percorso di costante crescita intrapreso dal brand, diventato in pochissimi mesi un punto di riferimento per le giovani millennial – e non solo – grazie ai valori di cui si fa portavoce.

La guida di sopravvivenza è dedicata a tutt* coloro che combattono quotidianamente contro le disparità di genere, tabù e stereotipi e, in linea con la mission di The Wom, ha l’obiettivo di aiutare a costruire, giorno dopo giorno, una società migliore senza mai smettere di sorridere e giocare.

I creator e i contenuti

The Wom Power si compone di sei capitoli: ognuno si apre con un racconto scritto da un content creator della #TheWomSquad: storie e testimonianze che ogni giorno il brand digital condivide con la propria community per valorizzare l’unicità di ciascuno, partendo dalla condivisione di valori, esperienze, emozioni e sensazioni di un sempre maggior numero di persone.

Tra i protagonisti del libro, persone che hanno ritrovato nelle loro unicità la loro forza, diventando così un punto di riferimento per tutt* coloro che cercano la propria strada. 

Attraverso le loro attività e le loro esperienze, i creator della #TheWomSquad ispirano e supportano i loro follower per superare, con coraggio e empatia, i tabù di una società a volte ancora troppo miope.

Tra i creator: Benedetta De Luca, Gender and Inclusion Editor di The Wom; Elisabetta Rossi, modella e attivista nella lotta contro i pregiudizi legati alla disabilità; Barbara Conte, curvy influencer e promotrice di una moda più inclusiva; Paola Torrente, modella curvy ed esperta di moda; Samuele Bartoletti, creator e artista che conduce i lettori in un suo percorso verso l’amore per sé stess*; Super Gioffy, creator e TikToker che infrange i modelli standard legati al genere; Luigi Torres Cerciello con l’Oroscopo firmato The Wom.

Ad introdurre il libro, la prefazione di Francesca Rigolio, Chief Diversity Officer del Gruppo Mondadori, e l’intervento di Daniela Cerrato, Direttore Marketing Mondadori Media, insieme a Enrico Chiara, Head of Digital Content Mondadori Media. 

The Wom Power dedica inoltre ai propri lettori spazi di riflessione e curiosità per imparare a volersi bene e a credere nei propri valori: dalla Not To Do List” alla “Cringe List” , dal dizionario delle parole importanti ai consigli su come gestire le proprie emozioni e le proprie consapevolezze, 

A conclusione della guida, una serie di contenuti interattivi per giocare con alcune delle tematiche affrontate nel libro: c’è la Rainbow Paper Doll da colorare come si vuole, l’Oroscopo a cura del creator Luigi Torres Cerciello oltre a inventari creativi e divertenti in linea con lo stile inclusivo che caratterizza The Wom.

Presentazione del libro

The Wom Power, la guida per essere se stess* sarà presentato giovedì 2 febbraio alle ore 18.30 a Milano, presso Libreria Rizzoli, Galleria Vittorio Emanuele II.

Ad accogliere il pubblico Francesca Vecchioni, Presidente Fondazione Diversity nonché moderatrice di un primo talk che vedrà l’intervento di Benedetta De Luca, Gender & Inclusion Editor The Wom, Daniela Cerrato, Direttore Marketing Mondadori Media, e Francesca Rigolio, Chief Diversity Officer del Gruppo Mondadori.

A seguire un secondo talk moderato da Benedetta De Luca che vedrà la partecipazione speciale delle creator di The Wom: Barbara Conte, Elisabetta Rossi e Paola Torrente, oltre ad un momento firmacopie con le protagoniste del libro presenti all’evento. 

The Wom Power

The Wom per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Il 25 novembre è la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne: una ricorrenza istituita nel 1999 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della violenza di genere.

The Wom, il media brand digitale 100% inclusivo di Mondadori Media, propone un palinsesto di contenuti dedicati per stimolare delle riflessioni su un tema ancora drammaticamente attuale e sostenere le donne nel percorso di consapevolezza. 

La violenza contro le donne può assumere forme diverse, evidenti o più nascoste: spesso non è facile da riconoscere e denunciare. Per questo, per una settimana, il sito di The Wom ospiterà uno speciale editoriale sulla ricorrenza del 25 novembre con approfondimenti sulla storia, i numeri e i contributi della psicologa. 

Il canale Instagram di The Wom accenderà i riflettori sulla violenza contro le donne attraverso format dedicati: fact checking per andare oltre gli stereotipi, The Wom Facts, realizzato dalla culture editor Valentina Lonati, sulle azioni pratiche per chiedere aiuto; consigli di difesa femminile, con le mosse per difendersi in caso di aggressione illustrate da Dragonfly. La creator Eva Flare coprirà con un trucco pesante i segni di violenza sul viso: il reel verrà pubblicato al contrario per ricordare che la violenza non è mai giustificabile. Benedetta De Luca, gender and inclusion editor di The Wom, spiegherà quali sono gli atti non fisici che esercitano comunque violenza. Il tutto raccontato con la cifra stilistica di The Wom, capace di unire all’impatto visivo un linguaggio empatico, vicino alle nuove generazioni. 

L’iniziativa di The Wom è stata realizzata in partnership con Coop, per sostenere con forza questa giornata.
Insieme a Differenza Donna, Coop ha inoltre lanciato una campagna di informazione che passa anche all’interno dei propri punti vendita. Sugli scaffali della catena saranno infatti circa 2 milioni le confezioni di latte a marchio Coop che avranno in evidenza il 1522, il Numero Nazionale Antiviolenza e Stalking del Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Gen Z e futuro protagonisti del palco “Decoding Gen Z” realizzato da The Wom con IAB Forum 2022

Esperti di tutta la filiera dei media digitali italiani, creator inclusi, si alterneranno sul palco per comprendere la Gen Z e gli ingredienti di successo per comunicare alle young generation

Secondo l’indagine di Kantar che verrà presentata domani, per il 64% delle persone tra i 17 e i 26 anni è importante che le aziende promuovano diversità e inclusione nel loro business

Inoltre nella Plenaria del 16 novembre Hacking GenZ: un incontro su come accendere i riflettori della Gen Z con Andrea Santagata, direttore generale di Mondadori Media, insieme a Cooker Girl e Webboh

The Wom, il media brand digitale 100% inclusivo al vertice di tutte le classifiche web e social dei brand editoriali femminili, è protagonista allo IAB Forum 2022, il principale evento sull’innovazione digitale in Italia, che prenderà il via domani con una giornata di lavori dedicata alla generazione Z.  

La Vision Arena di IAB Forum ospiterà infatti martedì 15 novembre, dalle ore 10:00, “Decoding Gen Z”: un palco dedicato alla comprensione della generazione Z, quella dei ragazzi tra i 17 e i 26 anni, che ha peculiarità molto distinte da suoi predecessori, i millennial, sia per i valori in cui crede sia per le abitudini di consumo dei media e di relazione con le marche. 

L’incontro sarà presentato dal creator digitale e imprenditore Guglielmo Scilla insieme a Daniela Cerrato, Direttore Marketing di Mondadori Media: una mattinata di lavori che metterà al centro i principali attori della filiera, frutto della capacità unica di The Wom di porsi come riferimento autorevole per gli interessi trasversali delle nuove generazioni. 

“La scommessa editoriale di The Wom porta al centro la Gen Z, una generazione aperta ad accogliere le diversità e l’unicità di ciascuno. A IAB Forum offriamo una vera e propria journey immersiva per capire chi sono, cosa fanno, come si può dialogare con loro sulle piattaforme social, con i linguaggi e i format corretti, e quali sono gli errori da evitare soprattutto quando entrano in gioco i temi valoriali a cui sono più sensibili. Sicuramente, le parole chiave da cui partiremo per tracciare la rotta di questo viaggio nella young generation sono autenticità, trasparenza ed empatia. Keywords alla base anche della collaborazione fruttuosa e innovativa tra brand, creator ed editore”, ha dichiarato Daniela Cerrato, direttore marketing di Mondadori Media

L’Arena si aprirà con il panel “Gen Z: chi sono? Fatti, cifre, stile”, condotto da Valentina Meli, Client Manager, Innovation/GenHub Lead, I&D Expert di Kantar. La ricerca basata su dati Kantar Global Monitor 2022 esplora le caratteristiche e le abitudini di una generazione che rappresenta 6 milioni di persone, quasi il 10% degli italiani, per cui l’inclusività, oltre alla trasparenza, alla responsabilità personale e alla sostenibilità, è un tema cardine e non più un “optional”: per il 64% deve essere un imperativo anche per le aziende da cui acquistano. Dall’indagine emerge inoltre in maniera forte come per la Gen Z i consumi siano espressione della propria identità e valori: il 59% del campione ha dichiarato che è disposto a pagare di più per prodotti migliori per l’ambiente e il 53% fa degli sforzi per acquistare beni che supportano le cause a cui credono.  

Nella Visual Arena “Decoding Gen Z powered by The Wom” la parola passerà poi alle media agency (Luca De Blasio, Strategy Director di Dentsu; Ludovica Federighi, Head of Fuse e Head of Content and Entertainment Omnicom Media Group; Andrea Marcolin, Head of Digital di Media Italia; Giorgia Nessi, Managing Director di Motion Content Group e Head of Digital Investment di GroupM), per capire come intercettare le nuove generazioni, e ai brand e ai creator (Beatrice Gherardini, Make Up Artist & Digital Content Creator; Ludovica Ragazzo, creator digitale e fashion consultant; Giulia Santoloci, digital advocate di Benefit Cosmetics e Federico La Pietra, Head of Marketing di Scalapay), per analizzare tecnicamente il ruolo della Gen Z nell’ecosistema digitale, conoscere il valore dei creator e il loro ruolo nelle attività di comunicazione dei brand. 

Questi approfondimenti lasceranno spazio poi a una serie di interventi sul tema Diversity & Inclusion, molto caro ai giovani, illustrando gli errori da evitare quando si comunica la diversità, da un lato, e quale sia il modo migliore di parlare di inclusività, dall’altro, con Francesca Vecchioni, presidente di Fondazione Diversity

L’ultimo incontro del palinsesto curato da The Wom sarà invece incentrato sulla presenza della Gen Z sulle principali piattaforme social: Meta, TikTok e Twitch. Ne parleranno Nicoletta Besio, Sales Director di Twitch Italia; Giuliano Cini, Brand Partnerships Director Italy & Greece di TikTok, e Livia Iacolare, Strategic Partner Manager, EMEA Creator Partnerships di Meta.

I panel saranno moderati da Lorenzo Ferrari, CEO & Founder @smarTalks e Alberto Maestri, Equity Partner, Content & Brand Consulting di GreatPixel. 

Alle ore 15:00 sarà la volta del workshop di The Wom Come comunicare alla young generation in modo autentico, spontaneo e creativo”: Daniela Cerrato e Emanuela Frascà, Marketing Manager di The Wom e Valentina Lonati, Culture Editor di The Wom, racconteranno come parlare alle nuove generazioni sui social, incoraggiando la creatività e aiutando le giovani millennial a esprimersi senza tabù e pregiudizi, moltiplicando contenuti e modelli positivi in cui rispecchiarsi. Con la partecipazione di Benedetta De Luca, Gender & Inclusion Editor The Wom e le digital creator Giorgy Colella, Abbia Maswi, Ludovica Ragazzo e Paola Torrente.

Per continuare il racconto di questa generazione, inoltre, nella plenaria dello IAB Forum di mercoledì 16 novembre alle ore 12:00, in agenda “Hacking Gen Z”, un intervento con Andrea Santagata, Direttore Generale di Mondadori Media, Aurora Cavallo (Cooker Girl), food creator di Giallozafferano e co-founder di Zenzero, la nuova talent agency dei top food creator italiani, e Giulio Pasqui, Ceo e co-founder di Webboh. 

The Wom conquista la leadership nei femminili con 8 milioni di utenti unici e oltre 5 milioni di fan sui social

A Milano il primo evento speciale che ha riunito l’intera squadra di creator di The Wom

L’offerta del brand 100% inclusivo si arricchisce con il nuovo canale verticale The Wom Oroscopo

The Wom, il media brand digitale 100% inclusivo di Mondadori Media, a poco meno di un anno dal lancio diventa leader nel segmento dei femminili con 8 milioni di utenti unici (fonte: Audiweb, luglio 2022) e oltre 5 milioni di fan sui social.

Con un’anima social first e 100% inclusiva, The Wom è presente su Instagram, TikTok e Facebook e sul web con un profilo principale e canali verticali tematici. Un’offerta trasversale che ha permesso al brand di Mondadori Media di diventare un punto di riferimento per le nuove generazioni, grazie alla sua capacità di dare voce agli interessi delle millennial e della generazione Z

Contenuti con cui il brand valorizza l’unicità di ciascuno, partendo dalla condivisione di valori, esperienze, emozioni e sensazioni di un sempre maggior numero di persone per superare stereotipi e tabù.

“Siamo molto felici di questi risultati: in soli 8 mesi The Wom ha scalato le classifiche web e social, diventando un punto di riferimento per le nuove generazioni di donne. The Wom per noi significa ricerca della felicità e la nostra proposta di contenuti si crea quotidianamente grazie alla costante interazione di idee ed emozioni di tutte le persone che credono in questo progetto – dai creator agli editor alla community molto forte che si è formata intorno al brand – e che condividono i nostri valori, oltre ogni etichetta”, ha dichiarato Daniela Cerrato, brand manager mass market di Mondadori Media. 

Un’offerta che ora si amplia e ai canali The Wom Beauty, The Wom Fashion, The Wom Healthy, The Wom Life, The Wom Travel aggiunge The Wom Oroscopo con contenuti e rubriche a tema astrologico per rispondere a una passione che coinvolge sempre più le nuove generazioni. 

Sul sito, una sezione dedicata ospita l’oroscopo giornaliero, con l’inconfondibile cifra stilistica illustrata di The Wom, e schede di approfondimento con le caratteristiche di ciascun segno.
Il profilo Instagram offre ispirazioni e curiosità quotidiane dal tono divertente e ironico: infografiche, meme, astrostories e astroreels sui segni zodiacali, ma anche previsioni a tema moda, bellezza, salute e lifestyle, realizzati anche grazie alla collaborazione con il creator Luigi Torres Cerciello, insta-astrologo e autore, appena entrato nella squadra di The Wom. Contenuti virali che parlano la stessa lingua dei nativi digitali, in grado di raggiungere già oltre 700 mila follower su Instagram, una fanbase composta prevalentemente da utenti donne under 35, che va a rafforzare ulteriormente l’audience del brand in questa fascia d’età

Oggi The Wom vanta uno squad di oltre 60 talent, che contribuiscono alla produzione di 1.000 contenuti originali ogni mese, tra sito e social, con 16 milioni di video views complessive (fonte: Shareablee e Instagram reels insights, settembre 2022). 

Novità e traguardi che The Wom ha festeggiato nel corso di un evento esclusivo, “The WoMderful Squad”, nel cuore di Milano al 21WOL che ha riunito per la prima volta tutti i top creator del brand e alcuni esponenti del The Wom Committee, tra cui Benedetta De Luca, Gender and Inclusion Editor, Federica Gasbarro, Climate editor, Ariman Scriba, mental health advocate e Victoria Oluboyo, attivista per i diritti civili e femminista intersezionale.

Una serata speciale che ha visto al centro le storie di chi collabora ogni giorno al successo del brand, come i creator Paola Torrente, Samuele Bartoletti, Henry Scorner, Abbia Maswi e Hiba Omra. Ad animare la serata la performance dell’artista emergente Marsali

 

Ottimo riscontro per The Wom anche dal lavoro svolto da Mediamond, concessionaria delle soluzioni pubblicitarie disponibili, con un trend di progetti speciali in costante crescita e oltre 30 clienti che hanno scelto nei primi 6 mesi di svolgere iniziative con il brand.

Grande successo per la prima special edition di The Wom dedicata al Pride con 10 milioni di persone raggiunte

Una maratona editoriale che celebra il Pride Month con più di 120 contenuti, 20 creator, short video, una web capsule e un nuovo visual arcobaleno

The Wom, il nuovo media brand digitale 100% inclusivo di Mondadori Media, si conferma anche in occasione del Pride Month un punto di riferimento per le giovani millennials e per la generazione Z per le quali l’unicità e la libertà d’espressione sono un punto di forza e un valore che arricchisce se stessi e gli altri, oltre ogni etichetta.

Per oltre 1 mese The Wom ha offerto su tutti i suoi 5 canali social e sul web un ricco palinsesto editoriale di racconti e approfondimenti che ha accompagnato tutta la community: una maratona speciale che, con più di 120 contenuti, ha raggiunto oltre 10 milioni di persone (fonte: Google analytics e social insight, giugno 2022).

Video testimonianze e spunti di riflessione, valorizzati da uno storytelling continuo sui social e sul web, in grado di sensibilizzare su temi di grande attualità, grazie anche alla collaborazione di 20 video creator e autori dell’universo LGBTQIA+: tra questi, Sara Fregosi, che ha condiviso con la community di The Wom le difficoltà nel fare coming out con la madre, e Samuele Bartoletti, vittima di bullismo adolescenziale che ha lanciato un messaggio di libertà e orgoglio raccontando la propria storia. Un palinsesto arricchito da curiosità e approfondimenti per fare chiarezza sulle alcune delle tematiche maggiormente dibattute, anche attraverso i Vocal Carousel, una raccolta di audio vocali autentici in cui The Wom ha chiesto alle persone della propria community le sensazioni provate al Pride.

Per ogni contenuto, The Wom ha scelto il format e il canale più adatto: dai short reel su TikTok, con storie dei creator e contenuti informativi, ai Carousel e reel verticali su Instagram dedicati a make up, style pride e moda fluida, dalla web capsule, con un palinsesto quotidiano per approfondire i temi della comunità LGBTQIA+, al live coverage con IG Stories in diretta dal Pride di Milano, dove un video maker e un editor in collegamento hanno intervistato i partecipanti per far vivere l’esperienza  in tempo reale e trasmetterla sui social. Con questo nuovo format di special edition saranno affrontate tante altre tematiche ed eventi nel corso dell’anno.

In occasione del mese del Pride, il brand ha inoltre lanciato The Wom Pride, un nuovo visual arcobaleno, che ha accompagnato tutto lo storytelling del brand, con il logo The Wom Pride su tutti i social, il pride bar arcobaleno su tutti i contenuti, un link fisso in navigazione nel sito e uno spazio fisso dedicato alla web capsule nella homepage del sito.

Con questo progetto The Wom conferma la propria mission di promozione di una cultura che afferma la libera espressione della personalità: rivolto a una community di persone attente ai valori di parità di genere, accettazione di sé e sostenibilità, con contenuti e un linguaggio inclusivi tipici della generazione Z e dei millennial, The Wom è il primo media brand italiano ad aver introdotto un Gender & Inclusion Committee.

The Wom conta un’audience in continua crescita: con 10 milioni di utenti unici raggiunti (fonte: Comscore marzo 2022), 4 milioni di fanbase e 35 milioni di video views (fonte: Shareablee e social insight, maggio 2022).

The Wom celebra l’unicità con #TheWomPower

Un nuovo branded effect su TikTok e un filtro Instagram inclusivo per dare voce all'eccezionale normalità di tutt*

The Wom, il media brand digitale 100% inclusivo che parla alle giovani millennial e alla generazione Z, lancia oggi la campagna #TheWomPower per celebrare l’unicità e la libera espressione della personalità di ognuno.

Il progetto è pensato per coinvolgere attivamente le nuove generazioni sui social, attraverso uno strumento innovativo e inclusivo, che incoraggi la creatività e aiuti a raccontare se stessi senza tabù e pregiudizi, diventando così di ispirazione per tutta la community.

Persone che non vogliono essere incasellate in un’unica definizione e che The Wom invita a condividere sui social i propri “super poteri”, ciò che le rende eccezionalmente normali, realizzando short video con il nuovo effetto TikTok e il filtro Instagram #TheWomPower. 

Basterà creare con la mano la “W” di The Wom davanti alla fotocamera dello smartphone per attivare l’effetto ed essere avvolti da una nuvola esplosiva viola nella palette del brand, e trasformarsi così in WOMderful Heroes con il coraggio e la grinta di The Wom. A completare l’effetto, la traccia audio originale Be WOMderful realizzata ad hoc.

«Dopo il debutto lo scorso mese, la campagna #TheWomPower è un nuovo tassello della strategia di comunicazione di The Wom mirata a raggiungere il target della young generation, promuovendo i valori del brand. Un’iniziativa per far sentire ciascuno perfetto nella propria unicità, moltiplicando contenuti e modelli positivi in cui rispecchiarsi. Perché l’impresa eccezionale è essere normali», ha dichiarato Daniela Cerrato, brand manager mass market di Mondadori Media

La campagna è stata sviluppata, in coordinamento con la Gender and Inclusion editor del brand, ponendo attenzione anche all’accessibilità per chi ha problemi di coordinazione motoria con le mani.

«Il filtro Instagram è totalmente inclusivo: oltre alle dita, si potrà attivare anche con la bocca. Un passo avanti ed importante per l’eliminazione di ogni tipo di barriera», spiega Benedetta De Luca, Gender and Inclusion editor di The Wom

La campagna sarà amplificata dallo squad di The Wom con il coinvolgimento di oltre 50 creator. Tra loro, Giorgy Colella, creator body positive; Antonella Arpa – Himorta, gamer e cosplayer; Abbia Maswi, creator e makeup artist; Barbara Conte, curvy influencer; Gioffy, creator e gamer; Beatrice Gherardini, makeup artist e beauty creator; Lucia Andreoli, fashion stylist e creator; Pierangelo Greco, beauty creator e makeup artist e Arienne Makeup, beauty creator.

Tutti i contenuti realizzati dagli utenti e dai creator verranno raccolti all’interno della pagina dell’effetto #TheWomPower su TikToK e nelle stories Instagram di The Wom.

Il progetto è stato realizzato con il contributo del team TikTok Italia e le agenzie FLU e Cosmic.

A supporto del lancio di #TheWomPower è stata realizzata una campagna di domination e amplification attiva da oggi su TikTok e Instagram. 

The Wom conta su un’audience in continua crescita: a febbraio sui social ha raggiunto 3,7 milioni di fanbase complessiva, in aumento di 100.000 follower unità rispetto a gennaio, con 2 milioni di interazioni (Fonte: Sharablee e Insight, febbraio), e un incremento del +38% di utenti unici sul web (fonte: Google Analytics, febbraio rispetto gennaio).

L’iniziativa conferma la versatilità progettuale attivabile sulla piattaforma The Wom. Grazie al racconto sul mercato di Mediamond, concessionaria esclusiva del brand, sono disponibili per i clienti format inediti ed attenti a combinare strategicamente video, reel, stories e challenge curati con gli editor The Wom per raccontare diversi settori merceologici: dal beauty al fashion, dal pharma al travel. In ognuno di questi ambiti, infatti, è possibile attivare delle soluzioni commerciali con vari tagli di offerte che assicurano sempre reach garantite e possibili coinvolgimenti dei creator più WOMderful.

 

La storia di Reha e delle altre donne fuggite dall’Afghanistan

The Wom presenta il reportage “Storie dall’Afghanistan”, scritto in prima persona da donne afghane rifugiate in Italia. La serie è stata realizzata con la collaborazione di Cospe, associazione senza scopo di lucro che opera in 25 Paesi del mondo per diffondere i diritti e la giustizia sociale.

Si tratta di una raccolta di testimonianze raccontate in prima persona da chi ha vissuto la crisi afghana. Storie emozionanti e drammatiche che sono quelle di tante altre donne oggi in esilio in Italia dall’Afghanistan, sopravvissute e scampate alla persecuzione dei Talebani ma anche lontane dalla loro famiglia, dagli affetti, dai loro diritti di donna, dalla vita libera e dal futuro migliore che spettava loro.

I primi racconti disponibili su The Wom sono di Reha Nawin, fuggita dai Talebani e arrivata in Italia lo scorso agosto. Nata a Kabul 37 anni fa, ha studiato Sociologia all’università pubblica della capitale. Oggi vive a Firenze insieme al marito e alle due figlie. Il racconto della sua vita è, in parte, anche la storia di tutte quelle donne che quel giorno del 26 agosto non ce l’hanno fatta ad entrare in aeroporto e sono rimaste in Afghanistan.

«Per poter entrare in aeroporto» racconta Reha «abbiamo dovuto aspettare due notti fuori. I talebani non ci davano il permesso di entrare. In tantissimi volevano fuggire. Si vedeva molta disperazione nella faccia delle persone, la paura dei Talebani e la tristezza di lasciare il Paese in quella situazione così drammatica. Gli amici italiani sono riusciti ad aiutarci e a salvarci la vita.»

«Dare voce a Reha Nawin e alle altre giovani donne afghane è uno dei modi che abbiamo scelto per sensibilizzare le nostre lettrici e i nostri lettori, ma anche le nostre dipendenti e i nostri dipendenti» ha sottolineato Francesca Rigolio, Chief Diversity Officer del Gruppo Mondadori «sull’importanza del rispetto dei diritti umani, e delle donne in particolare, e sulla necessità di impegnarci sempre e concretamente perché diversità e inclusione diventino veramente una costante del nostro essere parte del Gruppo Mondadori.» 

Il progetto editoriale “Storie dall’Afghanistan” sostiene la campagna “Emergenza Afghanistan” di Cospe.

Leggi di più: La vita, la fuga e le speranze di Reha Nawin, attivista fuggita dai talebani

Nasce The Wom: il nuovo brand digitale, social first, 100% inclusivo, per parlare alle millenial e alla generazione Z

The Wom è il primo media brand italiano a introdurre un Gender & Inclusion Committee, a tutela della valorizzazione dell’unicità di tutt*

Nasce The Wom, il nuovo brand all digital di Mondadori Media: un social e web magazine innovativo dedicato alle giovani millennial, una generazione per cui l’unicità è un punto di forza e un valore che arricchisce se stessi e gli altri, oltre ogni etichetta.

Il nome del brand nasce dall’abbreviazione del sostantivo “woman”, per assumere molteplici significati: The Wom abbatte con forza le differenze di genere (“Woman or Man”), valorizza tutte le donne (“Wonder Woman”, “Wonderful Me”), parla la stessa lingua degli utenti (“Word of mouth”, passaparola).

Attraverso un’offerta editoriale inedita, The Wom promuove una cultura che afferma la libera espressione della personalità, come sottolineato anche dal claim “Be WOMderful, be yourself”: si rivolge a una community di persone attente ai valori di parità di genere, accettazione di sé e sostenibilità, con contenuti e un linguaggio inclusivi tipici della generazione Z e dei millennial.

Con il lancio di questo nuovo brand femminile, in grado di intercettare i bisogni e gli interessi delle nuove generazioni di donne sui loro canali d’elezione, Instagram e TikTok, e sul web, Mondadori Media – la social multimedia company del Gruppo Mondadori, leader in Italia sui social con 57,5 milioni di fan – rafforza ulteriormente la propria offerta nel mercato editoriale.

«The Wom parla la lingua delle giovani millennial e della generazione Z. Un progetto ambizioso che dimostra la continua capacità di innovazione di Mondadori Media, forte di un’expertise digitale e con una costante attenzione ai nuovi linguaggi e format che ci rendono oggi una multimedia company leader nel web e prima social destination in Italia. Con The Wom vogliamo diventare punto di riferimento anche per il pubblico under 35 sui social, valorizzando l’unicità delle persone e dando ispirazioni nei principali ambiti di espressione del sé, come la bellezza o la moda», ha dichiarato Andrea Santagata, direttore generale di Mondadori Media.

A tutela della propria mission, The Wom è il primo brand editoriale italiano a introdurre un Gender and Inclusion Committee. Un comitato indipendente nato con l’obiettivo di implementare l’agenda dei valori di The Wom sui temi chiave delle nuove generazioni, al quale prenderanno parte donne autorevoli come Benedetta De Luca, dottoressa in giurisprudenza e disability model, che in qualità di Gender and Inclusion Editor garantirà che i contenuti e la filosofia del brand rispettino tutti i principi ai quali The Wom si ispira, utilizzando il giusto linguaggio e la giusta sensibilità; Federica Gasbarro, attivista, biologa e green influencer, che, nel ruolo di Climate Editor, sensibilizzerà il pubblico di The Wom sui temi legati al cambiamento climatico; Victoria Oluboyo, attivista per i diritti civili e femminista intersezionale e Ariman Scriba, mental health advocate, per dar voce ai malesseri invisibili.

The Wom può già vantare risultati straordinari: a pochi mesi dal lancio della versione beta sui social e sul web, conta una fanbase complessiva di 3,6 milioni di follower, costituiti per il 90% da donne, e un’audience di 5 milioni di utenti unici al mese, posizionando il brand come leader nel segmento femminile under 35 (fonte: Shareablee e Insight, gennaio 2022; Google Analytics, gennaio 2022).

Il nuovo brand si distingue per la presenza sia su Instagram e TikTok sia online su www.thewom.it, di un profilo principale The Wom al quale si affiancano 5 canali verticaliThe Wom Beauty, The Wom Fashion, The Wom Healthy, The Wom Life, The Wom Travel –, con stimoli e ispirazioni su bellezza, moda, benessere, viaggi, stili di vita, per intercettare gli interessi cari a questa generazione.

Ulteriore punto di forza di The Wom, la produzione di short video che rappresentano al meglio i valori di questa generazione, interpretati da una squadra di oltre 50 creator tra i più seguiti e apprezzati su Instagram e TikTok come Antonella Arpa, gamer e cosplayer; Martina Luchena, creator e beauty influencer; Nina Rima, bionic model; Paola Torrente, modella curvy; Arienne Makeup, beauty creator; Giorgy Colella, creator body positive; Damn Tee, beauty guru e influencer; Abbia Maswi, creator e make up artist; Ludovica di Donato, attrice e creator, in grado di dare vita a una produzione di oltre 140 reel al mese.

The Wom è caratterizzato da un design fluido e funzionalità ibride tra social e web come il social wall e la navigazione con “tap” del sito nello stile delle stories di Instagram. Il look & feel del sito www.thewom.it è stato studiato e realizzato con elementi “e(motion)al”, in movimento, come il ticker di navigazione e la palette di colori pastello dinamica in base ai contenuti realizzati.

La cifra stilistica di The Wom è immediatamente riconoscibile grazie al tratto di Melania Gazzaruso, in arte Memilus: la visual artist ritrae le esperienze quotidiane con illustrazioni in stile cartoon, accompagnate da frasi valoriali in cui la community si immedesima.

A supporto del lancio di The Wom è stata realizzata una campagna di comunicazione firmata da CasiraghiGreco&, pianificata sulle testate b2b e DOOH sui principali distretti di Milano, cui seguirà, nel mese di marzo, il lancio di #TheWomPower, la challenge speciale su Instagram e TikTok per “WOMder Women” eccezionalmente normali, che coinvolgerà i top creator del brand.

La valorizzazione commerciale è affidata in esclusiva alla concessionaria Mediamond che metterà a disposizione dei clienti format innovativi social e web sponsorizzabili oltre a video unboxing, reel con testing di prodotto e stories con editor del brand. The Wom abbraccia diversi settori di riferimento che hanno cuore nel beauty e nel fashion, con l’obiettivo di crescere sempre più anche nei contesti pharma e travel attraverso la collaborazione di creators ed esperti di settore.
Contenuti ad hoc, illustrazioni e card social saranno interamente personalizzabili con i colori degli sponsor, mantenendo la coerenza narrativa e garantendo l’integrazione armonica del messaggio adv nel contenuto editoriale.